Escursione Monte Velino

Parchi d'Abruzzo
Parco Regionale Sirente-Velino
Monte Velino
Quota
2.486 m
Data 2 novembre 2017
Sentiero segnato
Dislivello 1.637 m
Distanza 16,42 km
Tempo totale 10 h
Tempo di marcia 8:27 h
Cartografia Il Lupo Velino-Sirente
Descrizione Da Massa d’Albe (907 m) per il Colle Pelato (1.359 m, +1,17 h) e la normale da sud (sentiero 5, +3,40 h). Ritorno per la sella sotto Monte Cafornia (2.405 m, +45 min.), la Cimata Fossa dei Cavalli (2.301 m), i Prati del Cafornia, la Grotta dei Pastori (1.740 m, +1,18 h), Fonte Canale (1.202 m, +57 min.) e la macchina (+30 min.). Avvistati numerosi grifoni.
https://www.montinvisibili.it/#!/Monte-Velino-11
 

Allegati

La sensazione di tranquillità e pace provata in questa escursione, anche a dispetto dell'intenso impegno fisico che richiede, è stata colta in pieno dalle tue parole. Probabilmente solo quella che è stata la mia sorpresa del giorno non avrà sorbito in te lo stesso effetto. Arrivati alla croce del Velino, si è aperta, e magari ha un nesso con il tuo rapporto stretto con questa Montagna, una lunga e intrigante serie di "Monti invisibili" e maestosi valloni glaciali dal fascino ipnotico. Si allargano dolcemente tanti nuovi orizzonti da quella "pietrosa" Croce del Velino,dove spero di rimettere i piedi un giorno e magari ancora tutti insieme....... poi se vogliamo farlo in invernale..... Io la butto sempre li, anche per gioco, ma so che è complicato e che ci piace cambiare:biggrin:. Di nuovo grazie per la bella giornata Presidente. ;)
 
La sensazione di tranquillità e pace provata in questa escursione, anche a dispetto dell'intenso impegno fisico che richiede, è stata colta in pieno dalle tue parole. Probabilmente solo quella che è stata la mia sorpresa del giorno non avrà sorbito in te lo stesso effetto. Arrivati alla croce del Velino, si è aperta, e magari ha un nesso con il tuo rapporto stretto con questa Montagna, una lunga e intrigante serie di "Monti invisibili" e maestosi valloni glaciali dal fascino ipnotico. Si allargano dolcemente tanti nuovi orizzonti da quella "pietrosa" Croce del Velino,dove spero di rimettere i piedi un giorno e magari ancora tutti insieme....... poi se vogliamo farlo in invernale..... Io la butto sempre li, anche per gioco, ma so che è complicato e che ci piace cambiare:biggrin:. Di nuovo grazie per la bella giornata Presidente. ;)
E' no, caro @Leo da solo, ancora mi stupisco di quanto mi stupisco ogni volta che arrivo in vetta al Velino di fronte allo spettacolo che si apre!
 
E' no, caro @Leo da solo, ancora mi stupisco di quanto mi stupisco ogni volta che arrivo in vetta al Velino di fronte allo spettacolo che si apre!
È vero e lo abbiamo visto nei tuoi occhi, nitidamente e per tutta la passeggiata...

È stata l'ennesima cosa bella che abbiamo vissuto e condiviso in questa giornata, che porteremo sempre con noi...

anche le puzzole, ci scommetto la colazione!
 
Credevate che fossi sparito, eh? Invce no! La foto 27 è strepitosa: un agglomerato di valli, vette e gobbe dai diversi cromatismi, come se ad un gigante si fosse rotto il sacco in cui teneva le montagne da distribuire in maniera più ordinata ed invece stanno tutte lì, confuse e bellissime.
Interessante questo mini raduno. La prossima volta fate un fischio che vi sento... ;)
 
Credevate che fossi sparito, eh? Invce no! La foto 27 è strepitosa: un agglomerato di valli, vette e gobbe dai diversi cromatismi, come se ad un gigante si fosse rotto il sacco in cui teneva le montagne da distribuire in maniera più ordinata ed invece stanno tutte lì, confuse e bellissime.
Interessante questo mini raduno. La prossima volta fate un fischio che vi sento... ;)
Certo che lo pensavamo! Ma l'altra sera che ti ho visto mi sono rincuorato.
Allora ti terremo sicuramente presente. Stiamo già complottando qualcosa per la prossima primavera.
 
Complimenti per la bellissima escursione.
Evito di aprire un topic "informazione" visto che il Velino è abbastanza dibattuto.
Vorrei qualche dritta sull'ascesa al Velino dal versante S-W, con partenza da Massa D'Albe. In particolare ero interessato al sentiero n.5 che, correggetemi se sbaglio, è la via meno alpinistica da percorrere, per poi valutare una discesa ad anello magari dal sentiero n.7 che però mi pare di avere intuito non sia segnato benissimo.
Nello specifico vorrei capire che tipo di percorso mi troverò ad affrontare dato che non ho grande esperienza su passaggi in semi-arrampicata, giusto il Picco Circe e il Gendarme del Viglio che dovrebbero essere di I, massimo II grado. Inoltre mi piacerebbe capire se il sentiero è ben segnato e con un facile orientamento.
Grazie a tutti.
 
Ultima modifica:
Vorrei qualche dritta sull'ascesa al Velino dal versante S-W, con partenza da Massa D'Albe. In particolare ero interessato al sentiero n.5 che, correggetemi se sbaglio, è la via meno alpinistica da percorrere, per poi valutare una discesa ad anello magari dal sentiero n.7 che però mi pare di avere intuito non sia segnato benissimo.
Gran bel giro quello che hai in mente, estremamente appagante ma anche piuttosto impegnativo a livello fisico.
Ho fatto il 5 la scorsa estate (con deviazione x arrivare a vedere la grotta di S. Benedetto) e a parte un paio di passaggi difficoltosi (almeno x me che sono negatissimo), uno subito all’attacco dopo la deviazione x la grotta di un paio di metri in verticale dove bisogna solo studiare bene gli appoggi e una placca trasversale di altri 3/4 metri che io ho praticamente fatto al passo del leopardo (ahahah) non c’è nulla di particolare se nn il dislivello: il sentiero è perfettamente segnato.
Per la discesa dal 7 in effetti la traccia sui pratoni del Cafornia si perde un po’ ma lì si può improvvisare senza problemi fuori sentiero fino a che poi non si ritrovano le tracce.
È un giro che mi sento assolutamente di consigliare ma occhio al meteo perché in una giornata di sole estivo ti ci squagli!
Abbonda assolutamente con l’acqua da portarti perché nn ne trovi una goccia sul percorso!
Ciao
 

Discussioni simili



Alto Basso