Trekking Il Sentiero Dei Briganti

#1
Parchi del Lazio
Riserva del Lamone
Data: 4/02/2016 - 7/02/2016

Regione e provincia: Lazio - Viterbo.

Località di partenza: Vulci

Località di arrivo: Vulci - Latera

Tempo di percorrenza: 2 giorni circa

Chilometri: forse 35km senza contare i passaggi in macchina ("autostop")

Grado di difficoltà: E

Descrizione delle difficoltà: Nessuna.

Periodo consigliato: ---

Segnaletica: Non sempre presente, ogni tanto si trovano dei cartelli del Sentiero Dei Briganti ma si cammina sulle strade sterrate perciò il sentiero è intuibile...

Dislivello in salita:

Dislivello in discesa:

Quota massima:

Accesso stradale:



Questa volta stando a casa senza sapere che fare visto che non sto lavorando ho deciso di avventurarmi in un trekking con 30 euro in tasca senza contare il biglietto Roma-Viterbo. Un trekking di cui mi ricorderò sicuramente, per gli incontri che ho fatto e i posti che ho visto... Arrivato a Viterbo che era già buio ho chiesto informazioni per un posto dove potevo passare la notte, e mi hanno detto che c'erano delle terme libere a pochi km dove potevo passare la notte in tenda, le terme di Bulicame. Così mi sono messo a camminare per 2-3 km e una volta arrivato ho montato la tenda e mi sono fatto il bagno nelle terme la notte... Una cosa che non pensavo proprio :). La mattina dovevo arrivare a Tuscania per visitare la città per poi continuare fino a Vulci e visitare la zona storica degli Etrischi; Dopo 10min che mi sono incamminato ho trovato un passaggio in autostop, Il signore che mi ha dato un passaggio era una guida ambientale, che andava direttamente a Vulci, con cui ho acuto piacere di parlare e mi ha spiegato la storia della zona della Tuscia e mi ha dato indicazioni utilissime per il trekking che ho fatto... Arrivato al castello di Vulci ho fatto la visita gratuita al castello, visto che era la prima domenica del mese; poi sono andato dalla parte del lago di Pellicole dove ho saputo che era a pagamento ma forse perchè essendo da solo e volendomi fare un piacere mi hanno fatto il biglietto gratuito, facendomi risparmiare 8 euro (0.0 la giornata iniziava benissimo ho pensato...). Dopo aver fatto la visita a Vulci ho seguito le inicazioni che mi aveva dato la guida ambientale che mi aveva dato un passaggio, e ho proseguito per il Sentiero Dei Briganti (lungo 100km) che arrivava fino alla riserva del Rufeno (al confine con l'umbria). Dopo 15-20km circa che camminavo per il sentiero si era fatto buio, e ancora non ero arrivato alla tappa prestabilita che era il paese di Farnese, ho visto un casale con luci accese, così ho pensato di chiedere informazioni per sapere quanto mancava per raggiungere il paese. I proprietari oltre alle informazioni, vedendomi stanco mi hanno offerto un caffè e poi anche un bicchiere di vino (anche un panino che ho rifiutato...). Poi visto che hanno insistito alla fine mi sono fatto dare un passaggio fino a Farnese, facendomi accorciare circa 5km di camminata.
A Farnese ho trovato la Trattoria dei Briganti, dove sono stato felice di andare visto che era proprio inerente al sentiero che stavo facendo di cui la storia mi incuriosiva molto. La cuoca mi ha dato una testimonianza diretta raccontandomi che suo nonno ha visto i briganti che durane le feste scendevano al paese dal bosco di Lamone... Nella trattoria sono stati molto gentili ed è un posto dove non si spende molto...
In giorno dopo ho cominciato a camminare verso la riserva sulle strade sterrare fino ad arrivare hai sentieri del bosco che sono bellissimi con il sottobosco tappezzato di rocce vulcaniche ricoperte di muschio. Più che bosco si potrebbe dire che è una giungla, mancano solo le liane e le scimmie. Praticamente gli unici posti dove non ci sono rocce, è dove in passato ci sono stati delle abitazioni e hanno dovuto fare lo spietramento del terreno, altrimenti il bosco e completamente ricoperto di queste pietre verdi smeraldo (caratteristica della riserva), molto belle. La riserva è molto bel segnata, almeno per il sentiero che ho fatto io, che è il 4 e il 3 ed è difficile perdersi.
Una volta uscito dalla riserva ho trovato una signora molto gentile che mi ha voluto accompagnare in macchina (non mi dilungo nei dettagli...) in macchina fino al lago di Mezzano; visto che era sera ed ero molto stanco ho accettato volentieri il passaggio. Il lago non è molto grande ma un bel posto da visitare. Nelle vicinanze ci sono poche case e un agriturismo (chiuso in questa stagione). Passata la notte vicino a al lago, la mattina mi sono incamminato per le strade sterrate interne fino a Latera (circa 6-7km).
Una volta arrivato a Latera ho visto che che non ce la facevo a continuare e visto che avevo finito i soldi ho pensato di andare verso Viterbo in autostop e poi tornare a Roma.
Ho cercato di raccontare il mio piccolo trekking in qualche modo, non sono molto bravo a scrivere, spero che sia comprensibile e che le poche informazioni o foto possano essere utili o di ispirazione per qualcuno, per un trekking sul Sentiero Dei Briganti che almeno a me mi ha molto affascinato.

Le foto che metto non raffigurano tutti il trekking purtroppo, perchè mi si è rotta la macchinetta...
 

Allegati

Ultima modifica:
#3
Ciao vitalik complimenti è sempre bello leggere le esperienze...l'avevo adocchiato il trek dei briganti come giro papabile e l'ho messo lì da parte in attesa della giusta congiunzione astrale...grazie...
Con tutte le fortune che hai avuto non ti puoi lamentare se ti si è rotta la macchina fotografica...eh eh eh...beh speriamo che si risolva...
 
#7
Strano perché come detto quello che dico io e' in abruzzo e non centra nulla con Viterbo e Tuscania che sono a nord nel Lazio. Quello che sto preparando io passa per Cartore e il lago della Duchessa. Parte ed arriva a Sante Marie, quindi non credo proprio che sia lo stesso
Ciao The_Hawk
 
#8
Si mi sa che sbagliavo io tu che sei di "zona" conosci meglio i posti...
Io guardavo quello che vuoi fare tu che è un anello di 100 km...è quello del link che hai messo tu...
 
#9
Infatti, mentre quello postato da vitalik e' un altro con lo stesso nome per quello mi stupivo
Comunque sto programmando quello del link che ho postato per giugno con 3 pernotti wild (2 in tenda e 1 in rifugio non custodito al lago della duchessa) e 2 in b&b se qualcuno si vuole aggregare...io di solito vado in solitaria ma non disdegnerei un po di compagnia se qualcuno volesse.
Ciao The_Hawk
 
#11
E io non ho programmato niente,come scritto aspetto la congiunzione astrale...al momento non sono in grado di programmare...tanto più che per varie vicissitudini ne vengo da un lungo periodo di stop e se non ricomincio a trottare sarà difficile che non esco rotto da 100 km...eh eh eh...
 
#13
Complimenti per la scelta azzeccatissima, è una zona che può dare molto, il bagno notturno alle terme è un classico ma è anche una figata, ho conosciuto gente che ci andava a passare a mollo la mezzanotte di capodanno!

E' anche bello che ci siano stati degli incontri, credo che un "vero" trekking dovrebbe avere anche una dimensione umana, se è per stare soli con se stessi forse non c'é nemmeno bisogno di girare tanto.
 
#16
Grazie per la condivisione, ma sti rimanendo stupito di quanti sentieri abbiano questo nome, io sto preparando il CAMMINO DEI BRIGANTI che si snoda per 100km ma attraverso lazio ed abruzzo quindi totalmente diverso da questo.
Per chi volesse approfondire lascio il link: https://camminobriganti.wordpress.com/
saluti The_Hawk
Si anch'io quando sono tornato a casa e ho cercato il sentiero dei briganti su internet, mi è apparso il sentiero che sa sulla duchessa. Non pensavo che c'è ne fossero altri con lo stesso nome. Poi tutte e due sono lunghi 100km.

Complimenti per lo spirito.
Mi hai fatto ricordare il Don Chisciotte di Cervantes (il mio avatar qui), che usciva senza una meta specifica con il mero proposito di andar incontro all'avventura.
Si hai capito bene con che spirito sono uscito di casa :). All'avventura, avendo dei obiettivi ma non sapendo bene come arrivarci e con quali mezzi :D, obiettivi che potevano anche cambiare se trovavo qualcosa di più interessane. Anche il tempo uggioso ha dato contribuito a rendere il trekking più avventuroso.
Dopo essere stato diverse volte sulle montagne, questa volta sono voluto andare alla scoperta della campagna nella Tuscia Viterbese.
 
#19
Infatti, mentre quello postato da vitalik e' un altro con lo stesso nome per quello mi stupivo
Comunque sto programmando quello del link che ho postato per giugno con 3 pernotti wild (2 in tenda e 1 in rifugio non custodito al lago della duchessa) e 2 in b&b se qualcuno si vuole aggregare...io di solito vado in solitaria ma non disdegnerei un po di compagnia se qualcuno volesse.
Ciao The_Hawk
Ho fatto il cammino dei briganti insieme ad Emiliano anche lui del forum... è stato un gran bel giro e impegnativo il giusto!!
Non mi dispiacerebbe ripeterlo!
 

Discussioni simili

Contenuti correlati

Alto