La Sportiva Trango Tech Leather GTX (non mi ci trovo)

Buongiorno a tutti,
ho acquistato un paio di La Sportiva Trango Tech Leather GTX in sostituzione dei miei vecchi Trezeta. Faccio prevalentemente gite escursionistiche a laghi e rifugi alpini in stagione estiva (roba semplice da 6-7 ore A/R e 1000 mt di dislivello su sentieri tracciati) quindi ritengo si tratti di una scarpa esagerata per le mie esigenze, ma l'ho scelta perché è quella che in negozio mi ha dato la miglior sensazione di piede fasciato e di comfort.

Ho fatto solamente due uscite, ma sono state sufficienti a farmi capire che io e quella scarpa non riusciremo ad andare d'accordo.

Il problema principale è la suola che trovo particolarmente alta: io ho un po' il problema del piede cavo quindi già normalmente è come se camminassi sui tacchi, però qui ho letteralmente la sensazione di avere delle zeppe sotto ai piedi, e questo mette in crisi la mia stabilità soprattutto in discesa con la conseguenza che prendo continuamente delle storte.

L'altro problema che riscontro è che per quanto mi sforzi non riesco a stringere i lacci per sentire la caviglia ben fasciata, e mentre cammino ho la chiara sensazione che il tacco si sollevi leggermente dala suola. Il dubbio è che possa essere mezzo numero troppo grande (io porto il 41 e queste sono 43 1/2... ) ma in negozio sono stato servito da una persona competente che mi ha assicurato essere taglia giusta. Alla seconda uscita ho anche provato a sostituire il sottopiede con uno più spesso e con un po' di plantare (utile per il mio piede) ma così ho ulteriormente peggiorato il problema dell'effetto "zeppa".

Infine volendo fare il pignolo, trovo anche scomodo il fatto che l'apertura sia particolarmente stretta, il che mi rende un po' difficoltoso infilarle sempre a causa della forma cava del mio piede.

Insomma, nonostante sia una bellissima e comodissima scarpa alla fine non è stato un buon acquisto, e pertanto ho intenzione di rimetterle in vendita, per quanto praticamente nuove. Chiedo pertanto a voi: considerato il tipo di utilizzo e il fatto che comunque le voglio alte e impermeabili (e possibilmente con tomaia in pelle) mi potete consigliare qualche alternativa su cui orientarmi ? Qui a Cuneo mi servo presso un negozio molto serio e ben fornito, ma non avrà di tutto ovviamente...

Grazie
 
Ultima modifica:
ciao , io uso solo Lasportiva , ho i trango CUBE , porto un 43 e uso Lasportiva cube 43.5 , due numeri e mezzo in piu mi sembra un esagerazione , lasportiva ha una pianta stretta stretta , non e' che per farteli andar bene di pianta e' salito col numero ?
 
ciao , io uso solo Lasportiva , ho i trango CUBE , porto un 43 e uso Lasportiva cube 43.5 , due numeri e mezzo in piu mi sembra un esagerazione , lasportiva ha una pianta stretta stretta , non e' che per farteli andar bene di pianta e' salito col numero ?
Esatto, sembrerebbe proprio così.
In ogni caso Scarpa per piedi pianta larga e LaSportiva per piedi pianta stretta
 
Caspita, vedo che già in altro thread (di maggio) ci si lamentava delle storte "ottime e abbondanti" prese...

Devo dire che avendo anch'io il piede cavo, essendo da sempre più che mai traballante e incerto in discesa ed avendo altresì da sempre utilizzato proprio La Sportiva - ancorché per la forma affusolata del piede - mi viene come pulce nell'orecchio il timore di aver preso una topica colossale.
Anche perché nel frattempo, perlomeno con l'ultima versione dei plantari - che uso da sempre - pure la calzata sembra essere diventata una tortura, stretta da una parte e larga (con relative vesciche) dall'altra...
 
Caspita, vedo che già in altro thread (di maggio) ci si lamentava delle storte "ottime e abbondanti" prese...

Devo dire che avendo anch'io il piede cavo, essendo da sempre più che mai traballante e incerto in discesa ed avendo altresì da sempre utilizzato proprio La Sportiva - ancorché per la forma affusolata del piede - mi viene come pulce nell'orecchio il timore di aver preso una topica colossale.
Anche perché nel frattempo, perlomeno con l'ultima versione dei plantari - che uso da sempre - pure la calzata sembra essere diventata una tortura, stretta da una parte e larga (con relative vesciche) dall'altra...
io ho sempre usato e uso tutt'ora "solo" La sportiva proprio per la calzata stretta , mai avuto problemi ne di storte o di altro .... diciamo che ha una calzata particolare ...
 
Ci può anche stare che davvero non sia il mio numero, ma il problema di questa suola altissima (e aggiungerei con appoggio piuttosto stretto sotto il tacco....) è un dato di fatto. In tal senso sembra quasi uno scarpone da alpinismo. Potete suggerirmi un'alternativa su cui orientarmi ?
 
Ci può anche stare che davvero non sia il mio numero, ma il problema di questa suola altissima (e aggiungerei con appoggio piuttosto stretto sotto il tacco....) è un dato di fatto. In tal senso sembra quasi uno scarpone da alpinismo. Potete suggerirmi un'alternativa su cui orientarmi ?
Sul sito lo danno per escursionismo alpino , ma secondo me lo usi piu in ambito alpino a quote basse, gia la suola semiramponabile dice la sua , ci cammini sulla neve , quello è il suo mondo ;) per trekking semplice io starei piu su un tradizionale TX5 alta di Lasportiva , o le Mescalito sempre alta di SCARPA
 
Io ho i trango guide GTX versione poi sostituita dai trango Trek che mio avviso sono di fattura molto peggiore. 2 amici li hanno presi e distrutti in 2 stagioni usandoli solo nel periodo estivo, inizio autunno e fine primavera. Io li ho ancora invece.
Ho il piede cavo e scarno e soffro di metatarsalgia.
La prima cosa che volevo dire è il plantare che quando suda il piede si muove, non cosa molto simpatica. Mai successo con gli Zamberlan che uso da quasi 40 anni. E questo plantare è poi piuttosto fino e poco sostenitivo. Quindi me ho preso uno di Zamberlan e sostituito e va perfetto. Il problema è che lo scarpone si è ridotto di mezzo numero.
Altra cosa il prezzo....si tratta di uno scarponcino per quanto griffato non ha una lunga durata , il suo prezzo è alto. Io li ho trovati per caso in fabbrica a prezzo ridotto per un piccolo difetto praticamente invisibile.
Attacco per rampone: i ramponi si mettono solo per attraversare qualche breve nevaio che rimane a certe quote di estate. Non hanno una suola per tenere il rampone. Ma quando li presi a ziano di Fiemme in fabbrica ho avuto la conferma dal venditore.
Ora mi trovo bene con dei fitwell che uso per estate. Poi Zamberlan tutta la vita.
 
Io ho i trango guide GTX versione poi sostituita dai trango Trek che mio avviso sono di fattura molto peggiore. 2 amici li hanno presi e distrutti in 2 stagioni usandoli solo nel periodo estivo, inizio autunno e fine primavera. Io li ho ancora invece.
Ho il piede cavo e scarno e soffro di metatarsalgia.
La prima cosa che volevo dire è il plantare che quando suda il piede si muove, non cosa molto simpatica. Mai successo con gli Zamberlan che uso da quasi 40 anni. E questo plantare è poi piuttosto fino e poco sostenitivo. Quindi me ho preso uno di Zamberlan e sostituito e va perfetto. Il problema è che lo scarpone si è ridotto di mezzo numero.
Altra cosa il prezzo....si tratta di uno scarponcino per quanto griffato non ha una lunga durata , il suo prezzo è alto. Io li ho trovati per caso in fabbrica a prezzo ridotto per un piccolo difetto praticamente invisibile.
Attacco per rampone: i ramponi si mettono solo per attraversare qualche breve nevaio che rimane a certe quote di estate. Non hanno una suola per tenere il rampone. Ma quando li presi a ziano di Fiemme in fabbrica ho avuto la conferma dal venditore.
Ora mi trovo bene con dei fitwell che uso per estate. Poi Zamberlan tutta la vita.
non so chi tu abbia trovato in negozio , ma dirti che i Trango Tech Leather GTX non tengono il rampone è ridicolo , hanno la suola semi ramponabile , certo non ci fai cascate , ma non e' uno scarpone da trekking , ci fai alpinismo , anche invernale e la neve è il suo ambiente ideale ...
 

Allegati

non so chi tu abbia trovato in negozio , ma dirti che i Trango Tech Leather GTX non tengono il rampone è ridicolo , hanno la suola semi ramponabile , certo non ci fai cascate , ma non e' uno scarpone da trekking , ci fai alpinismo , anche invernale e la neve è il suo ambiente ideale ...
Un dipendente di la sportiva, ma me ne sono accorto anche io. Il rampone lo tiene certo ma non è uno scarpone fatto per fare un ghiacciaio. Per camminarci una giornata coi ramponi d inverno a 2000m. Anche la tomaia ha uno spessore non tipico per l inverno e la fodera GTX non è insulated. In primavera su neve ci sono andato anche io ma d inverno a -15 uso altro. Poi uno fa quello che vuole. Se gli bollono i piedi anche d inverno a -15 ottimo. Io ho avuto freddo a 2000m d inverno e non c'era tanta neve. Dalle mie parti fa freddo. A 1500 -20 d inverno è una temperatura frequente.
 
Un dipendente di la sportiva, ma me ne sono accorto anche io. Il rampone lo tiene certo ma non è uno scarpone fatto per fare un ghiacciaio. Per camminarci una giornata coi ramponi d inverno a 2000m. Anche la tomaia ha uno spessore non tipico per l inverno e la fodera GTX non è insulated. In primavera su neve ci sono andato anche io ma d inverno a -15 uso altro. Poi uno fa quello che vuole. Se gli bollono i piedi anche d inverno a -15 ottimo. Io ho avuto freddo a 2000m d inverno e non c'era tanta neve. Dalle mie parti fa freddo. A 1500 -20 d inverno è una temperatura frequente.
Si ma tu stai paragonando i trango trek , lui ha i trango TECH , e il rampone semi lo tiene e anche bene
 
La sensazione di tallone che si alza dal tacco potrebbe essere un "sintomo" di scarpa troppo grande.

In quanto al feeling con la scarpa... purtroppo può succedere, e purtroppo non sempre lo si può comprendere al momento dell'acquisto, provando le scarpe per pochi minuti e in situazioni che non sono poi quelle del reale utilizzo.

Due anni fa anche io ho acquistato un paio di La Sportiva Nepal Trek, scarpa davvero bella, strutturata, peccato che non c'è stato il feeling, anzi pur essendo il numero giusto la pianta era troppo stretta per il mio piede. Al momento dell'acquisto non me ne sono accorto, ma durante le escursioni lunghe...

Così ho dovuto sostituirle con un paio di SCARPA RIBELLE HD, con le quali fino ad oggi ho u ottimo rapporto e mi ci trovo molto bene.
 
Si ma tu stai paragonando i trango trek , lui ha i trango TECH , e il rampone semi lo tiene e anche bene
Parlo di trango tech. Il rampone lo tengono bene ma non sono adatti a fare certe cose come ho detto e non sono nemmeno caldi e non sono solo io che lo ho detto, me lo ha detto il venditore a ziano di Fiemme nella sede di la sportiva che avrebbe avuto tutto l interesse a vendermelo. Il trango tech sostituisce i trango guide ( che possiedo) e anche questo non lo dico io. Come termicita' sono uguali e questo non lo dico io.
Il mio amico di escursioni a parte i Nepal Cube ha sia i trango guide come i miei che comprò insieme a me a ziano scontati con un piccolo difetto sia successivamente prese i tech. Dopo un uso di 2 anni i tech li ha distrutti, i guide sono ancora integri. Ed il suo giudizio va comunque a favore dei guide. Quanto alla termicita' entrambi non sono un granché. Li ha usati anche in inverno ma dopo diverse ghiacciate ai piedi ha usato sempre i Nepal più pesanti e ingombranti ma molto più caldi. Un giorno intero nella neve sotto zero a 2000 lo senti. Quando avevo 20-30 non soffrivo il freddo ora sì e anche il mio amico. Ci vuole una tomaia sui 2.8-3 mm e una fodera goretex insulated.
 
Parlo di trango tech. Il rampone lo tengono bene ma non sono adatti a fare certe cose come ho detto e non sono nemmeno caldi e non sono solo io che lo ho detto, me lo ha detto il venditore a ziano di Fiemme nella sede di la sportiva che avrebbe avuto tutto l interesse a vendermelo. Il trango tech sostituisce i trango guide ( che possiedo) e anche questo non lo dico io. Come termicita' sono uguali e questo non lo dico io.
Il mio amico di escursioni a parte i Nepal Cube ha sia i trango guide come i miei che comprò insieme a me a ziano scontati con un piccolo difetto sia successivamente prese i tech. Dopo un uso di 2 anni i tech li ha distrutti, i guide sono ancora integri. Ed il suo giudizio va comunque a favore dei guide. Quanto alla termicita' entrambi non sono un granché. Li ha usati anche in inverno ma dopo diverse ghiacciate ai piedi ha usato sempre i Nepal più pesanti e ingombranti ma molto più caldi. Un giorno intero nella neve sotto zero a 2000 lo senti. Quando avevo 20-30 non soffrivo il freddo ora sì e anche il mio amico. Ci vuole una tomaia sui 2.8-3 mm e una fodera goretex insulated.
Bho , va a pareri , io ho i trango cube , e fino a 3000 per creste e canali mai avuto problemi , anche da fermo a far sicura ... per il tallone che si muove può darsi che non lo allacci bene , piu la suola è rigida più tenta a muoversi camminando su terreno roccioso , e quelli hanno la suola abbastanza rigida ... secondo me il venditore gli ha venduto quello che aveva o ha capito male , non puoi usare i tech per fare trekking a 1500 di quota , è rova già strutturata per un certo livello
 
Bho , va a pareri , io ho i trango cube , e fino a 3000 per creste e canali mai avuto problemi , anche da fermo a far sicura ... per il tallone che si muove può darsi che non lo allacci bene , piu la suola è rigida più tenta a muoversi camminando su terreno roccioso , e quelli hanno la suola abbastanza rigida ... secondo me il venditore gli ha venduto quello che aveva o ha capito male , non puoi usare i tech per fare trekking a 1500 di quota , è rova già strutturata per un certo livello
I trango cube sono tutta un'altra cosa rispetto ai trango tech.
Sottoporre, tomaia e suola sono diversi. E la suola e il sottopiede come anche l intersuola distinguono lo scarpone prettamente alpinistico che può essere usato in modo prolungato coi ramponi. I cube sono nettamente più rigidi dei tech.
Pur non essendo un modello invernale i cube sono più isolanti dei tech.
 
Ultima modifica:
Riprendo la discussione, e torno a disturbarvi, perché alla fine non ho capito cosa dovrei provare preferibilmente in negozio. Dall'ultimo messaggio ho fatto qualche altra uscita ma il feeling con le Trango Tech è sempre lo stesso: sui sentieri mi sembra di camminare con degli scarponi da sci, e sulle pietraie prendo una storta dietro l'altra chiaramente a causa dell'altezza della suola che mi fa un effetto "zeppa" (andando a peggiorare il mio fisiologico problema di piede cavo), oltre che per il fatto che probabilmente sono almeno 1/2 numero troppo grandi.
Non ho bisogno di uno scarpone del genere, voglio una scarpa alta che mi sostenga la caviglia ma qualcosa che mi dia un feeling migliore con il terreno.
Devo provare TX5 e Mescalito ? Mi consigliate anche qualcos'altro ? E le Zamberlan che ha citato @francescogulag74 dove le posso trovare nella mia zona (Cuneo) ?
 
Secondo me devi capire a cosa ti serve uno scarpone , quello che hai preso è semiramponabile , quindi la suola è bella rigida , da usare con la neve preferibilmente... i mescalito son da trekking puro , suola per camminare ... se non ti servono i ramponi prova le mescalito , provale in negozio prima
 
Riprendo la discussione, e torno a disturbarvi, perché alla fine non ho capito cosa dovrei provare preferibilmente in negozio. Dall'ultimo messaggio ho fatto qualche altra uscita ma il feeling con le Trango Tech è sempre lo stesso: sui sentieri mi sembra di camminare con degli scarponi da sci, e sulle pietraie prendo una storta dietro l'altra chiaramente a causa dell'altezza della suola che mi fa un effetto "zeppa" (andando a peggiorare il mio fisiologico problema di piede cavo), oltre che per il fatto che probabilmente sono almeno 1/2 numero troppo grandi.
Non ho bisogno di uno scarpone del genere, voglio una scarpa alta che mi sostenga la caviglia ma qualcosa che mi dia un feeling migliore con il terreno.
Devo provare TX5 e Mescalito ? Mi consigliate anche qualcos'altro ? E le Zamberlan che ha citato @francescogulag74 dove le posso trovare nella mia zona (Cuneo) ?
Se prendi una storta dietro l altra potresti avere qualche problema articolare. Anche io ho il piede cavo e soffro di metatarsalgia. Ho dovuto rivolgermi a un fisioterapista che conosco che ha una sanitaria e mi ha fatto lo studio della camminata e plantari su misura piuttosto scomodi all' inizio poi meglio
--- Aggiornamento ---

Le trango tech non sono certo tra gli scarponcini più rigidi ma le tx5 sono certo molto più morbide. Tutto dipende da cosa intendi farci.
Quanto a Zamberlan non credo troverai niente nei negozi di Cuneo
 
@Mauro S
@francescogulag74
come specificato nel primo post faccio delle semplici passeggiate escursionistiche a laghi e rifugi alpini tra aprile e ottobre, roba da max 6-7 ore A/R e 1000 mt di dislivello su sentieri tracciati, alla peggio con qualche passaggio su pietraia.
--- Aggiornamento ---


Aggiungo: non credo di avere problemi articolari anche perché col mio vecchio scarponcino non ho mai riscontrato problemi di stabilità. Qui ritengo che ci siano 3 concause:
1. la suola particolarmente alta
2. la superficie di appoggio poco ampia
3. il numero troppo grande per il mio piede
--- Aggiornamento ---

Quanto a Zamberlan non credo troverai niente nei negozi di Cuneo
Vedo ora nel sito del negozio di Cuneo dove mi servo normalmente che hanno anche Zamberlan tra i marchi. Nel caso quale modello dovrei provare ?
--- Aggiornamento ---

A proposito della superficie di appoggio della suola, mi sono divertito a mettere a confronto le tre scarpe in questione...... :eek:
 

Allegati

Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso