Escursione [Monti Lucretili] Da Roccagiovine a Campo Campitello

Parchi del Lazio
Parco Regionale dei Monti Lucretili
Dati

Data: 01/2010
Regione e provincia: Lazio (Roma)
Località di partenza: Roccagiovine
Località di arrivo: Campo Campitello
Grado di difficoltà: E (Escursionistico)
Segnaletica: Varia, buona in alcuni punti, carente in altri
Dislivello in salita: Circa 400 metri
Accesso stradale: Via Formello del paese Roccagiovine
Sentieri: 305



Descrizione

Escursione solitaria giornaliera pensata e organizzata appena la sera prima. Arrivo al paese di Roccagiovine all'alba, raggiungo il cimitero (!) da dove parte virtualmente il sentiero 305. Decido di proseguire in macchina fino a poco prima dell'inizio della strada sterrata dato che il tratto precedente è asfaltato e di scarso interesse. Volendo di può proseguire con la macchina anche un pò dopo l'inizio della strada sterrata fino a uno spiazzo poco più avanti.
Il sentiero inizialmente è bello largo (ci può passare una macchina) e la passeggiatà è facile e piacevole fino a raggiungere Prato delle Forme, dove cominciano le prime tracce di neve. Proseguo per il sentiero 305, aiutato anche dalle ottime indicazioni tra i tanti sentieri che percorrono quella zona. Raggiungo il Fosso Vena Scritta dove si cammina in una strettissima valle tra due colline. La neve a terra si fa copiosa e il sentiero si restringe e diventa visibile solo grazie al passaggio di altri escursionisti. La camminata è molto suggestiva, e nel silenzio si sentono i picchi che... picchiettano sugli alberi. Usciti dal Fosso si prosegue verso Campo Campitello, il sentiero fino al prato praticamente diventa il letto di un piccolissimo fiumiciattolo che rende un pò complicato procedere, e non si può deviare perchè più sale e più la neve diventa copiosa. Arrivo a Fonte Campitello dove qualche cavallo mangia la poca vegetazione non coperta dalla neve. Il prato è completamente innevato, il paesaggio è pacifico e molto suggestivo. Arrivo fino all'altro fontanile in mezzo al prato e mi siedo per godere di quello spettacolo.
Decido di procedere verso Monte Guardia dato che ho ancora del tempo prima di tornare indietro. Il sentiero 305C dovrebbe partire dalla Fonte ma perdo quasi un'ora per trovarlo perchè l'ingresso è nascosto in alto e le indicazioni sul suo inizio sono nulle (non ho gsp e avevo solo uno schizzo della mappa). Il tempo perso purtroppo mi impedisce di raggiungere il monte e mi devo fermare circa a metà strada. La neve fuori dal sentiero raggiunge il mio ginocchio, è un miracolo che senza scarponi alti fatti apposta per la neve e senza ghette non sia entrata una goccia d'acqua. Consumo il pranzo in cima a una collinetta dove si gode un bel panorama e torno indietro per la stessa via impiegando molto meno tempo rispetto all'andata. La giornata nonostante la neve non è stata fredda, anzi molto piacevole.
Ecco alcune foto che ho fatto:

Prato dell Forme:


Fosso Vena Scritta:


Fonte Campitello:


Prato Campitello:


Panorama del pranzo:
 
Ultima modifica di un moderatore:
Bella questa escursione, io l'ho fatta l'ultima volta a novembre.....nel fosso della vena scritta c'era un silenzio....
Poi è vero, il sentiero per il monte Guardia non è chiarissimo, anchio ho sbagliato strada una volta
 
Poi è vero, il sentiero per il monte Guardia non è chiarissimo, anchio ho sbagliato strada una volta
Il fatto di non aver raggiunto Monte Guardia mi è rimasta un pò qui.. vale la pena ritornarci per arrivare alla cima? C'e' un bel panorama?
Il sentiero 305C era chiaro, la neve calpestata dagli altri escursionisti lasciava una traccia ben visibile, questo mi ha aiutato. Il brutto è stato trovare l'imbocco, che ho trovato perlustrando metro per metro fino a trovare un pallino rosso. Peccato perchè in altri punti ci sono addirittura le paline con i tempi di percorrenza mentre li non c'era nulla di nulla.
 

Discussioni simili



Alto Basso