Lettura dei grafici barometro gpsmap 64s

Un saluto a tutti questo è il mio primo post vero dopo quello di presentazione che ancora non mi è stato pubblicato (non capisco il perché, ha una riga sopra al titolo), premetto che ho cercato e letto quello che trovato qui ma anche altrove in merito alla lettura dello strumento in oggetto sul mio primo GPS il gpsmp64s della Garmin.
La difficoltà principale che ho avuto è quella di mettere in ordine tutte le informazioni carpite che variano anche significativamente fra forum d'oltreoceano o siti web privati, infatti stavo cercando un modo per imparare ad utilizzare il barometro integrato con cognizione di causa; le domande che ho (sperando che ci sia qualcuno che mi può rispondere) sono le seguenti:


1- Il GPS mi mette a disposizione due misure, quella della pressione barometrica e quella della pressione ambientale. Leggendo qui sul forum mi par di aver capito che sono la stessa cosa solo che la barometrica viene corretta dall'auto calibrazione del GPS in relazione all'altitudine(misurata). Bene, niente di trascendentale ma ai fini pratici cosa mi interessa di avere la pressione reale e quella corretta visualizzati in grafici distinti? Alla fine dei conti la variazione di quota è uno scostamento di pressione positivo o negativo corretto dal GPS (se richiesto) per aumentarne la precisione (viste le due fonti dati), per cui il valore in se e di per se importa relativamente(o sbaglio?).
Se invece ne faccio un uso di predizione metereologica che si può fare sia durante una salita (o una discesa) e non solo restando fermi dovrò semplicemente vedere di quanto è il delta e capire di quanto è salita o scesa la pressione, ergo, basterebbe un solo grafico di una sola misura per vederne l'andamento. Cosa sbaglio? Non penso che Garmin abbia messo il plot di due misure così a caso (ma visto il suo manuale pressoché inutile potrebbe anche essere).

2-Questa domanda mi sovviene dalla prima Infatti non ho trovato informazioni certe su come interpretare il valore di cambiamento della pressione P in un intervallo di tempo T. Alcuni dicono che se varia di 5-6 mbar sta per arrivare un fenomeno violento (alcuni, invece, 3 mbar) altrove dicono che 2-3mbar vogliono dire peggioramento in 12/24 ore, altri ancora che con 3mbar è meglio rifugiarsi in una grotta immediatamente se sei in quota. Insomma... un misto mare gamberetti. Il barometro appena acceso il GPS è affidabile da subito o meglio accenderlo un po’ prima in modo che si assesti anche in funzione dell'auto calibrazione?

3-Avendo da poco preso il GPS mi sto dilettando ad osservare il barometro durante i temporali di questi giorni dalle mie parti e onestamente durante il fenomeno di questa notte ho visto variazioni di pressione decise magari positive e poi negative in modo repentino(30 / 60 minuti), è normale?

4-Ho visto che l'altimetro anche se impostato su quota fissa continua a misurare delle variazioni di altezza, come mai? Non dovrebbero essere ignorate?
 
Ciao, anche io sto avendo molti dubbi in merito.
In particolare, per essere pratici: parto da 1600m e arrivo a 2400m. Logicamente, nel salire, la pressione diminuisce, ma allo stesso tempo potrebbe influirci il meteo in peggioramento o in miglioramento.
Considerando i valori che mi appaiono nei due schemi e la calibrazione automatica del 64S, quali dei due debbo usare per constatare l'evoluzione climatica?
 

Alto Basso