Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Normativa INFO sul "portare coltello in escursione"

Ciao a tutti.
Parto dal fatto che ho letto questa pagina Coltelli - testo Dr. Edoardo Mori
cercando di capire il più possibile per portare il coltello appresso. Ma mi sorge un dubbio: a parte il "giustificato motivo" che secondo me è una cosa piuttosto soggettiva, se io vado a fare un'escursione semplice lungo un sentiero CAI, mi ritrovo cmq in mezzo alla montagna, in un bosco o in un posto isolato dove, in teoria potrebbe accadere qualunque cosa, e potrei aver bisogno di un coltello (non parlo di lottare a mani nude con qualche bestia feroce ma parlo di reali emergenze tipo restare bloccato oppure dover improvvisare un rifugio perchè ho calcolato male i tempi della traversata). Ecco se io mi porto un Sissipuukko appresso, quindi un coltello con una lama non indifferente, in tasca e mi ferma, chessò, la polizia per un controllo, posso dichiarare che mi serve per quella escursione oppure rischio cmq una denuncia penale?
Grazie.
 
Dipende, ricorda che siamo in Italia e le leggi spesso e volentieri sono soggette all'interpretazione delle forze dell'ordine di turno.

Comunque se lo tieni nello zaino vai tranquillo che non ti ferma e perquisisce nessuno.

p.s.: comunque difficilmente sarai solo o isolato in un sentiero CAI :lol:
 
grazie per le informazioni.


p.s.: comunque difficilmente sarai solo o isolato in un sentiero CAI :lol:
dipende dall'orario ovviamente e dalla zona. nel napoletano posso assicurarti che (cacciatori di frodo a parte) sui sentieri di montagna difficilmente si ci trovano persone. molto spesso alcuni sentieri sono completamente abbandonati e lasciati al degrado. quindi gli unici incontri che in tarda serata puoi fare sono quelli che fai con qualcuno che è venuto a buttare illegalmente spazzatura che avrebbe dovuto smaltire in modo più "costoso".
triste realtà.
 
dipende dall'orario ovviamente e dalla zona. nel napoletano posso assicurarti che (cacciatori di frodo a parte) sui sentieri di montagna difficilmente si ci trovano persone. molto spesso alcuni sentieri sono completamente abbandonati e lasciati al degrado. quindi gli unici incontri che in tarda serata puoi fare sono quelli che fai con qualcuno che è venuto a buttare illegalmente spazzatura che avrebbe dovuto smaltire in modo più "costoso".
triste realtà.
Mamma mia che tristezza. Comunque deduco che non ci sia tutto questo via vai di poliziotti se la situazione è quella che descrivi. E che anche se ci fossero, l'ultimo dei loro problemi sarebbe un escursionista con un coltello nello zaino o.o"
 
Ecco se io mi porto un Sissipuukko appresso, quindi un coltello con una lama non indifferente, in tasca e mi ferma, chessò, la polizia per un controllo, posso dichiarare che mi serve per quella escursione oppure rischio cmq una denuncia penale? Grazie.
Non esiste una risposta UNIVOCA poichè ogni circostanza và valuta nel suo contesto, però esistono delle linee di comportamento che alla fine determinano certe azioni da parte delle forze dell'ordine.
Premessa, può darsi che in certe zone d'Italia la presenza delle forze dell'ordine sia più "presente" in relazione a fenomeni di criminalità, bracconaggio, ect. ect. però devo dire che tolto qualche guardia caccia o qualcuno della forestale (rari) io non ne ho visti e "normalmente" il loro rapporto è sempre stato, parlo per me, più che gradevole e sempre più improntato sul "buongiorno/buonasera" che "documenti" (mai capitato ..... ma non si può mai dire ;)) e questo a prescindere dal fatto di avere un coltellino con una lama da 7" alla cintura :D ....... però credo che se mi incontrassero con mimetica da cecchino :rofl:



..... oppure con i "colori di guerra" :biggrin:



PUO' DARSI che un "documenti" ci scappi :rofl:

Ora battute a parte (ma non tanto ..... ogni tanto vedo escursionisti a cui manca solo un fucile e poi sono pronti per andare in guerra a livello di buffetteria e vestiario ...... vada per il capo militare che è potenzialmente più resistente, ed una volta era anche più economico che prodotti tecnici, ma NON esiste solo il mimetico ;) ..... esiste anche il verde, il nero senza considerare che un semplice jeans "robusto" non ha nulla da invidiare a molti pantaloni di foggia militare quantomeno non in inverno) NON c'è nessuna differenza, ai fini legali, fra un OPINEL da 2 cm. ed un MACETE da 30 cm, in altre parole, per ambedue SI DEVE SEMPRE poter dimostrare il GIUSTIFICATO MOTIVO, poi che con un Opinel sia più semplice DA CAPIRE questo motivo, rispetto ad un macete, da parte di forze dell'ordine troppo zelanti o ottuse, è un altro discorso ma alla fine se hai a che fare con una persona "sciocca" non c'è lunghezza che tenga ...... anche un cacciavite può essere fonte di "problemi" in determinati contesti.

Nessuno, nè in questo forum nè in nessun altro forum, ti può dire FAI così e STAI certo al 100% poichè mentirebbe :( però, IN LINEA DI MASSIMA, se in prossimità di centri abitati, come dentro i rifugi gestiti, il coltello "sparisce" in tasca o nello zaino ed il suo utilizzo, in pubblico, è consono (uno può usare anche un Ka-Bar USMC per pulirsi sotto le unghie ma poi non deve stupirsi se il primo cristiano che vede una azione del genere cerchi di allontanarsi il più possibile o di avvisare le forze dell'ordine) credo che si possa asserire che rogne non ne hai ...... se poi "normalmente", a prescindere dalla situazione, il coltello rimane sempre in tasca o nello zaino allora le probabilità di rogne si riducono ancora ..... alla fine è un discorso di "sensibilità" ...... certo se ti porti un Sissipuukko in piazza Navona a Roma, anche se è in tasca, come minimo una visita in questura non la si può escludere :biggrin:

Ciao :), Gianluca
 
.....le tue foto mi fanno pensare che tanti vanno in escursione vestiti alla Rambo e allora si potrebbe essere scambiati per cacciatori di frodo: fucile nascosto da qualche parte oppure mettere dei lacci.....
Le guardie venatorie potrebbero frugarti. So di persone a cui hanno fatto vuotare lo zaaino magari per per vedere i funghi.
Suggerisco allora, se porti il coltellaccio, di vestirti con colori vivaci, così qualche scemo non ti scambia per un cinghiale.
 
grazie per le informazioni.

dipende dall'orario ovviamente e dalla zona. nel napoletano posso assicurarti che (cacciatori di frodo a parte) sui sentieri di montagna difficilmente si ci trovano persone. molto spesso alcuni sentieri sono completamente abbandonati e lasciati al degrado. quindi gli unici incontri che in tarda serata puoi fare sono quelli che fai con qualcuno che è venuto a buttare illegalmente spazzatura che avrebbe dovuto smaltire in modo più "costoso".
triste realtà.
Un paio di anni fa ero con mia moglie a fare un giro in una riserva, mi pare si trattasse di quella nuova ad Alcamo, in Sicilia.
Il posto è molto bello, davvero.
Mentre camminavamo appena un pò disturbati da una pioggerellina leggera, ecco che dal bosco escono due cacciatori (ovviamente di frodo) vestiti mimetici, con i loro fucili a spalla e il tascapane pieno.

Devo dire che mi sono un pò preoccupato. Eravamo nel nulla, lì c'erano due tipi che sostanzialmente sono dei delinquenti, erano armati e noi li avevamo appena beccati nel bel mezzo della loro prodezza.

Poi, con mio sollievo i due si sono limitati ad un 'buongiorno' e sono andati via.

Inutile dire che siamo andati via anche noi e non ritorneremo mai più lì.

Ancora mi ricordo di questa brutta esperienza e devo dire che talvolta mi crea qualche preoccupazione nella scelta di sentieri un pò fuori mano.
 
Le guardie venatorie potrebbero frugarti. So di persone a cui hanno fatto vuotare lo zaaino magari per per vedere i funghi.
Ma una domanda stupida: qualsiasi guardia, anche un poliziotto, per permettersi di frugare nelle borse altrui non dovrebbe avere un mandato di perquisizione ?
 
La perquisizione di fatto NON ESISTE...si tratta solo di un "favore" che fai agli agenti perrchè altrimenti ti portano dentro per "controlli". La perquisizione legalmente la si può fare solo per motivi di presunto "terrorismo"... lo zaino inquanto tuo oggetto è proprietà privata.
Se notate nei posti di blocco ti chiedono a volte "può aprire il baule?" solo perchè NON possono farlo loro senza il tuo permesso, si tutelano legalmente. Il problema è che se NON lom fai loro NON ti fanno passare un ca@@o...

Sta solo nel buon senso dell'agente che tiu ferma valutare la situazione...ed è tutto a dire...
 
La perquisizione di fatto NON ESISTE...si tratta solo di un "favore" che fai agli agenti perrchè altrimenti ti portano dentro per "controlli". La perquisizione legalmente la si può fare solo per motivi di presunto "terrorismo"... lo zaino inquanto tuo oggetto è proprietà privata.
Se notate nei posti di blocco ti chiedono a volte "può aprire il baule?" solo perchè NON possono farlo loro senza il tuo permesso, si tutelano legalmente. Il problema è che se NON lom fai loro NON ti fanno passare un ca@@o...

Sta solo nel buon senso dell'agente che tiu ferma valutare la situazione...ed è tutto a dire...
Scusami ma hai detto un sacco di .... " cose assurde e non vere" Prendi un codice di procedura penale e leggi gli articoli che parlano della perquisizione. Non scambiare la gentilezza degli agenti con l'insicurezza (grande errore). Non solo è prevista, ma ci sono casi ( valutati dal personale che ti controlla ) contemplati dalle norme di attuazione, che permettono di fare la perquisizione in ogni situazione. Comunque non credo che si stia parlando di cosa possono fare le forze dell'ordine, ma, se si può portare un coltellone in montagna. In teoria si... in quel caso esisterebbe il giustificato motivo, la cosa importante è il trasporto da casa fino al sentiero, e se mi posso permettere, anche per rispetto alla gente che si può incontrare lungo i sentieri, e che vede un coltellone come una minaccia, sarebbe il caso, di trasportarlo nello zaino e all'occorrenza utilizzarlo. Magari si potrebbero tenere bene in mente gli articoli che regolano il giustificato motivo del porto del coltello, elencati nel testo del Dottor Mori, e all'occasione farne tesoro....
 
Ma davvero per all'escursionista medio (e serio) serve una lama più lunga di 10 cm? E poi, ci curiamo tanto del peso di tende e picchetti, controlliamo quanti grammi pesa un fornellino, poi ci portiamo a spasso excalibur? (lo dico senza polemica, ovviamente)
 
per la mia esperienza personale di piu di 10 anni in giro per l italia a pesca posso dire che PURTROPPO sono stato controllato solo 2 volte.......mai una perquisizione ne in strada ne sul sentiero ne in altri posti.......mai chiesti nemmeno i documenti (solo una volta un guardiapesca).......e questo mi ha fatto pensare molto onestamente.....


Ma davvero per all'escursionista medio (e serio) serve una lama più lunga di 10 cm? E poi, ci curiamo tanto del peso di tende e picchetti, controlliamo quanti grammi pesa un fornellino, poi ci portiamo a spasso excalibur? (lo dico senza polemica, ovviamente)
non sono un esperto, ma cerco sempre anche io di limitare il peso, ma l'accetta con i suoi 800 e passa grammi la porto sempre dietro....preferisco alleggerire altro ma quel kilo scarso mi ha salvato troppe volte.....
 
Se ho detto un mucchio di cazzate. Scrivimi gli articoli di legge per cui un autorità possa mettere le mani nel baule della mia macchina o nel mio zaino. Scusa tanto MA durante l,'oerazione VESPRI SICILIANI ci hanno raccomandato tutto questo. Mi sono rincoglionito di botto??? Può darsi, ma non scambio la gentilezza che RARAMENTE si ha per l'onesto cittadino medio da parte delle forze dell'ordine come un regalo.
 

Discussioni simili



Alto Basso