Escursione Monte Gennaro, Scarpellata da Marcellina

Data: 27 giugno 2020
Regione e provincia: Lazio, Roma
Località di partenza: Marcellina (RM)
Località di arrivo: Monte Gennaro
Tempo di percorrenza: 3 ore
Chilometri: circa 10
Grado di difficoltà:
Descrizione delle difficoltà: Per chi è fuori allenamento potrebbe essere faticoso salire
Periodo consigliato: Tutto l'anno. Ampie zone assolate all'inizio e alla fine del percorso, da evitare nelle giornate/ore più calde
Segnaletica: Buona
Dislivello in salita: 990
Dislivello in discesa: 990
Quota massima: 1,276
Accesso stradale: Parte alta di Marcellina. Non ci sono parcheggi entro le strisce nelle vicinanze; conviene parcheggiare in una delle vie intorno all'inizio del percorso
Traccia GPS: Mi si è scaricato il garmin a metà percorso. Questa è la traccia presa da un utente di wikiloc: https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/monte-gennaro-scarpellata-da-marcellina-lucretili-lazio-6345008


Descrizione

Vado sul Gennaro da quando avevo 10 anni, ma non ero mai salito dalla cosiddetta "Scarpellata" che parte da Marcellina.

L'idea originale era, in realtà, di fare l'anello Orvinio-Serrapopolo-Pellecchia, ma sono uscito di casa alle 8, e viste le temperature a quel punto ho optato per qualcosa di più vicino e più breve come tempi totali.

Il percorso inizia dalla parte alta di Marcellina (circa 300mt slm), dove via Generale Cantore diventa una sterrata. Non c'è spazio per parcheggiare all'inizio del percorso, quindi si deve cercare un posto nelle vie adiacenti.

I primi due km sono su sterrata assolata che sale leggermente ma in maniera costante tra la classica campagna romana. Sulla sinistra, la vista spazia tra gli olivi e i contorni degli abitati di Montecelio e Sant'Angelo Romano sullo sfondo.

Dal km 2 circa, il sentiero entra in una zona boscosa (circa 450mt slm), si supera un cancello e la pendenza inizia ad aumentare significativamente. Da quel punto in poi è, essenzialmente, tranne brevi tratti, una salita costante fino al Monte Gennaro con pochi panorami ad esclusione di un breve tratto su costone dove il percorso si apre verso Palombara Sabina. Gli ultimi 300 metri circa prima della cima si esce dalla zona boscosa e si sale, in zona senza vegetazione, fino alla cima. Il percorso è per quasi tutta la sua totalità su fondo sassoso e pietroso.

Il sottobosco è bello, ma è un'escursione con poche vedute (tranne la cima ovviamente), quindi non consigliata a chi è interessato ai paesaggi lungo il percorso. E' invece un ottimo percorso per chi vuole allenarsi con un buon dislivello (1000mt). Io ho faticato un po', soprattutto sulle ultime salite prima della cima, in parte per il sole, in parte perché sono ancora un po' fuori allenamento (sigh!).

Alla prossima!
Trobriand
IMG_20200627_090915.jpg

IMG_20200627_104029.jpg

IMG_20200627_113708.jpg

IMG_20200627_113727.jpg
 

Discussioni simili



Alto Basso