Recensione mini recensione - coltello artigianale.

#1
Come promesso a Sile, il creatore di questo Coltello, ho realizzato una piccola recensione su quello che.conoscete come"il tosto".

IMG_20161030_142758.jpg


Si tratta di un coltello forgiato in acciaio al carbonio di zappetta di motocoltivatore e manico in legno di olmo nostrano. Fodero in cuoio.

Lunghezza lama: 115mm
Lunghezza manico: 112mm
Spessore: 5mm

La modifica che ho chiesto è stata quella di trasformare il profilo in clip point.

IMG_20161022_120919.jpg


La parola giusta per definire questo arnese è "versatile". Si può fare di tutto senza patemi ed essere sempre soddisfatti del risultato.

Ecco le prove effettuate:
taglio di cordame vario
batoning senza criterio
scavare buche in terreni molto duri
chopping
intaglio legno di rovere
creazione di picchetti
potatura siepi

IMG_20161021_175815.jpg


L'acciaio che compone questa lama è carbonioso, si affila molto velocemente in ogni condizione, anche se non sono riuscito a farlo arrivare a livello rasoio.
Il filo si è dimostrato molto resistente e con una buona tenuta... l'originale lucidatura a specchio è stata eliminata per mio gusto estetico.

IMG_20161030_142738.jpg


Tralasciando il chopping, per il quale sarebbe necessario qualche centimetro in più, tutte le prove sono state superate egregiamente; questo fa sì che il coltello in questione si possa identificare come un ottimo compagno di avventure in tantissime situazioni, sia come prima scelta che come lama di backup.
Quello che più apprezzo e che c'è tanta sostanza e tanta versatilità, ciò che serve ad un escursionista o a chi ha bisogno di uno strumento di lavoro sempre pronto.
L'affidabilità non gli fa difetto, la leggerezza e la giusta bilanciatura rendono il lavoro poco faticoso... a ciò si unisce un manico ergonomico ben impugnabile da qualunque mano.
In sintesi mi trovo molto soddisfatto perché con una piccola spesa sono riuscito a coprire tantissime necessità.

IMG_20161021_175459.jpg

I coltelli come questo pur essendo molto belli a mio avviso non sono fatti per chi ama collezionare i propri pezzi ma per chi ha bisogno di veri strumenti di lavoro.
Il fodero è semplice ma trattiene bene il coltello facendo quindi egregiamente il suo mestiere.

DSCN2628.jpg


Questa recensione è palese pubblicità, Sile sgancia tramite bonifico grazie!
 

#6
In ogni caso dubito che in Italia si raggiungano i -25 salvo pochi luoghi particolari in brevi periodi dell'anno......ti tocca fare un test nel congelatore di casa :D
 
C

corey82

Guest
#8
Non so che congelatori avete a casa ma di solito arrivano al massimo a -20, che poi sarebbero da testare col termometro.
al massimo un'abbattitore o un freezer professionale come quello che ho in negozio, ma anche li i -25 sono un po tirati...
 
#10
....... a vedere se mettendoci sopra la lingua si attacca ? :biggrin:

Battute a parte, sapevo di -50°C come temperatura limite per gli acciai al carbonio o altamente legati, anche se la tempra riduce, ovvero innalza, ulteriormente la temperatura minima.

Ciao :si:, Gianluca
 
Ultima modifica:
#12
....... probabilmente sono test che hanno un senso per chi, per più mesi all'anno, magari si trova a dover affrontare temperature del genere (come @Luomodelbosco ?), oppure, sono test che si sà già che portano al limite una lama mal trattata termicamente facendo venir fuori i difetti.

Pure e semplici supposizioni ........ ovviamente :)

Ciao :si:, Gianluca
 
#13
Beh in ogni caso non penso servano chissà che acciai e probabilmente un comunissimo acciaio al carbonio come quello del coltello in oggetto andrebbe benissimo. In fin dei conti puukko, leuku e compagnia bella eran fatti in carbonioso tipo C70 :)
 
#14
Beh in ogni caso non penso servano chissà che acciai e probabilmente un comunissimo acciaio al carbonio come quello del coltello in oggetto andrebbe benissimo. In fin dei conti puukko, leuku e compagnia bella eran fatti in carbonioso tipo C70 :)
esatto.
nel frattempo continuo a strapazzare il povero coltello che ieri ha dovuto spaccare parecchi tronchetti per il camino.

come immaginavo va meglio sui lavori di fatica che sulla precisione, spacca e decorteggia con disinvoltura.
 
#16
Facendo un paragone automobilistico è un trattore, non una ferrari :D
infatti è a quello che serviva, quando lavoro di fino uso sempre un chiudibile particolarmente affilato o se sono a casa le sgorbie.
devo dire che portandolo al limite taglia benone ed il manico è perfetto, ma è un coltello spesso spesso che vuole lavorare duro.

comunque bravo sile! e ora sotto a disegnare il mio prossimo coltello!!!!
 
#18
grazie a te, appena avrò finito il manico dell'altro coltello che mi hai fatto ne posterò foto e recensione.
ma ci vuole ancora qualche giorno.... devo anche studiare ilnome giusto da dare!
 
#19
sono test comunque inutili, voglio vedere chi di noi si metterebbe a lavorare in condizioni del genere.
Ma guarda, in realtà a -25° non è che poi si stia così male... se c'è il sole, se viene bufera ti diverti un po meno specie se trovi il rifugio chiuso! :biggrin:
Cmq se ti metti a fare batoning a -25 mi sa che ne sopravvivono pochi di coltelli, giusto forse i Fallkniven e qualche lama con tempra differenziata
Yess, ci sto lavorando con autocad 4D :rofl::rofl::rofl:

Grazie mille davvero!! :)
Se parti con Autocad fra 15 anni sei ancora a livello di sagoma senza bisellatura :lol:
 

Discussioni simili

Alto