Alpinismo Mont Blanc du Tacul [4.248 m.]

Dati

Data: 05/08/2018
Regione e provincia: Francia - Rodano Alpi - Savoia
Località di partenza: Chamonix
Località di arrivo: Chamonix
Tempo di percorrenza: 8h
Chilometri: 9 km
Grado di difficoltà: PD
Descrizione delle difficoltà: crepacci, seracchi, esposizione, roccette con ghiaccio vivo
Periodo consigliato: primavera, estate
Segnaletica: nessuna
Dislivello in salita: 1.000
Dislivello in discesa: 1.000
Quota massima: 4.248 m
Accesso stradale: arrivati a Chamonix lasciare la macchina al parcheggio della funivia

Descrizione

Dopo la gita Svizzera, sconfiniamo di nuovo, questa volta in Francia, la gita è di quelle dispendiose, il traforo del Monte Bianco costa 56 € a/r, 61,5 la funivia, 8 € il parcheggio, senza contare l'autostrada della Valle d'Aosta.
Con il buon @giuliof e il buon @Gaijin andiamo in zona Bianco in perlustrazione per future imprese.

Arriviamo con anticipo, ma alla funivia c'è già molta coda, ma riusciamo a prendere la seconda delle 6:45, si parte da 1.000 metri e con due tratte si sale fino all'Aiguille du Midi a oltre 3.800 metri, con pochissime campate ed elevata velocità.
IMG_20180805_065629.jpg

Appena arrivati si seguono i cartelli e bisogna scavalcare un cancelletto chiuso, per me la difficoltà più elevata di giornata.
Superata questa si calzano i ramponi e si esce sulla cresta.
IMG_20180805_072527.jpg

Ci aspetta una discesa di 250 metri, il cui primo tratto è una crestina discretamente affilata, ma l'allenamento ai Lyskamm ha fatto il suo effetto, la passiamo senza problemi.
IMG_20180805_072636.jpg

Arrivati quasi alla base spunta la nostra meta.
IMG_20180805_074039.jpg

Sulle rocce dell'Aiguille arrampicano già.
IMG_20180805_074722.jpg

Alla base delle rocce, c'è un campo base con svariate tende.
IMG_20180805_075646.jpg

Quella del @andreapaiola non si vede. o_O
Adesso c'è un tratto in piano prima della salita, qualche crepaccio ma ancora chiuso.
IMG_20180805_081138.jpg

Fa caldo il rigelo è così così, ma si viaggia abbastanza bene.
La prima parte di salita è all'ombra.
IMG_20180805_083100.jpg

In lontananza si vedono i seracchi, infatti dopo poco raggiungiamo la scala.
IMG_20180805_084650.jpg

Il seracco visto da sotto fa impressione.
IMG_20180805_084657.jpg

La scala è un po' ballerina, ma ben ancorata, sopra c'è un cordino legato ad un fittone per fare sicura.
IMG_20180805_090047.jpg

Passato questo tratto, usciamo al sole, si sale do più e si costeggiano i crepacci.
IMG_20180805_092811.jpg

piano piano ci avviciniamo allo scollinamento
IMG_20180805_095210.jpg

Ci sono un paio di tratti ripidi, ma non troppo.
IMG_20180805_095922.jpg

Attraversiamo un paio di crepacci su ponti più o meno solidi.
IMG_20180805_100830.jpg

Finalmente sbuca la nostra vetta.
IMG_20180805_101744.jpg

Arrivati sulla dorsale, davanti a noi il Maudit.
IMG_20180805_101801.jpg

C'è un tratto di dorsale a poca pendenza verso l'attacco delle roccette finali.
IMG_20180805_102527.jpg

Dietro il Maudit spunta il Bianco.
IMG_20180805_103517.jpg

Facciamo una pausa prima delle roccette.
IMG_20180805_105248.jpg

Si può salira a sinistra su ripido scivolo di neve ghiacciata con sotto il vuoto, un paio di metri ariosi... :help:
o per roccette.
Andiamo per roccette, c'è un po' di traffico.
IMG_20180805_110108.jpg

Le difficoltà sono limitate (max II), ma c'è ghiaccio vivo, facciamo un minimo di sicura.
Pochi metri e siamo in vetta, qui una guida ci passa sopra senza neanche guardarci in faccia e incrocia pure le corde, robe da matti, gli avrei dato una piccozzata in testa.
IMG_20180805_113212.jpg

Le nuvole coprono il Bianco e buona parte del panorama.
IMG_20180805_113233.jpg

IMG_20180805_114230.jpg

La seconda cima del Maudit.
IMG_20180805_114232.jpg

IMG_20180805_114237.jpg

IMG_20180805_114239.jpg

IMG_20180805_114241.jpg

Timidamente il Bianco esce tra le nuvole.
IMG_20180805_121228.jpg

Ci godiamo un po' la vetta e poi scendiamo, un po' di sicura sulle roccette e poi giù.
La neve ha mollato ma non in maniera drammatica. Giungiamo alla scala.
IMG_20180805_134757.jpg

Una foto dalla scala.
IMG_20180805_135649.jpg

La risalita finale è mortale, in più sta arrivando un temporale, ma alla fine giungiamo all'Aiguille, invasa dai merenderos. :argh:
Facciamo un giretto esplorativo, poi una coda infinita per la funivia con una disorganizzazione da non credere, su 65 della cabina c'erano 4 escursionisti noi compresi :cry:.
Questo il momento più brutto della giornata.

Che dire, bella giornata in un ambiente nuovo per noi, un po' costosetta. Ci torneremo di sicuro...:dent4:
 
Comunque c'erano tende più sgalfe della tua, c'era addirittura una two seconds. :-?
Va che la mia è un'ottima tenda: molto versatile e leggera e compatta, è inutile che continui a cercare di denigrarla :cool:
Compromessi: le nuove two seconds hanno comunque più abitabilità delle bare tipo la Ferrino Lightent o della CAMP minima e sono testate con venti a 50 Km/h, non male!
Sono pesanti, ma se le suddividi in 2 o 3 persone... ammesso che siano suddivisibili... Il disco rimane disco però!
 
Ultima modifica:
Va che la mia è un'ottima tenda: molto versatile e leggera e compatta, è inutile che continui a cercare di denigrarla :cool:
Non la denigro anzi, ma penso non sia adatta all'utilizzo in alta quota, va benissimo per quote 1.500 - 2.500 metri ed anche un po' più su.
Sono pesanti, ma se le suddividi in 2 o 3 persone... ammesso che siano suddivisibili... Il disco rimane disco però!
La two seconds ce l'ho, il problema è la trasportabilità del disco, che è bello ingombrante.
 
Comunque c'erano tende più sgalfe della tua, c'era addirittura una two seconds. :-?
sta cosa mi ha stranito, io le odio anche in spiaggia, la prima che comprai era una roba cinese nel 2003, buttai il foglio con le istruzioni insieme alla busta che la conteneva (fra l'altro le immagini eran stampate malissimo e istruzioni solo in lingua cinese), la provo a casa e slap in 2 secondi lanciandola in aria si apri...
inizia a richiuderla, ma 45 minuti dopo, stanco, sudato da fare schifo e incazzato a bestia, gli assestai 4 calci e terminai spaccando a mano la paleria, il tutto condinto dalle bestemmie piu fantasiose....



grazie per aver condiviso foto e racconto, bello anche il video :si:

la scala chi è che la piazza lì?
 
sta cosa mi ha stranito, io le odio anche in spiaggia, la prima che comprai era una roba cinese nel 2003, buttai il foglio con le istruzioni insieme alla busta che la conteneva (fra l'altro le immagini eran stampate malissimo e istruzioni solo in lingua cinese), la provo a casa e slap in 2 secondi lanciandola in aria si apri...
inizia a richiuderla, ma 45 minuti dopo, stanco, sudato da fare schifo e incazzato a bestia, gli assestai 4 calci e terminai spaccando a mano la paleria, il tutto condinto dalle bestemmie piu fantasiose....
Ma io la uso per i campi improvvisati a pochi metri dal parcheggio, perché è molto scomoda da trasportare, in realtà a chiuderla non ho avuto grossi problemi, probabilmente solo fortuna.
grazie per aver condiviso foto e racconto, bello anche il video :si:
Grazie a te per l'apprezzamento. ;)
la scala chi è che la piazza lì?
Penso quelli del rifugio, altrimenti il flusso di escursionisti si ridurrebbe drasticamente.
Mi ricordo che gli anni scorsi si era alzato un seracco improvviso di oltre 2 metri, e avevano lavorato una giornata intera per scavarlo e far passare le cordate.
 

Discussioni simili



Alto Basso