Lungo il Sile col coltello tattico dell' E.I.

Ieri dopo pranzo sono andato a fare 2 passi lungo il Sile.
Ho portato con me il multiuso dell'Esercito Italiano, un coltello che presumo abbia una 40ina d'anni dal momento che veniva fornito fino alla fine degli anni '70.

Viene nominato tattico ma di tattico non ha nulla, è un rozzo chiudibile molto robusto. Nonostante la sua semplicità questa tipologia di lama ha seguito sul campo generazioni di soldati italiani e inglesi.

Le funzioni sono essenziali: apriscatole, lama, caviglia per impiombare e cacciavite ricavato dal prolungamento di una cartella.

http://youtu.be/W5s4FAvmGt0

Le rive del fiume....la vegetazione non manca!





Qualche foto del coltello e un pò di ca@@eggio









Qualche altra foto del fiume e delle rive









Ecco tutto, ciao! :)
 
il mio tattico era un unico ammasso di ruggine, quindi decisi in autonomia di sostituirlo con quello in alto nella foto.

fu una spyrozzata...
funzionava alla grande, ma la cosa mi rese molto impopolare tra gli ufficiali ed un mito tra i militari di truppa (anche perchè era affilato a rasoio)
 
il mio tattico era un unico ammasso di ruggine, quindi decisi in autonomia di sostituirlo con quello in alto nella foto.

fu una spyrozzata...
funzionava alla grande, ma la cosa mi rese molto impopolare tra gli ufficiali ed un mito tra i militari di truppa (anche perchè era affilato a rasoio)
Quello in alto l'ho avuto anche io; lo comperai in una coltelleria di Roma che ora non esiste più. Veniva spacciato per coltello tedesco da campo, comunque lo fa anche la olivetto.
Olivetto

Ho anche il coltello tattico dell'E.I.
 
Pure io ho quel coltello consegnatomi da militare una vita fa.
Mai usato ma lo conservo tra gli altri gelosamente.
Dovrò dargli una pulita e un'affilata visto che il suo -sporco- lavoro riesce a farlo. Almeno a guardare le tue foto.
 
Pure io ho quel coltello consegnatomi da militare una vita fa.
Mai usato ma lo conservo tra gli altri gelosamente.
Dovrò dargli una pulita e un'affilata visto che il suo -sporco- lavoro riesce a farlo. Almeno a guardare le tue foto.
Fidati, ne vale la pena. Nonostante tutto è un coltellini affidabile.
 
@ sile ricordo da scout piede tenero la prima volta che vidi questo misterioso arnese nelle meani del capo squadriglia!!! io come tutti i miei compagni eravamo incuriositi dal "coltello tattico" del papà del caposquadriglia che aveva usato quando aveva fatto il militare. In pratica un coltello da vela con apriscatole!! Restammo affascinati dal cacciavite tipo italiano che è quella linguetta di metallo che esce. Era la cosa più tecnologica in possesso della squadriglia!!!! wooow
 
Di nulla, anzi dovrei mettere molte più foto di quel bellissimo posto che è il fiume Sile:D

@Ferdinando

è simile ma non uguale ;)
Il coltello è lo stesso prodotto in centinaia di migliaia di esemplari da decine di fornitori e subfornitori per le forze armate italiane e inglesi dalla seconda guerra mondiale agli anni '80.
Poi ogni collezionista è convinto di avere il pezzo raro ...
(la mia è una provocazione) ;)
 
Il coltello è lo stesso prodotto in centinaia di migliaia di esemplari da decine di fornitori e subfornitori per le forze armate italiane e inglesi dalla seconda guerra mondiale agli anni '80.
Poi ogni collezionista è convinto di avere il pezzo raro ...
(la mia è una provocazione) ;)
Ma non è identico a quello fornito all'esercito fino alla fine anni 70 primi 80.

C'è qualche piccola differenza, per esempio l'aggiunta dell'apribottiglia sull'apriscatole ;)
 
a livello di arsenale furono fatte molte modifiche: la più comune è il taglio della caviglia per ridurre l'offensività dell'arma. La maggiore differenza (a livello di fornitori) tra i vari anni è che prima le guancette erano di bachelite e poi di plastica.
 
Se è la variante con l'apri bottiglia sull'apri scatole è più "raro" di quelli che normalmente si trovano (ne ho uno anche io), non ho idea di quanto sia più "raro" certo è che di quei coltelli (variante o non variante) ne hanno fatto una marea.

Ciao :), Gianluca
 
Infatti, il difficile di questo coltello non è trovarlo ma trovarlo in buone condizioni.

E' pur sempre un pezzo di 40 e passa anni fa passato di mano chissà quante volte.
 
questa estate in un mercatino dell'antiquariato/modernariato in un paesino delle marche
era pieno...
di fatto era l'unico coltello presente... alcuni i sembravano messi anche decentemente
 

Discussioni simili



Alto Basso