Escursione Monte Crepacuore

Parchi d'Abruzzo
Riserva Regionale Zompo Lo Schioppo
Monte Crepacuore
Quota
1.997 m
Data 6 giugno 2020
Sentiero parzialmente segnato
Dislivello 1.866 m
Distanza 29,87 km
Tempo totale 11:55 h
Tempo di marcia 10:52 h
Cartografia Il Lupo Monti Ernici
Descrizione Dall’area di sosta di Piano Sacramento (643 m) per l’Eremo di Santa Maria del Cauto (1.173 m, +1,10 h), il Pertuso (1.138 m, +12 min.), Monte Crepacuore (1.997 m, +2,41 h), il Valico della Selvastrella (1.866 m, +40 min.), la Fonte del Pozzotello (1.850 m, +8 min.), la Sella del Pozzotello (1.946 m, +12 min.), il Passo del Diavolo (1.903 m, +44 min.), lo Iubero dell’Ortara (1.840 m, +8 min.), Monte Ortara (1.908 m, +20 min.), la Costa dell’Ortara, il Rifugio Pietra Acquara (1.236 m, +2 h), l’area di sosta la Fossa (616 m, +2,32 h) e quella di Piano Sacramento (+5 min.). Escursione lunga e faticosa in ambiente grandioso e selvaggio con lunghi tratti di fuori sentiero con problemi di progressione e orientamento. Avvistati un cervo e una coppia di lepri.
https://www.montinvisibili.it/monte-crepacuore
 

Allegati

Veramente notevole, quel versante mi affascina anche se l'ho archiviato mentalmente tra i luoghi "lontani e difficili", oltre ad avere la caratteristica di portare con gran fatica in luoghi che per altra via sono veramente alla portata di tutti Ad essere sincero vedendo la tua firma vicino a "Monte Crepacuore" sin dall' inizio ho sospettato che fosse la salita da val Roveto... ;) ). Insomma un buon esempio di come il viaggio abbia maggior valore della meta che si vuol raggiungere!

Grazie per la condivisione!
 
Sempre itinerari spettacolari te eh. Complimenti anche per chilometraggi e dislivello.
@southrim, tendo a complicarmi la vita perché voglio immergermi profondamente sempre più nella natura e perché avendo girato tanto sull'Appennino mi accorgo di non accontentarmi più. Ho difficoltà a uscire per andare a fare il Gorzano o il Velino se non passando per quel vallone o quella cresta dove non sono mai stato.
--- Aggiornamento ---

Veramente notevole, quel versante mi affascina anche se l'ho archiviato mentalmente tra i luoghi "lontani e difficili", oltre ad avere la caratteristica di portare con gran fatica in luoghi che per altra via sono veramente alla portata di tutti Ad essere sincero vedendo la tua firma vicino a "Monte Crepacuore" sin dall' inizio ho sospettato che fosse la salita da val Roveto... ;) ). Insomma un buon esempio di come il viaggio abbia maggior valore della meta che si vuol raggiungere!

Grazie per la condivisione!
È vero @appenninocentrale, arrivato in cresta mi ha fatto l'effetto di quando arrivi a piedi in cima a una vetta servita da una funivia., tanta era la gente che faceva avanti e indietro da Campo Catino.
Ma se non ci sei mai stato anche l'Eremo del Cauto vale la comunque breve camminata, integrabile in un anello e nella visita alla cascata.
 
Ultima modifica:
@southrim, tendo a complicarmi la vita perché voglio immergermi profondamente sempre più nella natura e perché avendo girato tanto sull'Appennino mi accorgo di non accontentarmi più. Ho difficoltà a uscire per andare a fare il Gorzano o il Velino se non passando per quel vallone o quella cresta dove non sono mai stato.
Ti capisco perfettamente. Anche io, quando posso, tendo a ragionare così. Senza i luoghi inaccessibili, la lunga distanza e la fatica l'immersione non è mai totale.
 
Le escursioni più belle della mia vita sono state quella sfiancanti e quasi sempre effettuate in solitaria. Quando parti senza avere la certezza di completare e sapendo di essere al limite è tutta un'altra cosa.
 

Discussioni simili



Alto Basso