• Informiamo tutti gli utenti che attualmente abbiamo un problema sul server che non ci permette di inviare e ricevere e-mail. Pertanto momentaneamente non è possibile effettuare nuove registrazioni e ricevere notifiche via mail. Stiamo provvedendo per risolvere il malfunzionamento nel più breve tempo possibile.

Leatherman surge - info su lame

Ciao a tutti,
volevo porre l'attenzione su di un aspetto che noto sulla mia Surge (magari per molti sarà banale ma sono ignorante in materia). Sono almeno un paio di volte che noto come il filo del lama si "alteri" facilmente (almeno per me) nel normale utilizzo del coltello. Cerco di spiegarmi meglio, nell'impiegare la lama su legno facendo lavoratti semplici (non è che la maltratti), noto come una perdita del filo con conseguenti imperfezioni dello stesso (foto in allegato). Ora, la domanda che mi pongo è: ma è possibile che l'acciaio impiegato sia così di basso livello?? A voi capita con altre Leatherman? Oppure è solo la mia?
Grazie!
 

Allegati

Ciao, non ho lo stesso problema ma anche io ho notato che la lama sia quella mezza seghettata per le corde che quella liscia tendono a rovinarsi facilmente. Non ricordo dove ma in rete avevo letto che si trattava di acciaio 440.

Inoltre nella zona degli ingranaggi che gestiscono apertura e la chiusura dei vari strumenti ho notato punte di ossidazione.
 
io ho sia una Surge che uno Swisstool. La qualità di quest'ultimo è molto più alta, sia per l'acciaio che per i meccanismi. Sulla surge ho dovuto rimuovere una marea di ruggine dopo un mese di inutilizzo; ho poi risolto dando uno sottile strato di vernice trasparente ed oliando.
 
Ciao a tutti,
volevo porre l'attenzione su di un aspetto che noto sulla mia Surge (magari per molti sarà banale ma sono ignorante in materia). Sono almeno un paio di volte che noto come il filo del lama si "alteri" facilmente (almeno per me) nel normale utilizzo del coltello. Cerco di spiegarmi meglio, nell'impiegare la lama su legno facendo lavoratti semplici (non è che la maltratti), noto come una perdita del filo con conseguenti imperfezioni dello stesso (foto in allegato). Ora, la domanda che mi pongo è: ma è possibile che l'acciaio impiegato sia così di basso livello?? A voi capita con altre Leatherman? Oppure è solo la mia?
Grazie!
Prova a riafillare la lama con un angolo leggermente piu grande di quello esistente e risolverai il problema di lavorare il legno.
 
Ciao, non ho lo stesso problema ma anche io ho notato che la lama sia quella mezza seghettata per le corde che quella liscia tendono a rovinarsi facilmente. Non ricordo dove ma in rete avevo letto che si trattava di acciaio 440.

Inoltre nella zona degli ingranaggi che gestiscono apertura e la chiusura dei vari strumenti ho notato punte di ossidazione.
Mah allora sarà la mia...bo? Io l'ossidazione l'ho avuta solo al mare con un po' di acqua che era rimasta...
 
io ho sia una Surge che uno Swisstool. La qualità di quest'ultimo è molto più alta, sia per l'acciaio che per i meccanismi. Sulla surge ho dovuto rimuovere una marea di ruggine dopo un mese di inutilizzo; ho poi risolto dando uno sottile strato di vernice trasparente ed oliando.
Non pensavo...io non ho mai avuto problemi di ossidazione fatta eccezione come dicevo per un po' di acqua di mare...
 
S
Grazie per la dritta ma....come faccio ad aumentare l'angolo? Grazie
Semplice. Quando afilli cerca di tenere il coltello con il dorso della lama più in su di quello che è adesso appoggiato sulla pietra. Si possono misurare gli angoli, ma ci vuole il goniometro è per angoli cosi non è facile.
Visto che il tuo coltello è con l'afillatura concava, appogia la lama con il filo sulla pietra, magari prima colora il filo con il pennarello. Poi il filo che otterai dovra essere più piccolo di quello esistente visto che terrai il coltello più "in piedi". Per esempio se adesso il filo ha circa 30°, dunque 15° per parte, dopo ne avrai 40° con 20° per parte.
 
S

Semplice. Quando afilli cerca di tenere il coltello con il dorso della lama più in su di quello che è adesso appoggiato sulla pietra. Si possono misurare gli angoli, ma ci vuole il goniometro è per angoli cosi non è facile.
Visto che il tuo coltello è con l'afillatura concava, appogia la lama con il filo sulla pietra, magari prima colora il filo con il pennarello. Poi il filo che otterai dovra essere più piccolo di quello esistente visto che terrai il coltello più "in piedi". Per esempio se adesso il filo ha circa 30°, dunque 15° per parte, dopo ne avrai 40° con 20° per parte.
Grazie della spiegazione!
 
Direi che aumentare l'angolo del microbisello è la cosa più giusta da fare, dovresti risolvere.. se non fosse così allora c'è qualche problema
 
Direi che aumentare l'angolo del microbisello è la cosa più giusta da fare, dovresti risolvere.. se non fosse così allora c'è qualche problema
Grazie, ora provo e vedo se riesco a risolvere...secondo te è possibile agire con il lanski (blademedic sharpener) o solo a pietra?spero di risolvere perché mi dispiacerebbe dover smettere di usarla...
 
Non ho il blademedic e quindi non ti so dire, però puoi provare colorando il filo come ti è stato detto.. se vedi che effettivamente riesci a cambiare l'angolo in tempi accettabili va bene, altrimenti vai di pietra
 

Discussioni simili



Alto Basso