Trekking Monte Amaro passando per la "rava del ferro"

Parchi d'Abruzzo
  1. Parco Nazionale della Majella
Data: 7-8-2013
Regione e provincia: Abruzzo
Località di partenza: Lama bianca (Caramanico)
Località di arrivo: Monte Amaro
Tempo di percorrenza: 3h15m in salita, discesa qualcosa meno
Chilometri: 5.6km
Grado di difficoltà: Difficile
Descrizione delle difficoltà: Buona preparazione fisica, discesa tecnica su pietroni instabili, salita ripida su fondo breccioso
Periodo consigliato: estate, partenza mattina presto
Segnaletica: poca, il sentiero è il 5B
Dislivello in salita: 1300m
Dislivello in discesa: 1300m
Quota massima: 2793m
Accesso stradale: da Passo San Leonardo, si scende verso Caramanico e si imbocca la prima strada secondaria che si trova verso destra (asfaltata, direzione lama bianca, ci sono zone attrezzate per picnic)
Traccia GPS: http://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=6650
Escursione abbastanza impegnativa, la segnaletica è presente solo all'inizio, una volta imboccata la rava (il canalone) non è possibile sbagliarsi poichè si sale abbastanza in verticale ed essendo il terreno molto friabile non è raro trovare più alternative, una volta arrivati dove rimpiana, bisogna proseguire verso destra in direzione del Monte Amaro, non sarà raro incontrare Camosci selvatici che vi osservano inerpicati su degli strapiombi e se salite in tarda estate avrete la fortuna di incontrare bellissime stelle alpine (appenniniche). La salita seppur dura si fa abbastanza bene, consiglio sia per la salita che per la discesa l'uso delle racchette da trekking, la discesa è molto impegnativa per chi non ha un minimo di esperienza in discese sdrucciolevoli, bisogna avere buon allenamento per non affaticarsi troppo e rischiare infortuni alle articolazioni messe molto a dura prova in discesa. Per esperti.
 

Allegati

  • IMG_20130807_140210.jpg
    IMG_20130807_140210.jpg
    82,2 KB · Visite: 819
  • IMG_20130807_090911.jpg
    IMG_20130807_090911.jpg
    64,1 KB · Visite: 895
  • IMG_20130807_052246.jpg
    IMG_20130807_052246.jpg
    65,7 KB · Visite: 804
  • 07082013-DSC_0317.jpg
    07082013-DSC_0317.jpg
    78,4 KB · Visite: 841
  • 07082013-DSC_0296.jpg
    07082013-DSC_0296.jpg
    43,1 KB · Visite: 928
  • 07082013-DSC_0286.jpg
    07082013-DSC_0286.jpg
    43 KB · Visite: 749
  • 07082013-DSC_0261.jpg
    07082013-DSC_0261.jpg
    44,3 KB · Visite: 777
  • 07082013-DSC_0240.jpg
    07082013-DSC_0240.jpg
    25,3 KB · Visite: 769
  • 07082013-DSC_0238.jpg
    07082013-DSC_0238.jpg
    27 KB · Visite: 798
  • 07082013-DSC_0237.jpg
    07082013-DSC_0237.jpg
    70,9 KB · Visite: 747
  • 07082013-DSC_0232.jpg
    07082013-DSC_0232.jpg
    58,9 KB · Visite: 802
  • 07082013-DSC_0225.jpg
    07082013-DSC_0225.jpg
    90,2 KB · Visite: 781
  • 07082013-DSC_0221.jpg
    07082013-DSC_0221.jpg
    44,7 KB · Visite: 761
  • 07082013-DSC_0217.jpg
    07082013-DSC_0217.jpg
    37,8 KB · Visite: 717
  • 07082013-DSC_0216.jpg
    07082013-DSC_0216.jpg
    67,5 KB · Visite: 749
  • 07082013-DSC_0202.jpg
    07082013-DSC_0202.jpg
    42,4 KB · Visite: 717
Ultima modifica di un moderatore:
fatto....non ho voluto mettere trekking o escursionismo perchè non credo sia alla portata di tutti....è un trekking/escursionismo impegnativo
 
Ciao Giuseppe,
complimenti per la bellissima salita che hai compiuto su una montagna dal fascinio unico!

Pur non essendo effettivamente la cima più alta dell'Appennino, contende comuqnue per fascino ed attrazione (almeno nei miei confronti...) lo scettro di re dell'Appennino al Corno Grande; paesaggi e luoghi molto diversi tra loro ma entrambi grandiosi!!!

A me il Monte Amaro continua a mancare in bacheca e scalpito dalla voglia di salirci...

PS: la foto scattata dall'interno del bivacco attraverso la porta mi piace molto!
 
fatto....non ho voluto mettere trekking o escursionismo perchè non credo sia alla portata di tutti....è un trekking/escursionismo impegnativo

Puoi specificare meglio? Sono interessato al percorso. Quali sono secondo te le difficoltà maggiori?

Tieni conto che è "escursionismo" o "trekking" anche una via ferrata esposta, che credo sia più difficile della Rava del Ferro.
 
Ciao Giuseppe,
complimenti per la bellissima salita che hai compiuto su una montagna dal fascinio unico!

Pur non essendo effettivamente la cima più alta dell'Appennino, contende comuqnue per fascino ed attrazione (almeno nei miei confronti...) lo scettro di re dell'Appennino al Corno Grande; paesaggi e luoghi molto diversi tra loro ma entrambi grandiosi!!!

A me il Monte Amaro continua a mancare in bacheca e scalpito dalla voglia di salirci...

PS: la foto scattata dall'interno del bivacco attraverso la porta mi piace molto!


grazie per i complimenti, il corno grande anche a me piace di più, pensa che ci sono salito una decina di volte mentre sul monte amaro è stata la prima volta, io ho la fortuna di vedere sia la Majella che il Corno Grande dalla finestra della mia stanza così ho deciso che non potevo non salire sul monte Amaro....dopo ferragosto credo che salirò sul corno piccolo che ancora mi manca, lo provai a fare da piccolo (13 anni) ma mi fermai al rifugio Franchetti perchè dopo tre ore di cammino ero cotto e c'era da fare la ferrata Brizio (che ora è stata ripristinata) che è abbastanza impegnativa e all'epoca era in stato fatiscente.....forse quest'anno è la volta buona per mettere un'altra X sulle cime che "ho raggiunto" :D
 
Puoi specificare meglio? Sono interessato al percorso. Quali sono secondo te le difficoltà maggiori?

Tieni conto che è "escursionismo" o "trekking" anche una via ferrata esposta, che credo sia più difficile della Rava del Ferro.


rispetto ad una ferrata il discorso è diverso, qui la difficoltà è più fisica che tecnica (non ci sono strapiombi da vertigini), la salita non da tregua fino a quando non si raggiunge la fine della rava (foto con la neve), la discesa idem, si è sempre sulle ginocchia, su un terreno molto scivoloso con pendenze anche oltre il 50%, in alcuni punti sembra di sciare (sulle pietre). La difficoltà è amplificata poi dal fatto che il sole rende il paesaggio carsico e quasi privo di vegetazione, una vera fornace. Comunque è un sentiero che si fa, ho voluto non semplificare troppo la cosa perchè ho visto che mentre io sono salito in circa 3 ore senza esagerare (mantenendo una andatura che mi permetteva di chiacchierare), un gruppo di boy scout che ha iniziato la salita con noi, li abbiamo incontrati sempre sulla rava quando noi stavamo scendendo (evidentemente avevano degli zaini molto pesanti e una preparazione fisica non proprio adatta e se la stavano prendendo con molta molta calma)
 
Sempre avvincente l'escursione sul monte Amaro!
Le foto sono molto belle... complimenti anche all'amico a 4 zampe!!! :D

Beh io veramente intendevo dire che la bellezza dell'Amaro per me è paragonabile al Corno Grande...Tra i due non sò chi mi affascina di più!!!
Quando salirò anche sull'Amaro spero di risolvere questo dubbio...:biggrin:
Daniele, io onestamente ho provato a fare un paragone ma non sono mai riuscito a dare un primo posto ad una o l'altra montagna. Sono due ambienti affascinanti nelle loro diversità.
Potrei brevemente riassumerli così:
- Majella dall'inconfondibile luce e dagli infiniti ambienti lunari;
- Gran Sasso, un variegato gioco di rocce dolomitiche tra mille prospettive.

quoto alla grande (specialmente se nella discesa, non conoscendo la strada, ti butti giù per una rava e impieghi più tempo a scendere che nella salita...esperienze che no si dimenticano)

587_4741821353317_383563697_n.jpg
L'infinita discesa per la Rava del Ferro mette a dura prova la resistenza psicologica più che quella fisica. E' come la discesa nel pozzo di San Patrizio moltiplicata all'ennesima potenza.
Personalmente sono entrato in forte crisi nelle ultime due ore delle complessine 11 che mi hanno impegnato la mia prima volta in Majella.
Come giustamente hai scritto, sono esperienze che non si potranno mai dimenticare.
 
Fabri in effetti nessuna delle due cime può prevaricare sull'altra;
come giustamente hai scritto ognuna ha dalla sua caratteristiche uniche ed inconfondibili...la mia era una competizione virtuale tra quelle che sono sicuramente (e quì non credo possano esserci molti dubbi) le due vette regine dell'Appennino (sia per quota che per fascino)....

....11 ore?????
Bene, inizio quindi a prepararmi psicologicamente, vista la voglia di andarci quanto prima...Ahahah!!!!
 
Alto Basso