Informazione Info Gr20

Ciao a tutti
Come da oggetto,ad agosto vorrei percorrere il gr20,ed essendo il mio primo trekking su più giorni in assoluto,sono affamato di info.
Iniziamo,secondo voi e fattibile con scarpe da trailrunning super corazzate,tipo le ultraraptor di la sportiva,o sono tassativamente necessari degli scarponcini? Lo zaino da60/65 litri e sufficente/necessario o e sovradimensionato?ho messo gli occhi sull aether 65 di osprey,che ne pensate?per i pernottamenti,meglio scegliere le strutture o portarsi la propria tenda? Nel caso,consigli su cosa prendere sono graditi
capitolo cibo, conviene portarsi qualcosa o fare esclusivamente riferimento alle strutture lungo il percorso? In generale pensavo di portarmi cellulare,power bank,sacco a pelo leggero(vado ad agosto) due paia calzini tecnici,due magliette tecniche,una felpa,un berretto,qualche integratore/barrette/ sali minerali bastoncini un coltello multiuso,un rotolo nastro adesivo, occhiali,crema solare,analgesici, antinfiammatori,sacca idrica,un paio pantaloncini,un paio braghe lunghe...vi viene in mente altro che sia imprescindibile? Grazie a chi vorrà aiutarmi a sciogliere i tanti dubbi e magari ad aggiungere consigli utili
 
Certo che te lo sei proprio scelto facile come primo trekking. Il GR20 è il più duro d'Europa. Nelle strutture ti mettono a disposizione il posto tenda ed alcuni anche la tenda. Non puoi campeggiare o bivaccare lungo il percorso. Puoi rifornirti nelle strutture. Come scarpe secondo me sono ok le Ultraraptor, ma dipende molto da come sei abituato a camminare. In ogni caso, eviterei gli scarponi. Semmai uno scarponcino mid. Con o senza membrana dipende dalle tue preferenze. Io assolutamente userei scarpe tipo trail, ultratrail o simili senza membrana.
 
Per dirne una, manca il materassino, immagino sia una svista.

Un errore che fanno tanti è pensare che serva uno zaino da 65litri o più, è il tuo primo trekking, ci sta ma...

...valuta se non è il caso di baypassare questo "primo errore" ridimensionandoti a 48-50litri
Ciao
Prendo nota del materassino,sto anche valutando l acquisto di una tenda,consigli utili a riguardo?
 
Ciao a tutti
Come da oggetto,ad agosto vorrei percorrere il gr20,ed essendo il mio primo trekking su più giorni in assoluto,sono affamato di info.
Iniziamo,secondo voi e fattibile con scarpe da trailrunning super corazzate,tipo le ultraraptor di la sportiva,o sono tassativamente necessari degli scarponcini? Lo zaino da60/65 litri e sufficente/necessario o e sovradimensionato?ho messo gli occhi sull aether 65 di osprey,che ne pensate?per i pernottamenti,meglio scegliere le strutture o portarsi la propria tenda? Nel caso,consigli su cosa prendere sono graditi
capitolo cibo, conviene portarsi qualcosa o fare esclusivamente riferimento alle strutture lungo il percorso? In generale pensavo di portarmi cellulare,power bank,sacco a pelo leggero(vado ad agosto) due paia calzini tecnici,due magliette tecniche,una felpa,un berretto,qualche integratore/barrette/ sali minerali bastoncini un coltello multiuso,un rotolo nastro adesivo, occhiali,crema solare,analgesici, antinfiammatori,sacca idrica,un paio pantaloncini,un paio braghe lunghe...vi viene in mente altro che sia imprescindibile? Grazie a chi vorrà aiutarmi a sciogliere i tanti dubbi e magari ad aggiungere consigli utili

Ti consiglio questa video-guida e la relativa serie di Vlog.

 
Si,amo la Corsica e questo è il motivo principale per il quale la mia attenzione e caduta sul gr20.sarà si il mio primo trekking,ma considera che sono abbastanza allenato e abituato a lunghissimi giri sia a piedi che in mtb ,con dislivelli importanti
Giusto: terapia d'urto e via. Io anche lo avevo valutato come primo trekking in autonomia anche perché paradossalmente ha una logistica molto semplice essendoci piazzole tenda ai rifugi. La cosa che mi spaventerebbe di più per una prima esperienza sarebbe proprio il dover scegliere un posto e il non avere punti di appoggio all'occorrenza.
 
Allora..? l'avete fatto..? com'è andata..?
Noi partiremo per il GR20 a metà agosto.. sarà una bella avventura e ora come ora, complice il caldo estivo sto iniziando a farmi delle paranoie.. le scarpe non andranno bene, lo zaino sarà pesante, mi prendo dietro 10m di kevlar per l'eleganza della mia compagna..?
 
Allora..? l'avete fatto..? com'è andata..?
Noi partiremo per il GR20 a metà agosto.. sarà una bella avventura e ora come ora, complice il caldo estivo sto iniziando a farmi delle paranoie.. le scarpe non andranno bene, lo zaino sarà pesante, mi prendo dietro 10m di kevlar per l'eleganza della mia compagna..?
Parto il 4/08
 
Scrivo dal bus che da Portovecchio mi sta riportando a Bastia.Il.gr20,il primo trekking della mia vita,va in archivio,sono riuscito a chiuderlo in 13 giorni, ovviamente non in termini assoluti,ma per quanto mi riguarda,e stata un impresa.Il trekking,se possibile, è ancora più duro di quanto mi fossi prefigurato,non sono mancati i momenti nei quali mi sono domandato chi diavolo me lo avesse fatto fare ,ma ora che e terminato,sono conscio sia stato un viaggio indimenticabile,viaggio che porterò tra i ricordi poi belli nel.cuore per il resto dei miei giorni...
 

Allegati

  • IMG_20230817_180715.jpg
    IMG_20230817_180715.jpg
    391,4 KB · Visite: 204
Scrivo dal bus che da Portovecchio mi sta riportando a Bastia.Il.gr20,il primo trekking della mia vita,va in archivio,sono riuscito a chiuderlo in 13 giorni, ovviamente non in termini assoluti,ma per quanto mi riguarda,e stata un impresa.Il trekking,se possibile, è ancora più duro di quanto mi fossi prefigurato,non sono mancati i momenti nei quali mi sono domandato chi diavolo me lo avesse fatto fare ,ma ora che e terminato,sono conscio sia stato un viaggio indimenticabile,viaggio che porterò tra i ricordi poi belli nel.cuore per il resto dei miei giorni...
Grandissimo. Allora aspettiamo un tuo resoconto dettagliato.
 
Eccoci qua,dopo aver ripreso fiato,a fare un breve resoconto di questi 14 emozionanti giorni,giorni che, sicuramente, non dimenticherò per il resto della mia vita.Se ovviamente in termini assoluti non si può certamente parlare di un impresa,atleti di calibro mondiale per intenderci chiudono il gr20 in poco più di 30 ore e vi garantisco che la cosa ha del sovrumano ,per quanto mi riguarda,da neofita assoluto nel trekking,averlo chiuso in 13 giorni,contro i 16 del programma ufficiale, ritengo lo sia a tutti gli effetti.mi ero preparato, soprattutto a livello mentale,alla pugna,ma devo dire che sul campo il cammino si e dimostrato ancora più ostico ed "ostile" di quanto pensassi,ed ha confermato che,l appellativo di trekking più duro( e più bello) d Europa è assolutamente appropriato.ci sono stati momenti nei quali il cammino e stato leggero ( nonostante i 19 kg dello zaino,in questo contesto tutta la tua vita,la tua "casa" e a tal proposito alla fine la mia scelta e ricaduta sull osprey aether 65)e spensierato,momenti nei quali il pensiero volava libero,altri di fatica intensa e "cristi" che volavano liberi, momento nei quali, perché no,mi sono domandato chi ***** me lo avesse fatto fare,ma poi,alla fine,un paio di Pietra ghiacciate nel rifugio successivo,e via,pronti a ripartire .nonostante il mio fosse un viaggio in solitaria,in svariate circostanze ho percorso tratti del trekking con "amici" di qualche kilometro o di qualche giorno, persone delle più svariate nazionalità,la stragrande maggioranza francesi,alcuni tedeschi,qualche spagnolo,pochi italiani e la ciliegina di una famiglia greca che subito dopo la prima presentazione,ha esordito con l immancabile "una fazza una razza "condiviso con loro una Pietra,una fetta di saucisson,un pezzetto di formaggio, scambiato due parole o fatto considerazioni su quanto percorso o cosa ci aspettare il giorno successivo,il tutto con il mio universale italfrancinglishspanish,a loro va il mio ringraziamento,ieri in particolare,durante gli ultimi 28 km della doppia tappa finale,condividere la fatica mi e stato di enorme aiuto.ora si torna a passeggiare alle falde del beigua con i miei cani,ma questa esperienza credo che sarà solo la prima di una lunga serie
 
Alto Basso