Mezzi Pubblici: scomodità o avventura?

'sera, volevo sapere le vostre opinioni sui mezzi pubblici, solo a me regalano un senso di avventura (oltre che ecologico) e sfida maggiore rispetto all'utilizzo più approffitatorio e comodo della macchina? lo so, è una questione un po' stupida, ma comunque mi premeva questo piccolo interrogativo...
 
Per me danno più un senso di libertà,in quanto puoi partire da un punto ed arrivare ad un altro senza dover tornare indietro a recuperare l'auto e magari al ritorno farmi pure un sonnetto. Certo fanno impiegare più tempo in caso di coincidenze da combinare e spesso non brillano per puntualità. Per me magari potessi fare tutti i miei giri con treni o pullman anche con piccoli disagi nelle attese. Ma non parlerei certo di avventura.
 
'sera, volevo sapere le vostre opinioni sui mezzi pubblici, solo a me regalano un senso di avventura (oltre che ecologico) e sfida maggiore rispetto all'utilizzo più approffitatorio e comodo della macchina? lo so, è una questione un po' stupida, ma comunque mi premeva questo piccolo interrogativo...
Da una parte li definirei l'unica soluzione se uno parte da un paese e torna per un altro. Più che avventura direi che serve molta pazienza:poke: , soprattutto per coincidenze o orari dei pullman, quindi bisogna organizzare anche quello e poter cambiare punto di partenza in base agli orari.
 
In Slovenia la ferrovia è immersa nel verde ne vale la pena si respira aria di libertà, specie i tratti che costeggiano un fiume come mi è capitato di percorrere con la testa fuori dal finestrino. Per il resto in Italia a parte il lusso di poter schiacciare un pisolino, tra cambi e ritardi non credo ne valga la pena :p
 
Io invece ci sento anche l'avventura. A vent'anni partii per il primo Interrail e ogni volta che riesco a organizzare un'escursione in treno o in autobus ne respiro nuovamente quel sentimento di ignoto e di avventura; un valore aggiunto per la sgambata. Per me le ore di guida per poche ore di libertà sui sentieri sono diventate una vera e propria sofferenza.
 
Beh permettono anche di fare degli anelli improvvisati. Per esempio una volta mi sono trovato in un bell'ambiente invernale (avevo già fatto un bel giro in montagna), pareva il Canada e invece era la Valsusa, invece di tornare alla stazione del treno da cui ero partito ho deciso sul momento di fare un giro nel fondovalle su un comodo sentiero e raggiungere un paio di ore dopo la stazione successiva. Bellissimo!

Percui è vero, a volte sono avventure molto piacevoli, che sarebbero difficili da fare con l'auto.

Comunque utilizzo spesso il treno per la Valsusa, da Torino è una delle linee migliori, anche per la frequenza di passaggio non è male, puoi arrivare anche a fare dei 3mila in giornata tranquillamente.
 
Ultima modifica:
io ho riscoperto il bus (come utilizzatore) il treno quando facevamo le "missioni gardaland" ossia andavamo come dei disperati con i vari bocia della zona in quel parco dei divertimenti.

Primo il mezzo di linea non ti aspetta e quindi cominci a controllare i tempi (ed è un insegnamento) poi ti cominci più o meno a interessare al viaggio anche perchè non c'è il solito pirla (emmmm...) che discute col prof,li conta tutti,guida il pulma e poi li riconta e spesso li aspetta prima di ripartire.

L'infamità totale la facevano quelli che telefonavano in ritardo ad altri in orario per farli aspettare il pulma.

Perchè avventura è anche rispetto degli orari
 
Io invece ci sento anche l'avventura. A vent'anni partii per il primo Interrail e ogni volta che riesco a organizzare un'escursione in treno o in autobus ne respiro nuovamente quel sentimento di ignoto e di avventura; un valore aggiunto per la sgambata. Per me le ore di guida per poche ore di libertà sui sentieri sono diventate una vera e propria sofferenza.
Quanto quoto !!
 
sia a cipro che a malta ho preferito usare gli ottimi bus locali per non avere problemi con una auto a noleggio con guida sinistra e mi sono trovato benissimo
 
...solo a me regalano un senso di avventura...

Treno = avventura
Urbani su rotaia (tram, metro, treno urbano) = utilità
Urbani su gomma = rabbia (sto a Roma credo sia inutile spiegarti perché...)
Extraurbani su gomma = nel Lazio fanno orari buoni per i pendolari...

Escursionisticamente parlando è molto interessante il treno, ma gli itinerari sono in quantità limitata, treno e montagna non vanno tanto d'accordo... peccato per gli orari delle corriere sarebbero senz' altro più interessanti come opportunità escursionistiche.
 
Il treno pure a me ...assoluta avventura ...
adoro il treno perche' da piccolo (meno di 8 anni) mia nonna mi ha fatto girare l Italia alla volta di pellegrinaggi religiosi...

oggi mi da un senso di LIBERAZIONE....e totale liberta'

autobus e altri mezzi non mi danno nessuna emozione
 
Personalmente il mezzo in sè mi è relativo nel senso che è il perché parto che mi dà la sensazione dell'avventura, certo è che il treno, fra i vari mezzi, è quello che mi rilassa di più e, di conseguenza, me la "godo" di più.

Ciao :si:, Gianluca
 
Beh permettono anche di fare degli anelli improvvisati. Per esempio una volta mi sono trovato in un bell'ambiente invernale (avevo già fatto un bel giro in montagna), pareva il Canada e invece era la Valsusa, invece di tornare alla stazione del treno da cui ero partito ho deciso sul momento di fare un giro nel fondovalle su un comodo sentiero e raggiungere un paio di ore dopo la stazione successiva. Bellissimo!

Percui è vero, a volte sono avventure molto piacevoli, che sarebbero difficili da fare con l'auto.

Comunque utilizzo spesso il treno per la Valsusa, da Torino è una delle linee migliori, anche per la frequenza di passaggio non è male, puoi arrivare anche a fare dei 3mila in giornata tranquillamente.

si, in val di Susa, nelle altre 50 valli del Piemonte invece? Mi sembra una generalizzazione eccessiva parlare di "comodità"
 
mmhhhh... ni.

l'idea e' buona, e in alcuni casi funziona bene, soprattutto all'estero nelle citta' (ad es amiens, ha una rete di bus per la zona urbana e comuni limitrofi che e' stupenda). per vari motivi (brutte esperienze con gentaglia a bordo, pessima organizzazione di trenitalia, costi e orari) e per il fatto che spesso vado in posti spersi in tanta malora senza il minimo servizio pubblico, in pratica alla fine ho quasi sempre le chiappe in auto o, se e' vicino, in bici.
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso