Ferrata La mia prima vera ferrata! Ferrata Ernesto Cheguevara

Parchi del Trentino-Alto Adige
Monti del Basso Sarca
Ieri 10 settembre 2006 ho affrontato la mia prima vera via ferrata!!!
Magari non sarà niente di eccezionale ma nel mio piccolo la ritengo una impresa degna di nota, anche perchè ho quaranta anni e soffro di vertigini!
La via in questione è la "Ernesto Cheguevara" a Pietramurata (TN).
Non so dire se sia impegnativa in termini assoluti (l'unica altra mia esperienza era il sentiero Benini, dal Grostè, che a confronto è solo un sentiero attrezzato) ma per me è stata una esperienza di quelle che ti segnano.
Tutta l'escursione è dominata da quell'incombente muro di pietra che ti accingi a valicare e che pesa parecchio emotivamente. Comincio la mia salita e dopo poco ecco , il cavo, che sale in perpendicolare su una roccia a sporgere sul vuoto.
Ho molto riflettuto se partire o meno, se le mie possibilità di riuscita erano buone, se la PAURA (che le vertigini sono solo quello) potesse inchiodarmi a metà strada.
Sono partito e per i primi metri mi sono dato dello stupido a non finire.
Poi il piacere di salire, il ritmato sgancia e aggancia i moschettoni, il panorama, solo intravisto, mai affrontato (non si può tirare troppo la corda...), hanno fatto volare più di un'ora.
Cominciavo a chiedermi a che punto fossi, quando dietro un corno di roccia mi trovo una parete quasi verticale che sale, sale, sale... e una scritta campeggia: " Via Ferrata Ernesto Cheguevara"
Ma come? e tutto quello che ho fatto finora? Comincia qui?
Di nuovo ho molto riflettuto e solo il pensiero di rifare "a marcia indietro" tutto quello già affrontato mi ha convinto a proseguire.
La salita è stata un susseguirsi di passaggi che hanno prosciugato le mie ghiandole surrenali, e credo sinceramente di avere sperimentato gli effetti di un overdose di adrenalina.
Dopo un altro paio d'ore abbondanti, così, come sbucato dal nulla, il libro firme di fine ferrata.
Mi sono commosso, è finita ho pensato, ce l'ho fatta!
Ho firmato (ero il primo e credo il solo della giornata) e ho ripreso la salita verso la cima.
Altro che finita! Ancora due ore di sentierini, cavi, canaloni, il tutto con pendenze assurde e sempre in prossimita di strapiombi.
Quando ormai ero a quel punto cui i passi si susseguono per inerzia e il camminatore è in quel limbo di pensieri inconcludenti che si agitano appena sotto la soglia di attenzione,ecco, come salire in solaio da una botola, prima
c'è il sentiero in salita e il passo dopo un pascolo verdissimo e un rifugio e un sacco di gitanti domenicali con le macchine a 300 metri.
Sullo sfondo le Dolomiti!
Mi sono rifocillato, cambiato e ho preso il cammino del ritorno, confidando in un sentiero nei boschi, l'ombra, gli uccellini. Illuso!
Dopo qualche centinaio di metri l'indicazione del mio sentiero punta verso il vuoto. Mi avvicino al bordo della costa su cui ero e osservo: il sentiero c'è, solo che avrà una inclinazione vicino agli 80°.
A qualche metro inizia un cavo d'acciaio. Striscio fino a lì e comincio a scendere, a marcia indietro. Alla fine del cavo una scaletta e un sentiero, senza supporti, che grazie a un fondo di terra secca, sassi e rametti credo di aver percorso per metà con il sedere a terra.
Quando mi sono seduto in macchina avevo fatto da 250 a 1630 mslm e ritorno ed erano passate 9 ore dalla mia partenza. A me parevano il triplo.
Comunque lo rifarei (magari non domani) e mi sento di consigliarlo. Forse con un appoggio al rifugio per il ritorno.
Ecco tutto, volevo parlarne con chi può capire.



Ciao

Pietro18
 
Re: La mia prima vera ferrata!

pietro18 ha scritto:
[...]Magari non sarà niente di eccezionale [...]
Niente di eccezionale?!?!?

Pietro, da quello che scrivi, altro che...io mi sarei impiccato moooolto prima di ragiungere il rifugio!

Per me, eccezionalissimo!
Come ha scritto manitù, emozionante anche il leggerti!

Ciao,
 
Manitu ha scritto:
... è questa.... ? .... e la chiami "niente di eccezionale" !?!
...
Si, è proprio quella.
Non è che voglia fare il falso modesto, come esperienza è stata eccezionale, ma praticamente è la prima che faccio e leggendo i commenti di altre persone trovo sempre scritto "tecnicamente non impegnativa", non volevo fare quello che si vanta per poco (sai, chi si loda s'imbroda).:D
Comunque mi fa molto piacere che qualcuno che ha passioni e interessi come i miei, trovi rilevante la mia "impresa".
Sto bene! :D :D

Grazie!

Pietro18
 
... NON IMPEGNATIVA ?

...ma dov'è scritto ? ...magari uno l'affronta con disinvoltura e rimane a metà di un verticale in preda al panico!?
A me sembra abastanza difficilotta... gli esperti che ne pensano ?
 
Non sono un esperto e non ho mai fatto una via ferrata, ma credo che la difficoltà venga valutata in base alla qualità delle attrezzature e alle difficoltà tecniche.
A pare che sia bella tosta, sopratutto dal punto di vista psicologico del "novellino", ma magari è ben fatta e senza rischi elevati.
Comunque, veramente bella prova!!! :si:
 
Manitu ha scritto:
... NON IMPEGNATIVA ?

...ma dov'è scritto ? ...magari uno l'affronta con disinvoltura e rimane a metà di un verticale in preda al panico!?
A me sembra abastanza difficilotta... gli esperti che ne pensano ?

Io ho letto questa recensione http://www.vieferrate.it/ferratamontecasale.htm

cito "CONSIDERAZIONI

In sintesi questa escursione non è assolutamente di difficile livello tecnico"

e anche il commento è di questo genere.

Boh!


Pietro18
 
... forse si riferiscono al fatto che non devi essere un rocciatore e che non ci sono manovre pericolose da effettuare!
Comunque ci penserei bene due volte a far partire neofiti per vie del genere...


....sempre più COMPLIMENTI a Pietro !!!
 
ah pietramurata... ci sono delle vie fantastiche!!

ferrate non ne ho fatte molte ma da vedere dalle foto è una gran bella salita, sempre dalle foto non mi pare sia un grado di difficoltà alto, ma magari non gli rendono giustizia... Certo è che come prima esperienza non mi sembra proprio che ti sia risparmiato, diciamo che ce ne sono anche di più semplici per iniziare....

Quindi rinnovo i miei complimenti ;)
 
queste sono 2 signore!!!!

http://www.vieferrate.it/ferratacostantini.htm

http://www.vieferrate.it/ferrataalleghesi.htm

purtroppo la costantini non sono mai riuscito a concluderla 2 volte ci ho provato e 2 volte mi sono trovato in mezzo alla pioggia e neve e 2 volte abbiamo ripiegato...

quella degli alleghesi è spettacolare!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ma quella volta siamo partiti alle 4.30 del mattino dal rifugio coldai per arrivare ai 3000 e passa (se no ricordo male siamo oltre i 3200 mt) della cima del civetta... ma la sensazione la sopra è indescrivibile!!! ;)
 
mi associo a 4x4.
Credo che il livello di difficoltà, come d'altronde in arrampicata, dipenda dalla possibilità agevole o meno di progredire.
Magari, anche se molto verticale, con una scala a pioli, la difficoltà resta bassa, ma, in questo caso, si fa un'analisi asettica dell'itinerario e non si tiene conto di cose fondamentali specialemente per chi le fa per le prime volte.
L'esposizione, la verticalità, l'inesperienza, il fatto di essere soli o in compagnia...tutte cose che un'indicazione relativa alla difficoltà, non può tenere conto.

L'altro giorno, per la prima volta in vita mia, sono andato ad aprire una via di arrampicata.
Chiodi, martello, cordini...il tratto che ho chiodato era relativamente semplice, e, con molta probabilità, se uno dovesse dare un livello di difficoltà, potrebbe dargli un 4c/5a...roba da ultra principianti...
Vallo a dire a me, che dovevo respirare, cercare, saggiare, sgaggiare le rocce instabili, intuire, prendere coraggio, affidarmi ad ancoraggi che non avevo mai piantato, muovere il piede "acciaiato" e salire...
...dopo soli 20 mt ero esausto, finito, asiugato, prosciugato...

Io credo che tu abbia fatto una cosa bellissima e che dentro di te, ti ha riempito di migliaia di cose che nessuna indicazione di difficoltà può lontanamente tentare di etichettare...
 
Plastic_smoker ha scritto:
mi associo a 4x4.
Credo che il livello di difficoltà, come d'altronde in arrampicata, dipenda dalla possibilità agevole o meno di progredire.
Magari, anche se molto verticale, con una scala a pioli, la difficoltà resta bassa, ma, in questo caso, si fa un'analisi asettica dell'itinerario e non si tiene conto di cose fondamentali specialemente per chi le fa per le prime volte.
L'esposizione, la verticalità, l'inesperienza, il fatto di essere soli o in compagnia...tutte cose che un'indicazione relativa alla difficoltà, non può tenere conto.
:si:

Plastic_smoker ha scritto:
L'altro giorno, per la prima volta in vita mia, sono andato ad aprire una via di arrampicata.
Chiodi, martello, cordini...il tratto che ho chiodato era relativamente semplice, e, con molta probabilità, se uno dovesse dare un livello di difficoltà, potrebbe dargli un 4c/5a...roba da ultra principianti...
Vallo a dire a me, che dovevo respirare, cercare, saggiare, sgaggiare le rocce instabili, intuire, prendere coraggio, affidarmi ad ancoraggi che non avevo mai piantato, muovere il piede "acciaiato" e salire...
...dopo soli 20 mt ero esausto, finito, asiugato, prosciugato...
che bello un altro climbers!!! :D

personalmente non ho mai chiodato una via, partendo dal basso... fortunatamente l'unica volta che ho partecipato alla chiodatura di una via in falesia, siamo scesi dalla cima (si trattava di una falesia sulla cui sommità corre un sentiero) in questo caso è molto più semplice e fai meno fatica.
Però è vero un conto è essere attaccato ad uno spit con un bel tassellone chimico che lo ancora alla parete (e tiene uno strappo di circa 40t) e un conto è chiodare la via... con martello, dadi, nut, friend e varie. logico se ben posizionati ti danno ampi margini, ma l'adrenalina che creano è completamente diversa.
 
Però è vero un conto è essere attaccato ad uno spit con un bel tassellone chimico che lo ancora alla parete (e tiene uno strappo di circa 40t) e un conto è chiodare la via... con martello, dadi, nut, friend e varie.
lo sai Igor?....
ci stavo pensando tempo addietro...
il foro con relativo tassello chimico è soggetto col tempo alle infiltrazioni di acqua e conseguente congelamento ed espansione del foro ospite...

da quanto ne so questi tasselli non dovrebbero durare a lungo...
 
federico ha scritto:
[...]

da quanto ne so questi tasselli non dovrebbero durare a lungo...
Se inox...più o meno un eternità...dipende dalla resina bicomponente, ma, al momento, ancora sono troppo "giovani" gli usi di questa per determinarne la vita media...

magari quando ho un po' di tempo apro un post sugli ancoraggi, che questo è già andato un pochino OT e cerco di rimetterlo in carreggiata...

Ancora Grande Pietro e facci sapere della tua prossima emozione verticale!
 
federico ha scritto:
lo sai Igor?....
ci stavo pensando tempo addietro...
il foro con relativo tassello chimico è soggetto col tempo alle infiltrazioni di acqua e conseguente congelamento ed espansione del foro ospite...

da quanto ne so questi tasselli non dovrebbero durare a lungo...
no voglio continuare l'ot ma devi sapere che almeno nelle vie/falesie più frequentate, c'è una costante manutenzione degli ancoraggi
 
Eccomi di ritorno....anche io, come vi avevo preannunciato, ho fatto la mia prima ferrata (non da solo, ma in compagnia di una guida e altre persone, purtroppo).....la "Ferrata delle trincee", difficile solo sull' attacco iniziale (parete), con passaggio su ponte sospeso, cengie strette, gallerie della prima guerra, insomma senz'altro una bella esperienza, grandissimi paesaggi ma poco coinvolgimento emotivo, probabilmente dovuto al fatto di essere aggregato a diversi sconosciuti casinisti e chiacchieroni, il che è nettamente in contrasto con il mio modo di "vivere" la montagna.....invidio come una bestia Pietro :-x che ha avuto il coraggio (nonostante non fosse esperto, come me) di cimentarsi da solo in questa piccola grande avventura....avrei voluto anche io una "prima" così, ma sarà per le prossime volte....mi è comunque servito per prendere confidenza con i materiali, con la progressione, ecc....ho seguito i consigli del buon Manitu e di 4x4,Mot@ba e Plastic Smoker che erano un pò preoccupati per le mie sorti (giustamente), ed è andato tutto bene....nessun volo ed anche un piccolo complimento da parte della guida (ma forse lo fa a tutti ;) ....)
Grazie ragazzi!!!
 

Discussioni simili



Alto Basso