Escursione Monte Rascias anello da Dondena per la Cima Dondena e Lago Miserin

Parchi della Valle d'Aosta
Parco Naturale del Monte Avic
Dati

Data: 30/06/2019
Regione e provincia: Valle d'Aosta Aosta Champorcher
Località di partenza: frazione Grand Mont Blanc
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 8 ore fatta con calma
Chilometri: 15
Grado di difficoltà: E, direi EE con neve
Descrizione delle difficoltà: beh oggi c'era ancora molta neve sopra il lago, alle volte sono sprofondato fino alla vita e c'erano parecchi ruscelli da attraversare...
Periodo consigliato: in autunno non c'è neve, non c'è tutta sta acqua e fa pure meno caldo
Segnaletica: il sentiero, mi pare sia il 7, è ovvio fino ai piedi del Monte Rascias, dopodichè ho seguito la traccia GPS su gulliver
Dislivello in salita: forse 900 m?
Dislivello in discesa: idem
Quota massima: 2784
Accesso stradale: volendo c'è una strada un po' dissestata che arriva fino a Dondena


Descrizione

Scappando dal caldo torinese...


Che dire... valle stupenda rovinata dai tralicci dell'alta tensione e forse dall'accesso "normale" troppo facilitato... più che un sentiero è una strada per fuoristrada, tant'è che al Rifugio Miserin c'erano i fuoristrada del rifugio. Ma io l'ho presa solo al ritorno.

190204


190205


La valle ha una varietà di colori (molti tipi diversi di roccia) notevole.

190206


Qualche nevaio da evitare facilmente al Rascias

190207


Panoramica dal Rascias verso la Cima Dondena

190208


Panoramica col Lago Miserin

190209


Ecco il lago, da notare che è ancora in parte ghiacciato!

190210


Giunti sul Rascias si percorre l'ampia dorsale della valletta del lago, cercando dei canali per scendere verso il lago senza salti di rocce e verticalità estreme

ancora nevai

190212


questo canale l'ho fatto con le chiappe, si vede il segno :biggrin:

190213


daje che non manca molto al lago!

190214


molti fiumi da attraversare, nulla di che ma certo ti bagni i piedi

190215


190216


Mi sto riavvicinando alla "civiltà", sicuro incontrerò un po' di merenderos tornando giù

190217


sono sceso da là sopra, in qualche modo

190218


brrrr... e che siamo in Norvegia?!? :eek:

190219


grande ciclista! la bici però non ha le ruote da ghiaccio!

190220


il lago è proprio BLU

190221


ecco la chiesetta di fianco al rifugio e il prato regno dei merenderos

190222


190223


si scende dal sentiero del rifugio tra cascate e rimasugli di nevai

190224


190225


190226


190227


190228


190229


tutte le foto stanno qua
photos.app.goo.gl/77BDdWhMq33Q37Wq9
 
Dati

Data: 30/06/2019
Regione e provincia: Valle d'Aosta Aosta Champorcher
Località di partenza: frazione Grand Mont Blanc
Località di arrivo: idem
Tempo di percorrenza: 8 ore fatta con calma
Chilometri: 15
Grado di difficoltà: E, direi EE con neve
Descrizione delle difficoltà: beh oggi c'era ancora molta neve sopra il lago, alle volte sono sprofondato fino alla vita e c'erano parecchi ruscelli da attraversare...
Periodo consigliato: in autunno non c'è neve, non c'è tutta sta acqua e fa pure meno caldo
Segnaletica: il sentiero, mi pare sia il 7, è ovvio fino ai piedi del Monte Rascias, dopodichè ho seguito la traccia GPS su gulliver
Dislivello in salita: forse 900 m?
Dislivello in discesa: idem
Quota massima: 2784
Accesso stradale: volendo c'è una strada un po' dissestata che arriva fino a Dondena


Descrizione

Scappando dal caldo torinese...


Che dire... valle stupenda rovinata dai tralicci dell'alta tensione e forse dall'accesso "normale" troppo facilitato... più che un sentiero è una strada per fuoristrada, tant'è che al Rifugio Miserin c'erano i fuoristrada del rifugio. Ma io l'ho presa solo al ritorno.

Vedi l'allegato 190204

Vedi l'allegato 190205

La valle ha una varietà di colori (molti tipi diversi di roccia) notevole.

Vedi l'allegato 190206

Qualche nevaio da evitare facilmente al Rascias

Vedi l'allegato 190207

Panoramica dal Rascias verso la Cima Dondena

Vedi l'allegato 190208

Panoramica col Lago Miserin

Vedi l'allegato 190209

Ecco il lago, da notare che è ancora in parte ghiacciato!

Vedi l'allegato 190210

Giunti sul Rascias si percorre l'ampia dorsale della valletta del lago, cercando dei canali per scendere verso il lago senza salti di rocce e verticalità estreme

ancora nevai

Vedi l'allegato 190212

questo canale l'ho fatto con le chiappe, si vede il segno :biggrin:

Vedi l'allegato 190213

daje che non manca molto al lago!

Vedi l'allegato 190214

molti fiumi da attraversare, nulla di che ma certo ti bagni i piedi

Vedi l'allegato 190215

Vedi l'allegato 190216

Mi sto riavvicinando alla "civiltà", sicuro incontrerò un po' di merenderos tornando giù

Vedi l'allegato 190217

sono sceso da là sopra, in qualche modo

Vedi l'allegato 190218

brrrr... e che siamo in Norvegia?!? :eek:

Vedi l'allegato 190219

grande ciclista! la bici però non ha le ruote da ghiaccio!

Vedi l'allegato 190220

il lago è proprio BLU

Vedi l'allegato 190221

ecco la chiesetta di fianco al rifugio e il prato regno dei merenderos

Vedi l'allegato 190222

Vedi l'allegato 190223

si scende dal sentiero del rifugio tra cascate e rimasugli di nevai

Vedi l'allegato 190224

Vedi l'allegato 190225

Vedi l'allegato 190226

Vedi l'allegato 190227

Vedi l'allegato 190228

Vedi l'allegato 190229

tutte le foto stanno qua
photos.app.goo.gl/77BDdWhMq33Q37Wq9
900 di dislivello? Se sei partito da Champorcher sono quasi 1400.
Bei luoghi e bella gita, peccato per l'elettrodotto che è veramente orripilante, se vai verso la Finestra di Champorcher che lo collega alla valle di Cogne o alla Torre Ponton è molto peggio però.
 
900 di dislivello? Se sei partito da Champorcher sono quasi 1400.
No più su, c'è una strada asfaltata che fa un po' di tornanti e poi diventa non più asfaltata e l'auto l'abbiamo lasciata lì.
Per arrivare a Dondena comunque c'è ancora un'ora e mezza di camminata... è lunghetta perché sale molto gradualmente.
Se vuoi con l'auto piano piano arrivi fino a Dondena e ti levi 3-4 ore di caldo tra andare e tornare.
 
No più su, c'è una strada asfaltata che fa un po' di tornanti e poi diventa non più asfaltata e l'auto l'abbiamo lasciata lì.
Per arrivare a Dondena comunque c'è ancora un'ora e mezza di camminata... è lunghetta perché sale molto gradualmente.
Se vuoi con l'auto piano piano arrivi fino a Dondena e ti levi 3-4 ore di caldo tra andare e tornare.
eh si, è lunga, partendo da Dondena avreste potuto comodamente salire la Torre Ponton o il Bec Costazza
 
eh si, è lunga, partendo da Dondena avreste potuto comodamente salire la Torre Ponton o il Bec Costazza
ma sì più che altro avevo adocchiato l'anno scorso questo giro sulla dorsale con vista sul lago che mi aveva stuzzicato parecchio... non mi aspettavo di farlo con tutta sta neve! :biggrin:

su Torre Ponton o il Bec Costazza non so quanta neve c'è
 
Ultima modifica:
secondo voi si puo' fare in una sola giornata questo anello : Lillaz finestra champorcher lago miserin colle della rosa ritorno finestra champorcher col pontonnet lago di ponton ?
ci provero' :roll:
 
secondo voi si puo' fare in una sola giornata questo anello : Lillaz finestra champorcher lago miserin colle della rosa ritorno finestra champorcher col pontonnet lago di ponton ?
ci provero' :roll:
Non so bene quali siano i tempi per la salita da Lillaz , ma se vuoi provare prenditi almeno 10-12 ore di tempo perché è veramente lunga.
Eviterei magari la salita al colle della Rosa.
 
Io stimerei:
-4 ore (abbondanti) da Lillaz alla Finestra di Champorcher
-1 ora dalla finestra al lago Miserin (anche meno ma sto approssimando)
-2 ore dal lago al colle della Rosa con relativa discesa
-1 ora dal lago al col Pontonnet
-3/4 ore per la discesa

Se vuoi puoi appoggiarti al rifugio Sogno di Berdzè vicino alla finestra nel versante di Cogne.
 
forse dal lago al col pontonnet è di piu' di un'ora. in un'ora, o anche meno come dici, arrivi alla finestra. cmq in linea di massima ci siamo è quello che pensavo anche io. preferisco da cogne perchè ci vuole meno in macchina.
grazie ragazzi e se state in valle ad agosto fatemi sapere per una scampagnata in compagnia ;)

ps. un altro giro interessante da valutare in durata è brissogne laghi laures colle di laures laghi lussert gimillian. fatti entrambi in 2 tappe ma mai in intervallivo ;)
 
forse dal lago al col pontonnet è di piu' di un'ora. in un'ora, o anche meno come dici, arrivi alla finestra. cmq in linea di massima ci siamo è quello che pensavo anche io. preferisco da cogne perchè ci vuole meno in macchina.
grazie ragazzi e se state in valle ad agosto fatemi sapere per una scampagnata in compagnia ;)

ps. un altro giro interessante da valutare in durata è brissogne laghi laures colle di laures laghi lussert gimillian. fatti entrambi in 2 tappe ma mai in intervallivo ;)
Lunghezza a parte, sarebbero 2200 metri di dislivello, bella mazzata. Io vorrei girare in quei posti verso inizio agosto, in un trekking contando solo sull'appoggio dei bivacchi (menebreaz, Muggia glarey e quelli della valnontey)
 
eh ma già per i laghi di laures da gran brissogne è una bella mazzata di 1600mt pero' si fa, poi arrivati a quel punto non ci vuoi aggiungere 400mt per il colle di laures?:biggrin: ...e poi tutta discesa per gimillian
 
Non ti sei fatto il bagno nel laghetto sto giro?
Ci ho pensato eh, ma quando sono giunto al lago avevo già i piedi mezzi congelati anche per la neve, ma soprattutto per l'attraversamento dei fiumi. Ne ho dovuti attraversare almeno 4 o 5 e l'acqua arrivava spesso alla caviglia, se non più in alto. C'erano anche delle zone semipaludose e con un po' di fango ma le ho evitate.
Una volta attraversato un fiume ci mettevo qualche minuto a riacquistare sensibilità alle dita dei piedi, con la neve invece l'effetto era minore.
 

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso