kayak americani.....aquaglide blackfoot

Discussione in 'Nautica' iniziata da lucius, 12 Settembre 2015.

  1. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    mai termine fu più appropriato: sto ormai NAVIGANDO da diverso tempo su internet per trovare quello che secondo le mie aspettative sarebbe il kayak gonfiabile ideale. naviga, naviga, naviga mi imbatto sempre su marche di produzione americana. Saturn, Seaeagle, ed ora per ultimo il BLACKFOOT del AQUAGLIDE. Quest'ultimo sembra veramente il massimo: dimensioni giuste, alta tecnologia, vasta possibilità di personalizzazione, sia esso che venga usato per pesca che per escursioni. Chiedo se qualcuno lo conosce e magari sa anche come acquistarlo.
     

    A vagabondo60 piace questo elemento.
  2. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
     
  3. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    dopo aver, guardato video,foto, letto schede tecniche ecc. ho fatto la pazzia. Ho appena ordinato quella che secondo le mie aspettative è la miglior canoa: AQUAGLIDE HB TANDEM HL.
    Ha tutti (spero) i requisiti che cercavo: niente stoffa, fondo rigido, puntapiedi, seduta rialzata ed è bella, bellissima. Devo dire che fino all'ultimo momento ero incerto tra questa e la seaeagle 385. Quando mi arriverà sarò lieto di dare le prime impressioni. intato mostro una foto
     
  4. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    La canoa è arrivata ieri. servizio perfetto e veloce. Ho aperto lo scatolone ed ho verificato che ci fosse tutto poi l'ho gonfiata. è bellissima, i materiali sono effettivamente quelli che mi aspettavo. da subito si ha l'impressione di essere davanti ad un prodotto di alta qualità. Ogni particolare risulta essere estremamente curato. I suoi 4 metri e mezzo di lunghezza la rendono molto filante alla vista pur lasciando molto spazio ai tre passeggeri: due adulti ed un bambino. Probabilmente rimanedndo nei 270 kg di portata ci possiamo anche entrare in 4. I seggiolini hanno tutti e tre la possibilità di essere gonfiati e viste le lunghe strisce di strap, possono essere posizionati a piacimento. Anche la soluzione dei puntapiedi direi che è funzionale, anche se probabilmente ho già studiato una semplice modifica che permetterà di divaricare maggiormente le gambe. Nell'ordine non avevo richiesto i remi ed il gonfiatore. Il mio gonfiatore che funziona con i piedi è ottimo con una abbondante portata di aria, ma non è stato sufficiente a gonfiare in modo sufficiente il piano ad alta pressione. La caratteristica maggiore di questa tipologia di canoe è proprio la rigidità data dal quel tipo di basamento. Sto valutando di prendere un gonfiatore elettrico oppure di quelli manuali che comunque possano arrivare a quelle pressioni. Non vedo l'ora di "buttarlo" in acqua, poi vi dirò il comportamento.
     
  5. vagabondo60

    vagabondo60

    Dal:
    25 Aprile 2013
    Località:
    provincia di Milano
    Nome:
    Luigi
    Ci fai vedere una foto?
     
  6. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
  7. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    questa è una foto presa da internet ma è esattamente la mia
     
  8. dariods

    dariods

    Dal:
    8 Aprile 2016
    Località:
    Verona
    Ciao, sono interessato anch'io a questo gonfiabile, magari il modello 2 posti.
    Hai risolto il problema di gonfiaggio ad alta pressione? puoi dirmi qualcos'altro, una tua recensione magari e dove l'hai acquistato?
     
  9. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    purtroppo per problemi familiari non ho ancora potuto fare la prova in acqua, per cui non posso ancora darti ulteriori informazioni. Per quanto riguarda il problema del gonfiaggio ad alta pressione l'ho risolto con una pompa manuale a doppio flusso fornita di pressostato. Ho visionato diversi prodotti a batteria che magari sarebbero stati più comodi e meno faticosi. Ho visto prodotti buoni e meno buoni, ma quelli a batteria che raggiungevano quelle pressioni erano piuttosto cari (sui 200 €). inoltre un rivenditore me li ha sconsigliati perchè la carica della batteria poteva non essere sufficiente. Il gonfiatore manuale è leggero e trova posto in una tasca laterale dello zaino in dotazione. Consiglio: acquistare quello della casa in dotazione. La canoa l'ho acquistata da un rivenditore tedesco questo è il sito: http://www.arts-outdoors.de/Shop/de. Tramite MAIL mi hanno inviato un modellino d'ordine che ho compilato e riinviato con i dati del pagamento tramite bonifico bancario. Dopo 5 giorni avevo la canoa in casa. Sono molto gentili e rispondono a tutte le domande in qualsiasi lingua. Se hai altre domande di qualsiasi tipo non ti peritare, sarò lieto di risponderti quanto prima
     
  10. dariods

    dariods

    Dal:
    8 Aprile 2016
    Località:
    Verona
    Ciao Lucius, ho guardato il sito sono sempre più invogliato nel fare il grande passo e "pensionare" il mio economico e super-sfruttato Tribord Itiwit 2-posti, per acquistare il Chelan Tandem, per uso prevalentemente lacustre.
    Volevo chiederti: è compreso lo zaino-borsa?
    Si riesce a reggerlo in spalla (persona di corporatura media) e trasportarlo per ca 500 m e due rampe di scale? Dalle recensioni dovrebbe pesare tra 19 e 20 kg!
    Dal sito airkayaks lo zaino sembra enorme, ma la ragazza sembra comunque riuscire a reggerlo, almeno per pochi metri!)
    La cosa era sicuramente fattibile con il Tribord (dichiarato 14 km, ma inzuppato direi almeno 2-3 kg in più) anzi, riuscivo anche ad ancorarlo sul solido portapacchi di una bicicletta, mentre i remi ed attrezzatura varia, ovviamente, li trasportava la fidanzata sull'altra bici.
    Quanto pensi sia più veloce del mio "panciuto" ma irrovesciabile Tribord-Decathlon? (Con difetti: asciugatura lenta e accumulo di acqua sulla membrana di fondo) che alcune volte, pagaiando in due oppure con la piccola vela Tribord, risultava soddisfacente e abbastanza scorrevole e filante; mentre altre volte sembrava diventare inaspettatamente pachidermico (forse a causa dell'acqua entrata o della tipologia delle piccole onde), tanto da dover forzare tanto con la pagaia per farlo avanzare, facendoci stancare troppo.
     
  11. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    la mia precedente canoa è la RTM KIO gonfiabile molto simile alla tua, con i problemi che ben conosci. Con quella nuova spero di averne risolti alcuni come ti ho descritto precedentemente.
    In effetti la confezione è provvista di zaino ed anche abbastanza capiente. In realtà la mia idea era quella di fare a piedi anche qualche kilometro con la canoa sulle spalle. Più o meno sono di corporatura media: 1.75 mt x 72 Kg. Fino a che non potrò provarla in acqua non potrò essere più preciso. però una cosa posso farla: pesarla e dopo averla messa sulle spalle provare a camminare. Ti farò sapere. Ciao
     
  12. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    ho fatto alcune prove fuori dall'acqua così rispondo a qualche quesito di Dariods.
    ho accuratamente visionato lo zaino e devo dire che sono rimasto un po deluso. è grande, ha le cinghie regolabili per poterle bene indossare ed in esterno, su un lato, ha una bella tasca a rete, dove trova posto il gonfiatore manuale. Però......la qualità del materiale dello zaino è piuttosto scarsa, troppo morbida e cenciosa. anche la forma non mi piace, è troppo simile ad un cubo, mentre sarebbe meglio fosse più stretta e più lunga. Quando ti carichi il tutto sulle spalle ti rendi conto meglio dei difetti. Si ha la sensazione di avere sulle spalle un sacco con il contenuto che ti ciondola da ogni parte. Ho pesato lo zaino con canoa, le tre sedute, ed il gonfiatore ed il risultato è stato di 18 Kg, neanche poi tanto. Conclusioni personali: quello zaino non è nato per il trasporto sulle spalle su lunghe distanze. Giusto pochi mt per toglierlo dall' auto e portarlo in spiaggia (come nella pubblicità). Io credo che con un
    altro tipo di zaino si potrebbe tranquillamente portarlo. Da militare facevo il mortaista e sulle spalle portavo un pezzo di 33 kg.
    In giro su internet ho visto in vendita alcuni zaini che secondo me potrebbero far bene al nostro caso. Altrimenti se vai bici, potresti comprare un carrellino ( non costano neanche tanto). Per quest'anno io, credo continuerò ad usare il carrellino spinto a mano e modificato per l'uso. Sai cosa faccio lo fotografo e lo pubblico. Ciao per ora.
     
  13. dariods

    dariods

    Dal:
    8 Aprile 2016
    Località:
    Verona
    Grazie Lucius x la risposta.
    Acquisto fatto, sul sito suggeritomi. E x tutto quest'anno... spese finite! :)
    Spero sia un investimento duraturo e azzeccato. Anche se ahimè, ormai è tardi, il prezzo che tu hai spuntato è stato contrattato - limato al ribasso o era quello teutonico da listino, riportato sul sito?
    Non vedo l'ora di provarla e confrontarla con la Tribord
     
  14. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    a chi lo dici. comunque la prossima settimana se il tempo sarà bello andrò a fare il varo nel lago di bilancino
     
  15. dariods

    dariods

    Dal:
    8 Aprile 2016
    Località:
    Verona
    Hai avuto modo di fare un test approfondito?
    Magari prossimamente anch'io scrivo una mia breve recensione.
    Per ora sono molto contento, l'unico difetto riscontrato in queste 2 volte d'utilizzo è che il fondo non era perfettamente centrato tra i tubolari, e in acqua il kayak risulta un po inclinato su un lato. la prossima volta farò più attenzione durante il posizionamento e il gonfiaggio.
     
  16. lucius

    lucius

    Dal:
    5 Settembre 2015
    Località:
    forbach francia
    ciao dariods, sono appena rientrato proprio sabato da una settimana passata in maremma dove ho potuto provare la canoa in mare. devo dire che il risultato ha rispecchiato pinamente le mie aspettative: ottima rigidità, ottima direzionalità, si riesce a starci in piedi con una certa tranquillità ed in pochi minuti si asciuga. in effetti però anch'io ho riscontrato un leggero inclinamento verso sinistra sulla parte anteriore. No ho capito se si tratta di un difetto strutturale o di un errato posizionamento del fondo. Appena ho un po di tempo voglio fare una prova: gonfiare i tubolari senza il fondo. se la pendenza non si verificherà vorrà dire che dobbiamo essere più precisi nel posizionamento del fondo. Ti farò sapere. ciao per ora
     
  17. dariods

    dariods

    Dal:
    8 Aprile 2016
    Località:
    Verona
    Grazie Lucius, questo il mio breve parere dopo le prime uscite:
    anch’io, dopo alcune perplessità iniziali (spedizione iniziale errata del modello 2 posti invece del tandem e dicitura “made in Cina”/ “designed in USA” , speravo fosse anche costruito in USA) già dopo pochi utilizzi apprezzo molto il prodotto.

    Al di la della leggera inclinazione verso sinistra (inizialmente incolpavo la mia compagna di non sedere correttamente al centro!!) da approfondire prossimamente, saltano all’occhio i vantaggi (struttura alta pressione – assenza di rivestimento protettivo) rispetto ai kayak più economici e meno pretenziosi tipo Tribord.
    La velocità di gonfiaggio ha dell’incredibile, le valvole per Alta Pressione sono molto più comode e meno invasive rispetto alle “Boston”; la pompa a mano Bravo in dotazione al mio kit, seppur esternamente simile a quella più economica della Tribord ITWIT 2 posti, evidentemente come materiali e struttura interna e ben più funzionale e meglio realizzata.
    Trovo il Chelan molto rigido e filante in acqua, robusto (anche se in realtà apparentemente leggero come materiale) sufficientemente leggero come peso (per assurdo sono i sedili che trovo un po' pesanti, difatti sono anche troppo accessoriati).
    A parità di sforzo, rispetto al Tribord, la velocità di crociera è passata da 4,5 / 5 km a 6,5 / 7,5 km/h, con due pagaiatori “amatori/ricreativi” sul lago, dei quali una femmina abbastanza esile: un buon 50% in più, non male! Ed anche la distanza percorribile è aumentata della stessa percentuale, o ancora oltre, perché pagaiare “facendo strada” è molto rilassante ma soprattutto appagante.
    Comodissime le svasature nel fondo per accedere alle valvole di auto-svuotamento, perché con una spugnetta si più rimuovere senza fatica l’acqua che progressivamente si accumula sul fondo, durante le pagaiate.

    Devo dunque ridimensionare il difetto attribuito al mio Tribord di imbarcare molta acqua, alla luce di quanto accade ora, la maggior parte dell’acqua sul fondo evidentemente entra scorrendo sulle pale delle pagaie o dagli schizzi delle stesse e non da veri e propri difetti strutturali. Però qui la situazione era più evidente e fastidiosa perche il Tribord è ancora più largo, non è possibile svuotarlo se non ritornando a riva e forse pure il tessuto protettivo imbevendosi, accresce il problema (capillarita?!) Dunque per ora terrò anche questo kayak per giretti meno pretenziosi anche per la sua trasportabilità, leggerezza complessiva e per il poco ingombro, e perché no, anche per provare qualche giretto su fiumi o in zone a maggior rischio danneggiamento.

    Ritornando all’ Aquaglide , anche l’enorme zaino non lo trovo poi così male, è facile da allestire e rimuovendo in fondo ad alta pressione e posizionandolo sopra o a parte, cercando di piegare accuratamente i tubolari, utilizzando le 2 cinghie di compressione per stringerlo al meglio, riesco a trasportarlo abbastanza agevolmente, peso permettendo!

    Per ora tanti pregi e poche ombre, da approfondire.
     

Sto caricando...
Discussioni simili
  1. UomoBlu
    Risposte:
    2
    Visite:
    614
  2. sergioc
    Risposte:
    0
    Visite:
    779
  3. Meffiu
    Risposte:
    14
    Visite:
    7.723
  4. tarpon
    Risposte:
    10
    Visite:
    2.443
  5. federico
    Risposte:
    55
    Visite:
    12.868