Io resto avventurosamente a casa! Consigli per sopravvivere a casa in tempo di pandemia

Escursione Monte Croce Marticano, Monte Maggiorasca, Monte Bue da Rocca D'Aveto (Ge)

Parchi della Liguria
Parco Regionale dell'Aveto
Data: 04/12/2018
Regione e provincia: Liguria, Genova (Parzialmente Emilia Romagna)
Località di partenza: Rocca D'Aveto (Ge)
Località di arrivo: Rocca D'Aveto (Ge)
Tempo di percorrenza: 04:30 circa comprese pause
Chilometri: 9 circa
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: Le numerose piogge hanno logorato i sentieri, dopo il Passo della Lepre la presenza delle foglie bagnate rendono il percoso scivoloso, in alcuni tratti di questa parte del percorso la situazione peggiora in quanto il sentiero è percorso anche da rivoli d'acqua. Inoltre nei tratti esposti a Nord erano presenti tratti innevati, particolarmente insidioso il tratto tra il Monte Maggiorasca e Monte Bue che era ghiacciato.
Periodo consigliato:
Segnaletica: Presente, forse il percorso meglio segnalato nelle mie esperienze escursionistiche.
Dislivello in salita: 630 mt (Statisitca OruxMaps)
Dislivello in discesa: 600 mt (Statisitca OruxMaps)
Quota massima: 1799 mt

Il monte Maggiorasca è la vetta più alta dell'Appennino ligure, alta 1804 mt, la sommità del Maggiorasca è ampia e a forma di sella, al suo bordo meridionale, su un ripiano posto a un'altitudine di 1.799 mt, sorge la statua di Nostra Signora di Guadalupe, eretta nel 1947, mentre sulla vetta vera e propria è stato collocato un impianto con ripetitori.

Il percorso seguito è il seguente:

Da Rocca d'Aveto (1229 mt) - pista forestale in direzione del Tomarlo - Passo della Lepre (1403 mt) - sentiero con segnavia X gialla fino alla deviazione per il Monte Croce di Martincano (segnavia 2 palle gialle) - Monte Croce di Martincano (1723 mt) - ritorno sul segnavia X gialla - Maggiorasca (vetta 1804 mt) - Monte Bue (mt 1777) - Prato della Cipolla (1580 mt) - seguire segnavia rombo giallo per tornare a Rocca d'Aveto.

Allego Profilo
Profilo.jpg

Allego Percorso

Perc2.jpg

Perc1.jpg

Per incontrare temperature più miti parto più tardi del solito, parcheggio a Rocca D'Aveto nei pressi dell'impianto di risalita, la temperatura è di circa 3 gradi.
Qui scatto la prima foto

A01_225.JPG

Il freddo si fa sentire quindi risalgo in auto e indosso la calza maglia e mi dirigo verso il Passo della Lepre.
Alcune foto di questo tratto

A02_226.JPG

A03_227.JPG

A04_228.JPG

A05_229.JPG
Proseguo seguendo il segnavia X giallo fino alla deviazione per il Monte Croce Marticano.
Alcune foto di questo tratto

A06_230.JPG

A07_231.JPG

A08_232.JPG

A09_233.JPG

A10_234.JPG
Qui prendo la deviazione per il Marticano, per una mia distrazione mi allontano dal sentiero e quindi salgo fuori sentiero su una rocca da dove scatto alcune foto.
In particolare:
Monte Croce Marticano

A11_235.JPG

Monte Maggiorasca

A12_236.JPG

Ritorno sul sentiero e salgo sul Monte Croce Marticano.
Dove la croce è distrutta.

A13_237.JPG

Panorami dal Marticano
A14_238.JPG

A15_239.JPG

A16_240.JPG

A17_241.JPG

Ritorno sul sentiero X giallo e mi dirigo verso il Maggiorasca, percorrendo un tratto esposto a Nord

A18_242.JPG

Giungo in una zona denominata Moglia dell'Anguilla per la presenza di alcune pozze e qui faccio altre foto.

A19_243.JPG

A20_244.JPG

Quindi mi avvicino e raggiungo il Monte Maggiorasca

A21_245.JPG

A22_246.JPG

A23_247.JPG

A24_248.JPG

Panorami (alcuni sono simili a quelli del Marticano)

A25_249.JPG

A26_250.JPG

A27_251.JPG

A28_252.JPG

Verso la vetta e Monte Bue
A29_253.JPG

Mi dirigo verso il Monte Bue

A30_254.JPG

Da qui si vede Prato Cipolla, sulla destra del rifugio la pista da sci dalla quale scendero dal Monte Bue

A31_255.JPG

Prima di risalire sul Monte Bue incontro un tratto ghiacciato

A32_256.JPG

in fondo al quale inizia un sentiero che porta direttamente a Prato Cipolla, ma io risalgo verso Monte Bue.

A33_257.JPG

Giungo a Monte Bue

A34_258.JPG

Panorami

A35_259.JPG

A36_260.JPG

A37_261.JPG

A38_262.JPG

A39_263.JPG

Il rifugio e gli impianti di risalita del Monte Bue

A40_264.JPG

A41_265.JPG

A42_266.JPG

Scendo verso Prato Cipolla

A43_267.JPG

A44_268.JPG

Arrivo a Prato Cipolla

A45_269.JPG

A46_270.JPG

A47_271.JPG

A48_272.JPG

A49_273.JPG

A50_274.JPG

Da qui prendo il sentiero rombo giallo e ritorno a Rocca D'Aveto.
Ciao
 
Molto bello. I giri ad anello sono i miei preferiti. Se non fosse per gli impianti sciistici sembrerebbe un posto fiabesco
Vero, con la neve l'ambiente è ancora più suggestivo, ovviamente si devono evitare le piste da sci, e questo zona è molto frequentata dai ciaspolatori.
Rispetto al percorso che ho seguito, dal Maggiorasca si può scendere verso Prato cipolla evitando di passare da Monte Bue, una volta arrivati a Prato Cipolla, invece di scendere diretti a Rocca D'aveto si può andare verso Ovest al Rifugio Astass (sempre aperto) da qui al Monte Groppo Rosso e quindi continuare fino a Rocca D'Aveto.
Ci vuole circa un'ora in più (non sono in grado di valutare il tempo con le ciaspole).
 
OrsoG,
mi sono spiegato male,per vedere i colori autunnali di quelle faggete intendevo non in ritardo di ore ma di almeno un mese.
Va beh,era solo per precisare
Ciao
Oops, scusami sono io che ho letto con poca attenzione.

In realtà tra impegni lavorativi, familiari e condizioni meteo sfavorevoli prima non sono riuscito ad andarci, fortunatamente la settimana scorsa sono riuscito ad ritagliarmi una giornata libera con le condizioni meteo favorevoli e cosi sono andato.
Da domani e per circa tre giorni nella zona di Santo Stefano D'Aveto dovrebbe nevicare.

Ciao
 

Discussioni simili



Alto Basso