Escursione Lago di Bolsena Walking Marathon 2021_54 km

Dati

Data: 29 agosto 2021
Regione e provincia: Lazio, Viterbo
Località di partenza: Montefiascone
Località di arrivo: Montefiascone (Lungolago)
Tempo di percorrenza: 8h 36 min totali
Chilometri: 54
Grado di difficoltà: T/E
Descrizione delle difficoltà: lunghezza, qualche passaggio su strade trafficate
Periodo consigliato: primavera/autunno ma anche inverno in giornate calde o estate in giornate fresche
Segnaletica: parzialmente presente (via Francigena)
Dislivello in salita: 555
Dislivello in discesa: 780
Quota massima: 579
Accesso stradale:
Traccia GPS: https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/lago-di-bolsena-walking-marathon-2021-82616231


Descrizione

Era da tempo che volevo confrontarmi con una distanza estrema ed ero altrettanto voglioso di tornare al lago di Bolsena che è uno dei miei posti del cuore ma che non avevo mai frequentato in chiave escursionistica, così ho colto la palla al balzo e mi sono iscritto alla quinta edizione della maratona di camminata, rigorosamente non competitiva, che si svolge lungo le sue sponde e che percorre l'intero periplo di 54 km. Sono disponibili anche distanze inferiori, rispettivamente di 18 e 37 km, come ben spiegato sul relativo sito dagli ottimi organizzatori dell'associazione Via Francigena di Montefiascone. https://maratonalagodibolsena.it/
La giornata è splendida e fresca, ideale per camminare con un vento sostenuto che gonfia il lago e costringe a tenere un micropile per i primi km anche perché si parte alle 6.40 del mattino.
Si comincia da Piazza Roma, in paese, per andar sospesi tra splendide colline coltivate e boscate con l'immenso blu del lago a fare da sfondo e passando tra ulivi, vigneti, boschi incantati come quello di Turona in un continuo e splendido saliscendi.
Il passo è ottimo, viaggio intorno ai 7 km/h ma riesco comunque a godermi il paesaggio, le foto e i ristori (graditissimo quello con frutta fresca fornito da un'azienda agricola). L'arrivo a Bolsena (km 18) mi fa sentire "in cammino": il lago che si avvicina, il castello che passo dopo passo si fa più grande e in fondo sono proprio queste le sensazioni che cercavo. Da ora in poi l'altimetria spiana in modo abbastanza netto, anche se ancora graduale per un po', fino a toccare le sponde del lago in località San Lorenzo nuovo: l'emozione di osservare le onde da vicino è molto forte, riesco anche a fotografare un airone bianco che mi dà il benvenuto.
Da qui in poi rallento un po' perché si procede in piano e, anche se è strano dirlo per uno che viene dalle Paludi Pontine, non sono di certo in comfort zone perché sono abituato ai fondi vari della montagna e alle salite. Le selvagge sponde di Gradoli, con immensi canneti che svettano accanto alla sterrata, allietano la percorrenza e un super ristoro con vino, formaggi e salumi al km 37 mi illude che ormai si vada in scioltezza ma così non è: inizia la parte peggiore e meno piacevole della camminata in un'alternanza tra asfalto su strade trafficate e marciapiedi e per i miei piedi è tortura vera. Vorrei sentieri, salite, rocce ma si va inesorabilmente in piano in un passo eternamente costante e su una superficie che stanca il corpo e la mente.
Il lungolago di Capodimonte mi è molto familiare ed è sempre splendido nonostante lo sfruttamento turistico più sostenuto, dopo il piccolo borgo si devia verso una baia misteriosa in cui i piedi arrancano sulla sabbia in un abbraccio di boschi che si propendono sul lago come un tempo era ovunque.
L'arrivo a Marta dice che la meta è vicina ma mancano ancora tanti km di piano, di sterrato, di asfalto, di marciapiede. Le vesciche fanno male, i piedi sono ormai imballati e il passo è lento ma non si molla.
Finalmente l'arrivo sotto l'arco gonfiabile del traguardo con una scritta che recita "ARRIVO, hai percorso 54 km": togliersi le scarpe e mettere i piedi in acqua non è mai stato così bello.
Con uno sguardo si abbraccia quasi tutto il periplo infinito di questa caldera vulcanica splendida e mai soddisfazione fu più grande nel pensare di averla percorsa tutta a piedi, piedi dolenti come in un vero pellegrinaggio che celebra questo luogo unico.
Un applauso va certamente agli organizzatori e alle realtà locali che hanno partecipato a questo ambizioso progetto che è riuscitissimo in ogni suo aspetto.
 

Allegati

Ultima modifica:
Complimenti per la bella prova!
Ho visto ora il tracciato, che per una parte riprende il percorso della Francigena.
Meglio iniziare già da Montefiascone e terminare in riva al lago, si eliminano così un bel po' di salite impegnative.
 
Complimenti per la bella prova!
Ho visto ora il tracciato, che per una parte riprende il percorso della Francigena.
Meglio iniziare già da Montefiascone e terminare in riva al lago, si eliminano così un bel po' di salite impegnative.
Grazie, l'ho un po' pagata fisicamente con postumi inattesi ma non mi è dispiaciuta. Forse provo la 120 km anche se sono totalmente impreparato.
 
Non dovrei commentare percorsi così fuori dalla mia portata, ma non voglio far mancare i doverosi complimenti, anche per avere aperto un capitolo nuovo (mi sembra sia il primo post su questa specialità ma potrei sbagliare). La 100Km mi sembra un po' in stile Masoch, spero anche io che sia a tappe...
 
... in quanto giorni??
Eh in due giorni ma consecutivi. Si parte alle 10 del sabato e si deve arrivare entro le 18 di domenica quindi sono circa 30 ore e si cammina anche di notte.

Non dovrei commentare percorsi così fuori dalla mia portata, ma non voglio far mancare i doverosi complimenti, anche per avere aperto un capitolo nuovo (mi sembra sia il primo post su questa specialità ma potrei sbagliare). La 100Km mi sembra un po' in stile Masoch, spero anche io che sia a tappe...
Ti ringrazio! In realtà è alla portata di tutti previo un po' di allenamento, si può fare senza patemi a 5 km/h. In effetti nemmeno io avevo visto post sulle maratone di camminata che sono una bella realtà secondo me, anche se preferisco sempre l'escursionismo solitario.
Sì confermo il fatto che è un po' masochistica la 120, finirla è molto molto difficile e infatti se mi iscriverò difficilmente riuscirò ad arrivare alla fine. Parte da Siena ed arriva ad Acquapendente.

http://www.francigenaultramarathon.it/

Ci sono però diverse distanze: si va dai 20 km ai 120 passando per i 65 e i 35. Due anni fa ho fatto la 32 da Radicofani ad Acquapendente e mi è piaciuta.



Ecco il percorso:

226778
 
Ultima modifica:
Quando ero giovane :eek: ???!!! Ora vengo a cercarti per darti una capocciata. :)
:rofl:

Essendo più vicino ai 40 che i 30 ormai inizio a sentirmici.

ci sono stato qualche anno fa in vacanza ...ed è stata una vacanza di vero riposo.

Posto bellissimo soprattutto le zone più ...allo stato brado.
Decisamente, infatti il mio posto preferito è il lungolago di Gradoli. Comunque è un lago abbastanza intatto nel complesso.
 

Discussioni simili



Alto Basso