Escursione Monte Amaro

Parchi d'Abruzzo
  1. Parco Nazionale della Majella
Monte Amaro
Quota
2.793 m
Data 18 giugno 2022
Sentiero segnato
Dislivello 2.265 m
Distanza 35,34 km
Tempo totale 14:34 h
Tempo di marcia 12:57 h
Cartografia Il Lupo Majella
Descrizione Dal Rifugio Pomilio (1.892 m) per il Complesso pastorale Tettoni (1.828 m, +25 min.), il Rifugio Marcello Di Marco (1.752 m, +34 min.), il Balcone di Santa Maria (1.680 m, +35 min.), la Rava dell’Avellana, Ponte della Pietra (1.022 m, +1 h), Guado Sant’Antonio (1.202 m, +45 min.), il Rifugio forestale (1.257 m, +6 min.), il Rifugio Paolo Barrasso (1.542 m, +38 min.), Monte Rapina (2.027 m, +1,12 h), Croce di Pesco Falcone (2.630 m, +1,42 h), Pesco Falcone (2.646 m, +10 min.), Monte Amaro (2.793 m, +1,03 h, 9 h dalla partenza). Ritorno per Monte Tre Portoni (2.653 m, +30 min.), Cima Pomilio (2.656 m, +55 min.), Monte Focalone (2.676 m, +34 min.), Fonte Acquaviva (2.100 m, +1,15 h), La Maielletta (2.045 m, +1,02 h) e il Rifugio Pomilio (+31 min.). Poderosa escursione in ambiente solitario e selvaggio. Avvistati una lepre, un capriolo, una volpe, un’aquila e numerosissimi camosci. Ancora frequenti chiazze di neve sopra i duemila metri.
https://www.montinvisibili.it/monte-amaro-nord

Monte Amaro, 18 giugno 2022. Nessun gruppo montuoso appenninico propone allo sguardo la messe di spazi sconfinati che è in grado di offrire la Majella. Valli lunghissime, impervie e solitarie; creste su creste di vette selvagge; un vastissimo altopiano a 2.400 metri di quota dai colori ocra e dai fossili marini che spuntano a ogni passo. E ancora orridi, foreste, eremi e grotte; e quando arrivi in cima, la vista sul mare blu.
Puoi marciare per ore, se non per giorni, in questa meraviglia senza incontrare anima viva, potendo contare solo sulle tue forze e le tue capacità, avvertendo l’emozione selvaggia di un John Muir in cammino nella Sierra Nevada: “Anche oggi tempo splendido, una di quelle gloriose giornate della Sierra in cui ci si sente come dissolti, assorbiti, spinti innanzi pulsanti, non si sa dove. La vita non pare né lunga né breve, non ci si preoccupa di risparmiare tempo o di affrettarsi più di quanto facciano alberi e stelle. Questa è la vera libertà, un buon surrogato mortale dell'immortalità”. (John Muir, La mia prima estate sulla Sierra).
Ecco, almeno una volta l’anno devo distruggere muscoli, articolazioni e volontà in una follia come quella di oggi, per percepire la vitale sensazione di spazi sconfinati e d’intimità con la natura; avvertendo la forza, l’energia, la fatica, lo stupore, la paura di questo abbraccio in un’immersione profonda e solitaria in questa natura selvaggia.
Che poi, a ben vedere, più che un’immersione queste avventure sono un’emersione: emersione dall’ossimoro di una quotidianità frenetica e noiosa allo stesso tempo.

 

Allegati

  • 001 Complesso pastorale Tettoni.JPG
    001 Complesso pastorale Tettoni.JPG
    157,6 KB · Visite: 38
  • 003 Prato della Maielletta.JPG
    003 Prato della Maielletta.JPG
    176,8 KB · Visite: 34
  • 004 Vallone di Santo Spirito.JPG
    004 Vallone di Santo Spirito.JPG
    218,8 KB · Visite: 33
  • 005 Vallone di Santo Spirito.JPG
    005 Vallone di Santo Spirito.JPG
    219,5 KB · Visite: 39
  • 006 Pino mugo.JPG
    006 Pino mugo.JPG
    283 KB · Visite: 37
  • 007 Rifugio Marcello Di Marco.JPG
    007 Rifugio Marcello Di Marco.JPG
    176,3 KB · Visite: 35
  • 008 Rifugio Marcello Di Marco.JPG
    008 Rifugio Marcello Di Marco.JPG
    197,1 KB · Visite: 35
  • 009 Rifugio Marcello Di Marco.JPG
    009 Rifugio Marcello Di Marco.JPG
    208,3 KB · Visite: 33
  • 010 Piangrande.JPG
    010 Piangrande.JPG
    222 KB · Visite: 34
  • 011 Verso il Balcone.JPG
    011 Verso il Balcone.JPG
    273 KB · Visite: 33
  • 012 Pesco Falcone.JPG
    012 Pesco Falcone.JPG
    209,5 KB · Visite: 34
  • 013 Balcone di Santa Maria.JPG
    013 Balcone di Santa Maria.JPG
    266,1 KB · Visite: 44
  • 014 Balcone di Santa Maria.JPG
    014 Balcone di Santa Maria.JPG
    138,3 KB · Visite: 37
  • 016 Balcone di Santa Maria.JPG
    016 Balcone di Santa Maria.JPG
    181,8 KB · Visite: 38
  • 017 Balcone di Santa Maria.JPG
    017 Balcone di Santa Maria.JPG
    262,5 KB · Visite: 38
  • 019 Ponte della Pietra.JPG
    019 Ponte della Pietra.JPG
    361,6 KB · Visite: 38
  • 020 Rifugio Paolo Barrasso.JPG
    020 Rifugio Paolo Barrasso.JPG
    200,7 KB · Visite: 39
  • 021 Rifugio Paolo Barrasso fuoco.JPG
    021 Rifugio Paolo Barrasso fuoco.JPG
    175,3 KB · Visite: 39
  • 022 Rifugio Paolo Barrasso fuoco.JPG
    022 Rifugio Paolo Barrasso fuoco.JPG
    177,1 KB · Visite: 39
  • 023 Rifugio Paolo Barrasso.JPG
    023 Rifugio Paolo Barrasso.JPG
    172,8 KB · Visite: 37
  • 025 Prato della Corte.JPG
    025 Prato della Corte.JPG
    215,2 KB · Visite: 39
  • 026 Valle dell'Orfento.JPG
    026 Valle dell'Orfento.JPG
    285 KB · Visite: 37
  • 027 Prato della Corte.JPG
    027 Prato della Corte.JPG
    220,1 KB · Visite: 36
  • 028 Valle dell'Orfento.JPG
    028 Valle dell'Orfento.JPG
    232,7 KB · Visite: 38
  • 029 Monte Rapina.JPG
    029 Monte Rapina.JPG
    172,3 KB · Visite: 37
  • 030 Da Monte Rapina.JPG
    030 Da Monte Rapina.JPG
    212,2 KB · Visite: 36
  • 031 Verso Pesco Falcone.JPG
    031 Verso Pesco Falcone.JPG
    196,2 KB · Visite: 37
  • 032 Monte Rotondo.JPG
    032 Monte Rotondo.JPG
    213,4 KB · Visite: 37
  • 033 Valle dell'Orfento.JPG
    033 Valle dell'Orfento.JPG
    242,5 KB · Visite: 37
  • 034 Croce di Pesco Falcone.JPG
    034 Croce di Pesco Falcone.JPG
    163,2 KB · Visite: 36
  • 035 Rava del Diavolo.JPG
    035 Rava del Diavolo.JPG
    249,8 KB · Visite: 36
  • 036 Da Pesco Falcone.JPG
    036 Da Pesco Falcone.JPG
    195,1 KB · Visite: 35
  • 037 Da Pesco Falcone.JPG
    037 Da Pesco Falcone.JPG
    169 KB · Visite: 38
  • 039 Monte Amaro.JPG
    039 Monte Amaro.JPG
    185,7 KB · Visite: 42
  • 042 Bivacco Pelino.JPG
    042 Bivacco Pelino.JPG
    144,6 KB · Visite: 43
  • 045 Bivacco Pelino.JPG
    045 Bivacco Pelino.JPG
    146,6 KB · Visite: 44
  • 046 Valle Cannella.JPG
    046 Valle Cannella.JPG
    218,7 KB · Visite: 51
  • 047 I Portoni.JPG
    047 I Portoni.JPG
    221,2 KB · Visite: 41
  • 048 Valle Cannella.JPG
    048 Valle Cannella.JPG
    231,7 KB · Visite: 39
  • 049 Valle Cannella.JPG
    049 Valle Cannella.JPG
    296,8 KB · Visite: 38
  • 050 Monte Rotondo.JPG
    050 Monte Rotondo.JPG
    325,9 KB · Visite: 39
  • 051 Primo Portone.JPG
    051 Primo Portone.JPG
    256,6 KB · Visite: 38
  • 052 Monte Focalone.JPG
    052 Monte Focalone.JPG
    111,8 KB · Visite: 37
  • 053 Tavola dei Briganti.JPG
    053 Tavola dei Briganti.JPG
    291 KB · Visite: 38
  • 054 Monte Focalone.JPG
    054 Monte Focalone.JPG
    107,7 KB · Visite: 37
Fatto una sola volta tanti anni fa.Incredibile cavalcata.....inarrivabile......chissà un giorno da Fara S.Martino
Vale il viaggio per la quantità di ambienti e di emozioni che si attraversano
--- ---

Che bella trasvolata. Pure veloce !! Dico male circa tre km l'ora marcia pura ? o_O:eek:
Non ci avevo fatto caso. Sicuramente mi hanno aiutato dei tratti di cammino molto agevoli e veloci, anche se c'è ne sono stati altri sconnessi e lenti.
--- ---

Bel giro, lo dico come lo spettatore di una partita di serie A direbbe "bella partita!", l' impressione è che si tratti di un trekking di 3 giorni concluso in mezza giornata, niente male davvero! :)
Dai... due giorni. È proprio lì il fascino di questo allontanamento dalla civiltà.
 
Ultima modifica:
Non c'è che dire,una gran bella camminata in uno splendido ambiente.Per quel che riguarda il chilometraggio e il tempo impiegato vedo che stai migliorando alla grande,ma ahimè,ancora non ci siamo.Guarda un po'
288939517_3272633666354551_7869050884337761828_n.jpg

--- ---

Ah,dimenticavo,ho calcolato il dislivello in salita da Foce alla c.ma del Vettore: 1.500 mt su una distanza di circa 9 km e qualcosa.gli ho fatto dei complimenti(non sinceri)
5 km l'ora,sei ' na scheggia.Beh,immagino che lo fai come allenamento perchè non credo che ti guardi intorno.
Complimenti

Mi ha risposto: a parte qualche chiacchiera con chi incontro, pausa ristoro e foto varie sempre in salita mi godo anche il panorama
‍♂️
......Mah!
 
Ultima modifica:
Non c'è che dire,una gran bella camminata in uno splendido ambiente.Per quel che riguarda il chilometraggio e il tempo impiegato vedo che stai migliorando alla grande,ma ahimè,ancora non ci siamo.Guarda un po'
288939517_3272633666354551_7869050884337761828_n.jpg

--- ---

Ah,dimenticavo,ho calcolato il dislivello in salita da Foce alla c.ma del Vettore: 1.500 mt su una distanza di circa 9 km e qualcosa.gli ho fatto dei complimenti(non sinceri)
5 km l'ora,sei ' na scheggia.Beh,immagino che lo fai come allenamento perchè non credo che ti guardi intorno.
Complimenti

Mi ha risposto: a parte qualche chiacchiera con chi incontro, pausa ristoro e foto varie sempre in salita mi godo anche il panorama
‍♂️
......Mah!
Mannaggia... devo ancora migliorare molto...:rofl:

Mi viene il dubbio che sia serio quando scrive queste cose.
 
Ultima modifica:
@Montinvisibili fai sempre dei giri, delle fotografie e dei report illegali. Ora a causa tua mi è venuto in mente che ho un conto aperto con l'Amaro da saldare al più presto...
Stupenda la citazione di Miur e bellissime le parole dell'ultimo capoverso del tuo racconto nelle quali mi ritrovo pienamente.
 
@Montinvisibili fai sempre dei giri, delle fotografie e dei report illegali. Ora a causa tua mi è venuto in mente che ho un conto aperto con l'Amaro da saldare al più presto...
Stupenda la citazione di Miur e bellissime le parole dell'ultimo capoverso del tuo racconto nelle quali mi ritrovo pienamente.
Grazie @southrim.
Allora è tempo che ti organizzi, ma stai attento che anche in quota purtroppo si schiuma dal caldo. Sono stato ieri sui Sibillini e ho passato questa notte a bere. Non credo di tornare in montagna fino a che le temperature non tornano a livelli accettabili: solo bici all'alba.
 
Complimenti per la prova fisica: tanti km e tanto dislivello.
Anch'io ogni tanto mi devo mettere alla prova distruggendomi fisicamente, quest'anno ancora non è capitato con le escursioni, mentre in Mountain Bike qualche ammazzata l'ho fatta.
Non ho capito se hai dormito da quelle parti prima o dopo, oppure ti sei sorbito tutto in giornata da Roma. In quest'ultimo caso ti faccio altri complimenti: 14 ore e mezzo di escursione più andata e ritorno da Roma fanno almeno 20 ore totali, io non ce la farei a guidare dopo un'escursione del genere.
Ultimamente ho quasi abbandonato l'uso dell'auto per le mie escursioni, soprattutto in bici e cerco di arrivare sul posto con i mezzi pubblici.
Volevo fare la traversata a piedi da Fara San Martino a Pacentro o Sulmona, passando per l'Amaro, Fondo di Femmina Morta, Passo Leonardo, ma non ho trovato nulla in rete per arrivare a Fara, magari tu hai qualche idea?
Grazie come sempre per i tuoi report e le bellissime immagini
 
Andata e ritorno in giornata... o quasi. Partito da Roma alle 4, rientrato all'una del giorno dopo. Purtroppo con la mia famiglia fa meno impressione se torno tardi che se non torno per niente.
Non lo dire a me che l'auto non la sopporto più.. per tacer della spesa. Riesco a gestire bene con i mezzi pubblici le uscite invernali ma quando si tratta dei più lunghi percorsi montani estivi bisognerebbe disporre di notevoli risorse di tempo.
Ad esempio anche io mi sono applicato su Fara San Martino, ma è praticamente irraggiungibile via Sulmona o Via Chieti. L'unica volta che sono riuscito a fare la Maiella senza automobile è stato quando c'era ancora il compianto treno per Palena.
Pochi anni fa trovai un buon collegamento con Pescasseroli mattutino che mi permise di arrivare in tre giorni a Sulmona ma con la pandemia lo avevano tolto.
http://www.montinvisibili.it/Pescasseroli-Sulmona
 
Andata e ritorno in giornata... o quasi. Partito da Roma alle 4, rientrato all'una del giorno dopo. Purtroppo con la mia famiglia fa meno impressione se torno tardi che se non torno per niente.
Non lo dire a me che l'auto non la sopporto più.. per tacer della spesa. Riesco a gestire bene con i mezzi pubblici le uscite invernali ma quando si tratta dei più lunghi percorsi montani estivi bisognerebbe disporre di notevoli risorse di tempo.
Ad esempio anche io mi sono applicato su Fara San Martino, ma è praticamente irraggiungibile via Sulmona o Via Chieti. L'unica volta che sono riuscito a fare la Maiella senza automobile è stato quando c'era ancora il compianto treno per Palena.
Pochi anni fa trovai un buon collegamento con Pescasseroli mattutino che mi permise di arrivare in tre giorni a Sulmona ma con la pandemia lo avevano tolto.
http://www.montinvisibili.it/Pescasseroli-Sulmona
Bella prova di resistenza fisica anche negli spostamenti: io mi sarei addormentato sulla via del ritorno.
Feci una traversata della Majella anni fa con i mezzi/autostop che è ancora fattibile: treno fino a Sulmona, poi bus fino a Campo di Giove e da lì sono partito e con due pernotti in quota sono salito sull'Amaro (e altre vette) scendendo poi al Blockhaus e da Mamma Rosa dove ho fatto l'autostop per Chieti.
Sono molteplici i motivi validi per cui prediligo spostarmi con i mezzi pubblici, ma ultimamente si sta facendo sempre più marcato quello ecologico. Mi viene spesso da pensare: è giusto per me che amo la natura inquinare per poterne usufruire?
Far spostare un auto che inquina per 5 ore, per poter stare poi in natura 7/8 ore è lecito?
Poi quelle immagini della Marmolada di ieri sono un pugno dello stomaco, che amplificano ancora di più questi interrogativi.
 
Da realizzare, magari quando farà meno caldo. Trovi diverse fonti fino ai circa 1700 di Fonte Milazzo... poi deserto.

Sì lo so, speriamo in un settembre buono perché farsi con questo caldo tutta quella distanza senza fonti d'acqua per 2/3 di percorso è improponibile.
--- ---

@Montinvisibili ma ho capito male o sei arrivato fino al Ponte di Pietra della Valle dell'Orfento? Ovvero lo stesso indicato nel waypoint di questa mia traccia?
 
Ultima modifica:
Sì lo so, speriamo in un settembre buono perché farsi con questo caldo tutta quella distanza senza fonti d'acqua per 2/3 di percorso è improponibile.
--- ---

@Montinvisibili ma ho capito male o sei arrivato fino al Ponte di Pietra della Valle dell'Orfento? Ovvero lo stesso indicato nel waypoint di questa mia traccia?
Io ti suggerirei di farla in discesa dopo aver raggiunto la montagna per un più panoramico percorso.

Confermo, mi mancava una parte di quel quadrante e soprattutto volevo raggiungere lo spettacolare Balcone di Santa Maria (o Terrazze dell'Orfento), delle quali fino a qualche mese fa neanche conoscevo l'esistenza. Come discorrevamo con @mezcal ogni tanto dobbiamo mettere alla corda determinazione e volontà... per tacer delle giunture.
 
Corso di Orientamento
Alto Basso