La benzina aumenta...

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
1) La bici fa male all'integrità dei testicoli ed alla capacità riproduttiva (provato scientificamente)

2) Finchè si tratta di fare 4-5 km mi può pure andar bene la bici, ma se si parla di 20 km...beh...non se ne parla nemmeno (il risparmio economico non giustificherebbe la fatica fisica)

3) Per il momento, l'unica soluzione che ho trovato al caro-benzina è lavorare autonomamente e cercare di guadagnare quanto più possibile, così da continuare a permettermi quello che mi permettevo prima.
 
1) La bici fa male all'integrità dei testicoli ed alla capacità riproduttiva (provato scientificamente)

2) Finchè si tratta di fare 4-5 km mi può pure andar bene la bici, ma se si parla di 20 km...beh...non se ne parla nemmeno (il risparmio economico non giustificherebbe la fatica fisica)

3) Per il momento, l'unica soluzione che ho trovato al caro-benzina è lavorare autonomamente e cercare di guadagnare quanto più possibile, così da continuare a permettermi quello che mi permettevo prima.
Produci-consuma-crepa

cosí cantava G. Lindo Ferretti. Niente di personale, mi sembrava solo appropriato
 
Ma che cazzata......tutti sterili i ciclisti professionisti(almeno 35000km annui)??? ahahahahahahah ma dai siamo seri :lol:

poi non so quanti anni tu abbia ma se hai problemi a farti 20km di bici e sei sotto i 70 io mi preoccuperei seriamente ;)

Sulla soluzione proposta poi non mi pronuncio.....lascio la parola a fantozzi :)

Per me, è una cagata pazzesca! - YouTube
 
Scusa Raggiofralenuvole, ma chi ti ha raccontato la storia dei testicoli??? io faccio ciclismo da 15 anni e nelle annate"folli" ho fatto anche 30.000 km...e li sotto tutto ok, credimi!!
Il resto, scusami ancora, devo concordare con Andrea...qui si parla della possibilità concreta di diminuire la terribile impronta che l'uomo ha lasciato su questo pianeta. Beh, questa terra, sopratutto naturalisticamente parlando, mi ha dato tanto, e mi sento in dovere di fare qualcosa perchè almeno il mio passaggio sia quanto più leggero possibile. Per non parlare poi dell'eredità che lasciamo alle generazioni future. Attenzione, non ho figli e mai ne avrò almeno che non camminino a quattro zampe e miagolino...ma non mi pare proprio giusto che per scarsa lungimiranza chi ci seguirà debba pagare gli errori di altri. Questo lo stiamo già facendo noi, e vi pare bello??
 
1) La bici fa male all'integrità dei testicoli ed alla capacità riproduttiva (provato scientificamente)

2) Finchè si tratta di fare 4-5 km mi può pure andar bene la bici, ma se si parla di 20 km...beh...non se ne parla nemmeno (il risparmio economico non giustificherebbe la fatica fisica)

3) Per il momento, l'unica soluzione che ho trovato al caro-benzina è lavorare autonomamente e cercare di guadagnare quanto più possibile, così da continuare a permettermi quello che mi permettevo prima.
Se mi metti un qualsiasi link relativo alla prova scientifica di cui al punti 1 te ne sarei grato...sai com'è, la miglior prova scientifica sarebbe che Giro d'Italia e Tour di France fossero una carovana di impotenti :lol:

che magari qualche problema possano provocarlo, per onestà, dovrei ammetterlo per "deduzione" visto che da un po' di tempo le selle "forate" sembra abbiano soppiantato le classiche...
...ma questo dimostrerebbe che - se anche fosse vera quella prova - il rimedio sarebbe banale e già pronto.:D
 
Scusa Raggiofralenuvole, ma chi ti ha raccontato la storia dei testicoli??? io faccio ciclismo da 15 anni e nelle annate"folli" ho fatto anche 30.000 km...e li sotto tutto ok, credimi!!
Trovo inappropriato in questo 3d, ma credimi quel che dice raggiotralenuvole e' vero.
Qando andavo in bicicletta agonisticamente venne anche a me un grosso varicocele e il chirurgo mi disse che e' normale tra ciclisti professionisti. Mi mise in guardia dicendomi di preoccuparmi solo se intendevo avere figli.
Finita la carriera la vena (varicocele) si e' sgonfiata da sola. In alternativa l'operazione e' poco di che. tanto per dire che non e' una cazzata.
 
Se mi metti un qualsiasi link relativo alla prova scientifica di cui al punti 1 te ne sarei grato...sai com'è, la miglior prova scientifica sarebbe che Giro d'Italia e Tour di France fossero una carovana di impotenti
Troppe ore in sella? Spermatozoi più deboli per i ciclisti - Salute24 - Il Sole 24 Ore

Cmq, si parla di rischi e di probabilità di infertilità (parziale o totale) più elevati rispetto alla media, non di certezza.
Allo stesso modo, non è detto che tutti quelli che fumano moriranno di tumore, ma hanno una probabilità più elevata della media di contrarre neoplasie.

Come dice Piervi, possono insorgere anche problemi come il varicocele, che nasce dove la temperatura dei testicoli diventa più elevata a causa di qualche attività che li sollecita (tipo pedalare, ma anche tenere per molte ore il portatile sulle gambe...tanto per dirne un'altra...)

Ma a me basta il fastidio-calore-dolore ai testicoli che sento una volta sceso dalla bici per accendere dentro di me un campanello d'allarme, a prescindere da qualsiasi ricerca :D
 
Troppe ore in sella? Spermatozoi più deboli per i ciclisti - Salute24 - Il Sole 24 Ore

Cmq, si parla di rischi e di probabilità di infertilità (parziale o totale) più elevati rispetto alla media, non di certezza.


Ma a me basta il fastidio-calore-dolore ai testicoli che sento una volta sceso dalla bici per accendere dentro di me un campanello d'allarme, a prescindere da qualsiasi ricerca :D
Beh, insomma, si parla del 4% in meno e solo per chi fa ALMENO 300 km. a settimana...
se invece il discorso è appunto personale allora è tutt'altr, anche se non ho capito come faccia a sentire dolore, calore, fastidio visto che per tua stessa dichiarazione non ti "avventuri" oltre 4-5 km.....ossia dieci minuti di bici poichè, oltre, la fatica non varrebbe la candela :D
 
caspita, come faccio a trovarmi sempre in discussioni O.T.??sarà un dono!!!
Comunque quella del varicocele che io sappia è un problema di "tara"?, cioè ci si deve essere predisposti. Di tutti gli amici su due ruote che ho solo una l'ha accusata ed uno solo ha lamentato prostatite. Stranaemnte entrambe "giocavano" continuamente a cambiare regolazione sella o sella intera... ma forse è solo un caso, di certo non sono un medico! E' anche molto probabile che influisca la stazza, il grado di allenamento, lo stile di pedalata...
 
mah, io guardo alla storia, e la bicicletta esiste da più di un secolo. E prima, in media, ci si andava mooolto di più, la gente la usava come mezzo di locomozione abituale, praticamnte tutti i giorni. E non mi pae che ci siamo estinti, anzi...

Il fatto è che oggi la bicicletta, più che essere un mezzo popolare di locomozione per andare da A a B, è uno sport praticato spesso intensamente, su sellini agonistici, e un'intensità incredibile. E le statistiche vengono fatte su chi ci va per sport/svago, quindi ad alta intensità, più che per necessità. Mica siamo tutti coppi e bartali!

Una bici da passeggio con postura eretta, velocità limitata, e un bel sellino largo, dove appoggi il culo più che la prostata e non c'è nessun problema... Sono più rischiosi per la fertilità i jeans stretti!

Il problema piutosto è che la bici va bene in pianura, ma nelle zone collinari/montane, tipo dalle mie parti in Abruzzo, già comincia ad essere un problema, ci vogliono le marce, una postura diversa, e tutt'altra attitudine, e sudore!
 
Una crescita diversa però.
Nel parlavamo in un altro 3d qualche tempo fa. Purtroppo la crescita è sempre legata al PIL invece che alla soddisfazione e alla felicità.

Sono un po' pessimista a riguardo però, per il semplice fatto che sono quasi tutte cose in cui il privato non ha molto da guadagnare, poichè c'è poco cemento da produrre, e non sono beni di consumo, più che altro sono un lascito alle nuove generaizioni, alle quali attualmente stiamo solo lasciando montagne di pattume.
C'è da dire che in modo del tutto inatteso negli ultimi anni si sono moltiplicati i tentativi di andare in direzioni diverse, e molto è stato fatto.

Penso che spesso si parla troppo e si agisce poco. Io sono uno di quelli che ha sempre parlato troppo e agito poco. Sono uno di quelli che ha sempre detto "sono pessimista, non funzionerà, le cose non cambiano, non ci provo nemmeno".

Da un paio di anni a questa parte, ho iniziato ad agire diversamente e a cambiare alcune cose nel mio piccolo; le cose si cambiano un pò alla volta, e con il tempo, non sarebbe nemmeno giusto se cambiassero da un giorno all'altro.

Sul treno berlino->copenhagen in un viaggio per me molto importante in giro per l'europa, ho conosciuto una signora molto alternativa; parlavamo di pale eoliche e del solare, e mi diceva che IO avrei dovuto fare di più, in Italia, per cambiare le cose.
Le dissi che ero solo e che non ne avevo le forze.
Mi disse allora qualcosa tipo <<The change is inside of you, is inside of everybody>> poi mi dice che dovevo essere un esempio per gli altri, se sono solo non importa, se ci credo, gli altri arriveranno dopo... un pò alla <<be the change you want to see in the world>> :) ...e io in questa cosa ci credo. Ci credo perchè ho vissuto sulla pelle quanto questa cosa possa funzionare: cioè gli esempi, gli esempi sono fondamentali per cambiare.

Se tutti viviamo vite uguali e pochi fanno vite diverse ma del tutto assurde, è ovvio che nessuno di quelli che fa una "vita uguale", avrà la fantasia e la forza per "fare il salto". Se invece una persona può vedere che altre persone non troppo "diverse" hanno fatto scelte diverse e se la godono, allora anche altri (come lo sono stato e come lo sono io ogni giorno) sono più propensi a tentare di cambiare qualcosa, almeno nella propria vita. Poi gli altri verrano dopo.
 
E vabbè e allora mio nonno che usava solo la bici ha avuto 11 figli......ma che vuol dire??

Ragazzi qui si parla del 4% dei CICLISTI PROFESSIONISTI non certo di quelli che vanno a prendere il giornale in piazza!.......leggete gli articoli con un minimo di spirito critico......

E comunque a differenza della macchina, l'esercizio fisico (bici in primis) fa bene al 100% della popolazione.

Fa perdere peso, migliora capacità polmonare e prestazioni cardiache, migliora il tono muscolare, previene malattie cardiovascolari.....
 
Mi disse allora qualcosa tipo <<The change is inside of you, is inside of everybody>> poi mi dice che dovevo essere un esempio per gli altri, se sono solo non importa, se ci credo, gli altri arriveranno dopo... un pò alla <<be the change you want to see in the world>> ...e io in questa cosa ci credo. Ci credo perchè ho vissuto sulla pelle quanto questa cosa possa funzionare: cioè gli esempi, gli esempi sono fondamentali per cambiare.
la tipa ha perfettamente ragione, è tutta li la verità...
 
Mah,
resto del parere che la bici vada bene per piccoli spostamenti, tipo casa-salumiere o casa-supermercato.
Per gli spostamenti casa-lavoro opterei per i mezzi pubblici, per tutto il resto ci vuole l'auto, c'è poco da fare.
Anche perchè qui al sud, se non hai l'auto per scarrozzare le tue donne in giro, sei un povero disperato.
E' un insieme di abitudini e schemi mentali che è difficile da sradicare, specie dove regna l'ignoranza.
Come dalle mie parti...
 
Mi sembra chiaro per tutti che ci sono occasioni in cui la bici non si può usare. Però non mi sembra un buon motivo per non usarla a priori!
E' qui che si può raggiungere un buon compromesso: bici e piedi dove si può, mezzi dove ci sono, auto quando non c'è alternativa.

Anche perchè qui al sud, se non hai l'auto per scarrozzare le tue donne in giro, sei un povero disperato. E' un insieme di abitudini e schemi mentali che è difficile da sradicare, specie dove regna l'ignoranza. Come dalle mie parti...
Beh, scusami se una tizia ritiene che sono "sfigato" perché non ho l'auto o perché vado in bici non la calcolo neppure dovvesse anche essere Scarlett Johansonn...poi gli schemi mentali ce li facciamo noi, e come noi li costruiamo, noi li abbattiamo. Ad esempio chi mi conosce poco, quando parlo di trek. di più giorni fatti in solitaria o con la mia Compagna di viaggio, mi fa domande tipo "non ti annoi?", "che fai ad solo?","che fate tutto il giorno" perché nulla altro hanno provato che il loro conformistico stile di vita. Se avessi fatto come loro, e i loro pregiudizi mi avessero sopraffatto non avrei conosciuto emozioni immense come quelle ragalatemi dalla bici, dal trekkin, dagli animali...dai miei tattooo, dai miei percing...insomma si può seguire la massa in maniera inerte o seguire se stessi: io preferisco seguire me stesso!
 
Bah io uso la bici tutto l'anno senza problemi......e durante la settimana risiedo a Udine che non ha esattamente un clima mite d'inverno :D

E se le donne che conosci misurano gli uomini dalla grandezza dell'auto......beh lascia perdere quelle povere deficenti!! ahahah :D
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Alto Basso