Escursione Monte Gennaro (1271) - Scarpellata e Favale

Parchi del Lazio
Parco Regionale dei Monti Lucretili
Ecco la scheda della mia escursione di ieri, la mia prima uscita in solitaria! :)

Salita da Marcellina (parcheggio zona Via Gramsci) per sentiero 301 fino a cima M. Gennaro, poi discesa al pratone via 305 e verso favale via 303. Discesa a Prato Favale via sent 302 (non 302b) e poi sentiero non numerato che taglia i tornanti fino a Marcellina. Si scende a meno di 1 km dal punto di partenza.

Dati

Data: 20/10/13
Regione e provincia: Lazio, Roma
Località di partenza: Marcellina
Località di arrivo: Marcellina
Tempo di percorrenza: Totale 5 h 30 min
Chilometri: 14
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: alcune difficoltà di orientamento, salita ripida
Segnaletica: buona tranne nel tratto di discesa cima - Pratone
Dislivello in salita: 1000
Dislivello in discesa: 1000
Quota massima: 1271
Accesso stradale: Via A. Gramsci


Descrizione

Per me che non sono allenatissimo, è stata una bella sfacchinata, gli ultimi 2-3 km in discesa li ho fatti proprio per spirito di sopravvivenza :rofl: , ma è stata una giornata meravigliosa.

La salita dalla scarpellata, a mio parere, è molto più affascinante di quella da prato favale. In alcuni tratti è abbastanza ripida, ma si passa per dei tratti di bosco spettacolari e, proprio perchè varia in continuazione, non è mai noiosa.
L'ultimo tratto per arrivare in cima è una buona prova per le gambe e per le rotule!
Sono arrivato in cima con un cielo pesante: non prometteva pioggia ma mi impediva di guardare lontano, pazienza.

La discesa al pratone è l'unico punto in cui ho avuto difficoltà di orientamento con cui avrei dovuto fare i conti se non avessi avuto la traccia gps. Per il resto i sentieri sono sempre abbondantemente segnalati (anche il 302 che scende a marcellina da favale, che mi è sembrato meno frequentato degli altri).

Era la mia prima esperienza in solitaria, e devo ammettere che la differenza è davvero molta... tanto facile tenere il passo, piacevole fermarmi a fare una foto senza avvisare nessuno, e soprattutto sentire tutto, ma proprio tutto, quel che ti circonda (e vivere la tachicardia al primo trekker che scendeva col passo pesante dalla scarpellata, dopo più di un ora che non incontravo anima viva). :rofl:

Non mi aspettavo posti tanto belli così vicino a casa mia... anche il bosco che sale al pratone dalla selletta della scarpellata, che ho percorso brevemente per dare un occhiata, è molto bello e anche fungarolo credo.

Grazie a tutti per le informazioni nel post informazione :si: , ecco alcune foto.

DSCN0884.jpg


DSCN0890.jpg


DSCN0892.jpg


DSCN0893.jpg


DSCN0895.jpg


DSCN0901.jpg


DSCN0904.jpg


DSCN0911.jpg


DSCN0908.jpg
 
Ultima modifica di un moderatore:
la prima in solitaria!
andare da soli è molto bello , goditi queste uscite e cerca di assaporare meglio che puoi quello che l'ambiente regala solo a te
 
Devo fare ammenda per avere indicato il percorso su asfalto nell'altro 3d! :( A mia scusante dirò che per eccessiva confidenza non ho verificato la cartina come cerco sempre di fare.

Doverosi complimenti, una bella variante ad anello sicuramente più appagante del classico anda-e-rianda per la scarpellata, che oltretutto è decisamente bruttina (almeno per i primi 2/3) in tutte le stagioni!
 
Fatta oggi (approx 5h+20' con circa 30 min tra soste e perdite di tempo).

Ho caricato il tracciato GPX su questo stesso sito.

nonostante il sentiero 302 (Favale-->Marcellina) sia non particolarmente bello, a tratti sassoso, in alcuni punti discontinuo mi sento di raccomandarla a tutti gli amanti dei Lucretili, se non altro come variante del classico a/r sulla scarpellata.

Personalmente preferisco il giro in senso orario (scarpellata all'andata) e collocare la eventuale sosta di metà percorso al Pratone, ma sono gusti.
 
Complimenti!! Belle foto! In escursione da soli è tutta un'altra storia. Per un lupo solitario come me è quasi un "obbligo": come hai ben specificato te, assapori e gusti tutte le bellezze, tutti gli odori e rumori della natura! Aumenti l'autostima ed entri più in contatto con la Natura. Unico appunto personale: non rinuncerei mai alla compagnia del mio pastore tedesco! Un saluto e ancora complimenti!
 
Bello decisamente il Gennaro:

vicino a Roma, impegnativo quanto basta e appagante. Poi, se si ha la fortuna di farlo dopo un a (rara purtroppo) nevicata allora è ancora più bello

Complimenti e grazie per la condivisione

Mactom
 
...secondo voi è impossibile unire il Gennaro al Monte Pellecchia?
Così a naso con un anello di un giorno direi di no.

Per dare un'idea questo percorso di 20 Km (1000 mt dislivello) che l'autore ha fatto in 8 ore (beato lui!) va da Prato Favale al monte Pellecchia di cui esegue la cresta integrale:

Wikiloc - percorso Monte Pellecchia A/R , da prato favale Marcellina - Marcellina, Lazio (Italia)- GPS track

Se invece di fare andata / ritorno l'autore avesse realizzato una traversata da Monte Flavio a prato Favale avrebbe potuto includere il Gennaro (con più dislivello ma meno Km ).

Resta il fatto che la inclusione delle due cime risulta pretestuosa a meno di non partire ad est del Pellecchia (ad esempio dalla provinciale Scandriglia-Orvinio) e finire ad ovest del Gennaro (Palombara). E' l'unico percorso che riesco ad immaginare che includa necessariamente le due cime, ma che necessita di due auto (una delle due da lasciarsi in piena campagna per l'intera giornata).

Molto più stimolante un mini trek Scandriglia-Palombara che potrebbe includere anche il Serrapopolo...
 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso