Informazione lago di como

#1
ciao a tutti, dopo il giro in bici del lago Maggiore e di quello di Garda,sto pensando di fare quello del lago di Como,ma a piedi.qualche consiglio?se potete aiutarmi per quanto riguarda delle buone strade,di cosa portare nello zaino(mai viaggiato a piedi,ma penso che debba portare un po' meno cose del solito,anche se carico tutto sulla schiena)e di qualche trucco per chi cammina a lungo.grazie.
 

#2
ciao,bellissima iniziativa!! penso che dovresti documentarti su siti specifici per i lunghi tragitti a piedi es. cammino di santiago o vie francigene e simili..e sui siti di qualcuno che viaggia a piedi.
Altra questione,fondamentale..: camminerai su asfalto o su sentieri in quota lungo il periplo del lago? è una differenza sostanziale da cui deriva anche l'equipaggiamento.
Su un altro forum ho letto il reportage di un tizio che ha seguito a piedi il corso del fiume Brembo dalla foce alla sorgente..cercalo magari ti puo' interessare!!
 
#3
Sul forum ci sono tanti utenti della zona. Ti scrivo perche' ho vissuto in zona molto tempo ed ho fatto quello che ti stai proponendo con l'auto diverse volte. Ti consiglio di prestare attenzione alle auto nelle zone di Menaggio,prima di arrivare a Dongo e nella parte interna dalla parte opposta di Menaggio perche' ci sono strettoie dove ti vedono all'ultimo momento.Sopra Lecco ti sconsiglio ai soli fini della vista del paesaggio,di non usare la superstrada che porta a Sondrio perche' ci sono delle lunghissime gallerie.Per il resto e' un bellissimo tour che ti ripaghera' con viste da cartolina.
 
#7
grazie piotr, guarda, io partiro' da casa (Tradate), ma devo ancora decidere se a piedi o in bici. Comunque se puoi consigliami piu' che altro le strade,perche' di solito mi accampo nei boschi,quindi non ho problemi in quel senso.ci sono molti tunnel,salite, pezzi di auto o superstrada? meglio girarlo in senso orario o anti orario?ci sono pezzi da evitare?i boschi lungo il lago in che stato sono? Grazie.
 
#8
non ho capito bene forse, ma se vuoi stare a camminare proprio quasi in riva al lago, direi che è impossibile: ci sono strade, proprietà private e così via..
se invece vuoi stare un po' più nell'entroterra, sulle montagne da dove il lago si vede costantemente, allora si può fare. anche se, in certi casi, dovrai comunque passare da zone civilizzate..
 
#9
no,non ho intenzione di stare fisicamente proprio in riva,ma di solito ce' sempre una strada provinciale che gira intorno ai laghi.in questo caso quella che sale in senso orario da como e' la ss340,ma da quanto leggo non sembra tanto bella per chi pedala come me o cammina.
 
#10
ah ok! beh in questa caso ti posso parlare di metà del percorso e ti posso dire che ci sono punti con strade molto strette (la parte da lecco a bellagio) e punti dove ci sono diverse gallerie (scendendo da colico, che è la punta a nord, verso lecco). comunque nulla di impossibile.. però non lo trovo il massimo da fare.. insomma stare su una strada a 50 metri dal lago a piedi non ha molto senso.. forse in bici un po' di più..
 
#11
Percorrere le rive è praticamente impossibile se non per brevi metri lungo i centri abitati.
La statale che parte da Como e sale verso Cernobbio e proseguo lungo il lago, si chiama Regina ed è BRUTTA da fare in macchina, IMPOSSIBILE da fare a piedi (a meno di non volersi fare dei chilometri camminando proprio sulla strada stessa con le macchine che ti sfiorano), BRUTTA da fare in bici a causa del traffico e delle dimensioni ridicole della strada.

Certo è che un sacco di gente, ogni giorno, percorre l'intero lago in bicicletta e a loro piace pure. Se poi vai di domenica puoi trovare gruppi interi di ciclisti che bloccano la strada facendo formare lunghissime colonne di auto che non hanno nessuna possibilità di sorpassare.

Il tratto lecchese è dotato di statale vecchia e statale nuova. La nuova è vietata alle biciclette -ovviamente a piedi non la si fa-; quella vecchia puoi farla in bici. Troverai gallerie e traffico.
Nei lunghi tunnel l'aria è irrespirabile perchè non ci sono impianti per la fuoriuscita dei gas e la visibilità molto bassa. Considera di avere sempre con te le torce per la bici e un gilet catarifrangente.

Buona pedalata!
 
#14
ahah che augurio! :p
comunque la situazione è questa, per quello dicevo che non ha molto senso..
diverso sarebbe il discorso facendo un percorso sulle montagne che danno tutte addosso al lago, facendo una sorta di alta via.. lì sì che sarebbe spettacolare.
vedresti cose del genere..
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/dc/LagoSanPrimo.jpg

ma credo servirebbe davvero molto tempo..
eheheh si capisce che io sono quello che rimane imbottigliato in auto perchè 3 ciclisti pretendono di pedalare uno a fianco dell'altro alla folle velocità di 28 Km/h? E quando succede -cioè quasi sempre- l'automobilista non ha nessuna possibilità di sorpasso :(

Certo, c'è stato anche chi ci ha provato, come un camioncino, tempo fa, che poi è stato inseguito da due ciclisti che al semaforo si sono arrampicati in cabina per picchiare l'autista che chiedeva loro di mettersi almeno in fila indiana per poter sorpassare. Entrambi condannati in seguito dal giudice. I ciclisti ovviamente.

Comunque la regina è un classico per i ciclisti, ma io -che vado in bicicletta- proprio non riesco a capire che gusto ci sia a macinare 60 Km in stradine che ti mostrano il lago per 10 secondi solo ogni 15Km; circondati da smog, macchine, camion, autobus, con il rischio di farsi stirare ad ogni metro percorso..... proprio non capisco o_O

Secondo me per ammirare l'intero lago di como conviene fare la Dorsale Lariana: è un percorso montano. Si parte da Como, si raggiunge a piedi o con funicolare Brunate, ci si incammina verso la cima del Boletto e poi si percorre il sentiero alto fino a scendere verso Bellagio, circondati dalle due sponde del lago, senza traffico, con panorami mozzafiato.
Da Como a Bellagio, a passo molto spedito, si può fare in giornata.

Da Bellagio si prende il battello e si torna a Como.
Stupendo
 
#16
La foto che hai linkato mostra la vista panoramica dalla cima del monte S. Primo. La tortuosa stradina bianca che si intravede verso il basso dell'immagine è una piccola strada bianca che conduce al rifugio Martina.

Da questa cima si vede bene come il lago si divide nei due rami e, proprio nel mezzo, c'è Bellagio.

Percorrendo la dorsale lariana che ho descritto si giunge a questa cima come ultima tappa del percorso. Da qui si inizia a scendere per terminare l'escursione.

Posti incantevoli
 
#17
Scusa il ritardo nel rispondere
siamo vicini di casa!!!! (io adesso vivo a 5 minuti da casa tua, magari conosci pure mia sorella che lavora a Tradate)
tornando al post.
vedo che ti hanno già abbondantemente risposto, e sconsigliato
è molto più fattibile fare il triangolo lariano, ossia da Como a Lecco lungo i due rami del lago
altrimenti puoi farti la via dei rifugi che dalla Val D'Intelvi porta in Valtellina
non è proprio sul lago, ma almeno non rischi di morire subito (investito) o a rate (smog)
 
#18
ok,scusate,so che mi avete dato gia molti consigli,ma avendo intenzione di fare viaggi in futuro a piedi o con mezzi che capitano viaggi piuttosto lunghi,voglio fare pratica,e il giro di un lago sembra semplice(almeno non ci si puo' perdere).quindi chiedo quest'info:a me serve solo una strada su cui sentire il rumore dei miei passi,il paesaggio(che credo girando il lago e' sempre bello no?)e dei boschetti.tra un paese e l'altro ci sono delle montagne con qualche bochetto no? o lungo le strade(mi sembra di aver capito comunque che conviene farla in senso orario partendo da como) sempre case senza interruzione?non ho bisogno di hotel ,b&b,e campeggi.solo di un pezzo di terra a qualche metro dalla strada dove accamparmi.come gia scritto,se volete saperne di piu' su chi sono e che viaggi ho appena cominciato a fare date un occhiata al mio blog,e se vi fa piacere lasciate un opinione,a me piace molto conoscere le impressioni di chi legge. :roll:allievo del vento
 

Contenuti correlati

Alto