Informazione Itinari facili e fotografici su Simbruini o Lucretili

Con la fine del campionato di calcio sarei intenzionato a riprendere con le escursioni domenicali con tanto di compagna e bimbo di 3 anni al seguito.

Chiedo informazioni e consigli su itinerari facilmente accisibili, con poco o nulla dislivello che siano però interessanti e offrano spunti fotografici (fiori, panorama, animali, cascate etc..).

La lunghezza non è un parametro importante in quanto non ha importanza completare o meno il percorso, e di conseguenza anche la meta ha poca importanza.

Grazie mille :)

P.S.
Anche altri luoghi, che non siano Lucretili o Simbruini, vanno bene purché non troppo distanti da Carsoli (max 1 ora di macchina).
 

...

Molto dipende dai temi che vuoi sviluppare.

--> rocce, ambiente montano: la valle di Teve da Cartore (più bella, la valle Majelama è chiusa fino al 15 agosto) ha una strada (solo a piedi) di fondovalle e con un po' di pazienza e tanto fiato arrivi alla testa della valle (Valle dei Briganti) un luogo che dà emozioni di vera montagna (anche la valle di Teve in teoria è chiusa ma la gente ci passa - certo non sotto il naso dei guardiaparco); sempre da Cartore si sale al lago della duchessa ma questa comincia ad essere una escursione vera e propria;

--> boschi, ambiente montano: da Corvaro su carrareccia (solo a piedi ovviamente) arrivi alla fonte La Vena sotto la cima del Morrone (se ti sai districare in ambiente montano la salita in cima è praticamente a vista)

--> città morta: rovine di Camerata Vecchia, accesso da Camerata Nuova - quasi tutta carrareccia

--> fiori: un po' difficile indicare dove trovarne in abbondanza, direi che in questa stagione a quote medie dovrebbe essere pieno; nei punti in cui si scioglie la neve (ammesso che ce ne sia ancora) in genere ce n'é in abbondanza

--> acqua: è la cosa più difficile dalle nostre parti perché i corsi tendono ad ingrottarsi (quando non sono captati). Da Paganico Sabino (lago del Turano) si accede facilmente alla valle dell' Obito

...
 
ciao kamioka, qui sul forum ci sono tanti post sul monte gennaro ma fammi sapere se vuoi la traccia GPS che te la mando.. :)
 
ciao kamioka, qui sul forum ci sono tanti post sul monte gennaro ma fammi sapere se vuoi la traccia GPS che te la mando.. :)
Ciao no grazie, no gps, mi piacerebbe un itinerario facilissimo, il più in piano possibile e che, ma non necessaeriamente, si immerga anche nella natura e non sia solo carrareccia.

Chiedo troppo? :p

La maggior parte dei post sul forum sono ecursioni più o meno lunghe ma per trekkisti più che per una passeggiata con bimbo al seguito.
 
beh di pianura la monte gennaro ci sono i pratoni...bellissimi e ampi..ma per arrivarci è un tratto in saluta e con grosse pietre..ma cmq ho visto anche bambini certe volte..però vedi te...
 
Ehm...

Ho paura che gli itinerari da Cartore e Corvaro siano un po' troppo come dislivello (anche se un parziale puo' essere ugualmente interessante) per rimediare eccone alcuni più tranquilli:

- laghetti di percile da Orvinio Nel parco dei Lucretili): una curiosità naturale che vale la pena di vedere

- cascata di Zompo Lo schioppo da Morino Riserva Naturale Zompo Lo Schioppo:: Riserva Naturale Zompo Lo Schioppo (zona Avezzano, Val Roveto)

Accessi auto in quota, che danno luogo a diverse possibilità da studiare di volta in volta:

- valico della chiesola di Lucoli (dove si scollina per passare dall'autostrada a campo Felice): parcheggio sul valico, faggeta già a vista dal parcheggio, possibilità di inoltrarsi nella valle del Morretano e sul Monte Torricella.

- in località Marsia di Tagliacozzo: ci si può inoltrare a piedi (carrareccia vicino al camping) in direzione Piana del Cavaliere, eventualmente anche sul Monte Midia

- da Camerata Nuova (sospensioni permettendo) si arriva in auto fino a Campo Secco (in parte stessa strada che va a Camerata Vecchia), da cui ci si può inoltrare verso Campo Buffone oppure la valle del Monte Autore

- località Cappadocia - Camporotondo (Tagliacozzo) c'é una carrareccia (per quanto ne so aperta al traffico auto) che attraversa i Simbruini fino al santuario della Santissima Trinità, praticamente tagliandoli in due; ci sono diverse possibilità di sviluppare itinerari
 
Ho paura che gli itinerari da Cartore e Corvaro siano un po' troppo come dislivello (anche se un parziale puo' essere ugualmente interessante) per rimediare eccone alcuni più tranquilli:

- laghetti di percile da Orvinio Nel parco dei Lucretili): una curiosità naturale che vale la pena di vedere

- cascata di Zompo Lo schioppo da Morino Riserva Naturale Zompo Lo Schioppo:: Riserva Naturale Zompo Lo Schioppo (zona Avezzano, Val Roveto)

Accessi auto in quota, che danno luogo a diverse possibilità da studiare di volta in volta:

- valico della chiesola di Lucoli (dove si scollina per passare dall'autostrada a campo Felice): parcheggio sul valico, faggeta già a vista dal parcheggio, possibilità di inoltrarsi nella valle del Morretano e sul Monte Torricella.

- in località Marsia di Tagliacozzo: ci si può inoltrare a piedi (carrareccia vicino al camping) in direzione Piana del Cavaliere, eventualmente anche sul Monte Midia

- da Camerata Nuova (sospensioni permettendo) si arriva in auto fino a Campo Secco (in parte stessa strada che va a Camerata Vecchia), da cui ci si può inoltrare verso Campo Buffone oppure la valle del Monte Autore

- località Cappadocia - Camporotondo (Tagliacozzo) c'é una carrareccia (per quanto ne so aperta al traffico auto) che attraversa i Simbruini fino al santuario della Santissima Trinità, praticamente tagliandoli in due; ci sono diverse possibilità di sviluppare itinerari
Camerata, Marsia e Cappadocia, ovviamente, li conosco bene (ci vivo :D ) Interessante i laghi di Percile da Orvinio (abbastanza vicino). Info dettagliate sul percorso?

Oh, c'è la ciclabile daa Majana...ihihihih sto a scherzàààààà :rofl:
:biggrin:
 
:D

ciao, ti posso confermare che i laghetti di Percile sono molto carini, però ci siamo andati in autunno e c'erano dei colori spledidi, adesso sarà un pò più verde.

Noi siamo andati da Percile e dopo un tratto di strada disconnessa si arriva ad un cancello, si lascia la macchina e da li si va a piedi, la strada è quasi tutta in piano o lievi saliscendi, abbiamo incontrato tanti animali liberi ed anche dei cinghiali, però se ti vuoi sedere in riva al laghetto, portati una coperta o simili... ti metto un post se vuoi, così vedi com'è :lol:
 

Allegati

Da Percile ci allontaniamo, da Orvinio, o meglio ancora Vallinfreda o Riofreddo è fattibile?
sinceramente non lo so, perchè noi veniamo da Roma e quindi siamo usciti a Vicovaro e poi verso Percile, forse gli altri sapranno dirti meglio...però vedo su google che c'è una strada che congiunge Orvinio a Percile...
 
Da Percile ci allontaniamo, da Orvinio, o meglio ancora Vallinfreda o Riofreddo è fattibile?
Da Vallinfreda ai lagustelli e poi a Percile in teoria è fattibile, è un tratto del cosiddetto "sentiero Coleman" che però non mi risulta essere facilissimo proprio in quella zona. Per darti un'idea qui c'é la relazione di un tale che lo ha fatto tutto (con tracce gps e mappa di google). Clikkando su "mappa e dati" e poi su "commenti sul percorso" ti dovresti fare un'idea.

http://escursioni.danielec.it/Archivio/GRT#002 @ Il Sentiero Coleman/index.html
 
Da Vallinfreda ai lagustelli e poi a Percile in teoria è fattibile, è un tratto del cosiddetto "sentiero Coleman" che però non mi risulta essere facilissimo proprio in quella zona. Per darti un'idea qui c'é la relazione di un tale che lo ha fatto tutto (con tracce gps e mappa di google). Clikkando su "mappa e dati" e poi su "commenti sul percorso" ti dovresti fare un'idea.

Le escursioni di Daniele Carbonetti
Fa Riofreddo...devo studiarmi una carta ma, ipotizzio, da Vallinfreda dovrebbe esserci meno dislivello a discapito di qualche km in più.
 
...

Fa Riofreddo...
Hai ragione è Riofreddo; comunque il problema non è il dislivello ma l'orientamento perché la zona è poco frequentata dagli escursionisti.

Detto per inciso una iniziativa più recente ha rilanciato un percorso simile come "via dei lupi" ma nel tratto in questione punta verso Orvinio e non verso Percile.

Orvinio - Riofreddo

Questa è anche descritta da un libro di Stefano Ardito (ed. Iter)

p.s. in precedenza hai parlato di MTB: la bibbia della mtb nel Lazio è questo sito "Paola e Gino" che propone un anello di 34 km che include i laghetti:

http://www.paolaegino.it/MTB/schede/012sch.htm

I laghi sono visibili (in questo come nell'altro itinerario) come macchie di un verde omogeneo dal satellite zoommando nel punto in cui il percorso fa una evidente deviazione a sud per poi tornare indietro per la stessa via.
 

Ultima modifica:

Discussioni simili


Contenuti correlati

Alto