Escursione Monte Terminillo

Parchi del Lazio
  1. Monte Terminillo
Monte Terminillo
Quota
2.216 m
Data 21 giugno 2015
Sentiero segnato
Dislivello 847m
Distanza 14,05 km
Tempo totale 5:10 h
Tempo di marcia 4:12 h
Cartografia Il Lupo Monti Reatini Terminillo
Descrizione Da Pian de’ Valli (1.614 m) per il Rifugio La Fossa (1.505 m, +44 min.), la Sorgente Acquasanta (1.745 m, +35 min.), la Sella di Vall’Organo (1.831 m, +17 min.), la Cima di Vall’Organo (2.090 m, +34 min.), la Vetta Sassetelli (2.139 m, +20 min.), Monte Terminillo (2.216 m, +23 min.), Monte Terminilletto e il Rifugio Rinaldi (2.108 m, +32 min.), la Sella del Terminilluccio (1.818 m, +27 min.) e la macchina (+20 min.). Notevole raccolto di orapi al Rifugio La Fossa.
Altre immagini, descrizione e traccia gps su:
http://www.montinvisibili.it/#!/Monte Terminillo
 

Allegati

  • 005 Rifugio La Fossa.JPG
    005 Rifugio La Fossa.JPG
    355,6 KB · Visite: 305
  • 008 Sorgente Acquasanta.JPG
    008 Sorgente Acquasanta.JPG
    340,3 KB · Visite: 259
  • 009 Verso Sella di Vall Organo.JPG
    009 Verso Sella di Vall Organo.JPG
    397,8 KB · Visite: 271
  • 010 Verso Sella di Vall Organo.JPG
    010 Verso Sella di Vall Organo.JPG
    266,4 KB · Visite: 234
  • 016 Cresta Sassetelli.JPG
    016 Cresta Sassetelli.JPG
    226 KB · Visite: 301
  • 017 Cima di Vall Organo.JPG
    017 Cima di Vall Organo.JPG
    261,9 KB · Visite: 273
  • 019 Dalla Cresta Sassetelli.JPG
    019 Dalla Cresta Sassetelli.JPG
    376,7 KB · Visite: 225
  • 027 Monte Terminilletto.JPG
    027 Monte Terminilletto.JPG
    274,8 KB · Visite: 228
  • 029 Rifugio La Fossa.JPG
    029 Rifugio La Fossa.JPG
    374,6 KB · Visite: 272
  • 031 Monte Terminillo.JPG
    031 Monte Terminillo.JPG
    249,5 KB · Visite: 425
  • 032 Monte Terminillo.JPG
    032 Monte Terminillo.JPG
    226 KB · Visite: 376
  • 033 Monte Terminillo.jpg
    033 Monte Terminillo.jpg
    171 KB · Visite: 375
  • 034 Verso Monte Terminilletto.JPG
    034 Verso Monte Terminilletto.JPG
    227,5 KB · Visite: 225
  • 036 Rifugio Rinaldi.JPG
    036 Rifugio Rinaldi.JPG
    195,4 KB · Visite: 268
Errore lapalissiano e perdonabile, lo notai anch'io un paio di settimane fa quando raggiunsi la vetta con la mia famiglia. Non ebbi alternative, dovetti condurli per la battutissima via normale.
Ma questa montagna offre varie possibilità per essere apprezzata, in tutte le stagioni. Anche questo tuo giro (che ahimè non ho mai fatto, evitando volutamente la vista del metallo degli impianti a Pian de Valli), dimostra che il Terminillo è comunque un comprensorio molto interessante che non delude mai.
Sono convinto che il tuo raccolto ti abbia fatto apprezzare ancor di più questa passeggiata!
 
Non so se qualcuno nota l'errore.

Mmmh, difficile per le montagne che conosco... Figuriamoci per quelle che non conosco... :biggrin:

Come sempre complimenti, Marco, per la bellissima descrizione: i tuoi racconti sono sempre connotati da una grande pacatezza, ma ho l'impressione che questo itinerario sia un ottimo connubio tra una passeggiata rilassante (per ritmi ed ambientazioni) ed al contempo una escursione con una certa verve e che richiede il suo giusto tributo di fatica... mi sbaglio? È una delle ragioni per cui mi attira molto e spero di farla appena possibile :si:

P.S. ho l'impressione che con il giusto innevamento si presti, picozza e ramponi, ad una invernale senza particolari rischi per valanghe e/o creste affilate, pendenze problematiche?
 
Errore lapalissiano e perdonabile, lo notai anch'io un paio di settimane fa quando raggiunsi la vetta con la mia famiglia. Non ebbi alternative, dovetti condurli per la battutissima via normale.
Ma questa montagna offre varie possibilità per essere apprezzata, in tutte le stagioni. Anche questo tuo giro (che ahimè non ho mai fatto, evitando volutamente la vista del metallo degli impianti a Pian de Valli), dimostra che il Terminillo è comunque un comprensorio molto interessante che non delude mai.
Sono convinto che il tuo raccolto ti abbia fatto apprezzare ancor di più questa passeggiata!
Sicuramente un territorio da esplorare meglio. Secondo me, per quello che conosco, la parte migliore è quella verso Monte di Cambio. Però mi attirano anche le dolci elevazioni verso Poggio Bustone.
 
Mmmh, difficile per le montagne che conosco... Figuriamoci per quelle che non conosco... :biggrin:

Come sempre complimenti, Marco, per la bellissima descrizione: i tuoi racconti sono sempre connotati da una grande pacatezza, ma ho l'impressione che questo itinerario sia un ottimo connubio tra una passeggiata rilassante (per ritmi ed ambientazioni) ed al contempo una escursione con una certa verve e che richiede il suo giusto tributo di fatica... mi sbaglio? È una delle ragioni per cui mi attira molto e spero di farla appena possibile :si:

P.S. ho l'impressione che con il giusto innevamento si presti, picozza e ramponi, ad una invernale senza particolari rischi per valanghe e/o creste affilate, pendenze problematiche?
Grazie per l'apprezzamento @Ciccio74, per me la scrittura post gita è un momento fondamentale per fissare le emozioni e i pensieri della passeggiata (vero @fabri64?).
Devo dire che non ricordo alcun momento di vera fatica, credo sia una passeggiata che si presti a tutte le anime.
Per l'inverno, proprio sul canalino nord del Terminillo feci la mia prima esperienza di piccozza e ramponi col mitico Donatello Amore (chissà se qualche tardone se lo ricorda). Oggi sono in vena di indovinelli. Questo itinerario può presentare solo problemi con condizioni di innevamento particolari (poca neve, vetrato) sul peschio centrale della Cresta Sassetelli.
 
Grazie per l'apprezzamento @Ciccio74, per me la scrittura post gita è un momento fondamentale per fissare le emozioni e i pensieri della passeggiata (vero @fabri64?).
Devo dire che non ricordo alcun momento di vera fatica, credo sia una passeggiata che si presti a tutte le anime.
Per l'inverno, proprio sul canalino nord del Terminillo feci la mia prima esperienza di piccozza e ramponi col mitico Donatello Amore (chissà se qualche tardone se lo ricorda). Oggi sono in vena di indovinelli. Questo itinerario può presentare solo problemi con condizioni di innevamento particolari (poca neve, vetrato) sul peschio centrale della Cresta Sassetelli.

Ti ringrazio... canalino nord spero abbia pendenza umana... :lol: tanto da solo non mi ci avventuro, magari se la neve sarà giusta la prossima stagione stresseró qualcuno per accompagnarmi... :biggrin:
Mi pare di rammentare che tu hai "ibernato" le uscite invernali, ma posso sempre sperare in un ripensamento... :D

Grazie ancora :si:
 
Ti ringrazio... canalino nord spero abbia pendenza umana... :lol: tanto da solo non mi ci avventuro, magari se la neve sarà giusta la prossima stagione stresseró qualcuno per accompagnarmi... :biggrin:
Mi pare di rammentare che tu hai "ibernato" le uscite invernali, ma posso sempre sperare in un ripensamento... :D

Grazie ancora :si:
Il canalino nord lo ricordo bello ripido, ma tanto non entra nell'itinerario qui proposto.
No, non le ho ibernate, è che non trovo più gli stimoli di un tempo, quando adoravo freddo, neve e oscurità. Sarà l'età, ma ora ho bisogno di sole, colori e prati fioriti. Ma alla bisogna non disdegno.
 
ovviamente questo è il modo più bello ed impegnativo per fare il Terminillo, e non avevo dubbi sul fatto che tu lo avessi fatto così :si:
Piuttosto, non comprendo perchè il Club2000 non riconosca la quota di 2217 m., dato che è il punto più alto
 
ovviamente questo è il modo più bello ed impegnativo per fare il Terminillo, e non avevo dubbi sul fatto che tu lo avessi fatto così :si:
Piuttosto, non comprendo perchè il Club2000 non riconosca la quota di 2217 m., dato che è il punto più alto
Credo sia una ragione storica: su tutte le carte la cima del Terminillo è quella a 2.216. Ma come anche tu sai bene la questione delle quote è relativa: il vero significato delle quote è soggettivo e lo abbiamo dentro di noi.
 
Grazie per l'apprezzamento @Ciccio74, per me la scrittura post gita è un momento fondamentale per fissare le emozioni e i pensieri della passeggiata (vero @fabri64?)
Si, ho più volte sottolineato questo aspetto della mia passione per la montagna. Mi fa piacere che gli amici se ne ricordino. Per me un'escursione non finisce con il ritorno a casa ma quando ho finito di scrivere la relazione che di sicuro non è quella essenziale e telegrafica che metto su facebook ma qualcosa di più completo ed intimo, tra dati tecnici e aspetti sensazionalistici.
Lo scrivere mi permette di ripercorrere virtualmente tutto l'itinerario e rifare in un certo senso l'escursione. Ti dirò di più: spesso mi capita di scoprire aspetti ambientali e nomi di località a cui non avevo fatto caso durante il mio cammino. Libri e cartine mi aiutano infatti scrivere la relazione e soprattutto a perfezionare la conoscenza del luogo.
Il Terminillo è in ogni caso una delle più belle e sorprendenti montagne che abbiamo. Amo ogni angolo di questa montagna e dei vicini rilievi che la compongono e non è da meno l'aspetto della facile accessibilità per la vicinanza che per noi romani significa molto e ci incoraggia a considerare questa montagna come un'ottima alternativa alle più lontane e dispendiose realtà abruzzesi.
 
Ultima modifica:
Coordinatometro di Avventurosamente
Alto Basso