Migliore accoppiata materassino gonfiabile e quilt

Ciao, io non ho grande esperienza in questione ma mi è venuto in mente un video che ho visto pochi giorni fa che risponde anche a questa domanda teoricamente
 
Ho appena preso un klimit Static V, non è che mi convince tantissimo il loro sistema a V, però per quel poco che l'ho provato è sicuramente più comodo di un autogonfiante, pesa poco e si gonfia con 10 soffiate di numero. Certo, comprare un R4.4 e ritrovarsi con un R1.9 è un pó una fregatura. In linea teorica potrei concordare con chi mi dice che non è una valida accoppiata con i quilt, però, chi teme gli spifferi mi sa che il quilt lo devo proprio lasciar perdere.
 
chi teme gli spifferi mi sa che il quilt lo devo proprio lasciar perdere.
esatto. E comunque e' un problema che si risolve con un quilt da escursionismo vero, cioe' della misura giusta, e gli attacchi per i cordini, per rimboccarlo sotto il materassino. Il problema vero del quilt, se vogliamo, e' che l'interazione/integrazione col materassino devono essere piu' spinte che con il sacco a pelo. Pero' piu' ne discutiamo e piu' a me piace la flessibilita'. Con un sacco a pelo a mummia come sto ora, se fa freddo mi metto un pile in piu', se fa caldo sono fregato (e anche in estate mi capitano entrambe le situazioni nella stessa escursione). Con un quilt, se fa freddo metto il pile, se fa caldo non lo lego al materassino o apro ai piedi per far circolare aria, ma di sicuro una soluzione intermedia la trovo.
 
esatto. E comunque e' un problema che si risolve con un quilt da escursionismo vero, cioe' della misura giusta, e gli attacchi per i cordini, per rimboccarlo sotto il materassino. Il problema vero del quilt, se vogliamo, e' che l'interazione/integrazione col materassino devono essere piu' spinte che con il sacco a pelo. Pero' piu' ne discutiamo e piu' a me piace la flessibilita'. Con un sacco a pelo a mummia come sto ora, se fa freddo mi metto un pile in piu', se fa caldo sono fregato (e anche in estate mi capitano entrambe le situazioni nella stessa escursione). Con un quilt, se fa freddo metto il pile, se fa caldo non lo lego al materassino o apro ai piedi per far circolare aria, ma di sicuro una soluzione intermedia la trovo.
La vedo esattamente al contrario: se fa freddo e tira vento sto chiuso dentro il sacco a pelo, se fa caldo apro la cerniera e in pratica ho un quilt... il viceversa non lo puoi fare. Ci sono Sacchi con cerniera apribile sopra e sotto e addirittura, più rari, con footbox apribile.
 
aggiornamento:

Ulteriori commenti e riflessioni sono sempre benvenuti.

Inoltre, rispondendo a @Cmps :

La vedo esattamente al contrario: se fa freddo e tira vento sto chiuso dentro il sacco a pelo, se fa caldo apro la cerniera e in pratica ho un quilt... il viceversa non lo puoi fare.
Vederla al contrario e' una funzione di dove uno parte. Se fai soprattutto trekking a temperature davvero sotto zero, si ottimizza come dici tu, e quando c'e' l'eccezione apri il sacco. Nel caso contrario, che e' il mio, mi pare piu' efficace ottimizzare al contrario, cioe' prendere qualcosa che di sicuro non ti fa soffrire il caldo, si puo' restringere, e in ogni caso e' abbastanza largo da starci dentro con un sacco a pelo a mummia ultraleggero. Che gia' ho, ma mi e' diventato troppo scomodo per essere LA soluzione di partenza per dormire. Senza contare che...

Ci sono Sacchi con cerniera apribile sopra e sotto e addirittura, più rari, con footbox apribile.
OK. Ma quanti hanno prezzi e disponibilita' simili? E perche' comprare quelli anziche' un quilt per usarli soprattutto come quilt, vedi sopra?

Tutto questo NON per dire "il mio ragionamento e' migliore", ma solo per rimarcare che non c'e' una soluzione unica per tutti, anche a parita' di condizioni esterne: se stai caldo ma un sacco a mummia ti costringe a posizioni che non ti fanno dormire bene (il mio caso, da qualche tempo), sempre fregato rimani. Idem per soluzioni che costano troppo, o non arrivano quando servirebbero.
 
Ultima modifica:
aggiornamento:

Ulteriori commenti e riflessioni sono sempre benvenuti.

Inoltre, rispondendo a @Cmps :



Vederla al contrario e' una funzione di dove uno parte. Se fai soprattutto trekking a temperature davvero sotto zero, si ottimizza come dici tu, e quando c'e' l'eccezione apri il sacco. Nel caso contrario, che e' il mio, mi pare piu' efficace ottimizzare al contrario, cioe' prendere qualcosa che di sicuro non ti fa soffrire il caldo, si puo' restringere, e in ogni caso e' abbastanza largo da starci dentro con un sacco a pelo a mummia ultraleggero. Che gia' ho, ma mi e' diventato troppo scomodo per essere LA soluzione di partenza per dormire. Senza contare che...



OK. Ma quanti hanno prezzi e disponibilita' simili? E perche' comprare quelli anziche' un quilt per usarli soprattutto come quilt, vedi sopra?

Tutto questo NON per dire "il mio ragionamento e' migliore", ma solo per rimarcare che non c'e' una soluzione unica per tutti, anche a parita' di condizioni esterne: se stai caldo ma un sacco a mummia ti costringe a posizioni che non ti fanno dormire bene (il mio caso, da qualche tempo), sempre fregato rimani. Idem per soluzioni che costano troppo, o non arrivano quando servirebbero.
Bellissimo il Quilt!! Ma sono ameriGani! :cry: Con i dazi come la metti??

Per il resto delle riflessioni condivido e sottoscrivo. Se sai che farà freddo, sotto zero o più, il sacco a pelo è quasi d'obbligo. Meglio rimanere agglomerati nel caldo bozzolo. Per il trekking o viaggi itineranti il quilt è troooooppo più comodo e vertatile (e leggero).
Le allergie al quilt sono difficili da curare, ogniuno si tiene le sue malattie! :biggrin::biggrin: (sto scherzando nè!! ;))
 
Bellissimo il Quilt!! Ma sono ameriGani! :cry: Con i dazi come la metti?
Un altro grosso vantaggio di quel quilt su quelli ad esempio di Paria Outdoors, che rimangono gran prodotti di cui tutti dicono un gran bene, e' che e' l'UNICO vero quilt da escursionismo in vendita ANCHE su Amazon italiana, quindi tutto e' incluso nel prezzo. Al momento la taglia regular costa 158 Euro, la large ~10/15 euro in piu'.
 
Un altro grosso vantaggio di quel quilt su quelli ad esempio di Paria Outdoors, che rimangono gran prodotti di cui tutti dicono un gran bene, e' che e' l'UNICO vero quilt da escursionismo in vendita ANCHE su Amazon italiana, quindi tutto e' incluso nel prezzo. Al momento la taglia regular costa 158 Euro, la large ~10/15 euro in piu'.
Visto, grazie, però a qualche euro in più. Lo terrò sotto controllo.
Facci una bella recensione quando ti arriva :wub: grazie.
 
Conclusione della storia (per me, ora): ho preso quilt Featherstone Moondance 25 su Amazon, e materassino Sea To Summit Ultralight Insulated small su SnowLeader, perche':

entrambi disponibili a prezzi complessivi e (soprattutto) tempi di consegna inferiori alle alternative

prestazioni complessive. Il peso totale, cinghie del quilt e sacca di gonfiaggio del materassino incluse, dovrebbe essere fra 1150 e 1200 grammi, con comfort "sicuro" (notare le virgolette) fino a zero gradi.

Il materassino l'ho scelto perche' e' piu' piccolo e sottile dell'ApolloAir discusso qui (ma adeguato per me) e un po' piu' grande da arrotolato, con R molto inferiore (3.1 vs 5.2) ma molto piu' affidabile (ASTM standard vs autocertificato da venditore nuovo). Pero' e' in generale un modello molto piu' affidabile e testato dell'altro e pesa 80 gr. di meno, oltre ai vantaggi di prezzo e tempi di consegna gia' citati. Inoltre, ho rintracciato chi ha recensito ApolloAir su Amazon, e mi dice che lo ha trovato abbastanza rumoroso, e non particolarmente caldo.

Grazie a tutti per i consigli, e spero la discussione sia utile a tutti, anche in futuro. Ora devo solo incrociare le dita che le spedizioni vadano bene, e sperare di riuscire a usare l'accoppiata prima possibile, e il piu' possibile :)
 
salve a tutti,
per motivi che spieghero' in PM e poi qui in seguito, avrei bisogno di qualcuno disposto a fare una "prova di acquisto" di quel quilt su amazon . it, e mandarmi schermata. Chi puo' mi contatti via PM, grazie.
 

Alto Basso