Lista di vegetali commestibili nel bosco

Guarda, io l'ho fatto ad occhio, circa 50 e 50, mezzo vaso d'olio e mezzo di fiori. Ora però non li trovi, siamo fuori stagione.
 
Oggi mi sono fatto una passeggiata nel bosco e mi sono accorto di quanto il bosco ci puó offrire, vedevo combustibile, cibo , medicine ovunque, prima di iniziare a interessarmi della natura vedevo zemplicemente un palloso ammasso di alberi :rofl::rofl:..
E mi sono stupito di quanto poco sappia la gente sugli alberi o sulle piante che ci circondano...:cry:
E pensare che queste cose le abbiamo imparate una decina di migliaia di anni fa
 
Io vorrei segnalare le buonissime "voliche" in dialetto teramano,ossia una cicoria selvatica molto fiorente fino ai 1600 mt .Grandi proprietà depurative per il fegato.In primavera manderò una foto speriamo.
 
Tra le piante che raccolgo e uso regolarmente cito quelle più semplici , facilmente reperibili e buone.
Sono piante che crescono sia a quote molto basse come i miei boschi di latifoglie in pianura, sia a quote più collinari o montane.
-Tarassaco (pissacan - raicio de can) ottimo sia come verdura tipo isalata, sia crudo che cotto, o come ottimo infuso curativo.
-Ortiche, come il tarassaco ma si può usare anche per condire ottimi risotti.
-Bruscandoli, vedi come le ortiche
-cicoria, sia usabile cruda che per fare una specie di infuso simile al caffè
-piantaggine comunissima, si può mangiare cruda tranquillamente tipo insalata, cresce ai bordi delle strade dove pisciano sempre i cani :p
-malva, pianta dalle mille proprietà, ne bevo un infuso a colazione tutti i giorni da moltissimi anni ormai, anche se non è sempre autoprodotto, ne ho comunque una pianta in giardino, è infestante , ogni tanto va un po limitata.
-camomilla, ottima come sappiamo tutti per l'infuso tranquillante, è facile trovarla in certe stagioni nei prati.
-bacche di rosa canina, nei miei boschi è facile da trovare assieme alle more dei rovi, se li mischi viene un infuso buonissimo e rosso assai ricco di vitamina c.
-nocciole, i miei boschi sono pieni di noccioli, buonissime e nutrienti
-pinoli
-asparago selvatico, quando andiamo al mare passo sempre qualche giorno in pineta a fare scorte di questa pianta speciale che produce un risotto a dir poco delizioso, poi lo porto a casa e lo preparo per metterlo in freezer.
-Funghi, ce ne sono parecchi di edibili, io non sono un mega esperto ma per fortuna la famiglia della mia compagna lo è , hanno fatto vari corsi di micologia e raccolgono e mangiano funghi regolarmente tutti gli anni da decenni, almeno 40 anni. Non è mai morto nessuno.
Io mi limito a raccogliere solo quelli di cui posso fidarmi, porcino, chiodino, finferli, gialletti ecc.
 
Io ho il patentino per la raccolta dei funghi che mi hanno fatto scoprire la montagna , più ho fatto diversi corsi ma soprattutto con gli anziani della famiglia un po di anni di esperienza. SCONSIGLIO VIVAMENTE in escursione o trekking di cibarsi di funghi di qualsiasi tipo anche i profumatissimi edulis o altri che potreste mangiare tranquillamente crudi a casa, non in escursione(Ovviamente potreste raccogliere per riportare a casa la sera e studiarlo o consumarlo)Non HANNO nessun valore nutritivo e sono comunque tossine e fibre non digeribili che appesantiscono la vostra escursione di un attivita intestinale accelerata diciamo così e un aumento di flautolenze con i funghi buoni. ZERO ENERGIA e RISCHIO ALTISSIMO se commettete errori.Nessuna utilità per i funghi in trekking.
 
ma non capisco dici in generale?
Cioè mangiare qualunque fungo non è nutrizionalmente significativo?
Boh non sono addentro alla questione ma ho sempre pensato che i funghi quelli buoni fossero alla fine cibo nutriente come altre cose. Se non sono molto nutrienti...peccato , sono così buoni che io proprio non ci rinuncerei per niente al mondo, concordo sul fatto di mangiarli in escursione che può avere i suoi pericoli o problemi inaspettati, ma a casa sono troppo buoni!
 
ma non capisco dici in generale?
Cioè mangiare qualunque fungo non è nutrizionalmente significativo?
Boh non sono addentro alla questione ma ho sempre pensato che i funghi quelli buoni fossero alla fine cibo nutriente come altre cose. Se non sono molto nutrienti...peccato , sono così buoni che io proprio non ci rinuncerei per niente al mondo, concordo sul fatto di mangiarli in escursione che può avere i suoi pericoli o problemi inaspettati, ma a casa sono troppo buoni!
I funghi sono buonissimi e li adoro ma sono solo 95 per cento di acqua e 5 per cento fibre non digeribili, in cui ci sono tossine( che possono essere innocue o letali comunque tossine, altre innescarsi con l'alcool , altre termolabili( spariscono con il calore ) ) e qualche minerale, o qualche principio attivo utile al l'organismo come alcuni funghi cinesi. TUTTI i funghi compreso i tartufi.
 
D

Derrick

Guest
I funghi sono buonissimi e li adoro ma sono solo 95 per cento di acqua e 5 per cento fibre non digeribili, in cui ci sono tossine( che possono essere innocue o letali comunque tossine, altre innescarsi con l'alcool , altre termolabili( spariscono con il calore ) ) e qualche minerale, o qualche principio attivo utile al l'organismo come alcuni funghi cinesi. TUTTI i funghi compreso i tartufi.
Mi se che 'sti funghi li maltratti un po' troppo :)

Qui dice che alla fine è roba buona e che fa bene, anzi ne dovremmo mangiare di più:
http://www.old.consiglio.basilicata.it/pubblicazioni/funghi/valore.pdf

Oppure con informazioni simili: https://alimentazioneesalute.wordpress.com/2013/10/23/funghi-caratteristiche-e-valori-nutrizionali/

Sono d'accordo che in escursione non bisogna mangiare funghi, ma, secondo me, in escursione non bisogna mangiare nulla di ciò che si trova sul posto. Quest'anno una intera famiglia è stata portata in elicottero in ospedale dai Lucretili perché s'era cibata di una di quelle erbe che la nonna raccoglieva tanto spesso... le piante hanno questo brutto vizio di assomigliarsi e c'è gente che s'avvelena credendo di mangiare cicoria!
 
iscritto :)

Oggi mi sono fatto una passeggiata nel bosco e mi sono accorto di quanto il bosco ci puó offrire, vedevo combustibile, cibo , medicine ovunque, prima di iniziare a interessarmi della natura vedevo zemplicemente un palloso ammasso di alberi :rofl::rofl:..
E mi sono stupito di quanto poco sappia la gente sugli alberi o sulle piante che ci circondano...:cry:
E pensare che queste cose le abbiamo imparate una decina di migliaia di anni fa
ti invidio. dovrei dare l'esame di botanica sistematica tra qualche mese, ed e' la mia bestia nera. non riesco a distinguere una sequoia da una margherita :cry::cry::cry:
 
Mi se che 'sti funghi li maltratti un po' troppo :)

Qui dice che alla fine è roba buona e che fa bene, anzi ne dovremmo mangiare di più:
http://www.old.consiglio.basilicata.it/pubblicazioni/funghi/valore.pdf

Oppure con informazioni simili: https://alimentazioneesalute.wordpress.com/2013/10/23/funghi-caratteristiche-e-valori-nutrizionali/

Sono d'accordo che in escursione non bisogna mangiare funghi, ma, secondo me, in escursione non bisogna mangiare nulla di ciò che si trova sul posto. Quest'anno una intera famiglia è stata portata in elicottero in ospedale dai Lucretili perché s'era cibata di una di quelle erbe che la nonna raccoglieva tanto spesso... le piante hanno questo brutto vizio di assomigliarsi e c'è gente che s'avvelena credendo di mangiare cicoria!
Lungi da un fungaiolo come me trattare male i funghi, ma non contengono sostanze energetiche o proteine, è vero che hanno sostanze benefiche alcuni, ma no energia , infatti mi riferisco solo in escursione, e soprattutto anche non in escursione , sapere cosa si coglie e consuma.
 

Alto Basso