Escursione Macera della Morte e Monte Le Vene da Spelonga

Parchi delle Marche
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Data: 01/07/2017
Regione e provincia: Marche - Ascoli Piceno
Località di partenza: Spelonga
Località di arrivo: Spelonga
Tempo di percorrenza: 7h e 40m incluso sosta
Chilometri: 19,60
Descrizione delle difficoltà: Sentiero non segnato ma evidente
Periodo consigliato: Evitare subito dopo le piogge per eccessiva fangosità
Segnaletica: Non presente
Dislivello in salita: 990
Dislivello in discesa: 960
Quota massima: 2073 mt
Accesso stradale: Cinquecento metri dopo il paese di Spelonga si imbocca a sinistra la strada sterrata, che porta alla località il Poggio 1575 m.

Descrizione

Fin da bambino ho sempre attraversato quei paesi lambiti dalla Salaria con molto entusiasmo. Quei paesi avvolti da quelle montagne, da quegli alberi mi ispiravano non so che di misterioso, il fiume Tronto che solcava la valle mi evocava scenari futuristici (ma non troppo) legati alla pesca.
Da questo inverno, quando andai ad Amatrice con la protezione civile, non ero più stato da quelle parti a cui sono legato originariamente a cui sono legato ad amicizie che "fortunatamente" hanno perso solo la casa, alcuni qualcosa di più.
Poi in settimana maneggiando fra le varie cartine, mi è capitata proprio lei "La Laga" e visto che il tempo in quella zona sembrava meritevole, ne ho approfittato.
Lo scenario fa male e attraversando appunto Spelonga (dove tra l'altro il transito sarebbe interdetto) non vi nascondo che lo stomaco mi si è stretto ed ho pensato più volte "Ma che ci sto a fare qua?"
Poi la voglia di risentire quegli odori, quelle immagini ha prevalso sul malumore.
Lasciato il paese si imbocca sulla dx una sterrata che per circa 8 km è pura passione. Il rischio di lasciarci un pneumatico è alto (esperienza già provata). Alla fine tutto è andato bene!
Lasciata l'auto s'imbocca il sentiero evidente che purtroppo non è segnato.
Nei tratto finale scoperto si è sempre accompagnati alle spalle dall'imponente Vettore.
Una volta raggiunta la Macera ho voltato verso dx dove all'incirca 2,5 km si raggiunge la cima del Monte Le Vene che si trova nella stessa direttrice del Vettore e il vicino Pizzo di Sevo.
Per il ritorno si ricalca il medesimo percorso dell'andata.
Avvistata a distanza ravvicinata una lepre, una volpe e un branco di cinghiali

Parcheggio del Poggio
DSCN0001.JPG

Il Vettore
DSCN0003.JPG


Macera, Pizzitello, Pizzo di Sevo e Monte Le Vene
DSCN0037.JPG


Il rifugio
DSCN0009.JPG

DSCN0008.JPG
DSCN0007.JPG
DSCN0011.JPG
DSCN0013.JPG

La vetta di Macera della Morte
DSCN0015.JPG

Il lago di Scandarello
DSCN0021.JPG

Pizzo di Sevo
DSCN0022.JPG

Il Pizzitello
DSCN0023.JPG

Monte Le Vene
DSCN0024.JPG

La Valle del Chiarino
DSCN0031.JPG
DSCN0033.JPG
 
Scenari suggestivi e solitari. Secondo me bisogna andarci. La ricchezza di quelle contrade è anche la montagna, i sentieri. Dimenticarli per una mal interpretata forma di rispetto, aggiungerebbe danno al danno.
Si, per quanto possa suscitare inizialmente le sensazioni che hai descritto, sono d'accordo con Marco perché l'alternativa è un desolante abbandono che pare essere già incombente... Quei luoghi devono essere vissuti, per tornare a vivere.
Grazie per la condivisione ed il bel racconto.

P.S. Un'altra Valle del Chiarino oltre quella tra catena occidentale e Corvo del Gran Sasso? Mitico, non ne conoscevo l'esistenza!
 
Si, per quanto possa suscitare inizialmente le sensazioni che hai descritto, sono d'accordo con Marco perché l'alternativa è un desolante abbandono che pare essere già incombente... Quei luoghi devono essere vissuti, per tornare a vivere.
Grazie per la condivisione ed il bel racconto.

P.S. Un'altra Valle del Chiarino oltre quella tra catena occidentale e Corvo del Gran Sasso? Mitico, non ne conoscevo l'esistenza!
A quanto pare...
Chiarino.jpg
 
Si, per quanto possa suscitare inizialmente le sensazioni che hai descritto, sono d'accordo con Marco perché l'alternativa è un desolante abbandono che pare essere già incombente... Quei luoghi devono essere vissuti, per tornare a vivere.
Grazie per la condivisione ed il bel racconto.

P.S. Un'altra Valle del Chiarino oltre quella tra catena occidentale e Corvo del Gran Sasso? Mitico, non ne conoscevo l'esistenza!
Si è un affluente di dx del Tronto, infestata dai cinghiali
 
Grazie a @noodles75 per l'idea e le foto e a @Montinvisibili per la traccia e ulteriori foto.

@Pico23 mi ha preceduto nella domanda :si: e così mi son trovato la risposta bella e pronta.
Ho seguito il link e provato a downlodare la traccia ma Locus Maps ha deciso di non funzionare stasera...

Ho due domande:
- il dislivello riportato da Noodles è poco sopra i 900 metri mentre la traccia di Montiinvisibili è di 393 metri anche la quota massima è diversa (2073m e 2419m). Allego screeshot. Screenshot_20180810-004312_Samsung Internet.jpg
Mi confermate, per favore, che è la stessa traccia, non vorrei partire per una escursione e farne un'altra :lol: ...non avrei di che lagnarmi, comunque bellissima, viste le foto di Montiinvisibili.
- leggo che il transito per Spelonga è interdetto, si può ugualmente raggiungere il punto di partenza della traccia o rischio di infrangere qualche ordinanza?

Grazie in anticipo per l'attenzione
 
Ultima modifica:
Grazie a @noodles75 per l'idea e le foto e a @Montinvisibili per la traccia e ulteriori foto.

@Pico23 mi ha preceduto nella domanda :si: e così mi son trovato la risposta bella e pronta.
Ho seguito il link e provato a downlodare la traccia ma Locus Maps ha deciso di non funzionare stasera...

Ho due domande:
- il dislivello riportato da Noodles è poco sopra i 900 metri mentre la traccia di Montiinvisibili è di 393 metri anche la quota massima è diversa (2073m e 2419m). Allego screeshot. Vedi l'allegato 175926
Mi confermate, per favore, che è la stessa traccia, non vorrei partire per una escursione e farne un'altra :lol: ...non avrei di che lagnarmi, comunque bellissima, viste le foto di Montiinvisibili.
- leggo che il transito per Spelonga è interdetto, si può ugualmente raggiungere il punto di partenza della traccia o rischio di infrangere qualche ordinanza?

Grazie in anticipo per l'attenzione
Ciao @ilCriptarca scusa l'orrendo ritardo nella risposta.
La mia traccia include anche il tratto di tuo interesse ma riguarda un più lungo percorso che comprendeva anche i 2.419 metri del Pizzo di Sevo.
Inoltre @noodles75 è salito da nord per un tratto in automobile, invece io sono sceso da sud a piedi fino a Spelonga.
Purtroppo sulla transitabilità non so ragguagliarti che manco da anni da quelle zone.
 
Ciao @ilCriptarca scusa l'orrendo ritardo nella risposta.
La mia traccia include anche il tratto di tuo interesse ma riguarda un più lungo percorso che comprendeva anche i 2.419 metri del Pizzo di Sevo.
Inoltre @noodles75 è salito da nord per un tratto in automobile, invece io sono sceso da sud a piedi fino a Spelonga.
Purtroppo sulla transitabilità non so ragguagliarti che manco da anni da quelle zone.
Questo spiega tutto. Grazie
 

Discussioni simili



Alto Basso