Informazione sacco a pelo temperatura. Cerco Consigli.

Ciao a tutti,

Vorremmo fare la nostra prima notte in tenda io e mio cognato, il problema che L'equipaggiamento per ora non lo andremo ad acquistare, in quanto ho dei vecchi rimasugli in garage che forse andranno bene, ma ho bisogno di voi esperti, in quanto non ero documentato all'epoca.

Il materiale citato è praticamente nuovo, usato 2 volte... comunque ho una tenda quechua T3 ultralight peso tra i 3,5/4 kg mi pare, acquistata nel 2009, insieme a 2 sacchi a pelo ultralight con temperature che vanno 15/11/2..

L'intenzione è di passare la notte tra settembre e ottobre ad una quota di 1000 mt.

all'incirca la temperatura sarà tra i 5 e i 12 gradi di notte, è troppo rischioso? Consigliate di cambiare equipaggiamento? Se si cosa?

Grazie
 
La scorsa settimana ho dormito a una temperatura di 14 gradi con un sacco a pelo imbottito di piumino del peso di 2,1 kg (T -5 -15 -32). Stavo bene, non avevo né freddo né caldo.

Il mio sacco a pelo estivo è imbottito in materiale sintetico, 200g al mq, pesa 1 kg., T di comfort compresa tra 5 e 18 gradi: a 16 gradi con quest'ultimo muoio dal freddo anche se indosso leggings felpati, canottiera, maglia leggera misto lana a maniche lunghe e felpa.

Ma io sono una donna e sono freddolosa.

Così, a occhio, senza saperne nulla, guardando solamente le temperature indicate so che lì dentro andrei in ipotermia.
 
Ultima modifica:
A inizio ottobre farò un escursione di due giorni nei dintorni di bergamo con il mio solito socio, temperature sui 0 gradi.
Sacco a pelo 15-10 di confort.
Ci vestiremo con magliette termiche,pile e piumino sintetico... Insomma a "cipolla".
Useremo il "S.O.L Emergency Bivy" e un materassino CCF per terra.
Posso solo consigliarvi di comprarvi uno di questi e di coprirvi al meglio la testa e i piedi.
 
Materassino senz'altro fondamentale per l'isolamento.
Il SOL invece temo ostacoli completamente la traspirazione, con un effetto che potrebbe essere fastidioso.
 
A inizio ottobre farò un escursione di due giorni nei dintorni di bergamo con il mio solito socio, temperature sui 0 gradi.
Sacco a pelo 15-10 di confort.
Ci vestiremo con magliette termiche,pile e piumino sintetico... Insomma a "cipolla".
Useremo il "S.O.L Emergency Bivy" e un materassino CCF per terra.
Posso solo consigliarvi di comprarvi uno di questi e di coprirvi al meglio la testa e i piedi.
Fammi capire, questo sol emergenza bivvy lo usate oltre al sacco a pelo..?
 
...beh tenete conto che con l'acqua arrivata, e che sta arrivando....l'umidità si sentirà assai.
un buon materassino è necessario, il sacco a pelo può andar bene, in tenda si soffre meno.
un consiglio...per evitare freddo e umido....un materassino da ginnastica esterno, e quello ad aria interno al sacco a pelo (se non è a mummia).
altrimenti per non sbagliare....vi portate qualche bustina termica e state bene ;)
 
@Disagiato lo useremo all interno del sacco a pelo.
La nostra priorità è essere leggeri e aumentare i gradi del sacco a pelo, a scapito dell'effetto sauna che si creerà.
L'avete già usato in questa configurazione ovvero bivy bag dentro e saccoapelo fuori ?

Lo chiedo perché, normalmente, il bivy bag non si usa così, per quella configurazione, normalmente, si usa un liner.

Ovviamente il mio "normalmente" non è detto che corrisponda al vostro "normalmente" :)

Ciao :si:, Gianluca
 
Scusa Disagiato, non ho capito le temperature confort ed estrema dei sacchi a pelo.
Comunque per intenderci, quella confort, sarebbe la temperatura che ti consente di stare bene dentro al tuo sacco e di dormire al calduccio, quella estrema è la temperatura che ti consente di sopravvivere, dentro al sacco a pelo, con i vestiti addosso.

Direi che a grandi linee, una notte in sacco a pelo alla temperatura estrema, non è molto rilassante.

Ci sono metodi più o meno ortodossi, per rimanere al calduccio, nonostante materiali non adatti, si va da una borraccia piena d'acqua calda, ad un liner (un sacco in pile aggiuntivo al sacco a pelo), alle bustine di caldo chimico, ad un telo termico alluminato (metallina), ognuna di queste soluzioni (a parte forse le bustine di caldo chimico), può avere delle controindicazioni, la borraccia può perdere acqua, il liner pesa un pò nello zaino ed è comunque una cosa in più da portare e da acquistare, la metallina non traspira, da parte mia ti consiglierei, di prendere un buon sacco a pelo, con temperatura confort, almeno pari alla minima che intendi affrontare, mettete sotto al sacco a pelo un buon materassino (il sacco a pelo nella parte schiacciata dal peso del corpo non isola dal freddo del terreno), indossate una calzamaglia ed un maglioncino, anche leggeri, (magari un primo prezzo decathlon), così vi godrete di più la gita con bivacco e magari vi rimarrà la voglia di continuare a fare esperienze di bivacco in natura.

Con il tempo e l'esperienza, poi potrete scegliere, se affrontare le fredde notti autunnali, e perché no quelle invernali, con approcci più o meno minimali (c'è chi a -10 dorme vestito, senza tenda, avvolto nel poncho, e chi in tenda se non ha un sacco a pelo con temperatura confort -20 batte i denti tutta la notte).

Trovo ottimo il consiglio di Ale M, copritevi le estremità e soprattutto la testa, è la parte del corpo che disperde più calore.
 
Scusa Disagiato, non ho capito le temperature confort ed estrema dei sacchi a pelo.
Comunque per intenderci, quella confort, sarebbe la temperatura che ti consente di stare bene dentro al tuo sacco e di dormire al calduccio, quella estrema è la temperatura che ti consente di sopravvivere, dentro al sacco a pelo, con i vestiti addosso.

Direi che a grandi linee, una notte in sacco a pelo alla temperatura estrema, non è molto rilassante.

Ci sono metodi più o meno ortodossi, per rimanere al calduccio, nonostante materiali non adatti, si va da una borraccia piena d'acqua calda, ad un liner (un sacco in pile aggiuntivo al sacco a pelo), alle bustine di caldo chimico, ad un telo termico alluminato (metallina), ognuna di queste soluzioni (a parte forse le bustine di caldo chimico), può avere delle controindicazioni, la borraccia può perdere acqua, il liner pesa un pò nello zaino ed è comunque una cosa in più da portare e da acquistare, la metallina non traspira, da parte mia ti consiglierei, di prendere un buon sacco a pelo, con temperatura confort, almeno pari alla minima che intendi affrontare, mettete sotto al sacco a pelo un buon materassino (il sacco a pelo nella parte schiacciata dal peso del corpo non isola dal freddo del terreno), indossate una calzamaglia ed un maglioncino, anche leggeri, (magari un primo prezzo decathlon), così vi godrete di più la gita con bivacco e magari vi rimarrà la voglia di continuare a fare esperienze di bivacco in natura.

Con il tempo e l'esperienza, poi potrete scegliere, se affrontare le fredde notti autunnali, e perché no quelle invernali, con approcci più o meno minimali (c'è chi a -10 dorme vestito, senza tenda, avvolto nel poncho, e chi in tenda se non ha un sacco a pelo con temperatura confort -20 batte i denti tutta la notte).

Trovo ottimo il consiglio di Ale M, copritevi le estremità e soprattutto la testa, è la parte del corpo che disperde più calore.
Henri le temperature sono 15 comfort/11 la via di mezzo / +3 mi pare extrema..
Vado a memoria, che avevo letto le temperature qualche giorno fa, e volevo capire meglio come fanno riferimento..

La tua risposta è quello che cercavo, grazie per averla argomentata con tutto.
 
@znnglc all'interno, perche non ci sta all esterno del sacco a pelo (è gigante il mio) , e poi vorremmo evitare l effetto bagnato sul sacco a pelo (già ci sta stretto nella sua sacca, figuriamoci bagnato:lol:)
Sarebbe da usare in teoria da solo senza sacco a pelo in caso di emergenza e di bivacco non previsto..
 
Un liner lo puoi anche realizzare prendendo una semplice coperta, leggera, in pile delle dimensioni, indicative, di 2mt x 1.6 (una piazza e mezza), la ripieghi a metà lungo i due metri (praticamente diventa 2mt x 0.8) e gli fai una cucitura tutto intorno tranne che da un lato ovviamente, praticamente crei una sacca che poi infili dentro il saccoapelo.

Ovviamente ha il suo peso ed il suo ingombro ma, fatto da te, ha un costo più basso rispetto ad un commerciale e se il saccoapelo non è a mummia è una soluzione comoda (fatto più volte, non chiedermi però di quanti gradi abbassi la temperatura di comfort perché non ne ho la più pallida idea).

Ciao :si:, Gianluca
 
Sarebbe da usare in teoria da solo senza sacco a pelo in caso di emergenza e di bivacco non previsto
Infatti :), concedimi una sola considerazione...... se non l'hai mai provato prima...... provalo prima di partire. L'effetto è quello di dormire dentro l'incarto di una caramella :) e se sei un pò tarantolato come me, ovvero ti muovi, ti giri, durante il sonno, io, passerei la notte a cristonare.

Io Preferirei un saccoapelo umido fuori che i vestiti umidi (per la condensa e il sudore) ..... ma sono punti di vista ;)

Ciao :si:, Gianluca

PS.: .... ovviamente se è un qualcosa che avete già fatto ..... alzo le mani :)
 
Ultima modifica:
leggings felpati, canottiera, maglia leggera misto lana a maniche lunghe e felpa.
E' difficile dare consigli, siamo tutti molto diversi. Io vestito come @ErikaG dormo bene in condizioni quasi estreme, alcuni miei amici dormono ancora più svestiti anche quando fuori c'è la neve...

Ognuno si deve tarare pian piano con le varie situazioni, con la propria attrezzatura, e non prendere alla lettera quello che c'è scritto sui sacchi a pelo (comfort, extreme ecc.) perchè, anche se determinate con le norme UNI EN 13537:2012 ecc. ecc., le reazioni individuali sono troppo diverse.
 

Discussioni simili



Alto Basso