Escursione Monte Morrone da passo San Leonardo

Parchi d'Abruzzo
Parco Nazionale della Majella
Data: 27-04-2019
Regione e provincia: Abruzzo - L'aquila
Località di partenza: Passo San Leonardo
Località di arrivo: Passo San Leonardo
Tempo di percorrenza: 6 h Andata e ritorno
Grado di difficoltà: EE
Segnaletica: Q3 alta via del Morrone
Dislivello in salita: 779m
Dislivello in discesa: 779m
Quota massima: 2061 Morrone


Descrizione
In una domenica di Aprile approfittando del meteo finalmente primaverile abbiamo deciso di andare a scoprire una montagna che abbiamo sempre trascurato, il Morrone.
Partenza alle 8.00 dal piazzale del rifugio/hotel Celidonio, arietta fresca e cielo sereno che promette bene. Seguendo la segnaletica ci inoltriamo del bosco di faggi, sentiero comodo che sale in maniera leggera ma costante, nella parte alta ancora neve che non si è sciolta protetta dall'ombra del bosco crea un paesaggio incantevole.
Usciti dal bosco si prosegue attraversando una radura passando vicino al rifugio Capoposto. La traccia poi prosegue nella valle dove si è accumulata un po di neve mentre sulla sinistra si vedono i sentieri che vanno verso una via di creste. Scegliamo di percorrere la via in cresta un po per evitare la neve un pò per godere della vista.
Abbandoniamo quindi la traccia principale che si perde un pò nella neve abbondante che si è accumulata nella valle. Panorama unico che spazia da Sulmona con tutta la valle peligna fino al gransasso in lontananza, alle spalle sempre la majella di cui si possono ammirare le rave innevate.
Ci divertiamo a fare dei saliscendi per esplorare anche la vallata innevata quindi risaliamo di nuovo verso la cima di monte Le Mucchia 2001m dove ci fermiamo per una sosta, qualche foto e un panino. Proseguiamo poi tenendo sulla destra la valle innevata dove si scorge in lontananza il rifugio Iaccio della Madonna. Il vento che ci ha accompagnato per tutta la via delle creste si fa più forte e proseguiamo poi fino alla cima del Morrone ( 2061m ) dove facciamo un altra breve sosta per poi riprendere la via del ritorno.
Stesso percorso dell'andata, nei pressi della radura dove si trova il rifugio Capoposto decidiamo per una breve deviazione e visitiamo lo stazzo di Diana e Tamara dove una lapide ricorda il tragico avvenimento che 20 anni fa ha turbato la pace di questi luoghi. Dopo una doverosa sosta riprendiamo il sentiero che ridiscende nel bosco e ci riporta alle auto nel piazzale del rifugio dove arriviamo alle 14.30.
Prima uscita della stagione, escursione bella, faticosa e appagante con panorami unici che rilassano la mente e arricchiscono il cuore.
 

Allegati

Ultima modifica:

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso