Mid layer: pile + guscio oppure giacca hybrid???

Ciao a tutti, negli ultimi 5 anni mi sono avvicinato alla montagna seriamente con livelli in crescendo e ormai inizio a capire cosa non va;)

Sto cercando il giusto abbigliamento che mi permetta di arrivare in cima (2000/2500mt) con attività aerobica nella stagione autunnale (ott-nov) e tardo inverno (feb-mar) senza "l'ansia" di sudare e rimanere bagnato.
Mi rendo conto di aver fatto errori molto grossolani in passato trascurando completamente il mid layer e sovradimensionando il terzo strato (piumino):wall:e di aver utilizzato zaini con schienalinon aerati.

Cerco quindi un consiglio aggiornato sugli ultimi mid layer e gusci in commercio, perdonatemi sicuramente qualche sicura inesattenza.

Vi elenco le due opzioni che avrei in mente:
  • 1° strato: t-shirt tecnica decathlon già provata e tutto sommato non mi ha deluso alla quale con calma avrei pensato di sostituirla con una Liod Abaska della quale ne ho sentito parlare molto bene e sarei curioso dato l'importanza di questo strato.
  • 2° strato: Patagonia R1 Air (da capire con full zip senza zip, zip a metà...) o Salewa Paganella Polarlite
  • 3° strato: Gilet softshell vela sailing 900 o comunque un altro gilet antivento e idrorepellente che mi consigliate, da sostituire con spolverino in caso di pioggia
  • sosta: piumino 100gr e/o spolverino in caso di pioggia
oppure:
  • 1° strato: t-shirt tecnica decathlon già provata e tutto sommato non mi ha deluso alla quale con calma avrei pensato di sostituirla con una Liod Abaska della quale ne ho sentito parlare molto bene e sarei curioso di provarlo dato l'importanza di questo strato.
  • 2° strato ibrido: Patagonia nano air (non capisco tra light, hoody ecc... quale sarebbe idonea) oppure Norrona Falketind PrimaLoft 60 o qualcosa di Salewa (Puez hybrid...) anche se mi sembra di capire che il nano air sarebbe il top
  • 3° strato: Gilet softshell vela sailing 900 o comunque un altro gilet antivento e idrorepellente se proprio tira molto vento e spolverino in caso di pioggia moderata-intensa
  • sosta: piumino 100gr
Tabella riassuntiva:
OPZIONE 1OPZIONE 2
1° STRATO​
t-shirt Decathlon o Liod Abaskat-shirt Decathlon o Liod Abaska
2° STRATO​
Patagonia R1 air o Salewa Paganella PolarlitePatagonia nano air o Falketind PrimaLoft 60
3° STRATO​
gilet antivento / spolverinogilet antivento / spolverino, in casi estremi
SOSTA​
piumino 100grpiumino 100gr


A voi la parola e grazie in anticipo
 
Io ho il nano air, effettivamente è eccezionale sia per calore che per traspirabilità. Occhio, se non fa freddo vero, non serve.
 
Io ho la nano air e la trovo eccessivamente calda anche sottozero, ma non faccio testo in quanto se non c'è vento giro in pieno Inverno con un intimo e basta. Ad ogni modo se vuoi limitare la sudorazione punta o a patagonia oppure al polartec alpha
 
Io ho il nano air, effettivamente è eccezionale sia per calore che per traspirabilità. Occhio, se non fa freddo vero, non serve.
Per freddo vero cosa intendi?
Considera che nel caso dell'opzione 2 sotto sarei in termica con maniche corte. Pensi che in salità potrei sudare troppo?
--- ---

Io ho la nano air e la trovo eccessivamente calda anche sottozero, ma non faccio testo in quanto se non c'è vento giro in pieno Inverno con un intimo e basta.
Ecco, io sono decisamente più freddoloso. Però mi sembra di capire che la soluzione con nano air sia eccessiva in caso di movimento?
 
io non sono caloroso come @maxfontana , ma anche io se non si va verso lo zero o sotto lo trovo veramente caldo. Nè aiuta il fatto che ci sia vento, perchè quello il vento non lo tiene proprio. Se lo usi per attività motoria sopra i 1200-1500 in inverno secondo me va.
 
@maxfontana @C2C7 penso allora di non aver capito bene la funzione / scopo del nano airo_O Pensavo fosse un secondo strato che potesse svolgere anche in maniera blanda la funzione del guscio antivento ma comunque evitando di fare la sauna dentro grazie al materiale super traspirante
 
nano air è un midlayer per attività motoria intensa, con una "certa" gestione del vento, ma non certo un guscio. La sua particolarità è di avere al contempo tre funzioni normalmente antitetiche: molto caldo, molto traspirante, molto leggero e compatto. Secondo me la criticità è sul molto caldo, per cui se non fa veramente freddo ti fa caldo...ma non sudi come un maiale, ecco. e poi avendo la zip puoi sempre gestire la temperatura con quella.
spero così sa più chiaro. C'era un bel video in rete di uno che confrontava R1 e nano air (ma non me lo ricordo quale sia): non ce ne è uno superiore all'altro, sono proprio diversi. Personalmente tornando indietro forse prenderei l'R1 (ma io fino ad oggi d'inverno vado su quote basse dove c'è freddo umido).
 
@C2C7 ok più che chiara.

Quindi a questo punto resto dell'idea originale, R1 e un guscio nel caso di vento e umidità.

Consigli su alternative all'R1, è veramente il top come si legge ovunque? Qualcuno ha provato il Salewa Paganella?
Leggevo anche che Karpos con la linea Odle dovrebbe aver creato un altro ottimo prodotto.

Anche consigli sul guscio che proprio non ne ho idea se non per qualche gilet di Decathlon
 
non entro nel merito, ma sul "processo": prima di cercare il prodotto (ce ne sono a valanghe, tutti interessanti), definisci bene quanto puoi "dove-quando-ma soprattutto come" lo usi.
- alta montagna o bosco?
-3 o 4 stagioni
- vuoi una cosa leggera e impacchettabile al costo di avere un prodotto meno strutturato? tipicamente trailrunning vs alpinismo?
personalmente sul terzo passaggio (cioè sul come lo uso) ho avuto la variazione più grande e non essendomi fatto la domanda prima, ho dovuto cambiare e pagare dopo. Spesso all'inizio (ma non so se tu sia all'inizio) non si ha nemmeno la domanda, almeno così è stato per me: questo sarebbe un buon segno che vale la pena di partire con un entry level decathlon, farsi esperienza di chi sono e cosa voglio fare e solo a quel punto cercare un prodotto più specifico e costoso ma adatto a me.
 
non entro nel merito, ma sul "processo": prima di cercare il prodotto (ce ne sono a valanghe, tutti interessanti), definisci bene quanto puoi "dove-quando-ma soprattutto come" lo usi.
- alta montagna o bosco?
-3 o 4 stagioni
- vuoi una cosa leggera e impacchettabile al costo di avere un prodotto meno strutturato? tipicamente trailrunning vs alpinismo?
personalmente sul terzo passaggio (cioè sul come lo uso) ho avuto la variazione più grande e non essendomi fatto la domanda prima, ho dovuto cambiare e pagare dopo. Spesso all'inizio (ma non so se tu sia all'inizio) non si ha nemmeno la domanda, almeno così è stato per me: questo sarebbe un buon segno che vale la pena di partire con un entry level decathlon, farsi esperienza di chi sono e cosa voglio fare e solo a quel punto cercare un prodotto più specifico e costoso ma adatto a me.
Direi che sono alla fase successiva del "per iniziare";)
Sto cercando uno o più strati che in salite di 1000/1500mt di dislivello non mi facciano colare la schiena costringendomi a fermarmi per ritornare in temperatura, ma allo stesso tempo mi permettano di restare protetto dal vento/umidità.
Range di temperature -5 / 10max

Leggevo se non sbaglio che @maxfontana] dovrebbe usare la norrona falketind alpha 60, ne parla in questo post, anche quella mi era capitato di vederla, ma penso abbiano cambiato modello perchè non la si trova più

https://www.avventurosamente.it/xf/threads/help-mi-manca-uno-strato.50406/post-910614
 
Ultima modifica:
Si ti confermo che ce l'ho ancora e rimane in assoluto il capo che utilizzo maggiormente. Adesso Norrona ha spostato il prodotto sotto la serie Lyngen e non più falketind ma c'è ancora.
Karpos usa l'alpha della polartec nella loro linea Alagna plus ma di sicuro il polartec alpha verrà usato anche da altri brand....
Secondo me, più che la nano air, ti direi di stare sull'alpha che respira altrettanto bene e secondo meè meno caldo. Però attenzione che antivento non lo è di certo!
 
Si ti confermo che ce l'ho ancora e rimane in assoluto il capo che utilizzo maggiormente. Adesso Norrona ha spostato il prodotto sotto la serie Lyngen e non più falketind ma c'è ancora.
Karpos usa l'alpha della polartec nella loro linea Alagna plus ma di sicuro il polartec alpha verrà usato anche da altri brand....
Secondo me, più che la nano air, ti direi di stare sull'alpha che respira altrettanto bene e secondo meè meno caldo. Però attenzione che antivento non lo è di certo!
Questa giusto?

ed eventualmente come guscio cosa consigli? Gilet in caso di solo vento e giacca in caso di pioggia
 
Niba, se può essere utile...

io uso un R1 Air, con sotto Merinos, e sopra Micro Puf che è molto leggero, ma in proporzione al peso, caldo e tiene vento.

Questo non su condizioni molto rigide, per le quali, poi dipende dal meteo, rinforzo con piumico e guscio GTX...ovviamente togliendo...

Poi cmq è MOLTO soggettivo, guarda @maxfontana... Io sono sicuramente più freddoloso...;)
 
Niba, se può essere utile...

io uso un R1 Air, con sotto Merinos, e sopra Micro Puf che è molto leggero, ma in proporzione al peso, caldo e tiene vento.

Questo non su condizioni molto rigide, per le quali, poi dipende dal meteo, rinforzo con piumico e guscio GTX...ovviamente togliendo...

Poi cmq è MOLTO soggettivo, guarda @maxfontana... Io sono sicuramente più freddoloso...;)
Con l'abbinata R1 + micro puf che attività fai? Cioè per quali contesti li usi così mi faccio un'idea più precisa
 
Niba, se può essere utile...

io uso un R1 Air, con sotto Merinos, e sopra Micro Puf che è molto leggero, ma in proporzione al peso, caldo e tiene vento.

Questo non su condizioni molto rigide, per le quali, poi dipende dal meteo, rinforzo con piumico e guscio GTX...ovviamente togliendo...

Poi cmq è MOLTO soggettivo, guarda @maxfontana... Io sono sicuramente più freddoloso...;)
quindi al freddo - avendo sotto merinos e R1 (già bello caldo) più il micro puff - sopra metti metti un altro piumino ???
 
quindi al freddo - avendo sotto merinos e R1 (già bello caldo) più il micro puff - sopra metti metti un altro piumino ???
Nono tolgo il micro puff... ma in genere l'equipaggiamento non và in sovrapposizione.

Cioè guardò per bene le previsioni, temperature e soprattutto VENTO e decido cosa portare.
A volte porto in più e lascio in macchina, cmq ho SEMPRE riserva nello zaino.

Poi ovvio un conto è un giro sulla francigena, altro e andare sulla direttissima al Gran Sasso a novembre .

Ma alla fine non voglio subire il freddo.

Cmq in inverno punto sui 4 strati ;)
--- ---

Con l'abbinata R1 + micro puf che attività fai? Cioè per quali contesti li usi così mi faccio un'idea più precisa
Ma tipica attività aerobica, nulla di che...chilometri e dislivello, cammini, uscite ultimamente gruppi trekking..., qualche solitaria...

Solo a volte, se c'è mia moglie, e inizia a tirare...:rofl: le medie si alzano...
 
Questa giusto?

ed eventualmente come guscio cosa consigli? Gilet in caso di solo vento e giacca in caso di pioggia
Direi piuttosto questa
https://www.norrona.com/en-GB/products/lyngen/lyngen-alpha100-zip-hood-men/?color=2295
che almeno offre una protezione da vento maggiore rispetto a quella che hai linkato tu.
Come guscio uso un norrona falketind in goretex ma tornassi indietro prenderei una patgaonia torrentshell 3l. Costa meno ed è più "packable" come dicono in Inglese....
Tendo personalmente a portarmi dietro anche più del necessario ma:
1) sudo tantissimo e mi capita spesso di dovermi cambiare l'intimo anche 2 volte in una giornata.
2) Ho constatato che il prodotto magico che fa tutto non esiste.
Per queste ragioni nel mio zaino ho sempre 2/3 midlayer di grammatura differente e un guscio. Consigliare è indubbiamente buono ma ogni situazione va calata nella propria realtà.
 
Domani vado da maxi sport e vediamo di riuscire a provare qualcosa. In teoria da maxi sport dovrebbero avere sia l'R1 che Salewa Paganella
 
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso