Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Escursione La Città Fantasma - Consonno

Dati

Data: 09/02/2014
Regione e provincia: Lombardia, Lecco
Tempo di percorrenza: 3.40 ore (con molta calma, di proposito)
Chilometri: 12
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: Nessuna
Periodo consigliato: Tutto l'anno
Dislivello: 398 mt
Descrizione

Dopo praticamente un mese di fermo, vuoi per meteo sfavorevole vuoi per i lavori di rivoluzionamento del salotto, finalmente posso ricominciare a sgambettare;
sicuramente ho perso un pò 'la gamba' e quindi non mi va di fare chissà che.
Le idee papabili che mi ronzano in testa sarebbero
o l'Adda con Crespi D'Adda,
o Consonno,
purtroppo l'Adda, data tutta la pioggia degli ultimi tempi, credo sia meglio evitarlo per scongiurare il rischio di una possibile onda di piena.

Sveglia alle 8.00, faccio tutto con molta calma, temporeggiando parecchio perchè il cielo è ancora coperto nonostante le previsioni annunciavano aperture già alle 8.00


Alle 9 passate salgo in auto e dopo aver oltrepassato Colle Brianza mi dirigo verso Villa Vergano, svolto a destra verso Consonno e poche curve dopo parcheggio l'auto sotto una vecchia cascina abbandonata che attira la mia attenzione.




Ritrovo in pochi passi la strada asfaltata e m'incammino in salita;
dopo poco trovo la deviazione con una piccola cappelletta che ho sempre visto dalla strada ma che non mi sono mai preso la briga di osservare da vicino.




Intanto il cielo un pò si apre e un pò si copre


continuo la salita verso Consonno quando tutt'un tratto la nebbia delle nuvole avvolge ogni cosa



mi sarei stupito del contrario,
l'ultima volta che sono salito a Consonno (l'anno scorso) mi sono fatto l'intera visita alla Città fantasma immerso in una nebbia da tagliare col coltello.

Piano piano la foschia si dirada, ad un certo punto...
'Qui giace Babbo Natale'


trovo un cappello da Babbo Natale appoggiato su di un bastone.

Incontro molti ciclisti che a quanto pare sono saliti dall'altro lato ed ora scendono verso Colle Brianza, nel frattempo il cielo si apre sempre più


quando poi, dietro l'ultima curva..
Un minareto in piena Brianza??



_________________________________________________________________
Consonno era partito come l'utopia di un 'villaggio' di divertimento, immerso tra i monti.
Da piccolo mio padre mi ci portava, allora era già tutto dismesso, in uno dei locali del vecchio 'Paese dei Balocchi' era stata aperta una casa di cura per anziani ed era ancora funzionante e frequentata mentre tutto il resto portava già i segni di un decennio di abbandono.
Ma ora, rivisitando quei luoghi frequentati nella mia infanzia, tutto sembra passato sotto le locuste, anni fà si svolse un raveparty a Consonno e 'i bravi ragazzi' riempirono tutto con grafiti (alcuni anche belli eh!) e devastarono ancora di più quanto è reso pericolante da ormai un trentennio abbondante di abbandono.
L'ultima volta che ci sono stato (l'anno scorso) dopo averlo detto a mio padre, quest'utimo mi ha raccontato di quando lui, da giovane, raggiungeva Consonno, all'epoca funzionante, con la moto da cross.
Mi ha raccontato che si accedeva alla 'Città' e si potevano usare delle macchinette 'a gettone' per circolare al suo interno da un punto all'altro della 'Città', poi raggiunta la propria destinazione si toglieva il gettone dalla macchinetta e la si lasciava lì, chiunque si trovasse nei pressi della macchinetta ed avesse il gettone poteva prenderla e spostarsi all'interno della 'Città'.
Consonno è un mix di stili architettonici, perfino quando ero un bambinetto di diec'anni mi lasciava stranito;
ora tutto è abbandonato, persino la casa di cura per anziani.
Pare che in 'città' ci viva regolarmente solo una persona, il custode (di non ho capito cosa) e i suoi cani che potrebbero accogliervi, all'inizio impensierendovi un pò, ma alla fine sono buoni.
_________________________________________________________________
 
Ultima modifica di un moderatore:
A Consonno persino i lampioni erano da sborone


Suonano le campane della chiesetta??
Scopro così che a quanto pare la domenica si tiene messa nella piccola chiesetta di Consonno.
Il cielo ancora parzialmente nuvoloso offre sfumature particolari




Ecco alcuni murales (tra l'altro alcuni l'anno scorso non c'erano, quindi è inutile dare la colpa al RaveParty di alcuni anni fa)



L'abbandono è dilagante


la vecchia casa di cura ha tutti i vetri rotti



eppure sconfinando un pò verso il retro della costruzione sento una voce di uomo provenire dall'interno della casa di cura ormai senza finestre;
probabilmente un senza tetto che ha deciso di ripararsi al suo interno.

Una 'pagoda' mi da il benvenuto


i miei ricordi di Consonno da piccino sono soprattutto intorno a queste tettoie con panchina


ed ecco quello che, ai tempi d'oro, pare fosse il ristorante


In fondo al 'paese' ecco far capolino la piccola chiesetta, uno dei pochi edifici risalenti al vecchio paese originario non rasi al suolo







Spuntano colonne qua e là



ed ecco quella che, vedendo filmati in rete e leggendo racconti, ho scoperto era la sala da ballo



un laghetto con fontana particolare, 20anni fà era ben distinguibile il contorno, ora sembra tutto fagocitato dalla natura







ed ecco la struttura principale, dal racconto di mio padre tutte quelle aperture erano negozietti,
tipo un centro commerciale all'aperto




Trovo quella che ho sempre pensato essere un asta per l'alza bandiera


poi m'incammino verso un lungo viale, arrivo al cospetto del piccolo cimitero,
ammetto di non averci mai fatto caso negli anni adietro, è talmente piccino che passa inosservato;
mentre ora quasi lo cercavo perchè pare che sia uno delle poche costruzioni del paese originario non rase al suolo




Salgo poi verso un alto piazzale dove, quando evevo 16/17 anni, si potevano trovare gruppetti di cannaioli che suonavano il bongo





Scendo per dirigermi verso quello che era l'ingresso stradale alla Città di Consonno


ingresso che non ho mai varcato, raggiungendo io Consonno sempre da una strada che un tempo non esisteva;
trovo una scritta (quasi rasenta il ridicolo, data la desolazione odierna del posto)
'chi vive a consonno campa di più'


poi comincio a risalire verso la chiesetta, quando incontro un altro varco con scritta
'qui consonno tutto è meraviglioso'


Nel salire, il cielo, da un lato è quasi sereno mentre dall'altro è plumbeo


mi ritrovo nell'ampia piazzetta




Nel frattempo le persone radunate per la messa si salutano, salgono in auto ed abbandonano Consonno, restano solo i poveri cani che la abitano


il conducente dell'ultima auto si ferma, chiude con un lucchetto le sbarre che permettono l'accesso carrabile e poi riparte.

Durante la discesa riesco ancora a godermi l'apertura del cielo


trovo un gruppetto di pecore poco prima di raggiungere l'auto


e dopo 3 ore e 40 minuti e 12 km intraprendo la strada di casa.
 
Ultima modifica:
Diavolo, conoscevo la storia ma tutte queste immagini in fila rendono bene l'idea del degrado e della follia cementizia...
 
Che splendido post,
ho letto la descrizione con molto interesse.
Non conoscevo la storia di Consonno, le foto hanno suscitato un mix di fascino e inquietudine, alcuni scenari mi hanno ricordato le ambientazioni di alcuni film post-apocalittici.
 
un'escursione fantasmica eheheh sono in cerca di posti simili nel Lazio... ma questo post è perfetto per foto e ambientazione ... ottimo regista complimenti!!
 
anche se a due passi da casa ci sono stato solamente un paio di volte....

bellissima vero?? c'è solo da chiudere gli occhi e immaginarsela ancora "viva"...
 
Sembra che il posto più frequentato e curato sia il cimitero, ma d'altronde non stupisce in una città "fantasma" :).

Io adoro le case abbandonate: ogni volta che incontro qualche rudere abbandonato mi fermo un attimo a cercare d'immaginare come doveva essere quando era abitato.

Comunque, nell'assurdo di certi investimenti a perdere, trovo che probabilemente Consonno abbia più fascino adesso di quando era in attività :) .

Grazie per la condivisione.
 
Mi hai fatto tornare indietro di 10 anni, quando abitavo a Casatenovo e frequentavo spesso la città "fantasma", soprattutto salire sul tetto dell'edificio commerciale !!!!
Grazie !!

:)
 
A tutti i grazie rispondo... grazie a voi :)

Che sia un escursione atipica lo so di mio,
anche se sentirmelo dire mi fa arricciare il naso

Lele...finché non crolla del tutto fai in tempo a recuperare.

Sarei curioso fi sapere quale sarebbe quel film di Abatantuono e soprattutto vedere in che anno è stato girato.

Macchia....era la prima volta che calpestavo quel tetto,
l'idea che possa crollare mi tormentava ad ogni passo e stavo attento nel scegliere dove camminare

Purtroppo, o per fortuna, la natura si sta riprendendo tutto, rispetto ai ricordi di quando ero pischello sembra tutto molto meno delineato
 
Nel '98 la casa di cura era ancora funzionante e zeppa di giovincelli,
la pagodina era accessibile, lì sotto c'è uno stagnetto e in quegl'anni era zeppo di rane e girini.
Non mi ricordo in che stato fosse la fontana :-/

Certo....il raveparty ha mazzuolato tutto
 
stupendo il posto e le foto..veramente un bocconcino prelibato per gli amanti di archeologia industriale e di infognate :)
Le foto del bosco con la nebbia poi sono veramente inquietanti..ricordano quasi la brughiera inglese nelle sere di plenilunio :D
 
sono in cerca di posti simili nel Lazio
Mi scuso per l'OT con Secondlife. Non so in quale stato siano ora, in questi posti ci andavo negli anni '90, ma ti do qualche idea (prima informati o perlustra!):
Forte Ardeatino, Forte Bravetta (effettuano visite guidate soltanto, informati presso il punto informazioni del parco), Forte Portuense (ora credo sia affidato ad una associazione, non so se e' visitabile).
Ho avuto l'onore :p di perlustrare la fatidica e nefasta Villa Manzoni, sulla Cassia..un luogo veramente inquietante simile alla Casa del bambino urlante (film Profondo Rosso) :music:
Da diversi anni Villa Manzoni e' diventata la sede dell'Ambasciata del Kazahstan, quindi e' inutile che ti ci avventuri.
Nella Valle del Sacco e' pieno di fabbriche abbandonate, ma li' ci rischi la salute..
 

Discussioni simili



Alto Basso