Trekking La Via degli Dei in autunno.

Data: 8-12 ottobre 2020
Regione e provincia: Emilia Romagna - Toscana
Località di partenza: Stazione centrale Bologna
Località di arrivo: Stazione Santa Maria Novella di Firenze
Tempo di percorrenza: 5 giorni
Chilometri: 136 km
Descrizione delle difficoltà: fango e sentieri scivolosi in caso di piogge continue, poche fonti, sorgenti, fontanelle
Periodo consigliato: da primavera all'autunno
Segnaletica: ottima, tranne nelle città
Dislivello in salita: 4350 mt
Dislivello in discesa: 4350 mt
Quota massima: 1200 mt

Questo trekking l'ho deciso quasi all'ultimo. Essendo un percorso molto frequentato, soprattutto nell'ultimo anno e in tutti i periodi, alcune strutture erano piene. Quindi per avere la massima libertà di movimento ho deciso di portarmi una tenda, un buon sacco a pelo invernale, un materassino: il mio zaino da 70 litri alla fine pesava 16 kg.
Per fare questo percorso in comodità sono previsti 6 giorni, come descrive la guida. Io ho deciso di accorpare le ultime due tappe in una, facendolo in 5 giorni. In altro periodo e con zaino più leggero si potrebbe unire anche le terza e quarta tappa, finendo il giro in 4 giorni, senza troppi patemi per chi è abituato a camminare oltre i 30 km al giorno.

Ora le foto e le tracce gps divise per tappe:

1° tappa - dalla stazione di Bologna a Brento (32,8 km - 1100 mt dislivello + )
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-1-5-da-bologna-a-brento-58584234
Il punto iniziale ufficiale del percorso è Piazza Maggiore. Molto interessante la salita a San Luca con il suo interminabile porticato. Poi un po' noioso il tragitto lungo il Reno. Molto interessante la salita al Monte Adone. Dormito al circolo sportivo di Brento in tenda

01.jpg


02.jpg


03.jpg


04.jpg


05.jpg


06.jpg


2° tappa - da Brento a Madonna dei Fornelli (21,7 km - 890 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-2-5-da-brento-a-madonna-dei-fornelli-58584629
Tappa un po' noiosa all'inizio fino a Monzuno, su strada statale. Poi si comincia a salire e diventa più interessante fino a Madonna dei Fornelli, dove ho dormito in un B&B

07.jpg


08.jpg


09.jpg


3° tappa - da Madonna dei Fornelli a Monte di Fo (19,8 km - 670 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-3-5-da-madonna-dei-fornelli-a-monte-di-fo-58584851
Tappa che inizia subito in salita ed entra nell'area appenninica più interessante fino ad arrivare a quota 1200 mt. Oggi si passa il confine regionale poco prima del Passo della Futa. Qui si trova anche il cimitero germanico, dove sono sepolti più di 30000 soldati tedeschi deceduti sulla linea goitca, negli ultimi momenti della seconda guerra mondiale (perlopiù giovanissimi). A tratti è possibile vedere l'antica strada romana Flaminia Militare, scoperta quasi per caso circa 40 anni fa. Giornata a tratti nebbiosa, ma ci stava bene con il periodo autunnale. Dormito in tenda a Monte di Fo poco sotto il Passo della Futa

10.jpg


11.jpg


12.jpg


13.jpg


14.jpg


15.jpg


16.jpg


17.jpg


18.jpg


19.jpg


20.jpg


21.jpg


22.jpg


23.jpg


24.jpg


25.jpg


4° tappa - da Monte di Fò a San Piero a Sieve (23,6 km - 480 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-4-5-da-monte-di-fo-a-san-piero-a-sieve-58587607
Tempo piovoso da inizio a fine tappa, senza soste. I sentieri erano diventati dei piccoli fiumi. Quindi tutta una tirata fino a fine tappa, dove ho dormito in un affittacamere.

26.jpg


27.jpg


5° tappa da San Piero a Sieve alla stazione di Firenze (38,6 km - 1190 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-5-5-da-san-piero-a-sieve-a-firenze-58587805
Oggi mi aspettava una bella tappa lunga, quindi sono partito abbastanza presto (7,30). Per fortuna il tempo è stato clemente ed è piovuto solo all'inizio e poco.
Ma spesso s'incontravano tratti molto fangosi. Molto bella la campagna del Mugello ed entusiasmante la vista di Firenze dalle colline e poi da Fiesole.
Arrivato a Piazza della Signoria un po' di corsa, giusto per scattare la foto di rito di fine cammino . Sono riuscito a prendere il treno prenotato delle 18,00, per una manciata di minuti

28.jpg


29.jpg


30.jpg


31.jpg


32.jpg


33.jpg


34.jpg


35.jpg
 
Bel giro e bei posti.. volevo.. o meglio voglio farla. Ma non so se optare questo periodo max fino a novembre. Oppure aspettare prossimo anno sperando si calmi un po' la situazione covid.
 
Sei sparito per un po' e mi riappari con questo colpo di classe!
È una sgambata che ho in lista da anni e a cui penso ogni volta che in treno passo in 30 minuti fra Firenze e Bologna, ma che non mi decido a pianificare. A parte la difficoltà lavorativa e familiare di trovare 5 giorni di fila, mi chiedo se pur trovandoli non valga la pena di impiegarli altrimenti. Che mi dici?
Comunque la tappa nebbiosa è quella che ti ha regalato le foto più stupende e suggestive.
 
Sei sparito per un po' e mi riappari con questo colpo di classe!
È una sgambata che ho in lista da anni e a cui penso ogni volta che in treno passo in 30 minuti fra Firenze e Bologna, ma che non mi decido a pianificare. A parte la difficoltà lavorativa e familiare di trovare 5 giorni di fila, mi chiedo se pur trovandoli non valga la pena di impiegarli altrimenti. Che mi dici?
Comunque la tappa nebbiosa è quella che ti ha regalato le foto più stupende e suggestive.
ahhh, in realtà ho continuato sia a camminare che a seguire il forum, ma avevo poco tempo per pubblicare qualcosa d'interessante.
Ho fatto questo cammino più per curiosità che per altro. Ad essere sincero, non mi piace camminare troppo in ambienti boschivi, soprattutto se privi di panorama, ma ero curioso di sapere il motivo che spinge tantissime persone a percorrere questo tratto, anche più volte. Pare che sia il trekking di più giorni più frequentato in Italia e vedendo la gente che c'era fuori stagione, soprattutto giovani, non posso che confermarlo.
Quindi le aspettative, vedendo anche altre foto di camminatori, erano basse. Non posso dire che mi ha stupito notevolmente, ma nemmeno dispiaciuto.
Ha il vantaggio di iniziare e finire in due bellissime città, facilmente raggiungibili con l'alta velocità, che ti permette quindi di iniziare il giorno stesso dell'arrivo e riprendere il giorno stesso il treno quando si finisce.
L'uscita da Bologna, con il lunghissimo porticato fino a San Luca e la vista da Firenze prima dalle colline, poi da Fiesole con l'arrivo in Piazza della Signoria, già vale metà viaggio.
I boschi nella parte centrale, spesso si aprono in grandi panorami, che danno soddisfazione all'animo. Poi la campagna ordinata del Mugello, merita molto. E' un crescendo, molto meglio la parte Toscana.
La cosa che un po' mi ha deluso è la totale assenza di paesi e borghi storici, che spesso siamo abituati a vedere nel centro Italia. Ma questa cosa è in parte sopperita dall'ottima cucina e accoglienza del posto.
Un'altra cosa negativa è che essendo così frequentato, bisogna prenotare in anticipo le varie sistemazioni, per evitare il rischio di non trovare nulla, a meno che non ti porti una tenda come ho fatto io.
Con uno zaino leggero (max 6/7 kg) e buone scarpe, penso che la farai tranquillamente in 4 giorni.
Io oltre ai 16 kg di zaino, l'ho fatta tutta con i sandali.
 
Data: 8-12 ottobre 2020
Regione e provincia: Emilia Romagna - Toscana
Località di partenza: Stazione centrale Bologna
Località di arrivo: Stazione Santa Maria Novella di Firenze
Tempo di percorrenza: 5 giorni
Chilometri: 136 km
Descrizione delle difficoltà: fango e sentieri scivolosi in caso di piogge continue, poche fonti, sorgenti, fontanelle
Periodo consigliato: da primavera all'autunno
Segnaletica: ottima, tranne nelle città
Dislivello in salita: 4350 mt
Dislivello in discesa: 4350 mt
Quota massima: 1200 mt

Questo trekking l'ho deciso quasi all'ultimo. Essendo un percorso molto frequentato, soprattutto nell'ultimo anno e in tutti i periodi, alcune strutture erano piene. Quindi per avere la massima libertà di movimento ho deciso di portarmi una tenda, un buon sacco a pelo invernale, un materassino: il mio zaino da 70 litri alla fine pesava 16 kg.
Per fare questo percorso in comodità sono previsti 6 giorni, come descrive la guida. Io ho deciso di accorpare le ultime due tappe in una, facendolo in 5 giorni. In altro periodo e con zaino più leggero si potrebbe unire anche le terza e quarta tappa, finendo il giro in 4 giorni, senza troppi patemi per chi è abituato a camminare oltre i 30 km al giorno.

Ora le foto e le tracce gps divise per tappe:

1° tappa - dalla stazione di Bologna a Brento (32,8 km - 1100 mt dislivello + )
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-1-5-da-bologna-a-brento-58584234
Il punto iniziale ufficiale del percorso è Piazza Maggiore. Molto interessante la salita a San Luca con il suo interminabile porticato. Poi un po' noioso il tragitto lungo il Reno. Molto interessante la salita al Monte Adone. Dormito al circolo sportivo di Brento in tenda

Vedi l'allegato 214753

Vedi l'allegato 214754

Vedi l'allegato 214755

Vedi l'allegato 214756

Vedi l'allegato 214757

Vedi l'allegato 214758

2° tappa - da Brento a Madonna dei Fornelli (21,7 km - 890 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-2-5-da-brento-a-madonna-dei-fornelli-58584629
Tappa un po' noiosa all'inizio fino a Monzuno, su strada statale. Poi si comincia a salire e diventa più interessante fino a Madonna dei Fornelli, dove ho dormito in un B&B

Vedi l'allegato 214759

Vedi l'allegato 214760

Vedi l'allegato 214761

3° tappa - da Madonna dei Fornelli a Monte di Fo (19,8 km - 670 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-3-5-da-madonna-dei-fornelli-a-monte-di-fo-58584851
Tappa che inizia subito in salita ed entra nell'area appenninica più interessante fino ad arrivare a quota 1200 mt. Oggi si passa il confine regionale poco prima del Passo della Futa. Qui si trova anche il cimitero germanico, dove sono sepolti più di 30000 soldati tedeschi deceduti sulla linea goitca, negli ultimi momenti della seconda guerra mondiale (perlopiù giovanissimi). A tratti è possibile vedere l'antica strada romana Flaminia Militare, scoperta quasi per caso circa 40 anni fa. Giornata a tratti nebbiosa, ma ci stava bene con il periodo autunnale. Dormito in tenda a Monte di Fo poco sotto il Passo della Futa

Vedi l'allegato 214762

Vedi l'allegato 214763

Vedi l'allegato 214764

Vedi l'allegato 214765

Vedi l'allegato 214766

Vedi l'allegato 214767

Vedi l'allegato 214768

Vedi l'allegato 214769

Vedi l'allegato 214770

Vedi l'allegato 214771

Vedi l'allegato 214772

Vedi l'allegato 214773

Vedi l'allegato 214774

Vedi l'allegato 214775

Vedi l'allegato 214776

Vedi l'allegato 214777

4° tappa - da Monte di Fò a San Piero a Sieve (23,6 km - 480 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-4-5-da-monte-di-fo-a-san-piero-a-sieve-58587607
Tempo piovoso da inizio a fine tappa, senza soste. I sentieri erano diventati dei piccoli fiumi. Quindi tutta una tirata fino a fine tappa, dove ho dormito in un affittacamere.

Vedi l'allegato 214778

Vedi l'allegato 214779

5° tappa da San Piero a Sieve alla stazione di Firenze (38,6 km - 1190 mt dislivello +)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/via-degli-dei-in-5-giorni-5-5-da-san-piero-a-sieve-a-firenze-58587805
Oggi mi aspettava una bella tappa lunga, quindi sono partito abbastanza presto (7,30). Per fortuna il tempo è stato clemente ed è piovuto solo all'inizio e poco.
Ma spesso s'incontravano tratti molto fangosi. Molto bella la campagna del Mugello ed entusiasmante la vista di Firenze dalle colline e poi da Fiesole.
Arrivato a Piazza della Signoria un po' di corsa, giusto per scattare la foto di rito di fine cammino . Sono riuscito a prendere il treno prenotato delle 18,00, per una manciata di minuti

Vedi l'allegato 214780

Vedi l'allegato 214781

Vedi l'allegato 214782

Vedi l'allegato 214783

Vedi l'allegato 214784

Vedi l'allegato 214785

Vedi l'allegato 214786

Vedi l'allegato 214787
Bello in bosco con le nebbie wagneriane !
 
Con uno zaino leggero (max 6/7 kg) e buone scarpe, penso che la farai tranquillamente in 4 giorni.
Io oltre ai 16 kg di zaino, l'ho fatta tutta con i sandali.
Ho visto, ho visto... avevi un aspetto un po' francescano.
Sai che anche io prediligo posti un po' più selvaggi e solitari... e poi ho ancora la Francigena da portare avanti.
Grazie per le informazioni
 
Mi ero perso questo splendido report. Complimenti per le fotografie e per l'averla fatta in parziale autonomia, mi è venuta una enorme voglia di partire.
Questo 2021 deve essere per me l'anno dei cammini ed ho messo la Via degli Dei in cima alla mia lista proprio perché incuriosito dall'enorme successo che ha.
La mia intenzione sarebbe di farla in 4 giorni e 3 notti dormendo in B&B o stanza da saccopelisti con zaino da massimo 5 kg.
 
Ultima modifica:
Mi permetto di consigliare anche il cammino di S. Benedetto, da Norcia a Montecassino. Molto meno frequentato, tocca molti piccoli borghi e abbazie che sono dei gioielli. In tutto sono 16 tappe. Fatto l'anno scorso. Bellissimo.
 
Mi ero perso questo splendido report. Complimenti per le fotografie e per l'averla fatta in parziale autonomia, mi è venuta una enorme voglia di partire.
Questo 2021 deve essere per me l'anno dei cammini ed ho messo la Via degli Dei in cima alla mia lista proprio perché incuriosito dall'enorme successo che ha.
La mia intenzione sarebbe di farla in 4 giorni e 3 notti dormendo in B&B o stanza da saccopelisti con zaino da massimo 5 kg.
Farlo in 4 giorni sta nelle tue capacità senza faticare più di tanto, poi se vai nella stagione giusta, puoi sfruttare al meglio le ore di luce!

Mi permetto di consigliare anche il cammino di S. Benedetto, da Norcia a Montecassino. Molto meno frequentato, tocca molti piccoli borghi e abbazie che sono dei gioielli. In tutto sono 16 tappe. Fatto l'anno scorso. Bellissimo.
Veramente bello in Cammino di San Benedetto, ho fatto alcuni pezzi singoli, mi manca di unire il tutto in un cammino più lungo. Sono convito che è più interessante rispetto alla Via degli Dei, soprattutto per i paesi e borghi che si attraversano e per la varietà di paesaggio.

L'intenzione di farlo sta li da tanto tempo, ma per un motivo o l'altro ho sempre rimandato.
Vorrei farlo comunque a pezzi tipo Norcia-Rieti Rieti-Mandela e poi si vedrà.
 
Farlo in 4 giorni sta nelle tue capacità senza faticare più di tanto, poi se vai nella stagione giusta, puoi sfruttare al meglio le ore di luce!



Veramente bello in Cammino di San Benedetto, ho fatto alcuni pezzi singoli, mi manca di unire il tutto in un cammino più lungo. Sono convito che è più interessante rispetto alla Via degli Dei, soprattutto per i paesi e borghi che si attraversano e per la varietà di paesaggio.

L'intenzione di farlo sta li da tanto tempo, ma per un motivo o l'altro ho sempre rimandato.
Vorrei farlo comunque a pezzi tipo Norcia-Rieti Rieti-Mandela e poi si vedrà.
Secondo me qui nel Centro Italia abbiamo dei cammini estremamente interessanti, il successo della Via degli Dei è dovuto sicuramente all'accessibilità con i mezzi pubblici e al fatto di unire due delle città più famose d'Italia. Oltre alla grande visibilità data da alcuni bravi e famosi You Tuber come The Walking Nose.

Se penso al già citato Cammino di San Benedetto, al CNP, al Cammino di San Francesco ma, soprattutto, alla Via dei Lupi, credo che siamo veramente in una delle zone più interessanti d'Italia per l'escursionismo di lunga distanza.

Tra l'altro mi sono studiato il nascituro Cammino della Regina Camilla che mi avevi consigliato e credo verrà fuori un itinerario super interessante!
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso