Escursione Monte Torricella, Cima del Morretano e Cima Campitello

Parchi d'Abruzzo
Parco Regionale Sirente-Velino
Dati

Data: 20 Settembre 2016
Regione e provincia: Roma, L'Aquila
Località di partenza: Valico Le Chiesole
Tempo di percorrenza: 7 ore circa con tante lunghe pause
Chilometri: 16 circa
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: nessuna
Periodo consigliato: Tutto l'anno e sempre con adeguato equipaggiamento
Segnaletica: scarsa ma non fondamentale
Dislivello in salita: totale sui 700
Dislivello in discesa: come sopra
Quota massima: 2131 Cima Campitello
Accesso stradale: dall'A24 si esce a Tornimparte, si prosegue verso Campo Felice: prima di arrivare qui, c'è uno spiazzo sulla destra dove si può parcheggiare, Valico delle Chiesole da dove parte il sentiero


Descrizione

E' un'eternità che non condivido più le mie uscite.
Era una buona abitudine ed è sacrosanto riprenderla. Anche perché questo forum e molti utenti mi hanno dato tanto ed è giusto fare la mia parte ;)
Riprendo quindi con l'uscita di ieri.

Previsioni meteo non molto positive, soprattutto nel pomeriggio.
In compagnia di una mia amica e dei nostri amici a 4 zampe, decidiamo comunque di partire da Roma. Destinazione il Valico Le Chiesole, punto di partenza di alcuni itinerari davvero molto belli.
Obiettivo: raggiungere La Torricella e le Cime di Morretano e Campitello. Una bella cavalcata in cresta, una delle tante attorno al ricchissimo Campo Felice.
Il cielo ricco di nuvole ci regala colori e contrasti davvero affascinanti.
La pioggia arriverà solo al ritorno quando ormai siamo all'interno del bosco.
Splendida giornata.

Qualche scatto dei più rappresentativi (se volete vedere l'intero album, potete cercami su FB - Nicola Inversi)

Uscita dal bosco compreso tra la Valle della Giumenta e la Valle di Morretano: a sinistra la lunga cresta che scavalcando il Monte Fratta e il Monte Cornacchia, arriva al Puzzillo. A destra la cresta quasi parallela de La Torricella.

2gtytu8.jpg



La magia del bosco incontra la magia di Erin.

2d7c6k7.jpg



La lunga cresta de La Torricella con a sinistra la vetta omonima.

k03c6v.jpg



La parte terminale della Valle del Morretano, con sopra il Passo del Morretano.

2e4hzeb.jpg



La parte iniziale della cresta de La Torricella.

fd9cle.jpg



Erin si riposa durante l'ascesa.

fe2mgl.jpg



La cresta del Puzzillo con la cima del Monte Fratta.
Sotto la Valle del Morretano chiusa dall'omonimo Passo sulla destra della foto: ancora più a destra, la vetta de La Torricella.

35an4ba.jpg



Monte San Rocco e subito dietro, tra le nuvole, Monte Cava.

a2g45f.jpg




33w6x4y.jpg



Le Montagne della Duchessa: a sinistra il Murolungo, poi Punta Uccettu e il Morrone.

rj2k37.jpg



Erin e Birba raggiungono la prima vetta della giornata: Monte la Torricella, 2071 mslm.

jsnbqa.jpg



La croce di vetta de La Torricella: a destra il Puzzillo, a sinistra la nostra seconda vetta, Cima del Morretano. Tra i due, ad unirli, il bellissimo Passo di Morretano.

23i8aoo.jpg



Scendendo da La Torricella: a sinistra la sua vetta, sotto il tratto iniziale della Valle del Morretano. Sullo sfondo, a destra, il Monte Orsello.

2lu89c1.jpg



Meraviglioso il Passo del Morretano, lambito dalle due creste verso il Puzzillo (a sinistra) e Cima Morretano a destra.

x4fa0m.jpg



Erin sulla cresta tra La Torricella e Cima di Morretano.

2vjxwlg.jpg



La cresta de La Torricella con in fondo l'omonima vetta, fotografata da Cima del Morretano.

2hmk9dx.jpg



Birba ed Erin ci precedono ancora una volta sulla seconda vetta della giornata: Cima del Morretano, 2098 mslm.

10d9jqw.jpg



Erin osserva i cavalli al pascolo nei pressi del Passo della Torricella.

2zsqxz8.jpg



Qui potrei sparare qualche stupidaggine (se non ne ho già sparate in precedenza :D ): correggetemi tranquillamente nel caso ;)
In primo piano: Cimata di Puzzillo a destra, Cimata di pezza a sinistra. Dietro Punta Trento e Punta Trento.

291f4b6.jpg



Erin raggiunge l'ultima vetta della giornata: Cima Campitello, 2131 mslm.

2911ic0.jpg



Lo spettacolare ed imponente anfiteatro Nord del Costone.

amazja.jpg



Se non erro: da sinistra, Punta dell'Azzocchio, Colle del Nibbio e Cimale del Nibbio, sulla lunghissima cresta (che spero di fare quanto prima) che collega il Monte Rotondo a sinistra, con Cimata di Puzzillo.
Sullo sfondo il magico e meraviglioso Sirente.

qnv9rp.jpg



Il gruppo di cavalli incontrato presso il Passo della Torricella, ora sull'omonima cresta.

qn9ueh.jpg
 
L'accesso più facile da Roma, il vero "parco de noantri", sulle montagne abruzzesi (quelle vere, oltre i Carseolani-Simbruini) è dal casello di Tornimparte e dalla (per altri versi deprecabile) bretella che collega il casello con Campo Felice ed il tunnel per l'altopiano delle Rocche. Con il traffico giusto il passo della Chiesola è un'ora da casa mia, praticamente lo stesso tempo che mi ci vuole per andare a Monte Mario.

Insomma un bengodi che vale tutti i venti euro di pedaggio e dove si dovrebbe andare più spesso perché il luoghi non sono né banali né scontati.

Grazie per averci riportato lì!
 
Belle le foto , la galoppata e u due cagnoni. Della zona di campo felice ricordo delle bellissime sciate su piste attrezzatissime e varie e soprattutto grandi panorami è un altopiano iniziale dove , un paio di volte, ho visto sfrecciare slitte trainate dai cani. Complimenti per la bella escursione e grazie per il ritorno alla condivisione.:si:
 
Bellissimo!
Dalle foto traspare una nitidezza del cielo che consente di identificare nettamente tutte le vette del comprensorio e anche oltre. Hai beccato una giornata particolarmente pulita, di quelle che io prediligo per distinguere e riconoscere montagne lontane da prospettive sempre diverse.
Spero che la pioggia sulla via del ritorno non vi abbia rovinato la riuscita dell'escursione, ma penso proprio di no!

PS: buona idea quella di riprendere a postare le tue uscite:si::si:
 
Belle le foto , la galoppata e u due cagnoni. Della zona di campo felice ricordo delle bellissime sciate su piste attrezzatissime e varie e soprattutto grandi panorami è un altopiano iniziale dove , un paio di volte, ho visto sfrecciare slitte trainate dai cani. Complimenti per la bella escursione e grazie per il ritorno alla condivisione.:si:
Ma grazie a te Leonardo :si:
Si, nella zona terminale di Campo Felice (a Est), in prossimità di Monte Rotondo, ci sono un sacco di impianti di risalita e varie piste.
E' una zona dove poter svolgere diverse attività su neve.
Aggiungo però che per fortuna il resto della zona è stato lasciato abbastanza integro ;)
 
Bellissimo!
Dalle foto traspare una nitidezza del cielo che consente di identificare nettamente tutte le vette del comprensorio e anche oltre. Hai beccato una giornata particolarmente pulita, di quelle che io prediligo per distinguere e riconoscere montagne lontane da prospettive sempre diverse.
Spero che la pioggia sulla via del ritorno non vi abbia rovinato la riuscita dell'escursione, ma penso proprio di no!

PS: buona idea quella di riprendere a postare le tue uscite:si::si:
No la pioggia non ha intaccato minimamente l'uscita né tanto meno lo spirito e il sorriso del ritorno ;)
Sono stato davvero fortunato ieri: nuvole spettacolari, cielo terso e contrasti di colori davvero fantastici.

PS: cercherò di postare ancora, riprendendo anche le uscite fatte in passato :si:
 
Quelle vette e le lunghe valli a sud di Campo Felice sono un ambiente sereno che ben si presta a una bella camminata autunnale come la tua.
Riguardo alla cresta che collega il Monte Rotondo con la Cimata del Puzzillo, te la consiglio vivamente, magari con pernotto al Rifugio Sebastiani.
P.S. Ma quelle vette le salgono solo i maniaci del Club2000 (eh, eh, eh). Mica ti sarai intrippato anche tu?
 
Gran bella escursione e ottime foto, prendo nota per l'anno prossimo quando tornerò in zona.
Da "forestiero" devo ben capire, cartina alla mano, il giro che hai fatto: ho visto che hai lambito il Costone, che ho percorso interamente quest'estate arrivando dalla Duchessa.
Come dice giustamente @Montinvisibili ci si può appoggiare per un pernotto al Rifugio Sebastiani abbinando alle splendide montagne anche la vista di Eleonora (vero Marco? ;) :D)
 
... cartina alla mano, il giro che hai fatto...
Mi permetto di linkare il primo percorso trovato in wikiloc che include le tre cime nominate e nello stesso ordine, la cima indicata come "Campitello" dovrebbe essere quella indicata su OpenCycleMap come "Cima nord del passo del Puzzillo" in pratica i primi 9,5 km di questo percorso:

http://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=9846552

Più che fare il giro partendo dal Sebastiani sarebbe di maggior soddisfazione parcheggiare al Passo della Chiesola, raggiungere il Sebastiani per questa via (scendendo a valle dal passo del Puzzillo) ed il giorno successivo completare qualcosa che somigli (dislivelli e Km permettendo) al percorso che ho linkato.
 
Gran bella escursione e ottime foto, prendo nota per l'anno prossimo quando tornerò in zona.
Da "forestiero" devo ben capire, cartina alla mano, il giro che hai fatto: ho visto che hai lambito il Costone, che ho percorso interamente quest'estate arrivando dalla Duchessa.
Come dice giustamente @Montinvisibili ci si può appoggiare per un pernotto al Rifugio Sebastiani abbinando alle splendide montagne anche la vista di Eleonora (vero Marco? ;) :D)
Oh andiamoci piano, che a Eleonora fischieranno le orecchie, ma con mia moglie fischiano le legnate!:wall:
 
Riguardo alla cresta che collega il Monte Rotondo con la Cimata del Puzzillo, te la consiglio vivamente, magari con pernotto al Rifugio Sebastiani.
P.S. Ma quelle vette le salgono solo i maniaci del Club2000 (eh, eh, eh). Mica ti sarai intrippato anche tu?
Si ho in programma di farla ma senza pernotto al Sebastiani (che proprio dall'altro giorno sarà d'ora in poi aperto solo nel WE se ricordo bene), scendo verso il Rifugio Alantino e poi chiederò un passaggio :D
Confermo che si tratta di quelle vette che salgono quasi solo quelli del Club2000: personalmente sono intrippato da quando sono nato :D ogni vetta che vedo mi fa scatena la voglia di salirci :)
Ma non mi limito ai 2000, infatti frequento anche Subappennino e Antiappennino. Ammetto però che ho una passione per la quota ;)

Gran bella escursione e ottime foto, prendo nota per l'anno prossimo quando tornerò in zona.
Da "forestiero" devo ben capire, cartina alla mano, il giro che hai fatto: ho visto che hai lambito il Costone, che ho percorso interamente quest'estate arrivando dalla Duchessa.
Come dice giustamente @Montinvisibili ci si può appoggiare per un pernotto al Rifugio Sebastiani abbinando alle splendide montagne anche la vista di Eleonora (vero Marco? ;) :D)
Mi permetto di linkare il primo percorso trovato in wikiloc che include le tre cime nominate e nello stesso ordine, la cima indicata come "Campitello" dovrebbe essere quella indicata su OpenCycleMap come "Cima nord del passo del Puzzillo" in pratica i primi 9,5 km di questo percorso:
Esatto: Cima Campitello fino al 2015 si chiamava Cima Nord del Passo del Puzzillo.

Il Sebastiani comunque potrebbe essere sfruttato facendo una traversata pressocché integrale di Campo Felice partendo proprio dal Valico Le Chiesole, salendo al Sebastiani dopo aver attraversato La Torricella ecc e scendendo per la lunghissima cresta che porta a Monte Rotondo. Ci vogliono due mezzi almeno (uno all'inizio e uno alla fine) o l'autostop :si:
 
@FinnMacCool
Dal momento che dici di essere un cacciatore di vette over 2000 (nell'accezione positiva del termine ;)), mi permetto di dare il mio contributo alla discussione suggerendoti un anello di questo comprensorio che feci 2 anni fà quando mi interessava il peak bagging, anello avente lo scopo di toccare tutte le cime intorno alla valle del Puzzillo mediante una relativamente breve passeggiata.
In estrema sintesi, dal Valico della Chiesola percorri tutta la dorsale comprendente M. Fratta, M. Cornacchia e Puzzillo.
Da qui, scendi dritto per dritto nella valle in direzione S (non è difficile trovare una via di discesa), attraversi la Conca del Puzzillo e, mediante un altro dritto per dritto guadagni la quota della dorsale opposta, quella che collega il M. Rotondo con il Rifugio Sebastiani. Io la intercettai in corrispondenza della Cimata di Pezza (l'Anticima Est all'epoca non era in elenco ..., ma volendo la si può comprendere allungando di poco), per poi scendere al Sebastiani, salire il Costone e fare tutto il giro in senso orario fino alla Torricella e da qui rientrare alla base traversando la valle del Morretano.
Un passeggiatone di 20 km, 1600 m di dislivello e 10 vette. Direi adatto per collezionisti ...
 
@Ulysses interessante questo percorso, ieri stavo proprio valutando la possibilità di un "taglio" del genere; lo terrò eventualmente presente in vista della prossima estate.
Non sono un collezionista di vette, ma visto che sono in zona una volta all'anno per le vacanze tanto vale approfittarne :si:
 
@Ulisses in parte ho già fatto questo giro ;)
Comunque da quelle parti sono davvero tante le combinazioni che si possono creare.
La parola collezione non mi fa impazzire :D però ammetto che seguo un po' le liste del Club2000 e che grazie al Club raggiungo vette che difficilmente prenderei in esame :si:
 
Autore Discussioni simili Forum Risposte Data
Montinvisibili Abruzzo 1
vecchio orso Abruzzo 8
Bruno1970 Abruzzo 1
AndreaDB Abruzzo 3
Montinvisibili Abruzzo 8

Discussioni simili



Alto Basso