Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Normativa Leggi sull'uso del coltello

S

Speleoalp

Guest
Ma il mio discorso non è assolutamente legato alle normative, a cosa bisognerebbe fare o non fare per possedere delle armi e i modo migliori per farlo.
Ma sul forum c'era stata una diatriba sul "poterne parlare in maniera giustificata o sul non farlo perché sfora dalla "mission" del forum" e proprio da tantissimi utenti, compreso il "boss" era stato deciso che di armi da fuoco in discussioni pubbliche non se ne poteva parlare. A me non frega nulla... personalmente ero a favore e mi piacciono, non ho nessun problema anche e non parlarne. Anche se per quanto mi riguarda si può parlare di tutto e di più senza crearmi problemi... se una cosa non mi piace, non la guardo. Ma non mi astengo dal far notare che su alcuni argomenti ci sono state reclamazioni, critiche e poi perché "tac" che vengono rigirate per farle andar bene. Ripeto si parlava di ARMI DA FUOCO non coltelli in generale, ecc non per un mio "capriccio", a me piacciono e come dicevo non ho problemi a partecipare o no, senza discutere sui temi.
 
S

Speleoalp

Guest
Ultimamente sono stati anche un sacco di “fatti tristi” in Francia e in altri parti del mondo, basta ricordarsi il caso con gli ostaggi in negozio ebraico in Francia, un ragazzo ostaggio se non sbaglio aveva trovato per terra una pistola ma non e stato in grado di usarla. Cosa dire, il terrorista sapeva invece usare le armi molto bene. Dopo queste tragedie al poligono dove vado di solito ho trovato gente come mai prima, la gente si sveglia un po’ alla volta. Mi scusate OT ma vedere come un paio di terroristi tengono in ostaggio centinaia di persone mi fa impazzire. La mia domanda e ma quando succedono queste cose, tra centinaia di persone non c’è nessuno armato, polizia in borghese o bodyguard per opporre resistenza o si sono cagati sotto e fuggiti tutti?
Ma appunto, io non stò facendo un discorso contro di voi e quello che avete scritto sulle armi da fuoco, ma ci tenevo a precisare che a me hanno fatto un sacco di prediche e casini e quindi di fare okkio a non incappare anche voi in queste reclamazioni, da parte di utenti e del boss. Basandosi su argomenti che riguardassero Armi da fuoco. Tutto qui.

Però fa niente, continuate tranquilli a me piacciono questi argomenti e discorsi, non riesco a spiegare bene in concetto del mio primo intervento.
 
Ultima modifica di un moderatore:
Io credo che non dovrebbe essere nessuna restrizione sul divulgare esperienze e conoscenze in qualsiasi ambito, non solamente outdoor. Se non puzza di dittatura. E se ho detto la parola dittatura e perché ho vissuto in un paese (URSS) che e stato costruito utilizzando la dittatura del proletariato. Non e stato solo costruito ma anche a funzionato cosi. La dittatura del proletariato (operai ignoranti che non possedevano niente, e dunque non avevano niente da perdere) comandati dal partito corrotto. Loro sì che avevano una grande paura della gente e sapevano bene perché. Infatti se ritorniamo al nostro 3d per un coltellino in tasca in URSS ti davano fino a 9 anni di prigione. Le armi da fuoco erano solo per le forze del ordine. Le arti marziali !!!!!!! ERANO VIETATI. Avete capito bene????? Ma più le cose erano vietate più venivano praticate. :(:(:(
E alla fine sono andati a benedire con il loro partito, dittatura del proletariato e tutte le altre minchiate. :woot::woot::woot::si::si::si:
 
Di armi (vere) ne stiamo parlando marginalmente e come conseguenza di citazioni o richiami sull'argomento principale che è il coltello.

Non credo, spero, che questo turbi qualcuno ne l'amministratore che ha spostato questi ultimi post, non tutti, alcuni si sono aggiunti dopo, da un altro thread.

@olasvadas aveva aperto un gruppo di "cacciatori" nel forum per poter parlarne senza turbare troppo la sensibilità altrui .....

Ciao :si:, Gianluca
 

Alto Basso