Macrovipera Mauritanica

Pochi giorni fa, nell'entroterra di Agadir " anti atlante marocchino " ho incontrato una grossa Macrovipera mauritanica. Un esemplare enorme, penso lungo almeno 120 cm. La vipera stava facendo termoregolazione su un cespuglio, erano le ore 10 circa, quando è stata attaccata dalla mia cagnetta. Ho visto perfettamente la scena, Fanta ha morso la vipera e l'ha ferita, ma questa, come è logico che sia, difendendosi ha morso Fanta sulla spalla sinistra. La povera cagnetta è scappata piangendo e si è nascosta, ovviamente l'ho cercata per poi trovarla 10 minuti dopo in un cespuglio. La vipera è rimasta nello stesso posto in cui è stata attaccata e questo mi ha permesso di prenderla per la coda per osservarla bene. Fanta ha ferito la vipera, ma secondo me non in maniera letale. Non mi sono vendicato, non sarebbe servito a niente ormai, quindi ho lasciato che il serpente continuasse per la sua strada.
Purtroppo Fanta ha perso i sensi pochi minuti dopo e un'ora dopo circa è morta.
Ho costruito un lapide nel luogo in cui riposa Fanta.
Vipera (1).jpg
Vipera (3).jpg
Vipera (4).jpg
Vipera (5).jpg

Mi trovavo a circa tre ore di cammino dal villaggio rurale più vicino, quindi anche volendo non avrei potuto fare niente. Se avessi potuto l'avrei fatto sicuramente.
--- ---

Ho anche un breve video, ma non riesco ad inserirlo.
 

Allegati

  • Fanta.jpg
    Fanta.jpg
    468,5 KB · Visite: 68
  • Lapide.jpg
    Lapide.jpg
    125,7 KB · Visite: 63
io mi sarei vendicato,120 vuol dire tre pezzi da 40. O almeno due da 60 o uno solo ma con la testa schiacciata a colpi di sasso

almeno non danneggiava altri cani o persone...certo che in pieno 21 esimo secolo non si riesca ancora a evitare che serpenti,ragni,calabroni facciano danni.

Dispiace anche a me per il tuo cane
 
D'altra parte sarebbe la Vipera che avrebbe dovuto vendicarsi, era a casa sua ;)
L'essere umano ha già tutti i suoi spazi, se piace la natura, questi non sono problemi.
A meno che non si voglia sempre di più, a meno che non ci si senta in diritto e si pretenda di avere più diritti. Ma come dicevo, bisogna amare la natura e non solo quando fà comodo ed in base alla propria convenienza per ragionarla alla mia maniera.

Quando sono in casa mia faccio valere certe regole, se esco e vado in natura quelle regole, basate su certi discorsi, cadono.

Ma tutto quà é la vita, chì da una parte, chì dall'altra, chì di una fazione, chì di un'altra.

Splendido esemplare la Vipera, bellissima.
 
accidenti, mi spiace molto per la tua cagnetta, purtroppo molti cani non hanno autocontrollo e si buttano... nei guai.:cry::cry:
giustissimo non prendersela col serpente, ma... accipicchia io non mi sognerei mai di provare a prenderla per la coda per fotografarla :eek:
Da dove ti deriva questa sicurezza nel maneggiare serpenti velenosi? Immagino che sarebbe stata letale pure per te
 
io mi sarei vendicato,120 vuol dire tre pezzi da 40. O almeno due da 60 o uno solo ma con la testa schiacciata a colpi di sasso

almeno non danneggiava altri cani o persone...certo che in pieno 21 esimo secolo non si riesca ancora a evitare che serpenti,ragni,calabroni facciano danni.

Dispiace anche a me per il tuo cane
Letteralmente uno dei commenti più fuori luogo che abbia mai letto.
Come ha detto l'autore del post, si trovava a più di tre ore di cammino dal villaggio rurale più vicino, che penso si possa definire piena natura. E come è già stato detto la vipera ha fatto quello che è più logico e naturale per lei, ovvero difendersi (che è diverso da vendicarsi), così come nella maggior parte dei casi è quello che fanno anche ragni, calabroni, ecc...
Ci sarebbero anche i modi per evitare questi avvenimenti, che esistono da molto prima del 21esimo secolo, di cui uno è l'eradicazione di qualsiasi specie possa anche minimamente urtare l'essere umano, o con un po' più di logica, in questo caso particolare, tenere il cane al guinzaglio (premetto che se avessi un cane sarei il primo a lasciarlo libero in zone naturali come questa).
In più "vendicandosi" sulla vipera per aver morso il tuo cane andresti a togliere un individuo dal suo ecosistema (che in questo caso non è esattamente il giardino di casa propria) che esiste con l'esatto scopo di uccidere e tenere a bada la proliferazione di altre specie.

Detto questo ammiro tanto il creatore del post per il sangue freddo ed il modo di agire, che dubito sarei riuscito a seguire io stesso in primis.
Mi dispiace molto per il tuo cane.
 
Letteralmente uno dei commenti più fuori luogo che abbia mai letto.
e letteralmente me ne frego.
se un animale mi ammazza il cane ed è in mio potere seccarlo lo faccio. A casa mia ci sono 5 gatti (che peraltro dopo una certa ora sono chiusi) ,se un selvatico me ne danneggia uno lo aspetto e mi diverto.
Ci sarebbero anche i modi per evitare questi avvenimenti, che esistono da molto prima del 21esimo secolo, di cui uno è l'eradicazione di qualsiasi specie possa anche minimamente urtare l'essere umano, o con un po' più di logica, in questo caso particolare, tenere il cane al guinzaglio (premetto che se avessi un cane sarei il primo a lasciarlo libero in zone naturali come questa).
Hai subito pensato che volessi spianare tutti gli esseri viventi ma non ti viene in mente che dopo aver studiato ogni razza di farmacume infame non siano stati in grado (o più probabilmente non hanno la convenienza economica a farlo) di fare una siringa auto iniettante che la dai al cane o all'umano morsicato e neutralizza immediatamente il veleno?

Ma magari ci guadagano troppo in altro...
 
Ultima modifica:
accidenti, mi spiace molto per la tua cagnetta, purtroppo molti cani non hanno autocontrollo e si buttano... nei guai.:cry::cry:
giustissimo non prendersela col serpente, ma... accipicchia io non mi sognerei mai di provare a prenderla per la coda per fotografarla :eek:
Da dove ti deriva questa sicurezza nel maneggiare serpenti velenosi? Immagino che sarebbe stata letale pure per te
sono stato per molti anni, a periodi alterni, in africa. una persona che conosco mi ha insegnato come fare con la soffiante a con il cobra. questi serpenti non hanno la capacità di alzarsi a tal punto da arrivare sino alla mano, se presi per l'estremità della coda, però se è molto lungo potrebbe arrivare al torace. questa vipera e la soffiante, entrambe presenti in marocco, sono letali anche per l'uomo.
--- ---

busdriver. per fortuna non sono come te, senza offesa. riesco a capire quando l'uomo invade il territorio altrui o quando l'animale invade il nostro. la vipera ha reagito come avrebbe fatto qualsiasi animale. se si ha paura di questi animali non si va in quei posti, semplice. io non ho paura ma sono sempre molto attento. l'anno scorso un cobra ha ucciso un ragazzo, ma questo ha cercato di catturarlo per poi venderlo. tornando alla vipera, cosa avrei risolto uccidendola ? sarei tornato indietro con il tempo e avrei salvato Fanta ? Fanta ha pagato caro l'errore, e probabilmente la colpa è stata anche mia. avrei dovuto guinzagliarla ? è un cane abituato a vivere sui monti del luogo, sarebbe come tenerla in prigione.
 
Ultima modifica:
Pochi giorni fa, nell'entroterra di Agadir " anti atlante marocchino " ho incontrato una grossa Macrovipera mauritanica. Un esemplare enorme, penso lungo almeno 120 cm. La vipera stava facendo termoregolazione su un cespuglio, erano le ore 10 circa, quando è stata attaccata dalla mia cagnetta. Ho visto perfettamente la scena, Fanta ha morso la vipera e l'ha ferita, ma questa, come è logico che sia, difendendosi ha morso Fanta sulla spalla sinistra. La povera cagnetta è scappata piangendo e si è nascosta, ovviamente l'ho cercata per poi trovarla 10 minuti dopo in un cespuglio. La vipera è rimasta nello stesso posto in cui è stata attaccata e questo mi ha permesso di prenderla per la coda per osservarla bene. Fanta ha ferito la vipera, ma secondo me non in maniera letale. Non mi sono vendicato, non sarebbe servito a niente ormai, quindi ho lasciato che il serpente continuasse per la sua strada.
Purtroppo Fanta ha perso i sensi pochi minuti dopo e un'ora dopo circa è morta.
Ho costruito un lapide nel luogo in cui riposa Fanta. Vedi l'allegato 257889 Vedi l'allegato 257891 Vedi l'allegato 257892 Vedi l'allegato 257893
Mi trovavo a circa tre ore di cammino dal villaggio rurale più vicino, quindi anche volendo non avrei potuto fare niente. Se avessi potuto l'avrei fatto sicuramente.
--- ---

Ho anche un breve video, ma non riesco ad inserirlo.

Resoconto toccante, mi dispiace tanto per la tua cagnolina ma al contempo ammiro il tuo comportamento.

Domanda da non conoscitore dei cani: ma non hanno, per istinto, paura dei serpenti?
 
Caspita che storia triste, non vorrei esserci stato mentre la cagnolina ti lasciava.
Veramente dispiaciuto per lei.
--- ---

Potrebbe averla aggredita per difendere te...
 
se un selvatico me ne danneggia uno lo aspetto e mi diverto.
Di nuovo, un conto è a casa tua, un conto è in un posto sperduto dove puoi anche aspettarti che succeda. Personalmente non vedo nessun pro né nell'atto di vendicarsi, né nella logica a valle, ma ognuno è fatto a modo suo.
Ho avuto 4 gatti che ho sempre fatto uscire di casa quando volevano, anche di notte, conoscendo i rischi. 2 infatti, i più piccoli, sono morti in strada nonostante avessi provato ad insegnargli di non andarci, ma non per questo me la prendo con le macchine e chi li ha messi sotto (per la precisione, quel tipo di pensieri ci sono sempre, ma poi faccio caso a quante volte anche io non sono super concentrato sulla strada e se mi sbucasse un animale dal nulla non riuscirei ad evitarlo, per cui di nuovo, quel tipo di pensieri non porta a nulla). Si può pensare di cercare di ridurre il problema, ma questo è un altro discorso.
Hai subito pensato che volessi spianare tutti gli esseri viventi ma non ti viene in mente che dopo aver studiato ogni razza di farmacume infame non siano stati in grado (o più probabilmente non hanno la convenienza economica a farlo) di fare una siringa auto iniettante che la dai al cane o all'umano morsicato e neutralizza immediatamente il veleno?
Non ho mai pensato che a qualcuno sano di mente quest'idea potesse sembrare quella giusta, è solo la deriva in cui si sfocerebbe, in termini assolutistici, se non si prende la natura e quel che è e la si vede solo come un oggetto ai servizi dell'uomo.
Di siringhe e farmaci credo ne esistano a bizzeffe, dubito anzi esistano al mondo tanti veleni che non siano ancora stati sintetizzati e di cui sia stato fatto un antidoto. Semplicemente ogni veleno ha le sue proprietà e dubito che agli amanti dell'ultralight andrebbe di portarsi dietro centinaia di siringhe, una per ogni possibile evenienza.
(Sul perché in Italia non si venda più l'antidoto al morso di vipera, ma sia esclusiva dei pronto soccorso, non sono informato)
--- ---

Domanda da non conoscitore dei cani: ma non hanno, per istinto, paura dei serpenti?
Me lo chiedevo anche io, magari dipende dalla razza, in alcuni paesi i serpenti sono così pochi che non è diventato un fattore importante nell'evoluzione. O magari come hanno suggerito quello di attaccarlo è stato un atto di difesa nei confronti del padrone.
Ma non ho mai avuto cani, non saprei proprio
 
Di nuovo, un conto è a casa tua, un conto è in un posto sperduto dove puoi anche aspettarti che succeda. Personalmente non vedo nessun pro né nell'atto di vendicarsi, né nella logica a valle, ma ognuno è fatto a modo suo.
Ho avuto 4 gatti che ho sempre fatto uscire di casa quando volevano, anche di notte, conoscendo i rischi. 2 infatti, i più piccoli, sono morti in strada nonostante avessi provato ad insegnargli di non andarci, ma non per questo me la prendo con le macchine e chi li ha messi sotto (per la precisione, quel tipo di pensieri ci sono sempre, ma poi faccio caso a quante volte anche io non sono super concentrato sulla strada e se mi sbucasse un animale dal nulla non riuscirei ad evitarlo, per cui di nuovo, quel tipo di pensieri non porta a nulla). Si può pensare di cercare di ridurre il problema, ma questo è un altro discorso.
Concordo in pieno.
Abito in campagna e ho 2 gatte che entrano ed escono da casa a loro piacimento.
Non ho un "possesso" su di loro, anche se le sfamo e le porto dal veterinario all'occorrenza, e loro sono libere di interagire con la natura con tutti i rischi che ciò comporta.

Allevo anche pappagalli ma non è che mi metto a sterminare tutti i loro potenziali predatori, semplicemente ho costruito delle voliere che li tengono al riparo da questi ;)

(Sul perché in Italia non si venda più l'antidoto al morso di vipera, ma sia esclusiva dei pronto soccorso, non sono informato)
Si tratta di un siero che contiene già gli anticorpi per neutralizzare il veleno ma un siero è prodotto da altri animali e l'utilizzo "amatoriale" senza stretto controllo medico può essere più nocivo del veleno stesso.
 
per la precisione, quel tipo di pensieri ci sono sempre,
Nel 1988 mentre andavo a saluzzo con la moto avevo visto a lato della strada (strada dei boschi vicino gambasca) un gatto morto.
Era già in rigor mortis e lo ho appoggiato in piedi proprio su una di quelle piglie di cemento con i numeri della strada scritti sopra.
poi sono andato al mercato tranquillamente.

Al ritorno mi sono trovato un beota con la uno turbo che ha staccato un semiasse davanti perchè ha ammesso di aver cercato di prendere il gatto che era a 50 cm dal bordo strada.

Auto incastrata nel ruscello laterale,organi meccanici in giro,vetri scoppiati.

Come vedi non sono solo pensieri,in ogni caso quell'automobilista che intenzionalmente voleva prendere un gatto la prossima volta ci penserà due volte.
Di siringhe e farmaci credo ne esistano a bizzeffe, dubito anzi esistano al mondo tanti veleni che non siano ancora stati sintetizzati e di cui sia stato fatto un antidoto. Semplicemente ogni veleno ha le sue proprietà e dubito che agli amanti dell'ultralight andrebbe di portarsi dietro centinaia di siringhe, una per ogni possibile evenienza
Ne basterebbero due o tre a seconda degli animali del posto,sono comunque è una cosa da approfondire. Se fosse stato così qualcuno avrebbe ancora la sua cagnolina
.
(Sul perché in Italia non si venda più l'antidoto al morso di vipera, ma sia esclusiva dei pronto soccorso, non sono informato)
Per tre motivi credo:
-ne esisteranno troppe varianti e c'è rischio di fare danno se si usa quella sbagliata.
-va tenuto al fresco e normalmente d'estate quando le vipere girano non lo è
-vuoi togliere il bisness di zanzaroni elisoccorso e pronti soccorsi?
 
Me lo chiedevo anche io, magari dipende dalla razza, in alcuni paesi i serpenti sono così pochi che non è diventato un fattore importante nell'evoluzione. O magari come hanno suggerito quello di attaccarlo è stato un atto di difesa nei confronti del padrone.
Ma non ho mai avuto cani, non saprei proprio
I cani sono esseri curiosi e molto probabilmente si sarebbe avvicinato per annusarla, col rischio di essere morsicato sul naso(succede anche ai cani da caccia), se è andata per mordere l'ha fatto per difesa sua o di qualcheduno, come ha fatto il serpente....
Visto la tua inesperienza e se vuoi bene al tuo cane la prossima volta ti prendi un guinzaglio e lo salvi, come fanno le mamme quando scendono in strada con il bebe' tenendolo per mano, perché non si può dire dopo è successo, così è la vita o la natura e non ha colpa nessuno...
Io ho smesso di portarlo nel bosco per paura che si faccia male e suo malgrado ha vissuto 16 anni.
Scusa la mia franchezza ma è un pò la storia di chi si fa mangiare il cane dal lupo perché lo perde...
Io mi sentirei responsabile e affranto.
Poi ognuno la pensi come gli pare....
 
Nel 1988 mentre andavo a saluzzo con la moto avevo visto a lato della strada (strada dei boschi vicino gambasca) un gatto morto.
Era già in rigor mortis e lo ho appoggiato in piedi proprio su una di quelle piglie di cemento con i numeri della strada scritti sopra.
poi sono andato al mercato tranquillamente.

Al ritorno mi sono trovato un beota con la uno turbo che ha staccato un semiasse davanti perchè ha ammesso di aver cercato di prendere il gatto che era a 50 cm dal bordo strada.

Auto incastrata nel ruscello laterale,organi meccanici in giro,vetri scoppiati.
Tutti premi Nobel da codeste parti, eh?!?! :roll:
 


@ Wombat
. sinceramente lo credevo anche io. ma probabilmente essendo molto giovane non ne conosceva il pericolo.​

--- ---

rispondo un po a random.

sono contento che quel cretino con la uno turbo sia finito nel fosso. peccato che non è andato all'ospedale.

ho sempre avuto cani, quindi l'esperienza ce l'ho. ribadisco che , se hai letto bene, tenere un cane nato e cresciuto su quri monti al guinzaglio sarebbe una tortura.

non credo il cane abbia attaccato la vipera per difendere me , visto che quando il cane ha morso il serpente io ero a più di 15 m.
--- ---

vorrei ricordare a chi suggerisce di portare l'antidoto che questo è disponibile soltanto in cliniche mediche, anche rurali, e ospedali.
--- ---

quando un serpente morde è fondamentale essere in grado di riconoscere l'animale per somministrare l'antidoto esatto, altrimenti sono ulteriori guai.
 
Ultima modifica:
storia di estremo realismo e un po' triste.
Complimenti per l'onestà intellettuale.
Io però non avrei certamente il coraggio di prendere un serpente velenoso in mano e di farle addirittura al contempo una foto!
Spiace molto per il cane... almeno mi pare di capire che abbia sofferto poco.
Ma tu vivi stabilmente in Marocco? O era un cane di locali?
 
Alto Basso