Indovinello ?!

[quote='Usingol]
tu hai tre casette e tre fonti di approvigionamento luce, acqua, gas, devi unire con delle linee le tre fonti con tutte e tre le casette senza fare intrecciare le linee
o passaggi fra casa e casa
[/quote]

Linee rette?
 
le linee le ho provate tutte anche circolari e ho fatto di + ho messo una casa in mezzo ai generatori e un generatore al posto della casa ma neanche con questa disposizione ci sono riuscito
aiutoooooooooooooooooooooo_O
 
Non è tutta farina del mio sacco ;) mi sono fatto aiutare da chi prima di me l'aveva risolto (stando a lui :roll:).

Prendo un foglio di carta.
Disegno le tre casette posizionandole tutte su una linea (ovviamente le casette sono distanziate fra di loro)
Poi disegno le tre fonti di energia posizionando la prima sopra le tre casette e le altre due sotto le tre casette ma una sopra l'altra (con il disegno si capisce meglio).
Praticamente faccio una croce dove un braccio (orizzontale) sono le casette e quello verticale sono una fonte e poi le altre due.

Collego case e fonti come da linee nere.

Poi dalla fonte in alto traccio una linea (nel disegno è marrone) sino al bordo del foglio.
Giunto sul bordo giro il foglio e traccio sul altro lato il tratto rosso sino a giungere nuovamente sul bordo.
Giro il foglio e alimento la casetta di destra (di nuovo tratto marrone).

Prendo il foglio ne faccio un cilindro facendo coincidere i due tratti azzurri chiari (magari lo blocco con un pezzo di nastro adesivo)
Parto dalla fonte in basso e traccio il tratto verde sino a congiungere la casetta centrale.

Ovviamente i tratti rosso e verde nel disegno si intersecano ma nella realtà no poichè sono su due facciate diverse del foglio.

Ve piase ?

'notte, Gianluca
 

Allegati

Per correttezza devo dire che prima avevo postato altri due messaggi con una soluzione ma poi "LUI" mi ha detto che era un 'inchiata e allora li ho cancellati .......... non lo faccio più promesso :si:

Ciao, Gianluca
 
Info a riguardo

Campello Alto

L'antico nucleo dell'attuale comune si trova nella frazione di Campello Alto, un castello costruito nel 921 da Rovero di Champeause, barone di Borgogna, sulla cima di un colle a 514 m s.l.m.. Da esso deriverebbe la famiglia dei conti Campello ed il nome del paese. Egli proveniva da Reims ed era al seguito del duca Guido di Spoleto: Lamberto, imperatore del Sacro Romano Impero, gli concedeva la facoltà di costruire una fortezza su un colle. Ad esso associava un feudo con otto villaggi, chiamato "Gualdi Rainieri". Seguaci di Federico II e nemici della Chiesa, essi vennero apostrofati da papa Onorio III, nel 1226, come figli del diavolo, "Tancredi filius beliàl".
Alla metà del XIV secolo venne assalito dai mercenari eugubini del gonfaloniere spoletino Pietro Pianciani: gli abitanti di Spoleto però rimborsarono i Campello dei danni subiti.
Nel XVI secolo il feudo si dotò degli Statuti, redatti dai massari, dal conte e dal notaio Spineo.
Attualmente, la frazione conta 57 abitanti.​
 

Contenuti correlati

Alto Basso