in montagna da solo (come iniziare,.. ecc)

ciao a tutti.. in questo topic non propongo una domanda ma chiedo di 'accompagnarmi' in questa esperienza con consigli ecc.. ho 20 anni e da quando sono piccolo vado in montagna con mio babbo o con un amico (max 3 persone, in montagna voglio godermi un pò di quiete senza troppo casino intorno).. ovviamente ho il mio compagno di avventure, ma purtroppo con i vari impegni a volte è difficile mettersi d'accordo e così è già da un pò di tempo che ho in mente l'idea di andare solo.. Non sono nemmeno mai andato un giorno, ma mi piace l'idea di stare fuori 2 giorni, proprio x provare la 'solitudine'.. ammetto che l'idea da una parte mi attrae tantissimo, dall'altra non so descrivere la sensazione xD leggo che tanti dicono che in montagna soli è una sensazione stupenda e voglia di provare ne ho.. però resta quell'incertezza .. voi che dite? (adesso ho una ferrino makalù 3 quindi nel caso dovrei prendermi una tendina x me)..

scusate la lunga 'chiacchierata', ma ne avevo bisogno xD
aspetto vostri consigli, esperienze ecc :)
ps nel caso zona alpi apuane (sono di pisa)
ciao :D
 

Ciao!

Uno dei miei motti è: "meglio soli che male accompagnati!!", a infatti ultimamente sono sempre andato solo.

Hai scritto che vai in montagna da bambino, quindi esperienza ne hai, allora mi sento di dirti: "se te la senti, VAI!!"

Da soli o in più non cambia molto ai fini pratici (anzi, per me non avere responabilità nei confronti di altre persone è una grande libertà).

L'unico mio problema la prima notte da solo, che coincideva con la prima notte con l'amaca, sono stati i rumori notturni associati alla nota presenza dei lupi (se ne è già parlato tantissimo sulla timidezza dei lupi, ma quando ero lì a prima volta, tutte le mie certezze sono andate a farsi benedire) e al fatto che se avessero provato ad attaccarmi non avrei avuto modo di difendermi; morale: una notte piuttosto insonne, nulla più.

Adesso sarei disposto ad andare in montagna per più giorni solo con fedelissimi di comprovata sintonia con me, altrimenti ... MOLTO MEGLIO SOLI!!!
 
Concordo in tutto con SemiMonade, visto che di esperienza dovresti averne gia abbastanza vai!
Magari ecco le prime volte meglio andare in posti gia conosciuti e percorsi non eccessivamente impegnativi, ma per il resto l'unico "ostacolo" è l'iniziale incertezza.
 
si è l'ostacolo 'psicologico' il problema.. è proprio l'incertezza, perchè poi altri rischi non ci sono, non vado sull'himalaya ecco xD
 
Da soli o non da soli sono due cose non confrontabili. Non trovando compagni vado da solo, e mi piace; quando posso vado con compagni e mi piace. Comunque la vera felicità è condivisione; per comprendere il piacere della solitudine bisogna provare la scocciatura della compagnia, ma per scacciare la noia della solitudine bisogna camminare con gli amici.
 
Io esco quasi esclusivamente da solo. I consigli sono sempre i soliti, portarsi dietro un cellulare carico, lasciare detto in casa il percorso che si intende fare, seguire i sentieri, non uscire in caso di clima particolarmente avverso nel caso si debbano fare tratti esposti, ecc...

Secondo me è fatto bene questo tutorial. Se l'autore è un utente del forum approfitto per fargli i complimenti.

http://www.youtube.com/embed/MAfv1KmVKSo?

Per quanto riguarda il pernotto in solitaria, ci sono molte cose da dire, qui si è detto tutto e anche di più :

http://www.avventurosamente.it/vb/113-preparazione-e-psicologia/4174-pernottare-da-soli.html

Ciao e buone escursioni !
 
Se vuoi un consiglio, cammina tanto di giorno..almeno la sera arrivi distrutto e dormi sicuramente, senza paranoie e senza sentire rumori inesistenti! :p
Oppure, bottiglia di vino..ottimo compagno!! Io l'ho fatto per la prima volta quest' estate..ho camminato 5 ore facendo 1200m..mi sono piazzato a 150m dal rifugio ho mangiato il mio risottino con i funghi e via a nanna!! Ora non vedo l'ora che arrivi di nuovo il caldo per rifarlo..!! Si sente comunque che sei da solo..ma hai una libertà che non ti immagini!!
 
Segui i consigli sopra scritti per la prudenza e scegli un sentiero semplice,che conosci.

ammetto che l'idea da una parte mi attrae tantissimo, dall'altra non so descrivere la sensazione xD
Conosco quello stato d'animo,duale.Il desiderio di andare e l'istinto di sopravvivenza che ti fa desistere.Vai e segui il desiderio poi quando ti si presenterà una situazione pericolosa,l'istinto di sopravvivenza ti farà desistere al momento giusto.
 
Da soli o non da soli sono due cose non confrontabili. Non trovando compagni vado da solo, e mi piace; quando posso vado con compagni e mi piace. Comunque la vera felicità è condivisione; per comprendere il piacere della solitudine bisogna provare la scocciatura della compagnia, ma per scacciare la noia della solitudine bisogna camminare con gli amici.
Proprio così...comincia con escursioni di un giorno, tanti km e ritorno prima di sera. Ricorda che quando si và in solitaria è bene lasciar detto a qualcuno il percorso che si ha in mente di fare, almeno per sommi capi...sembra banale, ma non lo è. Per il resto attrezzatura sempre adatta alla bisogna, e vai tranquillo: si tratta solo di rompere il ghiaccio.
 
Fai quello che senti di fare, se senti il bisogno d'andare per monti da solo, VAI!! Comincia con l'andare in zone che conosci e poi gradualmente allarga il tuo campo d'azione, vedrai che rotto il ghiaccio il resta verrà da solo.

Ma prima di usare la gambe usa la testa.:D
 
Le escursioni più belle io le ho fatte da solo, oltre ad avere più libertà sono anche più spinto a conoscere le persone che incontro lungo al mio cammino.
 
Le escursioni più belle io le ho fatte da solo, oltre ad avere più libertà sono anche più spinto a conoscere le persone che incontro lungo al mio cammino.
Anche a me succede così. Sono di norma poco loquace, ma se vado in giro da solo sento il piacere di instaurare una comunicazione con persone nuove che incontro. Mi piace scoprire chi sono e che cosa fanno.
 
Anche a me succede così. Sono di norma poco loquace, ma se vado in giro da solo sento il piacere di instaurare una comunicazione con persone nuove che incontro. Mi piace scoprire chi sono e che cosa fanno.
Bene, credevo di essere l'unico :D

Lo stesso vale per me, sono taciturno, la mia famiglia me lo rimprovera sempre, vado in giro quasi sempre da solo ma se incontro qualcuno non disdegno una buona chiaccherata :)
 
yes

Ciao!

Uno dei miei motti è: "meglio soli che male accompagnati!!", a infatti ultimamente sono sempre andato solo.

Hai scritto che vai in montagna da bambino, quindi esperienza ne hai, allora mi sento di dirti: "se te la senti, VAI!!"

Da soli o in più non cambia molto ai fini pratici (anzi, per me non avere responabilità nei confronti di altre persone è una grande libertà).

L'unico mio problema la prima notte da solo, che coincideva con la prima notte con l'amaca, sono stati i rumori notturni associati alla nota presenza dei lupi (se ne è già parlato tantissimo sulla timidezza dei lupi, ma quando ero lì a prima volta, tutte le mie certezze sono andate a farsi benedire) e al fatto che se avessero provato ad attaccarmi non avrei avuto modo di difendermi; morale: una notte piuttosto insonne, nulla più.

Adesso sarei disposto ad andare in montagna per più giorni solo con fedelissimi di comprovata sintonia con me, altrimenti ... MOLTO MEGLIO SOLI!!!
Concordo in toto! Anche a livello personale credo di poter confermare :) buona fortuna
 
adesso vedrò di sfruttare la tenda anche col gelo e la neve con un amico, se non rimango scioccato vedrò di provare a marzo-aprile xD
 
Ciao Ciarde, sono 20 anni che vado sempre da solo e posso assicurarti che è sempre una esperienza unica ogni volta che faccio un' uscita.
come hanno già suggerito tutti prima di me la prima volta segui un itinerario a te noto e che conosci bene, da ora a marzo hai tempo per sceglierlo e testarlo.
 
Esistono tanti topic riguardo alle uscite in solitaria, ma mi pare che non si sia parlato di un aspetto che con il tempo si e' rivelato per me importante. Parlare,chiacchierare,ridere,scherzare,confrontarsi,cucinare,bere insieme..... insomma la compagnia, perche' in montagna sara' pure bello andarci da soli ma poi....,dopo un'ora, dopo due, dopo tre, si ha bisogno di parlare, a voglia di intagliare rami e rametti,passeggiare e guardare l'orizzonte, dopo ci si annoia.....
 
Concordo con Kallaghan ma se il ns amico non ci prova.........
Magari non ha amici con la stessa passione o vuol provare in solitaria. Buon per lui e in bocca al lupo. Poi facce sapè. ;)
 
Esistono tanti topic riguardo alle uscite in solitaria, ma mi pare che non si sia parlato di un aspetto che con il tempo si e' rivelato per me importante. Parlare,chiacchierare,ridere,scherzare,confrontarsi,cucinare,bere insieme..... insomma la compagnia, perche' in montagna sara' pure bello andarci da soli ma poi....,dopo un'ora, dopo due, dopo tre, si ha bisogno di parlare, a voglia di intagliare rami e rametti,passeggiare e guardare l'orizzonte, dopo ci si annoia.....
Concordo in parte, la compagnia è piacevole, personalmente ogni tanto, spesso per la verità, preferisco camminare da solo, mi sento più libero, nessun vincolo di orario o di destinazione, solo con i miei pensieri, in completa libertà .......
poi al ritorno ben venga la compagnia, le chiacchere e un bicchiere .......... anzi dopo una giornata in solitaria si apprezzano di più gli amici e la compagnia.
 

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto