Recensione Maserin Pitbull

20200723_140801.jpg


Ciao a tutti, nella recensione di oggi vi presento un prodotto della Maserin, nota casa italiana che quest’anno conta 60 anni di attività.
Si chiama Pitbull, è stato realizzato qualche anno fa per arricchire la linea tattico militare della casa di Maniago.
Come vedete dalla scheda che vi allego, il chiudibile rientra a pieno titolo nella categoria dei grandi folder.
Quella che una volta era considerata una nicchia di mercato adesso è decisamente sovraffollata… riuscirà questo coltello a dire la sua contro tutta questa concorrenza?

20200721_185130.jpg

20200721_183610.jpg


Come dicevo basta guardare la scheda tecnica per capire molto su di lui. Siamo su alti livelli, sia in termini di materiali utilizzati sia in fatto di design.
I primi infatti sono di prim’ordine e il design porta la firma del maestro Sergio Consoli. Possiamo tranquillamente dire che ha tutte le carte in regola per fare bene sul campo, ma sul campo di si fanno i test e quindi se avete pazienza ancora un po' vedrete che cosa è stato capace di fare.
Prima di passare alle prove a cui è stato sottoposto vediamo nel dettaglio le sue caratteristiche principali.

IMG_20200722_120614.jpg


La confezione:

Molto bella la scatola, ben ddisegnate rifinita, molto robusta.
All'interno troviamo il coltello, una piacevole custodia in cordura, una clip di riserva, una chiave per smontare il frangivetro.. tutto realizzato molto bene, cosa che i concorrenti non fanno assolutamente. Faccio quindi i complimenti alla casa per l'attenzione al suo prodotto e anche al modo in cui viene confezionato.

20200723_194229.jpg

20200723_194208.jpg


Come è fatto:

Con un nome così aggressivo ci sia aspetta un design aggressivo ed nvece il Maserin pitbull presenta una linea molto semplice
La sua lama lunga 9,5 cm ha un disegno molto lineare, una sorta di spear point senza concessione a vezzi stilisti. Possiamo notare un’utilissima guardia Inferiore, con la quale si aziona l'apertura a flipper.
Apertura fluida e veloce grazie ai cuscinetti a sfera inox.
Da notare una rampa sul dorso, componente che non ha una grande utilità ma non è neanche di intralcio nel normale utilizzo.

20200716_082047.jpg


Lo spessore al dorso è di 3,3 mm, quindi Inferiore al concorrente cold steel Recon1. È stondato, non ci fate le scintille ma ringrazierete la sua comodità nell'usarlo.
Altra peculiarità della lama è la presenza di un piccolo finger choil, che consente di usufruire di una presa avanzata efficace.
La finitura è stone washed con serigrafia.
Liner lock molto potente.

20200723_170923.jpg


20200724_150433.jpg


20200723_170940.jpg


Passiamo ora al manico, monolitico in alluminio, il quale presenta un disegno semplice ma frutto di un notevole studio.
Intanto è lungo ben 13,5 cm! Tii consente di avere il meglio dell'ergonomia possibile anche a chi ha mani grandi o utilizza i guanti. Il suo disegno è davvero bello ma soprattutto efficace, è chiaro che l'alluminio non presenta il medesimo grip di altri materiali ma la lavorazione di questo fa capire che c'è uuo studio molto attento dietro al progetto.
Il manico termina con un frangivetro, il che accentua l'aspetto militare del coltello anche se di per sè non è molto utile nelle attività outdoor… o almeno spero che non lo sia mai!
La Clip è rimuovibile svitando il frangivetro e si può montare su entrambi i lati.
Foro per laccetto in posizione poco comoda.

20200717_190317.jpg


Affilatura di fabbrica:

Anche sotto questo aspetto sono rimasto estremamente soddisfatto, il coltello viene consegnato con un affilatura notevole, precisa e senza alcuna sbavatura; recentemente ho acquistato vari folder e tutti presentavano un eccessivo spessore al filo. Questo invece no. Taglia la carta come nulla fosse.

20200724_150404.jpg


I test:

Le immagini valgono più di mille parole.
Il coltello si impugna benissimo e si lascia guidare in qualunque lavoro.
L’acciaio M390 è super performante e sembra non perdere mai il filo.
Oltre alle prove di taglio consuete, ho anche praticato un po di chopping.
Ricordo che batoning e chopping sono estremamente dannosi per la meccanica dei chiudibili , quindi evitatelo se possibile.

20200719_125932.jpg


20200719_202117.jpg


20200721_183525.jpg


20200723_191321.jpg


20200723_185847.jpg


Conclusione:

Ottimo coltello tuttofare, grande attenzione ai dettagli,materiali e lavorazione di alto livello.
Non proprio da edc viste le misure.
Ideale come unica lama nei trekking o escursioni poco impegnative, ottima lama da backup quando il gioco si fa duro.
Una valida alternativa dal gusto italiano.
Consigliato a tutti, a patto di accettare il prezzo decisamente alto.
Ma la qualità c'è.

P.s. tutte le foto sono fatte da me, i test si sono svolti in una escursione di 3 giorni.

Grazie per avermi seguito.

20200723_171119.jpg
 
Ultima modifica:
Che bella recensione!!! Complimenti per le foto!!;) La forma della lama è molto semplice e filante, mi piace molto. Andando sulla parte tecnica mi piace lo spessore adeguato che ha, cioè 3,3 mm di spessore al dorso, unito ad uno spessore adatto al filo. Sono geometrie da taglio, pensate con la testa, fatte per essere usate. Troppo spesso si vedono folder in stile americano, zero tollerance, con 5 mm di spessore al dorso e spessori al filo assurdi. lo spessore al filo in particolare, come abbiamo già detto più volte è un male abbastanza diffuso, anche in Italia. Infine il peso, 160 grammi, per un tattico, con manico monoblocco in alluminio con frangivetro e liner in acciaio è un gran risultato. Si avvicina moltissimo ad un edc. Mentre prodotti similari sono più pesanti e meno performanti. Personalmente avrei preferito il manico più lineare, ma probabilmente è fatto più spigoloso per dare grip all'alluminio. Per me è un gran coltello, un bel risultato per maserin, che negli ultimi anni faticava davvero tanto a tenere il passo.
 
Che bella recensione!!! Complimenti per le foto!!;) La forma della lama è molto semplice e filante, mi piace molto. Andando sulla parte tecnica mi piace lo spessore adeguato che ha, cioè 3,3 mm di spessore al dorso, unito ad uno spessore adatto al filo. Sono geometrie da taglio, pensate con la testa, fatte per essere usate. Troppo spesso si vedono folder in stile americano, zero tollerance, con 5 mm di spessore al dorso e spessori al filo assurdi. lo spessore al filo in particolare, come abbiamo già detto più volte è un male abbastanza diffuso, anche in Italia. Infine il peso, 160 grammi, per un tattico, con manico monoblocco in alluminio con frangivetro e liner in acciaio è un gran risultato. Si avvicina moltissimo ad un edc. Mentre prodotti similari sono più pesanti e meno performanti. Personalmente avrei preferito il manico più lineare, ma probabilmente è fatto più spigoloso per dare grip all'alluminio. Per me è un gran coltello, un bel risultato per maserin, che negli ultimi anni faticava davvero tanto a tenere il passo.
Grazie Lorenzo.
Complimenti per la tua capacità di azzeccare le diagnosi a distanza, si vede che sei del mestiere!
Concordo con quanto scritto.
Il manico lavorato offre molto più grip di quello del rivale code4, anch'esso in alluminio ma liscio.
Il Pitbull è disponibile anche con manico blu o grigio. Sarebbe bello vederlo anche in verde o rosso. Magari con lama nera.
 
Bella recensione e mi accodo, molto belle le foto! Complimenti!
Sarebbe piaciuto anche a me, ma avendo brutte esperienze e rapporti con i linerlock ho evitato.
Unico punto che non mi piace esteticamente é l'imponenza del frangivetro, ma essendo una lama dal design aggressivo probabilmente nasce da quello la scelta.
Potrei gentilmente chiederti lo spessore delle cartelle (o liner qual dir si voglia)? Grazie!
 
Bella recensione e mi accodo, molto belle le foto! Complimenti!
Sarebbe piaciuto anche a me, ma avendo brutte esperienze e rapporti con i linerlock ho evitato.
Unico punto che non mi piace esteticamente é l'imponenza del frangivetro, ma essendo una lama dal design aggressivo probabilmente nasce da quello la scelta.
Potrei gentilmente chiederti lo spessore delle cartelle (o liner qual dir si voglia)? Grazie!
Grazie, lo spessore è di circa 3.5.
Il frangivetro si può svitare se non piace.
Il liner è davvero spesso.
P.s. si trova in offerta on line su 3knives.com
 
Ultima modifica:
Bel pezzo e bella recensione!!!
Sarei curioso di confrontarlo con un recon 1. Stile similare ma materiali e blocchi differenti
Ciao stefano.
Il recon ha dalla sua un blocco granitico ed un grande grip.
Il Maserin è più paragonabile al code4 vista la medesima soluzione adottata sul manico, cioè l'alluminio.
Ma la grande differenza a vantaggio del Pitbull la si può capire dalle foto che ora allego.
Guarda la distanza tra il finger choil del manico e l'inizio del filo.
Questa vicinanza, aiutata persino dalla presenza di un choil sulla lama, consente all'utilizzatore di avere maggior precisione e potenza.
Sembra un dettaglio da poco, eppure se provi a fare qualunque lavoro di fino ti accorgi di come il maserin sia stato progettato meglio.

20200726_140127.jpg
20200726_140215.jpg
 
Purtroppo il recon1 ha quel difetto dovuto allo spazio necessario al blocco. Usandolo noti subito la distanza tra l'indice e il filo tanto che nel taglio di fino devo portare il dito quasi sopra la lama perdendo però forza nel taglio. Un punto a favore del made in Italy sempre più apprezzato all'estero
 
Purtroppo il recon1 ha quel difetto dovuto allo spazio necessario al blocco. Usandolo noti subito la distanza tra l'indice e il filo tanto che nel taglio di fino devo portare il dito quasi sopra la lama perdendo però forza nel taglio. Un punto a favore del made in Italy sempre più apprezzato all'estero
Hai centrato il punto.
 
Me l'ero persa!
Gran bel coltello e gran rece!
Xké dici che è scomodo il poso del foro laccetto?
Credo sia lì x evitare che il laccetto possa interferire con l' apertura, cosa che càpita col foro dritto in coda.
 
Me l'ero persa!
Gran bel coltello e gran rece!
Xké dici che è scomodo il poso del foro laccetto?
Credo sia lì x evitare che il laccetto possa interferire con l' apertura, cosa che càpita col foro dritto in coda.
Esatto Jarno.
Solo che è posizionato dove stringi col palmo della mano e a me infastidisce.
Ma sono io che sono storto....
 
il prezzo e' altino, anche se il prodotto sembra meritarlo in pieno.

il frangivetro in che materiale e'? potrebbe tornare molto buono per alcuni lavori "da piccolo naturalista" (marcare alberi, segnare alcune rocce ecc, anche se di solito chi lo fa si porta via un bulino da pochi euro e risolve cosi' il problema)
 
il prezzo e' altino, anche se il prodotto sembra meritarlo in pieno.

il frangivetro in che materiale e'? potrebbe tornare molto buono per alcuni lavori "da piccolo naturalista" (marcare alberi, segnare alcune rocce ecc, anche se di solito chi lo fa si porta via un bulino da pochi euro e risolve cosi' il problema)
Sei un carpista e quello viene chiamato "skull crusher". Potrebbe tornarti utile! "L'ho presa, l'ho presa!!!" E via a correre dietro il pesce col Pittbulle! :biggrin: :biggrin: :biggrin:
Altro che marcar sassi!
 
Sei un carpista e quello viene chiamato "skull crusher". Potrebbe tornarti utile! "L'ho presa, l'ho presa!!!" E via a correre dietro il pesce col Pittbulle! :biggrin: :biggrin: :biggrin:
Altro che marcar sassi!
e invece no! sono iscritto al cfi italia, ho molti amici carpisti, ho collaborato con loro contro i bracconieri... ma sono un tiraferassa, uno spinner, non un carpista!!! :)

(per inciso, rompere le boiles per pasturare e' un trucchetto che puo' tornare buono se fatto con astuzia)
 
Ciao stefano.
Il recon ha dalla sua un blocco granitico ed un grande grip.
Il Maserin è più paragonabile al code4 vista la medesima soluzione adottata sul manico, cioè l'alluminio.
Ma la grande differenza a vantaggio del Pitbull la si può capire dalle foto che ora allego.
Guarda la distanza tra il finger choil del manico e l'inizio del filo.
Questa vicinanza, aiutata persino dalla presenza di un choil sulla lama, consente all'utilizzatore di avere maggior precisione e potenza.
Sembra un dettaglio da poco, eppure se provi a fare qualunque lavoro di fino ti accorgi di come il maserin sia stato progettato meglio.

Vedi l'allegato 210596 Vedi l'allegato 210597
Per inciso è il motivo che mi ha fatto desistere dal Recon 1... Non riesco a controllare la forza. Bellissimo il Maserin...pura classe. Ottime valutazioni
 

Discussioni simili



Alto Basso