io il mio EDC e l'impatto con la società

Buongiorno a tutti,

non riesco a cogliere in pieno il senso di questa discussione. Mi pare di capire che il problema sia quello di non procurare "allarme" (per farla breve) tra le persone con cui ci relazioniamo. Il caso di Stefano (marinaioxlavoro) mi pare esemplare.
Si porta appresso un bel "pezzo" (che sia legale o meno trascuriamolo) senza suscitare preoccupazioni.
Se uno ha un atteggiamento discreto può portarsi appresso quello che gli pare senza destare allarme o fastidio negli altri (a prescindere - ripeto - da ogni valutazione su implicazioni legali in caso di porto di lame).
Nella tasca della giacca o in un marsupietto (o in una tasca tipo molle) uno può infilarci tutto quello che può servire in un contesto urbano senza che il nostro equipaggiamento sia individuabile da chi ci osserva.
A me sembrerebbe bizzarro incontrare al supermarket un medico con lo stetoscopio al collo, o un geometra col teodolite, ugualmente se vedo uno bardato con lame, torcia e tasche tattiche penso che è un "fissato".
Tutto IMHO
F
 
Nella vita "civile" non porto mai niente o quasi.....a parte un vic oppure un pieghevole.

Ragazzi, guardando i vari siti però mi pare che qualcuno però rischi "l'effetto bancarella" :lol:
 
il CRKT camminava sopra la maglietta intima e sotto tutto il resto
Beh, ma a sto' punto tanto vale rimettertelo "sotto" la maglietta intima, lo sai solo tu che sta' la' e stop. D'estate c'è il problema sudore che si va a infilare tra la lama e il fodero. Ma d'inverno il problema ( come avrai appurato) non sussiste.

E, in accordo con le ultime conclusioni, occhio non vede e cuore non duole.
 
T

ThroughTheLandscape

Guest
Allora, fermi tutti: il trasporto di lame (a filo singolo) di lunghezza superiore ai 4 cm è vietato dalla legge, mentre quelle a doppio filo (tipiche dei pugnali) sono vietate a prescindere dalla lunghezza.
Il giustificato motivo nasce dal fatto che il coltello è il nome che si da ad uno strumento, quindi si è giustificati a trasportarlo in un ambiente in cui può rivelarsi essenziale in quanto tale.
Visto che in città non esiste alcuna necessità di trasportare una lama di lunghezza superiore ai 4 cm il giustificato motivo non sussiste, è inutile tirare in ballo questioni di difesa personale, per quella basta il senno e il buon senso.
 
Allora, fermi tutti: il trasporto di lame (a filo singolo) di lunghezza superiore ai 4 cm è vietato dalla legge, mentre quelle a doppio filo (tipiche dei pugnali) sono vietate a prescindere dalla lunghezza.
Il giustificato motivo nasce dal fatto che il coltello è il nome che si da ad uno strumento, quindi si è giustificati a trasportarlo in un ambiente in cui può rivelarsi essenziale in quanto tale.
Visto che in città non esiste alcuna necessità di trasportare una lama di lunghezza superiore ai 4 cm il giustificato motivo non sussiste, è inutile tirare in ballo questioni di difesa personale, per quella basta il senno e il buon senso.
Sei rimasto indietro di quasi 40anni:biggrin:.....non esiste più il limite dei 4cm, senza giustificato motivo non si può portare nessuna lama indipendentemente dalla lunghezza.
 
da quel che ne so io la "regola dei 4 cm" non è più valida in quanto abrogata nel 1975 anche se, per dirla alla Giudice Mori, "il suo contenuto continui a sopravvivere come regola interpretativa ragionevole per strumenti il cui porto per giustificato motivo è implicito nella loro stessa natura. Comunque non si potrà negare l’attenuante del fatto lieve a chi porti uno di questi oggetti."
 
T

ThroughTheLandscape

Guest
Sei rimasto indietro di quasi 40anni:biggrin:.....non esiste più il limite dei 4cm, senza giustificato motivo non si può portare nessuna lama indipendentemente dalla lunghezza.
Più di 40 anni! (la legge era del 1940...)
Grazie della precisazione, in effetti nel '75 hanno abrogato questa legge. Ammetto il mio errore, ma questo non fa che aggravare la posizione di chiunque trasporti lame, soprattutto in ambito urbano!
 
Più di 40 anni! (la legge era del 1940...)
Grazie della precisazione, in effetti nel '75 hanno abrogato questa legge. Ammetto il mio errore, ma questo non fa che aggravare la posizione di chiunque trasporti lame, soprattutto in ambito urbano!
Basta leggere la cronaca quotidiana, oggi chi si porta un coltellino è equiparato ad un criminale pluripregiudicato.
 
Accetto la sfida Gianluca, facciamo trentuno..........................compratevi tutti uno Swisstool, non tradisce, sta zitto, pesa poco (350 grammi), se non ti basta la lama per autodifesa puoi scagliarlo come fosse una pietra ed è garantito a vita, io ne ho uno..................e non mi hanno ancora arrestato !!!!!!!!! :rofl:

:)
 
Il Victorinox ha in effetti un aspetto inoffensivo, è abbastanza conosciuto e può essere utile in molte occasioni se non si ha l'attrezzo giusto.
Sull'autodifesa non ci spererei molto, non ha blocco della lama.

Nonostante sia propagandato come coltello dell'esercito svizzero è evidente che non si tratta di un coltello da offesa ma semplicemente di un attrezzo.
 
Il Victorinox ha in effetti un aspetto inoffensivo, è abbastanza conosciuto e può essere utile in molte occasioni se non si ha l'attrezzo giusto.
Sull'autodifesa non ci spererei molto, non ha blocco della lama.
alcuni victorinox hanno il blocco lama, come il sentinel, il trailmaster, alpineer ecc
 
boh, sarà che adesso vivo a Roma.....però non me ne faccio assolutamente nulla ne di un coltello ne di una torcia o altro normalmente.......boh, magari se vivete in posti isolati ok, ma qui mi pare un po un assurdità....cioè, a sto punto mi porto anche il tanto e l'accetta....non si sa mai arrivassero gli extraterrestri ehhehehehehe

onestamente.....quante volte lo utilizzate effettivamente sto edc nella vita quotidiana????
 
Oddio ...... quando uso la torcia ? ..... tutte le volte che devo illuminare qualcosa :biggrin: ...... quando uso l'accendino ? ..... tutte le volte che ho bisogno di un pò di fuoco :lol:

.... parlo per me ..... ma non è che vado in giro con

super-torcia.jpg

o con



:rofl:

ma solo qualcosa del genere



Ciao :), Gianluca
 

Discussioni simili



Alto Basso