Escursione MONTE ZEBIO - BUSO DELLA NEVE - FONTANELLO DEL GATTO

Parchi del Veneto
Altopiano di Asiago
Dati
Escursione ad anello
Data: 27/07/2019
Regione e provincia: Veneto, Asiago (VI)
Località di partenza: Casa Sant'Antonio
Tempo di percorrenza: 5 ore
Chilometri: Circa 13 km
Grado di difficoltà: E
Descrizione delle difficoltà: Sentiero in gran parte buono e segnalato, la presenza di qualche albero caduto ne rende un po difficoltosa l'individuazione.
Periodo consigliato: Tutto l'anno.
Segnaletica: Buona.
Dislivello in salita: 630 m
Dislivello in discesa: 630 m
Quota massima: 1866 m
Accesso stradale: Partendo dal centro si seguono le indicazioni per aeroporto/ contrada Rigoni. Arrivati in contrada Rigoni di Sotto si imbocca la strada che sale verso nord e porta in località Monte Zebio.
Giunti in prossimità di Val Giardini si può lasciare l’auto negli spiazzi a bordo strada.

Descrizione

Salita al Monte Zebio, escursione programmata in 10 minuti il giorno prima.
Inizio escursione ore 7.30, imbocco il sentiero 832B dalla Croce neanche il tempo di fare dieci passi che si apre una veduta panoramica sull'Altopiano.
Doveva aver piovuto qualche ora prima: le pietre e l'erba sono bagnate e qua e là si intravede qualche mucchietto di grandine.
191346



191347

Comincio a salire di quota sempre di più fino a quando non incrocio l'ordinato Rifugio Stalder e il silenzioso Cimitero dei soldati della Brigata Sassari, incredibile leggere le gesta eroiche di questa truppa.
Arrivo in Malga Zebio e vengo accolto dalle padrone di casa che mi "sbarrano" la strada,
191348


proseguo facendo il giro per il Monte Zebio e imbocco la mulattiera a NORD-EST della Malga, passo per Casara Zebio Pastorile in direzione dell'isolata Casara Zingarella.
Era da qualche mese che il Buso della Neve mi affascinava, così ho colto l'occasione per andare alla sua scoperta.
Il sentiero non è segnato ma grazie ai mughi tagliati si individua una via.
Passo di fianco alla Croce dei caduti
191349

e dopo 5 minuti esatti arrivo all'imboccatura del Buso, meravigliato e spaventato allo stesso tempo è dire poco. Incredibile come la natura possa creare fenomeni di questo tipo, la foto non rende molto ma si riesce ad intravedere la ripida parete verticale.
191350


191351


La cima del monte Zingarella non riesco a raggiungerla causa vegetazione troppo fitta, amen.
Il tempo sta cambiando quindi accelero nel ritorno a casa, imbocco il sentiero 836 costeggiando il rinfrescante e grottino del Fontanello del Gatto.

191352


191353

Alle 12 sono a Casera Busette pronto per percorrere, ahime, il lunghissimo ritorno alla macchina per la Val di Nos.

Ore 13.35 ero in macchina.

Fine.
 

Allegati

Discussioni simili



Contenuti correlati

Alto Basso