Escursione Monte Corvo da Passo Capannelle

Parchi d'Abruzzo
  1. Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Data: 5 ottobre 2022
Tempo di percorrenza: 10 h
Chilometri: 25,2 km
Segnaletica: segni bianco-rossi
Dislivello in salita: 1466 m
Dislivello in discesa: 1466 m
Quota massima: 2623 m
Accesso stradale: Passo delle Capannelle SS 80
Traccia GPS: https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8625
https://www.decano.it/GITE/PASSEGGIATE_FATTE/GRAN_SASSO/CORVO/Corvo20221005_front.htm

Descrizione
Venticinque anni: tanto io e il prode Cesare abbiamo dovuto attendere per conquistare la tanto agognata vetta del Monte Corvo, la più remota ed isolata di tutto il Gran Sasso. Ci avevamo provato altre volte ma eravamo stati respinti vuoi dalle intemperie vuoi dalla mancanza di tempo: stavolta, in una calda giornata di inizio autunno certi del bel tempo e in piedi alle 5,30, siamo partiti da Roma al buio in tempo per arrivare all'attacco del sentiero, sopra passo Capannelle, per le 8. Abbiamo all'ultimo deciso di non partire dalla masseria Cappelli, nella valle del Chiarino, ma dalla fine della carrareccia che parte da passo Capannelle, pensando così di guadagnare quota e di avvicinarci al rifugio Fioretti. Ma ci sbagliavamo.... Partenza dunque alla fine della strada carrozzabile, nei pressi del punto di attacco del sentiero che sulla destra sale al rifugio Panepucci e al Monte San Franco. Abbiamo invece preso il sentiero più o meno pianeggiante che attraversa il bosco sul fianco destro della valle del Chiarino, per arrivare in un'ora e mezza, attraverso una bella faggeta punteggiata da verdi radure, al Rifugio Fioretti. Da qui comincia la salita verso lo stazzo di Solagne prima, la Sella del Monte Corvo poi e infine, con un ultimo spettacolare tratto sulle rocce, in vetta, dopo 1300 metri di dislivello: ritorno per lo stesso percorso, per un totale di 25 km che, insomma, si sono fatti sentire.
 

Allegati

  • 01-Partenza.jpg
    01-Partenza.jpg
    818,8 KB · Visite: 78
  • 02-Laga.jpg
    02-Laga.jpg
    383 KB · Visite: 76
  • 03 - Faggeta.jpg
    03 - Faggeta.jpg
    802,9 KB · Visite: 80
  • 04 - Radura.jpg
    04 - Radura.jpg
    421,9 KB · Visite: 77
  • 05 - Monte Corvo.jpg
    05 - Monte Corvo.jpg
    431,8 KB · Visite: 80
  • 06 - Rifugio Fioretti.jpg
    06 - Rifugio Fioretti.jpg
    610,9 KB · Visite: 73
  • 07 - Stazzo di Solagne.jpg
    07 - Stazzo di Solagne.jpg
    577,8 KB · Visite: 79
  • 08 - Monte Corvo.jpg
    08 - Monte Corvo.jpg
    554,8 KB · Visite: 79
  • 09 - Verso Sella Monte Corvo.jpg
    09 - Verso Sella Monte Corvo.jpg
    430,9 KB · Visite: 84
  • 10 - Sella Monte Corvo.jpg
    10 - Sella Monte Corvo.jpg
    430,3 KB · Visite: 79
  • 11 - Rocce sul Monte Coro.jpg
    11 - Rocce sul Monte Coro.jpg
    398,9 KB · Visite: 79
  • 12 - Versante teramano.jpg
    12 - Versante teramano.jpg
    402,6 KB · Visite: 84
  • 13 - Il mare e Pizzo Intermesoli.jpg
    13 - Il mare e Pizzo Intermesoli.jpg
    520,7 KB · Visite: 82
  • 14 - In cima.jpg
    14 - In cima.jpg
    258 KB · Visite: 80
  • 15 - La croce.jpg
    15 - La croce.jpg
    350 KB · Visite: 81
  • 16 - Cresta sommitale.jpg
    16 - Cresta sommitale.jpg
    387,3 KB · Visite: 76
  • 17 - Intermesoli e Corni.jpg
    17 - Intermesoli e Corni.jpg
    376 KB · Visite: 78
  • 18 Lago di Campotosto.jpg
    18 Lago di Campotosto.jpg
    422,4 KB · Visite: 82
  • 19 - Loschi figuri.jpg
    19 - Loschi figuri.jpg
    249,9 KB · Visite: 80
  • 20 - Scendendo.jpg
    20 - Scendendo.jpg
    366,3 KB · Visite: 80
  • 21 - Monte Corvo.jpg
    21 - Monte Corvo.jpg
    444,2 KB · Visite: 73
  • 22 - Autunno-1.jpg
    22 - Autunno-1.jpg
    590,2 KB · Visite: 73
  • 23 - Autunno-2.jpg
    23 - Autunno-2.jpg
    679,9 KB · Visite: 69
  • 24 - Autunno-3.jpg
    24 - Autunno-3.jpg
    404,9 KB · Visite: 70
  • 25 - Tramonto.jpg
    25 - Tramonto.jpg
    317,9 KB · Visite: 81
Grandi, il Corvo è veramente isolato e difficile da raggiungere, io ci ho provato 2 volte ed è sempre andata male per mancanza di tempo, una volta abbiamo dormito in tenda vicino al parcheggio della ex seggiovia e alle 3 di notte sono venuti a trovarci i carabinieri.
 
Data: 5 ottobre 2022
Tempo di percorrenza: 10 h
Chilometri: 25,2 km
Segnaletica: segni bianco-rossi
Dislivello in salita: 1466 m
Dislivello in discesa: 1466 m
Quota massima: 2623 m
Accesso stradale: Passo delle Capannelle SS 80
Traccia GPS: https://www.avventurosamente.it/xf/pagine/mappa/?do=loadmarker&id=8625
https://www.decano.it/GITE/PASSEGGIATE_FATTE/GRAN_SASSO/CORVO/Corvo20221005_front.htm

Descrizione
Venticinque anni: tanto io e il prode Cesare abbiamo dovuto attendere per conquistare la tanto agognata vetta del Monte Corvo, la più remota ed isolata di tutto il Gran Sasso. Ci avevamo provato altre volte ma eravamo stati respinti vuoi dalle intemperie vuoi dalla mancanza di tempo: stavolta, in una calda giornata di inizio autunno certi del bel tempo e in piedi alle 5,30, siamo partiti da Roma al buio in tempo per arrivare all'attacco del sentiero, sopra passo Capannelle, per le 8. Abbiamo all'ultimo deciso di non partire dalla masseria Cappelli, nella valle del Chiarino, ma dalla fine della carrareccia che parte da passo Capannelle, pensando così di guadagnare quota e di avvicinarci al rifugio Fioretti. Ma ci sbagliavamo.... Partenza dunque alla fine della strada carrozzabile, nei pressi del punto di attacco del sentiero che sulla destra sale al rifugio Panepucci e al Monte San Franco. Abbiamo invece preso il sentiero più o meno pianeggiante che attraversa il bosco sul fianco destro della valle del Chiarino, per arrivare in un'ora e mezza, attraverso una bella faggeta punteggiata da verdi radure, al Rifugio Fioretti. Da qui comincia la salita verso lo stazzo di Solagne prima, la Sella del Monte Corvo poi e infine, con un ultimo spettacolare tratto sulle rocce, in vetta, dopo 1300 metri di dislivello: ritorno per lo stesso percorso, per un totale di 25 km che, insomma, si sono fatti sentire.
Complimenti davvero.Il Corvo ha un qualcosa di diverso rispetto alle altre vette limitrofe.Fatto un paio di anni fa lungo la terribile cresta sud ovest in condizioni primaverili e una volta sulle creste sommitali inverno pieno e white out fino in vetta e poi a scendere lungo la "normale" che innevata tanto normale non è.Esperienza incredibile
 
Alto Basso