Escursione Lago del Dragone e Cima Pisciadù dal parcheggio per la Ferrata Tridentina

Dati

Data: 26/08/2020
Regione e provincia: Trentino Alto Adige, Bolzano
Località di partenza: parcheggio posto prima dal Passo Gardena (versante rivolto verso Colfosco)
Tempo di percorrenza: 5 h 45' circa (escluse le pause)
Chilometri: 8 circa
Segnaletica: perfetta
Dislivello in salita: 1350 m circa
Quota massima: 2985 m

Descrizione

Salita classica nel gruppo del Sella.
pisciadù.jpg

Sono partito dal parcheggio che si trova alla sinistra della strada per chi verso il passo di Gardena da Colfosco. Dal parcheggio prendo il sentiero 666A rimanendo colpito sin dalla partenza dal paesaggio presente alle mie spalle
P1050335.JPG

e dalla valle da superare
P1050339.JPG

stupendomi alla vista della tanta gente presente: mai visto tante persone lungo i sentieri in vita mia.
P1050340.JPG

Dopo aver superato un nevaio credo perenne
P1050341.JPG

comincia una tratto attrezzato a mio parere divertente sino a raggiungere un pianoro.
Pur avendo letto che il sentiero 677 è chiuso impedendomi la possibilità di fare un anello decido comunque di farne un tratto fiancheggiando diversi siti glaciologici fino ad una quota di circa 2800 m.
P1050352.JPG

In questo tratto rimango colpito dal Lech dl Dragon: un laghetto (talvolta più di uno, talvolta non presente) periglaciale (i bordi sono sbarrati dal ghiaccio) che non è presente in tutti gli anni, ed èsovrastato da un rock glacier (praticamente un ghiacciaio completamente ricoperto da detriti).
P1050353.JPG

P1050355.JPG

P1050364.JPG

Capendo perchè il sentiero è chiuso in corrispondenza della salita per la Forcella Camoscio (cavi metallici completamente distrutti) ritorno indietro sino a raggiungere il Rif. Pisciadù
P1050366.JPG

e il lago omonimo.
P1050369.JPG

Prendo così il sentiero per la Cima Pisciadù guardandomi di tanto in tanto il paesaggio retrostante
P1050370.JPG

avvistando in un secondo momento la cima
P1050371.JPG

per poi raggiungerla.
P1050375.JPG

Sosto ammirando il panorama: le Odle
P1050376.JPG

il gruppo montuoso che va dalla Cima Dieci alle Tofane,
P1050377.JPG

il Piz Boè che nasconde parzialmente la Marmolada,
P1050379.JPG

il circo glaciale dove stava il ghiacciaio del Mesules
P1050380.JPG

e l'altopiano del Sella.
P1050381.JPG

Soddisfatto ritorno al punto di partenza facendo lo stesso percorso della salita.
 
Ultima modifica:
Che posti stupendi!... ma pieni di gente. Non sono mai riuscito a fare la Tridentina, scacciato dalla fila di persone che ci sale durante il mese d'agosto. Ma quindi il Ponte Tibetano non è aperto?
 
Dati

Data: 26/08/2020
Regione e provincia: Trentino Alto Adige, Bolzano
Località di partenza: parcheggio posto prima dal Passo Gardena (versante rivolto verso Colfosco)
Tempo di percorrenza: 5 h 45' circa (escluse le pause)
Chilometri: 8 circa
Segnaletica: perfetta
Dislivello in salita: 1350 m circa
Quota massima: 2985 m

Descrizione

Salita classica nel gruppo del Sella.
Vedi l'allegato 213270

Sono partito dal parcheggio che si trova alla sinistra salendo per il passo di Gardena da Colfosco e prendo il sentiero 666A rimanendo colpito sin dalla partenza dal paesaggio presente alle mie spalle
Vedi l'allegato 213271

e dal valle da superare
Vedi l'allegato 213272

stupendomi alla vista della tanta gente presente, mai visto tante persone lungo i sentieri in vita mia.
Vedi l'allegato 213273

Dopo aver superato un nevaio credo perenne
Vedi l'allegato 213274

comincia una tratto attrezzato a mio parere anche divertente sino a raggiungere un pianoro.
Pur avendo letto che il sentiero 677 è chiuso impedendomi la possibilità di fare un anello decido comunque di farne un tratto fianceggiando diversi siti glaciologici fino ad una quota di circa 2800 m.
Vedi l'allegato 213275

In questo tratti rimango colpito dal Lech dl Dragon: un laghetto (talvolta più di uno) periglaciale (i bordi sono sbarrati dal ghiaccio) che non è presente tutti gli anni sovrastato da un rock glacier (praticamente un ghiacciaio completamente ricoperto da detriti).
Vedi l'allegato 213276

Vedi l'allegato 213277

Vedi l'allegato 213278

Capendo il perchè il sentiero è chiuso in corrispondenza della salita per la Forcella Camoscio (cavi metallici completamente distrutti) ritorno indietro sino a raggiungere il Rif. Pisciadù
Vedi l'allegato 213279

e il lago omonimo.
Vedi l'allegato 213280

Prendo così il sentiero per la Cima Pisciadù
Vedi l'allegato 213281

avvistandomi in un secondo momento la cima
Vedi l'allegato 213282

per poi raggiungerla.
Vedi l'allegato 213283

Sosto ammirando il panorama: le Odle
Vedi l'allegato 213284

il Gruppo da Cima Dieci alle Tofane,
Vedi l'allegato 213285

il Piz Boè che nasconde parzialmente la Marmolada,
Vedi l'allegato 213286

il circo glaciale dove stava il ghiacciaio del Mesules
Vedi l'allegato 213287

e l'altopiano del Sella.
Vedi l'allegato 213288

Soddisfatto ritorno al punto di partenza facendo lo stesso percorso della salita.
Già, quest'anno ad Agosto c'è stata molta gente nelle Dolomiti, più del solito.
Bella escursione e belle foto, grazie per la condivisione.
 
Che posti stupendi!... ma pieni di gente. Non sono mai riuscito a fare la Tridentina, scacciato dalla fila di persone che ci sale durante il mese d'agosto. Ma quindi il Ponte Tibetano non è aperto?
No no, la ferrata Tridentina è tutta aperta, anche se non c'entra nulla so che è diventata inagibile la ferrata Amalia: quella che sale per la cima del Montasio dal versante settentrionale
 
Ho fatto la ferrata il mese scorso, molto suggestiva sopratutto nel tratto che costeggia la cascata e l'attraversamento del ponte tibetano. Sono partito nel tardo pomeriggio ed ho incontrato solo una coppia lungo la via. Al rientro sono sceso dalla normale, ormai praticamente al buio, perdendo spesso la traccia del sentiero (la torcia mia aveva abbandonato:biggrin:).
 
Bellissimi posti, che hanno però l'inconveniente di avere l'avvicinamento troppo breve e quindi la ferrata e i sentieri risultano molto trafficati.
La Tridentina, penso che sia la ferrata più frequentata in Italia, già da diversi anni.
E' stata la mia prima ferrata, circa quindici anni fa: fatta di mattina molto presto in solitaria, pioveva all'inizio e non c'era tanta gente per fortuna
 


Alto Basso