Kit per fuoco con pellet

Ciao!
Dopo che mi è stato regalato il fantastico biolite campstove (se ne parla qui),
spinto dal fatto che dove faccio solitamente le escursioni, o dove per lo meno monto la tenda, mi trovo sempre oltre i 2000m, quindi la disponibilità di legna da bruciare è assente, insieme ai miei compagni di escursione, abbiamo deciso di utilizzare i pellet di legno per far funzionare i nostri 3 fornelletti: abbiamo cucinato per 2 giorni per 5 persone senza problemi, utilizzando meno di 2kg di pellet.
Tornato a casa ho deciso di confezionare dei kit da utilizzare nelle prossime escursioni, in particolare ogni kit contiene:

-250g di pellet (non ho ancora calcolato con esattezza la durata di tot grammi)
-4 fiammiferi + carta abrasiva per accendere i fiammiferi
-2 pezzi di accendifuoco ecologico
-1 foglio di carta

Il tutto è confezionato sottovuoto, in modo che anche in caso di pioggia/umidità il kit rimanga perfettamente asciutto, occupi il minor spazio possibile (la stessa quantità di pellet in un sacchetto non sottovuoto occupa moolto piu spazio) e mi permetta di avere la quantità di pellet esatta in base alle mie esigenze escursione per escursione.
Vi allego due foto cosi vi potete rendere conto dell'effetto finale che ho ottenuto.


 
L' idea è buona, e se posso darti un suggerimento avrei inserito dei fiammiferi impermeabili/antivento, e non normali.

Inoltre bisogna fare delle valutazioni di peso, 2 kg solo per il combustibile non è poco, con una bomboletta di gas ( da 200 grammi da fornelletto ) avresti scuramente fatto per la tua uscita.

In alternativa con un sistema trangia ad alchol, ti bastava 300 ml per 3 giorni.

E' sempre la solita storia peso/convenzienza
 
L' idea è buona, e se posso darti un suggerimento avrei inserito dei fiammiferi impermeabili/antivento, e non normali.
Su questo non ci avevo pensato, ma sinceramente non li avevo disponibili nel momento in cui ho creato i primi pacchetti, ma non credo ci sia un gran necessità che i fiammiferi siano impermeabili in quanto sono sottovuoto..

Inoltre bisogna fare delle valutazioni di peso, 2 kg solo per il combustibile non è poco, con una bomboletta di gas ( da 200 grammi da fornelletto ) avresti scuramente fatto per la tua uscita.

In alternativa con un sistema trangia ad alchol, ti bastava 300 ml per 3 giorni.

E' sempre la solita storia peso/convenzienza
Calcola che il valore che ti ho detto è da dividere per 3 fornelletti e 5 persone.. e una parte non è nemmeno stata utilizzata.
Poi è da utilizzare solo in condizioni particolari in cui non c'è disponibilità di legno in natura.

Per quanto riguarda il gas c'è il vantaggio economico (costano davvero tanto le bombolette) e la spazzatura che non si viene a creare.
Per il discorso alcool posso dire di averlo provato ma mi son trovato piuttosto male, oltre la scarsa potenza (se paragonato a gas o biomassa) c'è il discorso della sicurezza, sinceramente alcool infuocato vicino alla tenda o comunque in giro per i boschi proprio non mi piace!
 
Ultima modifica:
L' idea è buona, e se posso darti un suggerimento avrei inserito dei fiammiferi impermeabili/antivento, e non normali.

Inoltre bisogna fare delle valutazioni di peso, 2 kg solo per il combustibile non è poco, con una bomboletta di gas ( da 200 grammi da fornelletto ) avresti scuramente fatto per la tua uscita.

In alternativa con un sistema trangia ad alchol, ti bastava 300 ml per 3 giorni.

E' sempre la solita storia peso/convenzienza
Premesso che non voglio fare alcuna polemica, e che due kg di pellet non sono pochi anche diviso 5, a me sembra decisamente ottimistico il tuo conto.

Trovo difficile pensare che con una bomboletta da 200 gr si possano preparare 6 pasti per 5 persone. Sull'alcol non ho esperienza, ma mi sembra decisamente pochino anche lui; io con il fornello multicombustibile avrei impiegato decisamente più petrolio, mi sembra strano che il fornello ad alcol possa avere un'efficienza superiore.
Senza poi contare che lui utilizza i pellet perché vuole utilizzare il suo fornello in quanto gli genera anche corrente, con la quale ricaricherà anche qualcosa immagino.
Secondo me quindi, la soluzione da te proposta non permette di raggiunge l'effort richiesto.

Non prenderla sul personale MarkPT perché di personale non c'è nulla.
Saluti

Manuel
 
Ultima modifica:
Sul gas il consumo è relativo a cosa uno cucina ..... per esempio io per scaldare l'acqua (125 ml.) per prepararmi il cous cous consumo mediamente 8-10 grammi (pesati) e con del tonno sott'olio diventa un piatto unico (quasi). Per cui indicativamente con 220 gr. posso preparare 20/22 pasti d'estate (d'inverno non ho misurato, quello di pesare la bomboletta mi è venuta partecipando a questo forum).

Poi è ovvio che se uno vuole usare una certa cosa, un determinato fornelletto, tutto il resto è poco significativo se non gli permette di usare quella cosa.

Ciao :), Gianluca

PS.: .... ovviamente 20/22 pasti teorici poichè dipende dalla temperatura dell'acqua, vento sì, vento no, ect. ect.; inoltre non è che mi limito al cous cous ed un paio di thè caldi non mancano mai ..... morale con una bomboletta di 220 gr. non ci faccio più di tre giorni.
 
Ciao!
Dopo che mi è stato regalato il fantastico biolite campstove (se ne parla qui),
spinto dal fatto che dove faccio solitamente le escursioni, o dove per lo meno monto la tenda, mi trovo sempre oltre i 2000m, quindi la disponibilità di legna da bruciare è assente, insieme ai miei compagni di escursione, abbiamo deciso di utilizzare i pellet di legno per far funzionare i nostri 3 fornelletti: abbiamo cucinato per 2 giorni per 5 persone senza problemi, utilizzando meno di 2kg di pellet.
Tornato a casa ho deciso di confezionare dei kit da utilizzare nelle prossime escursioni, in particolare ogni kit contiene:

-250g di pellet (non ho ancora calcolato con esattezza la durata di tot grammi)
-4 fiammiferi + carta abrasiva per accendere i fiammiferi
-2 pezzi di accendifuoco ecologico
-1 foglio di carta

Il tutto è confezionato sottovuoto, in modo che anche in caso di pioggia/umidità il kit rimanga perfettamente asciutto, occupi il minor spazio possibile (la stessa quantità di pellet in un sacchetto non sottovuoto occupa moolto piu spazio) e mi permetta di avere la quantità di pellet esatta in base alle mie esigenze escursione per escursione.
Ritengo che il sistema del sottovuoto sia, in assoluto, una gran cosa. Secondo me dovresti farti due conti e realizzarti delle buste più piccole che contengano "il giusto quantitativo di combustibile per un pasto" in modo da aprire solamente la busta che ti serve preservando così il restante combustibile. Sempre personalmente io ridurrei anche la dimensione delle buste in modo da avere scarti minori da gestire e comunque un minore ingombro.

Saluti

Manuel
 
Sul gas il consumo è relativo a cosa uno cucina ..... per esempio io per scaldare l'acqua (125 ml.) per prepararmi il cous cous consumo mediamente 8-10 grammi (pesati) e con del tonno sott'olio diventa un piatto unico (quasi). Per cui indicativamente con 220 gr. posso preparare 20/22 pasti d'estate (d'inverno non ho misurato, quello di pesare la bomboletta mi è venuta partecipando a questo forum)
...
Verissimo! Non avevo pensato a questo, magari MarkPT ha in mente un menù che glielo permette, io che in 5 persone ho subito pensato alla polenta istantanea con i funghi porcini essiccati e le salsiccette di cinghiale (per fare l'esempio di un pasto) 200 gr nella totalità mi stavano decisamente stretti.

Manuel
 
Verissimo! Non avevo pensato a questo, magari MarkPT ha in mente un menù che glielo permette, io che in 5 persone ho subito pensato alla polenta istantanea con i funghi porcini essiccati e le salsiccette di cinghiale (per fare l'esempio di un pasto) ....
Eh eh eh eh ..... ti tratti bene :biggrin:

Ciao :), Gianluca
 
Manuel,

stai tranquillo che non me la prendo mica !!!!

Io nelle mie uscite ( ovviamente ognuno può fare come meglio crede ) uso sempre le bustine di risotto liofilizzato ( tipo knorr o firma italia ) che per me diventa un pasto completo ( sono un solitario esco quasi sempre solo in escursione ) e una busta corrisponde al mio pasto completo !

Ho parlato del sistema trangia, perchè ha dei consumi ridotti, rispetto ad un normale fornellino ad alcol, ed io dove aver provato fonrelletti a gas, a legna, fuoco naturale....ho optato per il sistema trangia ( mi ci trovo meglio e la resa per le mie esigenze è ottima ).
 
Ritengo che il sistema del sottovuoto sia, in assoluto, una gran cosa. Secondo me dovresti farti due conti e realizzarti delle buste più piccole che contengano "il giusto quantitativo di combustibile per un pasto" in modo da aprire solamente la busta che ti serve preservando così il restante combustibile. Sempre personalmente io ridurrei anche la dimensione delle buste in modo da avere scarti minori da gestire e comunque un minore ingombro.

Saluti

Manuel
Si, diciamo che ora come ora la dose di pellet era totalmente casuale, appena posso farò delle prove più scientifiche, e molto probabilmente creerò moduli piu leggeri e senza componenti aggiuntivi (utili solo se il fuoco va acceso, e inutili se utilizzzati come "ricarica")

Verissimo! Non avevo pensato a questo, magari MarkPT ha in mente un menù che glielo permette, io che in 5 persone ho subito pensato alla polenta istantanea con i funghi porcini essiccati e le salsiccette di cinghiale (per fare l'esempio di un pasto) 200 gr nella totalità mi stavano decisamente stretti.

Manuel
Vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda per qunto riguarda il cibo.
E soprattutto non dimentichiamo tutti i vantaggi di un focolare: scaldare, tenere compagnia, creare atmosfera...
 
Bella idea che ruberò di sicuro!

Secondo me si, se hai cucinato 2 giorni (colazione, pranzo e cena quindi 6 pasti) per 5 non è male. 400 g di peso da portare a testa è comunque accettabile.

Io sto cercando, quando mi ricordo, di tenere traccia del combustibile che consumo, più che altro per farmi più esperienza in modo da non portare troppo o troppo poco. Uso l'alcool e la legna, ma non tengo traccia di quest'ultima visto che la reperisco in loco.

Ho visto che un pasto in due (busta liofilizzata) porta via almeno 60 ml di alcool, mediamente.
Avevo cucinato 3 giorni (ma solo 1 colazione, tè, e 3 pasti) per 4 persone con 500 ml di alcool, quindi vedi che più o meno i conti tornano.
Forse con l'alcool risparmi più peso: circa 30 ml per pasto a persona, per sei pasti, 900 ml totali. Abbonda su 1 litro- 1 litro e 200 ml. Un litro di alcool pesa circa 8 etti.

Insomma, se vai con l'alcool risparmi peso, certo non ti dà la stessa senzazione del fuocherello!

Perchè non conservi un po' di pigne prese a valle di giorno in giorno, se c'è la possibilità, strada facendo?

Per la soluzione sotto vuoto, a parte il peso, è comunque ottima. Potresti anche includere un sacchetto ziplock in modo da riporre all'asciutto il pellet avanzato, se non lo consumi tutto
 
Bella idea che ruberò di sicuro!
Grazie, figurati! metti le foto quando li farai!

Insomma, se vai con l'alcool risparmi peso, certo non ti dà la stessa senzazione del fuocherello!

Perchè non conservi un po' di pigne prese a valle di giorno in giorno, se c'è la possibilità, strada facendo?

Per la soluzione sotto vuoto, a parte il peso, è comunque ottima. Potresti anche includere un sacchetto ziplock in modo da riporre all'asciutto il pellet avanzato, se non lo consumi tutto
D'accordissimo, non è nemmeno paragonabile l'alcool!!
Si, quella di raccogliere materiale strada facendo è sicuramente una buona abitudine che ovviamente aumenta l'autonomia del combustibile;

Buona idea quella del sacchetto ziplock, ne terrò uno per tutti nello zaino, tanto non avrò mai piu di un sacchetto aperto contemporaneamente!
 
Manuel,

stai tranquillo che non me la prendo mica !!!!

Io nelle mie uscite ( ovviamente ognuno può fare come meglio crede ) uso sempre le bustine di risotto liofilizzato ( tipo knorr o firma italia ) che per me diventa un pasto completo ( sono un solitario esco quasi sempre solo in escursione ) e una busta corrisponde al mio pasto completo !

Ho parlato del sistema trangia, perchè ha dei consumi ridotti, rispetto ad un normale fornellino ad alcol, ed io dove aver provato fonrelletti a gas, a legna, fuoco naturale....ho optato per il sistema trangia ( mi ci trovo meglio e la resa per le mie esigenze è ottima ).
OT: Sono contento che non te la sia presa! E' difficile capire il tono delle affermazioni che si leggono (in quanto per scritto le parole non hanno tono) e mi fa piacere che tu abbia capito il mio.

Saluti

Manuel
 

Discussioni simili



Alto Basso