Escursione Monti Tremol (2007m) e Colombera (2066m)

Dopo ben 40 giorni di astinenza da quota ( era il lontano 3 marzo 2021 :gover::biggrin: ), ecco una finestra idonea a rubare un giorno di relax e scappare nella vicina località di Piancavallo.
Le recenti nevicate abbondanti dopo le scorse settimane di caldo anomalo hanno ricoperto di nuovo i rilievi che vedo da casa di “zucchero velato”! Pertanto sono curioso di farmi un giro lassù e, una volta parcheggiato l’auto, mi guardo intorno e noto che sembra una località fantasma, come fosse abbandonata a causa di un bombardamento aereo! :(
Fortunatamente però, pur essendo un mercoledì, si vedono tanti skialps, qualche ciaspolatore ed un paio di snowboarders, visto che ci troviamo a ridosso degli impianti di risalita che portano in quota con svariate piste! Non perdo tempo e parto.....
Dati

Data: 14 aprile 2021
Regione e provincia: FVG (Pordenone)
Località di partenza: Piancavallo (1280m)
Località di arrivo: Monti Tremol e Colombera
Grado di difficoltà: EEA
Descrizione delle difficoltà: Salita in ambiente innevato con relative difficoltà dovute a recenti nevicate (circa 50cm).
Dislivello in salita: circa 800m
Quota massima: 2066m


Descrizione

Al contrario di quanto immaginato, la giornata è molto calda, l’esposizione è a sud e il riverbero della neve fa il suo dovere, sprofondo un po’ ma sono felicissimo! :)
Seguo la traccia battuta dagli scialpinisti, arrivato al colle superiore sprofondo in qualche tratto ma lo scenario che si apre di fronte a me mi apre il cuore e penso:” FINALMENTE”!!!
Pian pianino giungo al pianoro sommitale del Monte Tremol, dove recentemente è stato eretto un Cristo in legno fatto a mano che veglia su Piancavallo!
221655

Un grazie a Helmuth Schmalzl, atleta, ex direttore tecnico della nazionale italiana di sci, legato da sempre a Piancavallo!
Piccola pausa con un panorama che spazia fino all’Adriatico, dalle Istrie alle Venezie!
221656

Dopo un po’, calzo i ramponi, impugno la picca e proseguo per la cima una trentina di metri più su, dopo aver affrontato un tratto attrezzato ed esposto, con cautela, cercando di liberare le parti di cavo nascoste dalla neve!
Arrivato in vetta lo sguardo va già all’altra vicina cima concatenata dalla cresta che fa parte dell’Alta via dei Rondói (percorsa d’estate nel verso opposto), un sentiero alpinistico che si svolge in cresta, molto aereo e panoramico che unisce le 5 cime del comprensorio!
Inizia ad annuvolarsi a nord... Anima e coraggio! Si intravede qualche traccia ormai cancellata dal vento e in alcuni tratti sprofondo... ma per fortuna giungo in cima al vicino Colombera dove si apre la vista sulla sottostante Val Sughet imbiancata e le sue cime!
221659

da sx: Palantina, Manera (la più alta del gruppo) e il Cimon dei Furlani!

221677

221678

(uno sguardo a sud)

Prima che si annuvoli tutto subito rovinando lo spettacolo scendo a valle e nella parte finale avrei desiderato un paio di sci perché in alcuni tratti sprofondo fino al ginocchio :azz: ma non me ne frega, sono felice:lol:!!

La birretta purtroppo me la faccio a casa in giardino... ma va bene così!!!:si:

Ecco il video

 
Ultima modifica:

Discussioni simili



Alto Basso