Materassino tre stagioni

Ciao ragazzi,
sono in cerca di pareri, e più spulcio forum e negozi, più mi imbanano le idee!

Sto valutando l'acquisto di un materassino da affiancare al mio Exped Sim 5 che uso per le invernali.
Il Sim è favoloso: comodo e caldo ma per una appenninica primaverile o una alpina estiva è decisamente troppo ingombrante.

non voglio spendere cifre esagerate, quindi sto già escludendo STS e top di gamma vari.

il mio dubbio più grosso è: gonfiabile o autogonfiante?
coi gonfiabili ho pochissima esperienza: il più tecnico che ho avuto è QUESTO che l'anno scorso a metà vacanza ha deciso che non era più il caso di restare gonfio, dopo 4 anni di utilizzo NON intenso.
L'ingombro veramente ridotto di questi ad aria mi attira, ma non so quale possa essere il vero potere isolante: non vorrei dovermi prendere dietro un CFC.

Gli autogonfianti invece li ho usati in situazioni più impegnative e mi sono sempre trovato bene, ma da chiusi ovviamente sono più ingombranti.

Ho identificato un paio di prodotti che sembrano interessanti:
- ad aria il Naturehike, sui 25 - 35€
- autogonfiante il Trangoworld, sui 45 - 50€

Che mi dite? sono ovviamente aperto ad altre proposte e diciamo che come budget massimo dedicherei 50€.
 
Ciao ragazzi,
sono in cerca di pareri, e più spulcio forum e negozi, più mi imbanano le idee!

Sto valutando l'acquisto di un materassino da affiancare al mio Exped Sim 5 che uso per le invernali.
Il Sim è favoloso: comodo e caldo ma per una appenninica primaverile o una alpina estiva è decisamente troppo ingombrante.

non voglio spendere cifre esagerate, quindi sto già escludendo STS e top di gamma vari.

il mio dubbio più grosso è: gonfiabile o autogonfiante?
coi gonfiabili ho pochissima esperienza: il più tecnico che ho avuto è QUESTO che l'anno scorso a metà vacanza ha deciso che non era più il caso di restare gonfio, dopo 4 anni di utilizzo NON intenso.
L'ingombro veramente ridotto di questi ad aria mi attira, ma non so quale possa essere il vero potere isolante: non vorrei dovermi prendere dietro un CFC.

Gli autogonfianti invece li ho usati in situazioni più impegnative e mi sono sempre trovato bene, ma da chiusi ovviamente sono più ingombranti.

Ho identificato un paio di prodotti che sembrano interessanti:
- ad aria il Naturehike, sui 25 - 35€
- autogonfiante il Trangoworld, sui 45 - 50€

Che mi dite? sono ovviamente aperto ad altre proposte e diciamo che come budget massimo dedicherei 50€.

Ciao,
posso dirti che lo scorso anno ero nella tua stessa condizione...cercavo un pad leggero, confortevole ed economico perciò sfruttando la politica di resi Amazon ho comprato 4 o 5 materassini, li ho testati per una settimana (io e alcuni miei conoscenti) e alla fine ho tenuto quello che ha raccolto maggiori apprezzamenti. Tra i 4/5 c’era anche il Naturehike che devo dire non essere malaccio, ma alla fine optai per questo Queedo Lightpad perché a parità di comfort è più robusto (75D vs 20D), il peso reale è sostanzialmente uguale (complice il fatto che è più corto, più basso e a forma di mummia), ha la sacca di gonfiaggio inclusa e dichiara un R-value di 1.3 (Lo stesso R-value del Klymit Static V; Naturehike non si espone in tal senso...)
Ci ho fatto la Translagorai a settembre in tenda senza problemi.
 
Ultima modifica:
Molto interessante. La Translagorai a settembre, tra l'altro, è un ottimo esempio dell'uso che ne farei io.
Hai mai sentito la necessità di voler aggiungere un pad in schiuma sotto?
 
Molto interessante. La Translagorai a settembre, tra l'altro, è un ottimo esempio dell'uso che ne farei io.
Hai mai sentito la necessità di voler aggiungere un pad in schiuma sotto?

Non in quell’occasione...ma non è un articolo che ho sta-utilizzato...diciamo che sono ancora in fase di test (se non lo cambio prima...ho la scimmia dell’upgrade che mi divora dentro )
 
sì, guarda.. lascia stare.. il problema è che ogni tanto alla scimmia bisogna dare da mangiare, sennò diventa aggressiva!

ti chiedevo del CCF perchè l'R1.3 sembra basso, ma in effetti NH non lo specifica nemmeno
 
Ultima modifica:
sì, guarda.. lascia stare.. il problema è che ogni tanto alla scimmia bisogna dare da mangiare, sennò diventa aggressiva!

ti chiedevo del CCF perchè l'R1.3 sembra basso, ma in effetti NH non lo specifica nemmeno

Tieni presente che prima di acquistare il Queedo ho provato fisicamente almeno 4/5 modelli budget (30/40€) in vendita su Amazon e, al di la dell’aspetto del comfort, nessun altro dichiarava alcun valore R ne era accompagnato dalla sacca di gonfiaggio.

Dopo qualche settimana di ricerche mi sono fatto una discreta cultura sui pad gonfiabili tra i 500 e i 600gr che potrei riassumere così:

- Klymit fa buoni materassini con un design particolare che alcuni dicono essere particolarmente confortevole e un buon rapporto qualità/prezzo, ma a parità di dimensioni, peso e R-value lo Static V costa il doppio rispetto al Queedo (70/80€)

- Sea tuo Summit é uno dei marchi più affermati ma non trovi nulla per meno di 80 Euro (e comunque per quell’importo ti porti a casa un 0.7 R-value)

- Thermarest fa dei materassini spettacolari ma al prezzo del Queedo acquisti (forse) il Z-lite Sol in CCF :argh:

- Paria Outdoor Recharge UL...questa é una soluzione a mio avviso interessantissima! valore R 3,5 per circa 80€ spedito dagli U.S.A...Se si trovasse uno store europeo si potrebbe portare via per poco meno di 60€

In sintesi dubito che per 50€ riesci a trovare qualcosa con R-value >2 ed un peso accettabile
 
Io ho sempre usato autogonfianti, perché 10 anni fa il top erano quelli. Non mi sono trovato male, ma i gonfiabili sono più comodi, ci ho dormito per la prima volta sabato ed è stata tutto un'altra dormire (per la mia povera schiena da quarantenne). Unica cosa, mi sembrano molto più delicati, per cui va fatta più attenzione, io li userei solo in tenda!
 
Ieri ho visto di persona il STS ultralight autogonfiante, ed veramente piccolo. più piccolo rispetto a quanto mi aspettassi. con un R-Value di 2.6 a 70€
 
Io ho sempre usato autogonfianti, perché 10 anni fa il top erano quelli. Non mi sono trovato male, ma i gonfiabili sono più comodi, ci ho dormito per la prima volta sabato ed è stata tutto un'altra dormire (per la mia povera schiena da quarantenne). Unica cosa, mi sembrano molto più delicati, per cui va fatta più attenzione, io li userei solo in tenda!
Puoi chiarirmi questa cosa? È il tuo materassino o in generale i gonfiabili sono più comodi degli autogpndiabili e perché?
 

Scrivono che é gonfiabile ma ha tutta l’aria di essere un pad autogonfiante... infatti non è un mostro di leggerezza (la versione L pesa oltre 900gr)...
 
1 Therm-a-rest autogonfiante: durato vent'anni. Passato a 2 gonfiabili: durata neanche una stagione, nonostante ripetuti tentativi di riparazione. Il prossimo: un autogonfiante. Più peso e volume ma almeno non dormo sul terreno dopo 10gg.
 
Nulla di marchio blasonato del valore di una ventina di Euro. I cedimenti non avvengono per foratura, apparentemente, ma tra le saldature oppure a microforature multiple in aeree più ampie. La pezza, per quanto ampia, non risolve.
 
Scrivono che é gonfiabile ma ha tutta l’aria di essere un pad autogonfiante... infatti non è un mostro di leggerezza (la versione L pesa oltre 900gr)...

stavo notando esattamente la stessa cosa.

alla fine, comunque, ho trovato una buona offerta per un l'Ultralight STS, R value 2.6. ingombri paragonabili a un materassino ad aria, qualità indiscussa, r-value migliore
 
stavo notando esattamente la stessa cosa.

alla fine, comunque, ho trovato una buona offerta per un l'Ultralight STS, R value 2.6. ingombri paragonabili a un materassino ad aria, qualità indiscussa, r-value migliore

Anch’io alla fine ho buttato il grano oltre l’ostacolo e ho preso un Sea to Summit...però ho preso l’UL Insulated per tre motivi:

1. R-value superiore (addizionato di stuoino va bene anche in invernale)
2. Più leggero
3. Più confortevole

Però:

1. Costa il doppio
2. E’ decisamente più delicato
 
Nulla di marchio blasonato del valore di una ventina di Euro. I cedimenti non avvengono per foratura, apparentemente, ma tra le saldature oppure a microforature multiple in aeree più ampie. La pezza, per quanto ampia, non risolve.

È il tpu interno che cede e fa permeare l'aria, è capitato anche a me. Non so se è il processo di fabbricazione scadente o l'umidità del gonfiaggio a bocca, ma dopo un po' accade inevitabilmente.... Qui ci vorrebbero gli esperti dei materiali. Chi sà batta un colpo! (Herr?!)
Ora ne sto provando uno di marca, vediamo se costruzioni non asiatiche forniscono una qualità ed affidabilità migliori.
 
Anch’io alla fine ho buttato il grano oltre l’ostacolo e ho preso un Sea to Summit...però ho preso l’UL Insulated per tre motivi:

1. R-value superiore (addizionato di stuoino va bene anche in invernale)
2. Più leggero
3. Più confortevole

Però:

1. Costa il doppio
2. E’ decisamente più delicato
Li stavo guardando anche io entramvi, il STS UL insulated e il self inflating: la tua sintesi è quello che ho compreso anche io dai dati del produttore. Non ho ben chiaro fino a che temperature il self inflating (r=2,6) sia adeguato: fino a 15 gradi, a 10, a 5, a 0? Io non programmo uscite in ambiente innevato o comunque d'inverno, ma potrebbero essere uscite autunnali quando la sera in ambiente boschivo scendi anche sotto i famosi 7 gradi...
 
Alto Basso