Escursione Monti della Laga - Cima Lepri

#1
Parchi del Lazio
Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Cima Lepri
Quota
2.445 m
Data 30 giugno 2018
Sentiero parzialmente segnato
Dislivello 1.482 m
Distanza 21,27 km
Tempo totale 11:30 h
Tempo di marcia 9:59 h
Cartografia CAI Monti della Laga
Descrizione Dalla chiesetta di San Martino (1.150 m) per Colle Piano (1.587 m, +1 h), il Sentiero delle Scalette, il Fosso di Piè di Lepre, il Valico di quota 2.217 (+2,42 h), Cima Lepri (2.445 m, +32 min.), il Valico di Tara Bella (2.229 m, +28 min.), la Via Ranna, lo Stazzo di quota 2.043 (+34 min.), il termine della Via Ranna con l’incrocio con il sentiero del Fosso di Selva Grande nei pressi dello Stazzo Padula (1.902 m, +49 min.), il Fosso di Selva Grande (1.693 m, +30 min.), lo Stazzo della Pacina (1.740 m, +17 min.), Balzi Classette (1.803 m, +15 min.), il Fosso di Selva Grande (1.522 m, +54 min.), Colle Piano (1.587 m, +1,05 h) e la chiesetta di San Martino (1.150 m, +53 min.). Escursione impegnativa in ambiente ripido e severo. Avvistati una lepre e un capriolo.
https://www.montinvisibili.it/Cima-Lepri
 

Allegati

#9
E' anche un bell'omaggio alle zone colpite dal sisma.Bello!:si:
Io pensavo di aver visto distruzione quando ero stato nell'aquilano nel 2009, ma qui e nella zona dei Sibillini mi sembra anche peggio.
Sono montagne e sentieri che bisogna tornare a frequentare, fermandosi magari a comprare qualcosa prima di tornare a casa.
Chi abita lì si aspetta che noi ci andiamo.
 
#10
Complimenti sinceri per questa via alternativa per raggiungere la Cima Lepri. Ho seguito con piacevole coinvolgimento il tuo percorso sulla mia carta escursionistica, immedesimandomi nel tuo viaggio, individuando i vari fossi attraversati e i crinali risaliti, notando che in alcuni tratti la traccia non è nemmeno accennata! Un viaggio nel cuore della Laga, comprensorio unico e affascinante, in cui la scarsa antropizzazione e la natura selvaggia consentono di immergersi in un luogo senza tempo.
Stupendo!
 
#11
Complimenti sinceri per questa via alternativa per raggiungere la Cima Lepri. Ho seguito con piacevole coinvolgimento il tuo percorso sulla mia carta escursionistica, immedesimandomi nel tuo viaggio, individuando i vari fossi attraversati e i crinali risaliti, notando che in alcuni tratti la traccia non è nemmeno accennata! Un viaggio nel cuore della Laga, comprensorio unico e affascinante, in cui la scarsa antropizzazione e la natura selvaggia consentono di immergersi in un luogo senza tempo.
Stupendo!
Grazie @Ulysses per il tuo apprezzamento. Hai ragione: ogni uscita nella selvaggia Laga ha più il sapore di un viaggio che di una semplice escursione; una camminata che ti trasporta lontano nel tempo e nello spazio.
 

Discussioni simili

Alto