ma tutti viaggiano col coltello in tasca?

Io rispondo al titolo, ahah visto che indifferentemente dal contesto, non mi fà differenza.

Assolutamente NO... in certe circostanze (lavoro, attività in natura,...) tengo il coltello nello zaino o nel marsupio (lavoro).
Ma in tasca secondo filosofie del "poterlo prendere velocemente", no. Peggio ancora quelli sui cinturoni, spallacci, ecc...
Insomma... nelle vicinanze delle mani solo se devo farci qualcosa di costruttivo. Tutto lì.
 
In escursione nello zaino, lo prendo solo se serve.

L'EDC è un piccolo folder (3 cm di lama) ed è attaccato al portachiavi della macchina, se lo uso una volta al mese è tanto.
 
Ma in tasca secondo filosofie del "poterlo prendere velocemente", no. Peggio ancora quelli sui cinturoni, spallacci, ecc...

Non ho capito: in escursione non lo ritieni idoneo tenere un coltello in cintura o sullo spallaccio?

A volte, in escursione mentre si cammina, se serve è scomodo fermarsi, togliersi lo zaino, aprire lo zaino e prendere il coltello...
 
In escursione sempre al mio fianco o in tasca (se ci sta :biggrin: )
Al lavoro se sono in magazzino sempre in tasca ma solo folder.
Ammetto che anche quando sono in giro a far consegne col furgone, ho un vic nel furgone e un altro folder sempre in tasca, ma solo per abitudine.
 
Non ho capito: in escursione non lo ritieni idoneo tenere un coltello in cintura o sullo spallaccio?

A volte, in escursione mentre si cammina, se serve è scomodo fermarsi, togliersi lo zaino, aprire lo zaino e prendere il coltello...
Non lo ritengo idoneo e necessario per me e per come sono fatto. Mai avuto necessità urgenti, indispensabili di avere il coltello a portata di mano. Tutto quì. Mi sento a disagio a fare cose del genere mi sento "il Rambo esaltato di turno, ahah come se metto una maglia mimentica", ahahah A me non crea fastidio dovermi fermare, aprire lo zaino, ecc... anzi... é proprio uno dei tanti motivi per cui evito di fare escursioni con altre persone, ahah Per queste differenze filosofiche, d'approccio, ahahah

Ma sò, comprendo e rispetto chì vive diversamente. Ci mancherebbe altro.
 
Io ho la fortuna di avere la casa in montagna in mezzo al bosco attraverso la strada e sono a posto quindi sempre alla cintura se invece deva usare la macchina per sostarmi per sicurezza sempre nello zaino, tutti siamo consapevoli delle conseguenze se ci fermano le forze dell' ordine con addosso un coltello da sopravvivenza' survival o altro mi pare che e stata aperta una discussione nel forum non tanto tempo fa' in merito alla questione
--- Aggiornamento ---

Comunque in tasca ho sempre il mio fidato coltellino svizzero
 
Nella vita di tutti i giorni ho sempre con me un Victorninox. Non lo tengo in tasca ma nella borsa con cui vado al lavoro. Mi ha tolto di impaccio un paio di volte e continuerò a portarlo.
In escursione è un po' che non sento la necessità di portarmi dietro un coltellone. Mi basta qualcosa di piccolo e questo mi da la possibilità di averlo a portata di mano senza rischiare di passare per il RAMBO di turno. Di solito lo tengo in una delle tasche esterne del marsupio o della tracolla o del gilet multitasche. Dipende da quello che ho portato quel giorno.

PS.
Per evitare polemiche sottolineo che tenere il coltellone legato allo spallaccio o alla cintura A ME imbarazza perchè ho paura di passare un rambo esaltato se dovessi incontrare qualcuno. Ma questa è solo una cosa mia massimo, rispetto per chi ha idee diverse.
 
Al lavoro raramente in tasca ma sempre nel marsupio un mora eldris per sbucciare frutta e il mio fidatissimo victorinox, che mi accompagna poi in escursione stando in tasca o nel suo foderino nella cintura... Coltelli più grandi ma non coltelloni /acci sempre ed esclusivamente dentro lo zaino... Sono della stessa filosofia di Ciccio e Wildlife... Ovviamente rispetto tutte le filosofie perché ogni individuo la vede e la vive a proprio piacimento.
 
Nella tasca dello zaino ho uno ma in montagna porto i panini lo uso solo le rare volte che porto (o mi viene gentilmente offerta) una mela.

In casa ne ho diversi (consumismo?), tutti economici, provati magari su rami e rametti, ma praticando l'hiking (dal parcheggio alla cima e ritorno in mezza giornata o giù di lì) tempo e voglia di fermarsi a fare pratica mancano.

===

Se l'autore della discussione si riferisce al fenomeno socialecredo che questo riguardi gente che difficilmente si incontra sul forum: la domenica mattina non credo si alzino all' alba per andare in montagna...
 
Io quando vado in campagna ne porto uno in tasca perché serve sempre averlo a portata di mano.
Invece quando vado a fare escursioni/trekking lo tengo nello zaino.
In entrambi i casi parliamo di un folder
 
PS.
Per evitare polemiche sottolineo che tenere il coltellone legato allo spallaccio o alla cintura A ME imbarazza perchè ho paura di passare un rambo esaltato se dovessi incontrare qualcuno. Ma questa è solo una cosa mia massimo, rispetto per chi ha idee diverse.
Certo che il contesto è importante, dipende da che percorso si fa.

Non di rado frequentiamo posti selvaggi che se si inconta qualcuno è quasi un miracolo :biggrin:
 
Ciao,

tendenzialmente ho sempre un Vic con me:

in borsa uno Swisschamp se al lavoro,
in tasca un Huntsman se sono a spasso.

Mi capita di usarli per fare merenda o altre cacatine,
tipo apribottiglie (siamo in Veneto), pinzetta per le schegge, etc...

In escursione dipende... se vado dove c'è gente porto una lama tranquilla nello zaino.

Se sono dove piace a me, solitamente porto al fianco basta che non ecceda certe misure,
altrimenti sta nello zaino per evitare di passare per "el mato guera" di turno.

:biggrin:
 
Ma l'autore del post si è visto? :rofl:
Comunque io ho sempre con me il Vic Classic, soprattutto per le ottime e praticissime forbicine (ho il brutto vizio che mi si scheggiano le unghie come se non ci fosse un domani...).
In auto e in borsa mai (ricordiamoci le mille mila discussioni sul rischio denuncia se si ha un attrezzo atto ad offendere a portata di mano..).
Quando sono sul sentiero e nel bosco un folder in cintura ci sta, di solito un vecchio Fox, e il resto nello zaino.
 
Visto il messaggio dell'autore che ha aperto il thread direi che l'ambito a cui si riferisca NON sia quello escursionistico, salvo smentite :)
https://www.ilmessaggero.it/italia/lite_cane_bagnato_lucca_accoltellamento_uomo_in_fin_di_vita_ultime_notizie_news-5504725.html

spesso si leggono notizie come queste e mi chiedo "ma quanta gente viaggia col coltello in tasca e ne fa uso improprio e criminale?"
io no e comincio ad aver paura di aver un diverbio per strada...
Personalmente al di fuori dell'ambito escursionistico non porto nessun coltello, non ne sento la necessità. Per un pò di tempo ho portato appesa al portachiavi una cosa del genere

214082


E' una "mini" pinza marchiata Ferrino (ma si trova anche con altri marchi) con una lama di ben due centimetri (se ricordo bene), alla fine l'ho tolta perchè, nella pratica, era solo un peso, però un qualcosa per aprire i pacchi può essermi utile e appena lo trovo in giro penso di prendere una cosa del genere

214083


.... in alternativa potrei prendere un Opinel n. 2 ma non l'ho ancora fatto perchè mi sembra "troppo" grande :p

Ciao :si:, Gianluca

PS.: ..... il coltellone :D della Stanley non l'ho ancora preso perchè quella volta che l'ho trovato volevano ben 16€ :cry::help:
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso