Escursione Monte Cornacchia, Anticima nord del puzzillo e Monte Puzzillo

Parchi d'Abruzzo
Parco Regionale Sirente-Velino
Dati

Data: 14/03/2014
Regione e provincia: Abruzzo, Aq
Località di partenza: Valico la chiesola , Campofelice
Località di arrivo: Valico la chiesola , Campofelice
Tempo di percorrenza: 6 ore
Chilometri: 12
Grado di difficoltà: EAI
Descrizione delle difficoltà: ambiente innevato su tratti di cresta esposti, due tratti ripidi su ghiaccio
Periodo consigliato: tutto l'anno
Segnaletica: poca e sbiadita , ma sentiero facilmente rintracciabile su cresta


Descrizione

Ormai avendo scoperto una passione per il gruppo del Velino in invernale , questa volta ho deciso di farmi un giretto al sole sulla (forse la più bella secondo anche la guida del Guerrazzi) panoramica e un po' esposta cresta del Puzzillo. Parcheggiata l'auto poco prima del Valico della chiesola verso le 9 , vedo subito che pur essendoci molta neve, la temperatura era quasi da primavera inoltrata, così il primo pensiero è andato alla neve in cresta e alla sua solidità mah!!!:)

IMG_9340.jpg IMG_9345.jpg

Il sentiero entra subito nel rado boschetto di faggi e la neve alta e soffice rende inutile ramponcini , ciaspole, ramponi ... ,l'unica cosa è cercare di passare sull'unica traccia lasciata da qualcun altro qualche giorno fa.
Dopo 600 metri circa esco dal boschetto e inizio a intravedere il Monte Fratta e che non credevo essere così bello, grazie ai giochi di luce che crea la cresta innevata e al panorama che si inizia ad aprire.

IMG_9351.jpg IMG_9359bis.jpg

IMG_9375.jpg IMG_9379.jpg

Passato il Fratta , la cresta si assottiglia e in fondo si intravede il Cornacchia e l'anticima del Puzzillo che dividono Campofelice a sinistra e la Valle del Morretano a destra. Ancora più a destra la cresta della Torricella.

IMG_9387bis.jpg IMG_9394bis.jpg

Da qui in poi , la cresta si fa ancora più esposta ... in un punto c'è da superare una lastrone di ghiaccio molto ripido , proprio prima di arrivare in vetta al Monte Cornacchia ... da dove la vista è stupenda ...:biggrin:
dal Corno Grande e Intermesoli da una parte e al Velino e al Costone dall'altra...

IMG_9407.jpg IMG_9423.jpg

IMG_9429.jpg IMG_9431.jpg

IMG_9434.jpg IMG_9456.jpg

IMG_9459.jpg IMG_9465bis.jpg

E qui è iniziata la parte tosta con l'attacco ripido e ghiacciato , ma fortunatamente breve , all'anticima nord del Puzzillo.

IMG_9467.jpg IMG_9468.jpg

IMG_9476.jpg IMG_9482.jpg

E infine la cresta rilassante che porta al Monte Puzzillo , con la splendida vista sulla valle puzzillo...:biggrin:
Appena arrivato su in cima, ho beccato di fronte sulla Torricella , due lupacchiotti che scappavano, pur non avendogli detto proprio niente:)
segno che se non disturbati sono veramente innoqui!!!

IMG_9483.jpg IMG_9490.jpg

IMG_9493.jpg IMG_9495.jpg
 
Ultima modifica di un moderatore:
innanzitutto complimenti per il giro..vedo che stai prendendo gusto per il Velino in invernale!
In secondo luogo ti invidio per aver visto due lupi!!!! che emozione deve essere stata..animali stupendi!
Ieri io e Fabrizio eravamo sul Ginepro, ma abbiamo visto solo una lepre :D
 
innanzitutto complimenti per il giro..vedo che stai prendendo gusto per il Velino in invernale!
In secondo luogo ti invidio per aver visto due lupi!!!! che emozione deve essere stata..animali stupendi!
Ieri io e Fabrizio eravamo sul Ginepro, ma abbiamo visto solo una lepre :D
si è stato proprio bello anche perché era la prima volta....:biggrin: grazie
a proposito di Ginepro, com'era messa la neve lassù vorrei farmi un giretto prossimamente fragara passeggio ginepro :)
 
si è stato proprio bello anche perché era la prima volta.... grazie
a proposito di Ginepro, com'era messa la neve lassù vorrei farmi un giretto prossimamente fragara passeggio ginepro
Neve pessima. Fra poco faro' la recensione, ma era molliccia e ogni passo richiedeva il doppio della fatica.
Il manto nevoso era percorribile in maniera agevole solo laddove vi erano dei vecchi solchi fatti dagli sci. Non abbiamo nemmeno avuto bisogno di mettere i ramponi (ma ti assicuro che sarebbe stato meglio trovare una neve dura).
Noi siamo partiti non da Prato di Campoli ma da Civita, ci siamo fatti 1200 m di dislivello e 25 km....un bel bdc :D
 
Neve pessima. Fra poco faro' la recensione, ma era molliccia e ogni passo richiedeva il doppio della fatica.
Il manto nevoso era percorribile in maniera agevole solo laddove vi erano dei vecchi solchi fatti dagli sci. Non abbiamo nemmeno avuto bisogno di mettere i ramponi (ma ti assicuro che sarebbe stato meglio trovare una neve dura).
Noi siamo partiti non da Prato di Campoli ma da Civita, ci siamo fatti 1200 m di dislivello e 25 km....un bel bdc :D
si ormai è solo questione di giorni penso e la neve la rivedremo a dicembre...
sul puzzillo i ramponi li ho messi per un paio di tratti ghiacciati sennò il resto del giro è stato solo un affondare continuo:D
 
Complimenti Simone!
il giro lo conosco quindi so quello che hai provato...sicuramente in solitaria hai colto ogni attimo dell'escursione ed hai potuto godere appieno di quello che la montagna ti ha trasmesso..... il gruppo del Velino offre escursioni di tutto rispetto soprattutto in ambiente innevato....ti invidio l'avvistamento dei lupacchiotti....
A presto in montagna!
 
Eh si...giro molto bello e soprattutto impreziosito dall'incontro con quei due lupi.
E' sempre un'emozione speciale incontarre fauna selvatica in montagna, che per assurdo pur essendo l'habitat naturale di innumerevoli specie il più delle volte sembra disabitata, vuota...
Le solitarie sono ideali per incontri ravvicinati, proprio perchè da soli si procede in silenzio e normalemnte si fa meno rumore...
 
Il giro è lo stesso che feci a maggio del 2010 e conservo molti ricordi di quella giornata. Lo trovai un posto molto bello e ricco di particolari.
Le tue foto mi piacciono sempre di più, te lo dissi già in un'altra occasione.
Nonostante la neve, i colori sono molto caldi come piacciono a me e le inquadrature ben riuscite!
:)
 
Complimenti Simone!
il giro lo conosco quindi so quello che hai provato...sicuramente in solitaria hai colto ogni attimo dell'escursione ed hai potuto godere appieno di quello che la montagna ti ha trasmesso..... il gruppo del Velino offre escursioni di tutto rispetto soprattutto in ambiente innevato....ti invidio l'avvistamento dei lupacchiotti....
A presto in montagna!
Grazie a te Maurizio!!! A presto:biggrin:
 
Eh si...giro molto bello e soprattutto impreziosito dall'incontro con quei due lupi.
E' sempre un'emozione speciale incontarre fauna selvatica in montagna, che per assurdo pur essendo l'habitat naturale di innumerevoli specie il più delle volte sembra disabitata, vuota...
Le solitarie sono ideali per incontri ravvicinati, proprio perchè da soli si procede in silenzio e normalemnte si fa meno rumore...
eh si a ripensarci mi rendo conto che chissà quando mi ricapita di rivedere lupi non in cattività :biggrin:
 
:)
Il giro è lo stesso che feci a maggio del 2010 e conservo molti ricordi di quella giornata. Lo trovai un posto molto bello e ricco di particolari.
Le tue foto mi piacciono sempre di più, te lo dissi già in un'altra occasione.
Nonostante la neve, i colori sono molto caldi come piacciono a me e le inquadrature ben riuscite!
:)
:) grazie !!! mi piace saturarle un po' ultimamente !! boh si va a periodi :)
 
Ciao oggi ho fatto il sentiero basso quello che va verso il rif Sebastiani. Ho visto persone fare quello alto verso il monte puzzillo e mi è venuta voglia. Sono attrezzato con le ciaspole. Senza ramponi. Essendo alle prime ciaspolate vorrei chiedere se verso il Monte Puzzillo è un sentiero rischioso e che accorgimenti devo prendere. Grazie
 
Ciao oggi ho fatto il sentiero basso quello che va verso il rif Sebastiani. Ho visto persone fare quello alto verso il monte puzzillo e mi è venuta voglia. Sono attrezzato con le ciaspole. Senza ramponi. Essendo alle prime ciaspolate vorrei chiedere se verso il Monte Puzzillo è un sentiero rischioso e che accorgimenti devo prendere. Grazie
ciao, la cresta in questione e' semplice e non ha tratti esposti. Tuttavia, come saprai anche tu, qualsiasi sentiero, seppur facile in versione "estiva" (o comunque non invernale) puo' essere rognoso con la neve. L'unico accorgimento che mi sento di consigliarti e' quindi di comprare piccozza e ramponi, con 110 euro te li fai entrambi. Al momento, con lo scarso innevamento che c'e', lo faresti senza ramponi ma non puoi mai sapere come quando e se troverai la neve, ne' se e' ghiacciata molle o altro. Inutile rischiare....li devi avere, al massimo non li usi
 
Ultima modifica:
ciao concordo con Ale , la cresta è facile se la fai in questi giorni praticamente con una neve scarsa e molliccia, altrimenti con una buona neve stabile e ghiacciata puoi trovare un paio di tratti divertenti sul Cornacchia, che se affrontati senza piccozza e ramponi potrebbero essere pericolosetti!!! Ma diciamo che se non si è sprovveduti il giro è piacevole e semplice tutto l'anno...
 
Grazie per i suggerimenti. Considero l'acquisto di ramponi e piccozza. C'è pericolo valanghe in quel tratto di cresta? Se ci fosse come assicurarmi che sia un giorno in cui non c'è pericolo valanga ? Scusate per la domanda molto da neofita.
Il sentiero è il seguente http://osm.org/go/xdKATcxU- passando per monte fratta e cornacchia.
 
Ultima modifica:
C'è pericolo valanghe in quel tratto di cresta? Se ci fosse come assicurarmi che sia un giorno in cui non c'è pericolo valanga ? Scusate per la domanda molto da neofita.
guarda, di norma dovresti consultare la sera prima il bollettino delle valanghe sul sito meteomont.it, quando e' dal 3 in poi meglio non rischiare, anche se cio' non vuol dire che con rischio 2 non si stacchino valanghe.
Detto questo, vi e' un'infinita' di fattori che influiscono sulla formazione delle valanghe, con l'esperienza puoi ridurre i rischi ma l'imprevisto e' sempre dietro l'angolo.
Per quanto riguarda concretamente il percorso che faresti, si tratta quasi solo di cresta quindi piu' che alle valanghe (vi sono solo un paio di traversi) dovresti fare attenzione alle eventuali cornici :)
 
Ultima modifica:

Discussioni simili


Alto Basso